Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Scopri le migliori offerte sul canale Telegram ufficiale. Guarda su Telegram

Telecamera IP: come funziona

di

In un mondo che vede purtroppo anche l'esistenza dei criminali la prevenzione non è essenzialmente mai troppa. Anche tu la pensi così e infatti stai cercando di informarti in merito alla possibilità di mettere in piedi un sistema di videosorveglianza domestico.

Hai sentito dire che ormai al giorno d'oggi non ci sono più costi poi così “impossibili” da affrontare e hai dunque pensato che sia giunta l'ora di fare questo passo. Non ti hanno mentito: l'evoluzione della tecnologia ha infatti portato a una riduzione importante in termini di costi in questo ambito, dunque comprendo perfettamente perché ti stai chiedendo come funziona una telecamera IP.

Direi in ogni caso che sei approdato nel posto giusto: nelle righe che seguono mi appresto infatti a prendere in considerazione un po' tutto quello che c'è da sapere in merito a questa possibilità, andando anche ad approfondire quali sono le principali soluzioni messe a disposizione dal mercato in tal senso. Detto questo, a me non resta altro da fare, se non augurarti buona lettura!

Indice

Cos'è una telecamera IP

Cos'è una telecamera IP

Dato che ti stai chiedendo come funziona una telecamera IP, ritengo sia giusto partire dalle basi di questa tipologia di dispositivo.

Ebbene, si fa riferimento a un dispositivo in grado di collegarsi a Internet ed essere comandato da remoto: una telecamera IP può inviare e ricevere dati tramite rete e interagire con dispositivi quali computer, smartphone e tablet. Ciò significa, ad esempio, che una telecamera IP può trasmettere le riprese in tempo reale a computer, smartphone o tablet connessi in remoto (in alcuni casi, è possibile essere avvisati, ad esempio, tramite notifiche e clip legate al movimento e comunque ci sono le registrazioni, quindi non serve stare lì 24 ore su 24) o a dispositivi connessi alla rete locale, come ad esempio DVR o NVR (a cui farò ulteriormente riferimento più avanti), in modo da consentire il controllo degli ambienti da praticamente qualsiasi posizione al mondo.

È proprio questo aspetto che distingue le telecamere IP dalle telecamere cosiddette a circuito chiuso: in quest'ultimo caso, infatti, le immagini possono essere visualizzate soltanto da una postazione locale, interna al posto che si controlla. Le telecamere IP aboliscono questo limite affidandosi invece a Internet. Nonostante le telecamere IP abbiano avuto successo solamente in tempi tutto sommato recenti, complice anche la diffusione della connessione a Internet a banda larga, questi dispositivi sono in commercio fin dalla seconda metà degli anni '90, ma all'epoca erano quasi a esclusivo appannaggio del mercato business. Al giorno d'oggi, invece è possibile mettere in piedi un sistema di videosorveglianza domestico senza spendere un occhio della testa.

Potrebbe in ogni caso interessarti sapere che esistono varie tipologie di telecamere IP, anche proprio a livello di design. Ad esempio, una telecamera IP Bullet è chiamata in questo modo per via della forma “a proiettile” che la contraddistingue, mentre una telecamera IP Dome è così identificata per la forma “a cupola” che le caratterizza. Insomma, adesso conosci il significato dei principali termini legati alle telecamere IP.

In ogni caso, un motivo per cui potrebbe interessarti selezionare una telecamera IP in base al design risiede nel tipo di montaggio richiesto. Per farti degli esempi concreti, usualmente una Bullet richiede un apposito accessorio metallico (solitamente incluso in confezione), mentre una Dome in linea generale può essere facilmente montata a muro. Chiaramente le variabili in gioco sono diverse e dovresti dunque sempre approfondire come funziona per il singolo modello (anche perché potresti imbatterti in ulteriori forme), ma ho ritenuto giusto fornirti una panoramica generale in merito alle principali tipologie di prodotti disponibili in commercio.

Caratteristiche di una telecamera IP

Caratteristiche di una telecamera IP

Che tu sia alla ricerca di una telecamera IP da esterno o di una telecamera IP per interno, chiaramente risulta importante, per effettuare un acquisto consapevole (oltre alle già approfondite basi), dare un'occhiata alle caratteristiche tecniche.

No, non mi riferisco solamente al fatto che si tratti di una telecamera IP Wi-Fi, dunque facilmente controllabile in modo smart usualmente da dispositivi mobili e computer, bensì anche ad altre specifiche che possono aiutarti a comprendere se effettivamente un prodotto fa al caso tuo o meno.

Ad esempio, quando si fa riferimento a una telecamera IP PoE (Power Over Ethernet), si parla di un dispositivo che può essere alimentato mediante lo stesso cavo LAN legato alla rete Ethernet. Capisci bene che sfruttare questa tipologia di soluzione può risultare interessante in determinati contesti, in quanto si sfrutta un singolo cavo sia per la connessione alla rete che per l'alimentazione della telecamera IP in sé.

Se ti imbatti, invece, nella dicitura telecamera IP ONVIF (Open Network Video Interface Forum), devi sapere che questo è un protocollo di comunicazione usato nel mondo della sorveglianza e serve per far interfacciare la telecamera IP con altre apparecchiature ONVIF. In parole povere, si tratta di un modo di indicare che un dispositivo è ampiamente compatibile, secondo standard, con altri prodotti legati al mondo della videosorveglianza (cosa che permette dunque di rendere interoperabili sistemi realizzati da società diverse).

TP-Link Tapo C310 Telecamera Wi-Fi Esterno FHD 1296P, Telecamera IP di...
Vedi offerta su Amazon
TP-Link Telecamera Wi-Fi da Esterno, IP di Sorveglianza, FHD 1296P, 2 ...
Vedi offerta su eBay
Dahua - Telecamera IP da esterno ONVIF PoE 4MP Starlight 2.8mm S2 IPC-...
Vedi offerta su Amazon
Dahua 4Mp Telecamera Bullet Ip 2.8mm Poe WDR Ir Starlight IPC-HFW2431S...
Vedi offerta su eBay
Dahua - Telecamera AI IP ONVIF PoE 5MP 50M IR Motorizzata IPC-HFW5541E...
Vedi offerta su Amazon
Dahua 5MP Bullet Ottica Motorizzata IP PoE 2.7-13.5mm IPC-HFW5541E-ZE
Vedi offerta su eBay

Adesso che i principali termini legati a questo settore ti sono chiari, puoi dunque pensare di utilizzarli per provare a cercare esattamente ciò che fa per te. Ad esempio, potresti essere alla ricerca di una telecamera IP PoE ONVIF (ovvero di un dispositivo che supporta sia il Power Over Ethernet che il protocollo legato all'Open Network Video Interface Forum). Al netto di questo, ci tengo a fare un riassunto anche di altre questioni relative al mondo delle telecamere IP, che possono consentirti di comprendere ulteriormente cosa potresti voler acquistare in questo campo. Di seguito i dettagli.

Telecamera IP slot microSD

  • Ambiente d'uso: esiste una vera e propria differenza tra le telecamere IP da interno e quelle da esterno: queste ultime devono essere in grado di sopravvivere agli agenti atmosferici (pioggia, neve, sole battente, sbalzi termici e così via) poiché sono progettate per funzionare all'aperto, e sono costruite con materiali più resistenti rispetto alle telecamere IP da interno, che sono invece più “delicate”, poiché progettate per funzionare al chiuso.
  • Slot per microSD: alcune telecamere IP sono dotate di quest'ultimo e consentono di effettuare autonomamente registrazioni, consentendo poi magari di rivedere queste ultime, salvate sulla scheda microSD, anche mediante un'apposita app per dispositivi mobili (o soluzioni simili).
  • Rivestimenti: determinati dispositivi sono resistenti a determinati agenti esterni, quindi potresti voler verificare il tutto.
  • Angolo di visuale e rotazione: alcune telecamere IP possono, ad esempio, ruotare sulla propria base per avere un angolo di visione più ampio. In generale, però, dare un'occhiata all'angolo di visione è sempre utile per cercare di comprendere se effettivamente una telecamera IP può inquadrare ciò di cui hai bisogno.
  • Qualità dell'immagine: molte telecamere IP sono dotate di risoluzione Full HD (1080p, 1920 x 1080 pixel) o HD (720p, 1280 x 720 pixel). Chiaramente, più la risoluzione è alta, più nitide risultano le immagini catturate da quest'ultima, ma bisogna tenere in considerazione anche il fattore relativo alla velocità della rete. Tieni presente che più è alta la qualità dell'immagine, più aumenta il peso del file e, di conseguenza, in alcuni contesti potrebbe servire maggiore velocità serve a farla arrivare al dispositivo di destinazione. In ogni caso, anche l'ottica e i frame per secondo hanno la loro influenza sulla qualità delle immagini: occhio dunque all'apertura focale (per l'acquisizione delle immagini in condizioni di scarsa luminosità) e al numero di frame per secondo in fase di acquisizione (più il numero è alto, più le immagini sono nitide). Altro fattore importante per quanto riguarda la qualità è il formato in cui le immagini vengono acquisite: in genere è bene che la IP cam scelta sia compatibile con il formato H.264, il miglior compromesso tra peso e chiarezza delle immagini, e che supporti gli standard di compressione più comuni come MPEG4 per i video, e JPEG per le immagini. In ogni caso, al giorno d'oggi vengono ormai raggiunti buoni risultati in generale.
  • Connettività: il fulcro delle telecamere IP è la possibilità di collegarle a Internet, e ciò può avvenire principalmente in due modi diversi. Molte IP cam sono dotate soltanto di modulo Wi-Fi: in tal caso, possono collegarsi tranquillamente a reti senza fili ma necessitano di alimentazione elettrica, dunque di una presa nelle vicinanze. Altre telecamere IP, invece, sono dotate di sola connettività Ethernet, e quindi hanno bisogno di un collegamento tramite cavo al router o al dispositivo NVR per trasmettere le immagini. Tra queste, sono particolarmente interessanti quelle compatibili con la tecnologia PoE a cui ho fatto riferimento in precedenza che, previa magari l'acquisto di un piccolo adattatore, permettono di usare il cavo Ethernet sia per la connettività che per l'alimentazione elettrica andando così a eliminare il problema della necessità di una presa.
  • Registrazione: la maggior parte dei modelli di telecamere IP permette di acquisire e registrare le immagini attraverso particolari programmi per PC o app per cellulari, a cui ho fatto riferimento anche nel mio tutorial sui programmi per vedere telecamere da remoto. Alcune IP cam sono invece in grado di effettuare registrazioni totalmente automatiche, dato che possono essere dotate di slot microSD per l'acquisizione diretta delle immagini, di un'interfaccia diretta con uno spazio cloud in cui caricare autonomamente le registrazioni, o di entrambe le caratteristiche. Tuttavia, per scenari più complessi o per registrare contemporaneamente da più telecamere IP, ci si può affidare a dispositivi DVR (_ digital video recorder _), NVR (network video recorder), oppure sfruttare un NAS, che solitamente offre la possibilità di interfacciarsi alle telecamere IP.

IP camera

  • Inquadratura: le telecamere IP statiche sono certamente le più comuni ed economiche, offrono un'immagine _ferma _e un raggio d'azione limitato a quanto l'obiettivo riesce a inquadrare dalla posizione in cui lo si pone, ma non sono le sole in commercio: esistono infatti anche IP cam in grado di spostarsi o con angoli di visuale più ampi. Le telecamere IP robotizzate possono letteralmente muoversi a distanza, le PTZ (pan-tilt-zoom) sono in grado di effettuare dei piccoli spostamenti in orizzontale e verticale, mentre le Fisheye sono dotate di una lente in grado di offrire una visuale a 360 gradi rispetto alla loro posizione.
  • Audio: le IP cam più economiche, spesso, non sono in grado di acquisire né di trasmettere audio. In commercio si trovano comunque modelli in grado di offrire audio monodirezionale, cioè di acquisire l'audio tramite un microfono, oppure audio bidirezionale che, in più, permettono anche di comunicare attraverso degli altoparlanti l'audio trasmesso attraverso un microfono presente su un altro dispositivo.
  • Sensori: altro aspetto molto importante da considerare. Numerose telecamere IP sono dotati di sensori di movimento che, se configurati, possono inviare una notifica o un'e-mail all'utente qualora venissero rilevati spostamenti nel raggio d'azione. Altro sensore che può essere presente a bordo di una telecamera IP è il sensore a infrarossi passivi, o PIR, in grado di acquisire immagini e/o rilevare movimenti anche quando la zona monitorata è al buio.

Insomma, le caratteristiche a cui badare sono davvero tante: come avrai intuito, però, non è difficile scegliere, soprattutto se hai già un'idea — anche vaga — di come strutturare il tuo sistema di videosorveglianza. Un consiglio che posso darti è inoltre quello di dare sempre un'occhiata a quanto indicato dai produttori, dato che ormai nelle schede tecniche spesso si fa riferimento anche agli specifici casi d'uso per cui una telecamera IP è pensata.

Funzionamento di una telecamera IP

IP camera

Al netto delle basi e delle caratteristiche tecniche, potrebbe interessarti comprendere rapidamente qual è usualmente l'effettivo funzionamento di un dispositivo di questo tipo.

Solitamente, subito dopo aver acquistato, posizionato e collegato all'alimentazione una o più telecamere IP, bisogna procedere alla configurazione seguendo attentamente le istruzioni presenti nell'apposito manuale. Al giorno d'oggi, si può passare, ad esempio, per programmi per PC o per applicazioni per dispositivi mobili, anche se chiaramente tutto dipende dal modello a tua disposizione.

Al netto di questo, come ti ho già spiegato, esistono alcune telecamere IP in grado di registrare autonomamente immagini e salvarle sulla microSD oppure inviarle sul cloud: sempre dal programma/app di configurazione, avrai dunque la possibilità di impostare gli orari di registrazione o la registrazione continua, lo spazio massimo che una singola registrazione può occupare, il periodo di tempo dopo il quale eliminare le vecchie registrazioni o, ancora, la frequenza con cui queste devono essere caricate sul cloud.

Qualora avessi invece optato per una configurazione più complessa, che ad esempio comprende più telecamere IP messe insieme, potresti eventualmente dover fare affidamento a un dispositivo esterno, che prende il nome di NVR, o Network Video Recorder: questo permette di collegare contemporaneamente numerose IP cam, sia tramite cavo Ethernet (e dunque collegamento fisico) che tramite Internet (configurando invece al suo interno, singolarmente, l'indirizzo IP di ogni telecamera).

Il vantaggio di un dispositivo di questo tipo è quello di poter registrare e visualizzare il segnale di più telecamere contemporaneamente, di poterle gestire e configurare da una sola posizione e, per di più, di poterle raggiungere da un singolo indirizzo IP, quello del dispositivo NVR stesso. Per questo tipo di configurazione, gli interventi necessari sono due: nel primo bisogna impostare il collegamento tra le singole cam e il dispositivo NVR, il secondo consiste invece nel configurare il NVR per l'accesso da Internet e/o da rete locale.

Questo si fa, di norma, assegnando un indirizzo IP statico all'NVR, aprendo le sue porte nel router e, infine, configurando un servizio di conversione automatica DNS come No-IP (di cui ti ho parlato nello specifico nel mio tutorial su come configurare desktop remoto): in tal modo, il registratore di rete è sempre disponibile anche tramite Internet e può essere consultato, oltre che configurato, da remoto. Come ti ho già accennato in precedenza, alcuni NAS prevedono anche funzionalità da NVR.

Quale telecamera IP acquistare

Quale telecamera IP Nest

Adesso che hai ben presente le basi delle telecamere IP, le principali caratteristiche e qual è usualmente il funzionamento di questa tipologia di dispositivi, potresti esserti convinto a effettuare l'acquisto di una telecamera IP.

Come hai avuto modo di apprendere, di telecamere IP ce ne sono tante, ognuna adatta a uno scenario differente: in questo contesto, dato che molto dipende dalle tue preferenze ed esigenze, ti consiglio di approfondire il tutto autonomamente, ma in linea generale, se non hai troppe esigenze, il mercato ha raggiunto una buona qualità anche nelle fasce più economiche. Per quel che concerne invece alcuni brand noti anche nelle fasce alte, potresti voler dare un'occhiata, ad esempio, a una telecamera IP Dahua o una telecamera IP Hikvision.

Dahua - Telecamera IP da esterno ONVIF PoE 4MP Starlight 2.8mm IK10 WD...
Vedi offerta su Amazon
Dahua Dome Ip 4Mpx 2.8mm Ir 30m PoE IP67 IK10 IPC-HDBW2431E-S
Vedi offerta su eBay
Hikvision Digital Technology DS-2CD6D54FWD-IZS - Telecamera di sicurez...
Vedi offerta su Amazon

Come dici? Vorresti ulteriormente una mano anche nella scelta della telecamera IP più adatta a te? Non preoccuparti, non ho intenzione di lasciarti solo proprio in questa fase: puoi infatti eventualmente consultare anche il mio tutorial sulle migliori telecamere IP in commercio, così da avere a disposizione ulteriori dettagli per valutare l'acquisto.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.