Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Telecamera Wi-Fi: come funziona

di

Hai deciso di mettere in piedi un sistema di videosorveglianza per la tua abitazione ma non volendoti complicare la vita con difficili cablaggi e peripezie varie hai deciso di affidarti a delle telecamere Wi-Fi. Tuttavia se ora sei qui e stai leggendo queste righe mi pare ben evidente il fatto che, nonostante la geniale intuizione, non hai la benché minima idea di come funzioni e com debba essere impiegata, di preciso, un’apparecchiatura di questo tipo. Mi sbaglio? No, ecco. Beh, se vuoi posso spiegarti tutto io.

Se mi concedi qualche minuto del tuo prezioso tempo posso infatti illustrarti, per filo e per segno, come funziona una telecamera Wi-Fi, cosa che, te lo assicuro sin da subito, è molto più semplice di quel che tu possa immaginare. Ti va? Si? Fantastico. Allora prenditi qualche minuto di tempo libero tutto per te, mettiti bello comodo e concentrati attentamene sulla lettura di questo mio tutorial interamente dedicato all’argomento. Alla fine vedrai, non avrai più neppure un solo dubbio al riguardo.

Nelle seguenti righe sarà mia premura spiegarti in primo luogo cos’è, di preciso, una telecamera Wi-Fi, quali sono le sue caratteristiche tecniche, come fare per utilizzarla e dove riuscire a reperire qualcosa di adatto alle tue esigenze. Insomma, affronteremo insieme la questione in maniera completa. Ora però basta chiacchierare ed entriamo finalmente nel vivo della questione. Ti auguro, come mio solito, buona lettura.

Indice

Che cos’è una telecamera Wi-Fi

Telecamera Wi-Fi: come funziona

In primo luogo cerchiamo di capire che cos’è una telecamera Wi-Fi, chiaramente nel caso in cui non lo sapessi già o comunque sia qualora desiderassi ottenere maggiori dettagli al riguardo. Trattasi essenzialmente di telecamere per la sorveglianza, concepite perlopiù a livello domestico, che possono essere collegate ad Internet tramite Wi-Fi (quindi in maniera pressoché analoga a quanto è possibile fare, ad esempio, con smartphone e tablet) e permettono di tenere sotto controllo, da remoto, gli ambienti in cui vengono poste.

Diversamente dalle telecamere, per così dire, classiche, quali quelle che consentono di accedere a video e immagini soltanto da una postazione interna al posto da controllare, le telecamere Wi-Fi permettono di visionare le riprese praticamente da ogni dove, a patto che ci sia una connessione ad Internet attiva e funzionante sulla rete sfruttata per collegare la telecamera stessa oltre che su quella (se diversa) impiegata sul dispositivo (come ad esempio può esserlo un computer) per la gestione a distanza.

La maggior parte delle telecamere Wi-Fi attualmente presenti in commercio consentono poi di registrare quanto ripreso e di salvarlo su dischi esterni, schede di memoria, su NAS, NVR o, ancora, sul cloud oppure su smartphone, tablet e computer. In alcuni casi, integrano anche un sensore per rilevare i movimenti e un sistema per la visione notturna. Si gestiscono facilmente tramite appositi software per computer e/o app per smartphone e tablet, sia ufficiali che di terze parti, che si rivelano anche abbastanza semplici da impiegare.

Per quel che concerne il fattore forma, si tratta di dispositivi che presentano il classico aspetto delle normalissime telecamere per la videosorveglianza, anche se di solito hanno dimensioni e peso più contenuti. Possono avere un’indicatore luminoso che ne segnala il funzionamento, possono essere girevoli e possono integrare anche un microfono per captare l’audio. Sono costruite con materiali vari adattabili a differenti ambienti, perlopiù plastiche e metalli, in modo tale da risultare congeniali per un utilizzo da interno, da esterno o per entrambi i casi.

Nella confezione di vendita viene solitamente incluso tutto il necessario per installare sin da subito il proprio sistema di sorveglianza domestico, quindi una o più telecamere con eventuali staffe di montaggio al seguito e cavi di collegamento. A seconda della marca, del modello scelto e delle caratteristiche tecniche possono poi esserci un alimentatore e dei dispositivi di comando appositi.

Caratteristiche tecniche

Telecamera Wi-Fi: come funziona

Ora che hai ben compreso che cos’è una telecamera Wi-Fi, direi che possiamo passare in rassegna quelle che sono le principali caratteristiche tecniche dei dispositivi appartenenti alla categoria in oggetto. Le trovi indicate ed esplicate proprio qui di seguito.

Qualità

In commercio ci sono diverse telecamere Wi-Fi che offrono la possibilità di effettuare riprese e registrazioni più o meno di qualità. Quelle con risoluzione HD (1280×720 pixel) offrono una maggiore nitidezza ma se la velocità della connessine in uso non è proprio delle migliori può non rivelarsi un ottimo acquisto in quanto la visione di video ed immagini molto probabilmente non risulterà scorrevole. In questi casi, paradossalmente è dunque bene orientarsi verso qualcosa di meno performante in fatto di risoluzione e che dunque richiede un minor impegno di banda per la trasmissione.

Formato delle riprese e delle immagini

A far parte della scheda tecnica di una telecamera Wi-Fi è altresì il il formato delle riprese. Solitamente dispositivi di questo tipo supportano formati per video ed immagini quali H.264, MPEG4, MJPEG e JPEG. Bisogna poi badare anche ai frame per secondo delle riprese (più il numero è alto e più le immagini saranno fluide) e all’ottica (un valore più basso corrisponde ad una maggiore apertura) che consente anche di stabilire se una telecamera Wi-Fi è in grado di effettuare riprese e catturare immagini quando l’illuminazione è scarsa o assente.

Sensori

Non tutte le telecamere Wi-Fi sono equipaggiate con sensori. Molti modelli sono però dotati di motion detection, quella “cosa” che rileva i movimenti nell’area videosorvegliata ed offre avvisi relativi a quel che sta accadendo. Alcuni modelli di le camere Wi-Fi presentano inoltre un sensore PIR a infrarossi passivi, tramite il quale è possibile rilevare le intrusioni anche quando l’ambiente non è illuminato oppure lo è ma in amena molto scarsa.

Inquadratura e raggio d’azione

Le telecamere Wi-Fi si distinguono poi per la loro capacità di “muoversi”. Esistono infatti telecamere statiche, vale a dire con inquadratura fissa, e telecamere robotizzate, che possono essere mosse a distanza. Ci sono anche le telecamere PTZ (Pan-Tilt-Zoom), che consentono leggeri spostamenti solo in orizzontale e in verticale e/o che permettono di zoomare l’area inquadrata, e quelle Fisheye, che offrono un’inquadratura a 360°.

Comparto sonoro

A completare la scheda tecnica di una telecamera Wi-Fi vi è altresì il comparto sonoro. In commercio ci sono modelli in grado di offrire audio monodirezionale (in tal caso l’audio viene acquisito attraverso un microfono) oppure audio bidirezionale (che consentono di comunicare attraverso degli altoparlanti l’audio trasmesso attraverso un microfono presente su un altro dispositivo).

Registrazione

Molte delle telecamere Wi-Fi in commercio consentono poi di acquisire e registrare le immagini attraverso software appositi per computer o app per devi mobile. Alcune di esse effettuano invece registrazioni automatiche e possono dunque essere dotate di slot microSD e/o di un’interfaccia diretta con uno spazio cloud in cui caricare sempre in autonomia le registrazioni. Per effettuare registrazioni in simultanea su più telecamere ed in generale per configurazioni più elaborate vale comunque la pena di affidarsi a sistemi quali DVR (digital video recorder), NVR (network video recorder), oppure all’uso di un NAS.

Come si utilizza

Telecamera Wi-Fi: come funziona

Per quel che concerne la procedura di configurazione ed il funzionamento in senso stretto della telecamera Wi-Fi, il primo fondamentale passo che devi compiere è, come facilmente intuibile, quello di estrarre il dispositivo dalla sua confezione di vendita ed individuare la posizione giusta dove piazzarlo. Se non si tratta di una telecamera auto alimentata dovrai anche preoccuparti di piazzare quest’ultima nelle vicinanze di una presa elettrica in modo tale da poterci collegare il relativo cavo e l’eventuale alimentatore al seguito.

Altra cosa di cui devi assicurarti è quella di fare in modo che la telecamera sia alla porta del router wireless in modo tale che entri in collegamento cn quest’ultimo e che gli venga anche assegnato un indirizzo IP.

Fatta anche questa, accendi la telecamera Wi-Fi, accendi anche il computer, inserisci nel relativo lettore CD/DVD il dischetto d’installazione della telecamera Wi-Fi (oppure scarica il programma ad hoc dal sito Internet del produttore di riferimento) e segui la semplice procedura di configurazione che ti viene proposta su schermo. Durante questa fase puoi ad esempio modificare la password per accedere alle riprese, l’indirizzo IP ottenuto, le caratteristiche tecniche delle immagini, gli avvisi e via discorrendo.

Oltre che tramite computer, molti modelli di telecamere Wi-Fi possono essere configurati da smartphone o tablet, basta effettuare gli stessi passaggi di cui sopra avendo però cura di rimpiazzare l’uso del software su PC e Mac con l’app companion per Android, iOS o Windows Mobile.

Configurazione lato software a parte, dovrai altresì provvedere ad impostare il router in tuo possesso in maniera corretta per fare in modo che la tua telecamera Wi-Fi risulti eventualmente accessibile anche dall’esterno e che la trasmissione delle immagini avvenga in maniera fluida. Per riuscirci, devi accedere al pannello di gestione del tuo router e devi effettuare l’apertura delle porte per l’indirizzo IP di riferimento. Se non sai in che modo riuscirci, puoi fare riferimento al mio tutorial su come entrare nel router ed al mio articolo su come aprire le porte del router.

Successivamente potrai poi collegarti alla tua telecamera Wi-Fi, gestirla e visualizzarne le riprese sfruttando software e app ufficiali o, qualora lo preferissi, risorse alternative, come quelle che ti ho segnalato nel mio articolo sui programmi per vedere telecamere da remoto e nel mio post sui programmi per videosorveglianza. Per quel che concerne il solo controllo, se la telecamera in tuo possesso è dotata anche di apposito telecomando potrai fare tutto anche direttamente da li.

Chiaramente, non essendo a conoscenza del modello esatto di telecamera Wi-Fi in tuo possesso o che comunque intendi comperare non ho potuto fornirti info ancora più precise sull’utilizzo del dispositivo. Se però qualche passaggio di cui sopra non ti è chiaro o se a prescindere desideri ricevere maggiori dettagli al riguardo, puoi fare riferimento al manuale utente annesso alla confine di vendita della telecamera, alla sezione dedicata all’assistenza del sito Internet del produttore o, perché no, anche a YouTube, cercando keyword del tipo come configurare [nome telecamera Wi-Fi] oppure come usare [nome telecamera Wi-Fi], magari qualcun altro ha già comprato la telecamera wireless in oggetto, l’ha montata e configurata ed è pronto a spiegare all’intero popolo di Internet come fare altrettanto.

Dove acquistare

Telecamera Wi-Fi: come funziona

Sei finalmente riuscito a capire come funziona una telecamera Wi-Fi? Si? Ne sono molto felice, davvero! Per chiudere in bella, come si sul dire, desidero allora segnalati dover poter effettuare l’acquisto di uno o più dispositivi di questo tipo, un’info che sono certo potrà tornarti molto utile nel caso in cui non lo avessi ancora fatto.

Le telecamere Wi-Fi vengono commercializzate nei comunissimi negozi di elettronica e di informatica, sia quelli più piccoli che quelli parte delle grandi catene di distribuzione ma anche (e soprattutto) in rete, su siti di e-commerce come ad esempio Amazon, su cui c’è l’imbarazzo della scelta tra le varie marche ed i vari modelli.

Per quel che concerne i prezzi, si parte da un minimo di 20 euro circa ad un massimo di 200-300 euro. Tutto dipende dalle caratteristiche tecniche del dispositivo scelto. Di solito, poi, il prezzo “lievita” quando si opta per un kit, quindi quando a comporre la confezione di vendita sono più di una telecamera Wi-Fi.

Tra le marche più “gettonate” figurano nomi quali Netgear, D-Link, Foscam e Logitech ma ce ne sono anche molte altre. Ogni azienda, poi, produce una gran varietà di modelli che differiscono tra loro per la presenza di questa o di quell’altra caratteristica riportate nella scheda tecnica e facilmente individuabili anche sulla relativa confezione di vendita.

A questo proposito, se desideri ricevere qualche consiglio su quale prodotto comperare, ti suggerisco caldamente di leggere la mia guida all’acquisto dedicata proprio ai dispositivi in oggetto tramite cui, appunto, ho provveduto a segnalarti un mucchio di interessanti articoli parte della categoria.