Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come trovare una cabina telefonica

di

L’avvento dei cellulari ha praticamente mandato in pensione le cabine telefoniche. Eppure in molte città italiane sono ancora attivi alcuni telefoni pubblici che sono perfettamente funzionanti e possono essere utilizzati introducendo le monete o addirittura le schede telefoniche. Come dici? Visto e considerato quanto ti ho appena riferito ti piacerebbe sapere come trovare una cabina telefonica, ma non sai proprio da dove avviare le tue “indagini”? Se hai risposto in modo affermativo, sei capitato proprio nel posto giusto al momento giusto!

Nei prossimi paragrafi, infatti, posso mostrarti non solo come cercare i telefoni pubblici tramite uno strumento di ricerca messo a disposizione da TIM, ma anche illustrarti quali sono le tariffe attualmente in vigore nelle cabine ancora esistenti. Sia chiaro, dal momento che i telefoni pubblici sono sempre più desueti, TIM ha ottenuto nell’ormai lontano 2010 il via libera dall’AGCOM per rimuoverli e per questa ragione potresti non riuscire a trovarne di attivi nella tua città.

Tutto chiaro? Sì? Benissimo, allora procediamo: mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo necessario per concentrarti sulla lettura di questo tutorial e attua le “dritte” che ti darò. Che tu riesca a trovare una cabina telefonica attiva nella tua città o meno, avrai colto l’occasione per rievocare i bei momenti degli anni passati, quando i cellulari non erano ancora alla portata di tutti.

Trovare una cabina telefonica attiva

TIM, il gestore che negli ultimi anni si è occupato della manutenzione  dei telefoni pubblici (e, più recentemente, della loro dismissione), ha allestito sul proprio sito Internet ufficiale la pagina Trova Telefono, che permette agli utenti di trovare le cabine telefoniche che sono ancora attive.

Il servizio funziona in modo molto semplice: basta collegarsi al sito ufficiale di TIM, inserire il nome della propria città ed eventualmente dell’indirizzo in cui si vuole sapere se è presente una cabina telefonica attiva e poi visualizzare sulla mappa quelle più vicine. Immediatamente sotto la mappa, è invece possibile sfogliare l’elenco completo dei telefoni pubblici, sia quelli attivi che quelli rimossi.

Per trovare una cabina telefonica attiva utilizzando il servizio Trova Telefono, collegati innanzitutto al sito Internet di TIM cliccando sul collegamento che ti ho appena fornito e compila i campi inserisci un Comune e inserisci indirizzo digitando, rispettivamente, il comune e l’indirizzo (facoltativo) nel quale desideri sapere se è ubicata una cabina telefonica e pigia sul pulsante blu TROVA TELEFONO posto immediatamente sotto il modulo di ricerca.

Dopo aver effettuato la ricerca, ti verranno proposti sulla mappa le cabine telefoniche più vicine, contrassegnate da un segnaposto blu (se sono ancora attive) o da un segnaposto rosso (se sono state rimosse).

Sotto la mappa, invece, puoi visualizzare l’elenco completo delle cabine e dei telefoni pubblici, con tanto di indirizzo, tipologia di telefono (es. Stradali, se si tratta di cabine telefoniche, Esercizio commerciale, se si tratta di un telefono pubblico presente all’interno di un esercizio commerciale, etc.), la tipologia di pagamento supportata dal telefono pubblico (es. Moneta o Scheda) e se è ancora attivo oppure se è stato rimosso.

Tariffario delle cabine telefoniche

Se sei riuscito a trovare un telefono pubblico nella tua città, probabilmente vorrai provare a effettuare una telefonata con quest’ultimo. Prima di procedere in tal senso, però, vorresti sapere qual è il tariffario aggiornato delle cabine telefoniche, al fine di verificare la “spesa” che dovresti affrontare per  effettuare una chiamata dalla stessa cabina telefonica.

Dal momento che sono sempre meno i rivenditori di schede telefoniche (pur essendo ancora in vendita), farò riferimento soltanto alle tariffe relative al pagamento con le monete, visto che il metodo di pagamento che probabilmente ti interessa più da vicino. Come forse già saprai, il prezzo di una telefonata è il risultato della moltiplicazione per 0,10 euro del numero degli scatti (compresi gli scatti alla risposta): ecco, dunque, a te le principali tariffe che sono in vigore dal 1° giugno 2016.

  • Telefonate verso i numeri fissi nazionali — viene applicata la tariffa di 0,10 euro (IVA inclusa) per ciascun scatto. Gli scatti successivi allo scatto alla risposta vengono addebitati all’inizio dell’intervallo di tempo previsto dal ritmo di tassazione, che in questo caso è fissato a 43 secondi. Il numero degli scatti alla risposta è invece di 2.
  • Telefonate verso i cellulari — anche in questo caso viene applicata una tariffa di 0,10 euro (IVA inclusa) per ciascun scatto. Gli scatti successivi allo scatto alla risposta vengono addebitati all’inizio dell’intervallo di tempo previsto dal ritmo di tassazione, che in questo caso è fissato a 11,80 secondi, con un numero di scatti alla risposta pari a 2.

Per ulteriori informazioni relative ai prezzi applicati dai telefoni pubblici, ti esorto a consultare questa pagina di assistenza allestita sul sito Internet di TIM o a chiamare il numero verde 800 134 134, disponibile dal lunedì al venerdì dalle ore 08:30 alle 17:00, e seguire le indicazioni della voce guida per parlare con un operatore del customer care TIM.

Ti rammento, inoltre, che se il telefono pubblico da cui stai chiamando è il modello Digito, che diversi anni fa ha sostituito il modello Rotor, oltre a telefonare, puoi utilizzare anche alcune funzionalità aggiuntive che sfruttano la tecnologia ISDN. Tra i servizi più interessanti messi a disposizione degli utenti vi è la possibilità di inviare SMS, email e fax verso tutti gli operatori telefonici nazionali. Nelle città di Roma e Firenze, inoltre, è stato reso disponibile il servizio Qui Arte, grazie al quale è possibile reperire informazioni storico-artistiche dei principali monumenti presenti nelle città sopraccitate.

I telefoni pubblici Digito sono facilmente riconoscibili dal design moderno che li contraddistingue: sono di colore grigio satinato e presentano linee più morbide e meno spigolose (a differenza dei modelli più datati). I modelli Digito sono riconoscibili anche dalla tastiera alfanumerica e dai tasti funzione che permettono di navigare fra i menu visualizzati sul piccolo schermo del telefono stesso. Di seguito puoi trovare il tariffario dei servizi aggiuntivi disponibili sul telefono Digito.

  • SMS — per l’invio di SMS verso tutti i numeri fissi e mobili nazionali, che possono avere una lunghezza massima di 160 caratteri, viene applicata la tariffa di 0,10 euro (IVA inclusa) per ogni messaggio inviato.
  • Email — per l’invio di email verso tutti gli indirizzi di posta elettronica del mondo viene applicata la tariffa di 0,20 euro (IVA inclusa) per ogni messaggio inoltrato. Le email inviate tramite Digito possono avere una lunghezza massima di 630 caratteri e il mittente del messaggio (ovvero tu) viene identificato con l’indirizzo puntotel@telecomitalia.it.
  • Fax — per l’invio di fax verso tutti i numeri di fax nazionali viene applicata la tariffa di 0,20 euro (IVA inclusa) per ogni messaggio inviato. Anche in questo caso è possibile inviare messaggi dalla lunghezza massima di 630 caratteri.
  • Qui Arte — questo servizio, che come ti ho già detto, è attualmente disponibile soltanto a Roma e Firenze, permette di ricevere informazioni sui principali luoghi di interesse delle città summenzionate al costo di 0,50 euro (IVA inclusa).

Per ulteriori informazioni relative ai prezzi applicati ai servizi aggiuntivi messi a disposizione dai telefoni pubblici Digito, visita il sito Internet di TIM: lì troverai informazioni ancora più dettagliate.