Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come aprire un file RAR con iPad

di

Quando sei in mobilità preferisci lavorare con il tuo iPad anziché con un notebook. Con il tablet di casa Apple puoi fare quasi tutto: navigare sul Web, gestire la posta elettronica e perfino creare o modificare documenti di Office. Adesso, però, vivi un piccolo momento di “crisi”: ti è arrivato, infatti, un allegato in formato RAR e non sai come aprirlo.

Non temere! Con le app giuste, l’iPad è in grado anche di estrarre gli archivi compressi e di visualizzarne il contenuto. Non ci credi? Allora leggi le mie indicazioni su come aprire un file RAR con iPad e te ne renderai conto: nei prossimi capitoli, troverai non una, ma tante diverse soluzioni che possono esserti utili a questo scopo.

Se sei impaziente di iniziare a consultare questa mia guida, tutto ciò che devi fare è leggere con attenzione i suggerimenti che ho preparato per te: siediti, dunque bello comodo, e prendi in mano il tuo iPad, per installare le  app giuste per raggiungere il tuo obiettivo! Detto ciò, direi di cominciare: a me non resta che augurarti una buona lettura e, soprattutto, un buon lavoro!

Indice

Come aprire RAR su iPad

Se vuoi scoprire come aprire un file RAR con iPad, tutto ciò che devi fare è installare una delle soluzioni che ti segnalerò nei prossimi capitoli: individua quella più adatta alle tue esigenze e scaricala sul tuo iPad, per riuscire nel tuo intento!

Documents di Readdle

Documents by Readdle su iPad

La prima app che ti consiglio di provare per aprire un file RAR con iPad è Documents by Readdle. Si tratta di un file manager gratuito che permette di gestire e visualizzare qualsiasi tipo di file su iPad in maniera comoda e veloce, come se si stesse utilizzando Finder su Mac o Esplora Risorse su Windows.

Per scaricare l’app in questione, fai tap su questo link direttamente dal tuo iPad, così da avviare la sua scheda nell’App Store. Pigia poi sul tasto Ottieni e sblocca il download e l’installazione tramite il Face ID, il Touch ID o la password dell’ID Apple.

Dopo aver scaricato l’app e averla avviata tramite la sua icona in home screen, premi sul tasto Avanti, fino a saltare le informazioni introduttive. Ti verrà proposto di attivare una versione trial di 7 giorni, ma non ti sarà necessaria per aprire un archivio RAR sul tuo iPad, in quanto l’abbonamento serve soltanto per gestire e modificare i PDF.

Nella schermata principale dell’app Documents by Readdle, seleziona una delle schede a lato, per raggiungere la posizione dove è salvato il file .RAR. Dopo averlo individuato, pigia dunque su di esso e un nuovo riquadro ti aiuterà a scegliere la posizione dove estrarre i file contenuti al suo interno.

Ti avviso che potrai esportare i file soltanto all’interno delle cartelle di root prestabilite dall’app stessa. Scegli, dunque, dove salvare il file e premi sul tasto Estrai. Nella scheda Miei File troverai la cartella con lo stesso nome dell’archivio RAR, che conterrà tutti i file appena estratti e che potrai comodamente visualizzare. È stato facile, vero?

iZip

iZip su iPad

iZip è un’altra app utile ad aprire i file RAR su iPad. È gratuita, ma puoi acquistare la versione a pagamento, al costo di 7,99 euro, per abilitare alcune funzionalità aggiuntive, come la compressione di archivi criptati o il supporto al Face ID o al Touch ID.

Se sei interessato all’app iZip, quello che devi fare è scaricarla sul tuo iPad, raggiungendo questo link dal tuo dispositivo, che rimanda alla scheda dell’app in questione sull’App Store. A questo punto, premi sul tasto Ottieni e sblocca il download e l’installazione tramite il Face ID, il Touch ID o la password dell’ID Apple.

Dopo aver scaricato l’app iZip, avviala pigiando sulla sua icona situata in home screen e, nella sua schermata principale, seleziona una delle schede a lato, per individuare la posizione dove è presente l’archivio .RAR da estrarre.

Ad esempio, se il file è sul tuo iPad o su iCloud, premi sulla voce Document Browser e utilizza il riquadro che ti viene mostrato per raggiungere la posizione esatta dove è situato l’archivio. Fatto ciò, pigia su di esso e premi sul tasto Yes, nell’avviso a schermo, per importare il file all’interno dell’app iZip.

Dopo l’importazione, un nuovo avviso ti chiederà la conferma se vuoi eseguire l’estrazione del contenuto dell’archivio. Rispondi a questo messaggio affermativamente, premendo sul tasto OK, in modo da generare una nuova cartella nell’app, al cui interno saranno presenti i file appena estratti, che potrai facilmente consultare pigiando su di essi.

Unzip

Unzip su iPad

Un’altra utile app che potrebbe fare al caso tuo per aprire i file RAR sul tuo iPad è Unzip. Quest’app risulta molto utile per gestire archivi compressi, come quelli ZIP, RAR o 7z. Sebbene l’app sia gratuita, è necessario eseguire degli acquisti in-app nel caso in cui volessi sbloccare funzionalità aggiuntive, come la rimozione dei banner pubblicitari o riprodurre i file multimediali direttamente tramite l’app stessa.

Per installare Unzip, raggiungi questo link sul tuo iPad per visualizzare la scheda dell’app sull’App Store. Non ti resta, poi, che premere il tasto Ottieni e sbloccare il download e l’installazione tramite il Face ID, il Touch ID o la password dell’ID Apple.

Arrivato a questo punto, non ti serve avviare immediatamente l’app, ma individua il file .RAR da aprire tramite l’app File di iPadOS. Fatto ciò, mantieni la pressione del dito sulla miniatura dell’archivio e, nel riquadro che ti viene mostrato, pigia sulla dicitura Condividi.

Adesso, scorri le varie voci disponibili e individua quella denominata Apri su Unzip. Se non dovessi trovarla, premi sull’icona Altro, per visualizzare tutte le voci di condivisione di iPadOS. A questo punto, l’archivio .RAR verrà importato all’interno dell’app Unzip, che si avvierà.

Nella scheda File, in basso, pigia sul nome dell’archivio RAR appena importato, per fare in modo che venga eseguita immediatamente l’estrazione dei file in una cartella. Pigiando sul nome di quest’ultima, potrai visualizzare tutti i file appena estratti.

WinZip

WinZip su iPad

Oltre alle app che ti ho segnalato nei capitoli precedenti, potresti dare un’occhiata a WinZip. Si tratta della versione mobile del famoso software per la gestione degli archivi compressi disponibile su computer. L’app è gratuita, ma presenta banner pubblicitari e funzionalità limitate rispetto alle altre soluzioni che ti ho illustrato precedentemente.

Tramite la versione Premium, che puoi acquistare al costo di 5,49 euro, puoi infatti “scompattare” gli archivi criptati oppure accedere ai file che hai salvato sui tuoi cloud, giusto per farti qualche esempio.

Per scaricare l’app WinZip, pigia su questo link dal tuo iPad e premi sul tasto Ottieni, nella scheda dell’App Store che visualizzi. Fatto ciò, sblocca il download e l’installazione dell’app tramite il Face ID, il Touch ID o la password dell’ID Apple.

Dopo aver avviato l’applicazione, scorri la schermata e premi sulla dicitura Try Free. Acconsenti anche all’accesso alle varie funzionalità di iPadOS, per fare in modo che l’app possa funzionare correttamente. A questo punto, torna alla home screen e utilizza l’app File per individuare il file .RAR da estrarre.

Quando hai trovato l’archivio, mantieni la pressione del dito sulla sua icona e, nel riquadro che ti viene mostrato, seleziona la voce Condividi. Adesso, quello che devi fare è pigiare sulla dicitura Copia su WinZip: se non la trovi, prova a pigiare sull’icona Altro, per espandere tutte le voci di condivisione.

Se hai seguito tutti i passaggi che ti ho indicato fin adesso, vedrai che l’app WinZip verrà avviata, mostrandoti il contenuto del file .RAR. Se vuoi estrarre i file, dovrai procedere manualmente: quest’operazione non viene eseguita automaticamente come accade nelle altre soluzioni che ti ho elencato nei capitoli precedenti.

Pertanto, premi sull’icona della matita in alto e fai tap sulla voce Select All (per selezionare tutti i file contenuti nell’archivio) oppure metti un segno di spunta sui soli file che vuoi estrarre. Premi poi sul pulsante More in basso e, nel riquadro che visualizzi, seleziona la voce Unzip.

Non ti resta, ora, che premere sulla dicitura Try Free, per eseguire l’estrazione dell’archivio RAR. Tramite un’apposita schermata, scegli la posizione dove salvare i file e premi sul pulsante Unzip in basso, per confermare l’operazione di estrazione.

Altre app per aprire RAR su iPad

Total Files su iPad

In aggiunta alle soluzioni che ti ho illustrato nei capitoli precedenti, sull’App Store di iPad sono disponibili tantissime altre app che puoi installare sul tuo dispositivo, per aiutarti ad aprire gli archivi compressi in questo formato.

Nei prossimi paragrafi, pertanto, ti elencherò alcune soluzioni che puoi scaricare dall’App Store di iPad efficaci quanto quelle che ti ho fin adesso indicato. Tutte le app di cui ti parlerò sono gratuite, ma potrebbe essere necessario effettuare acquisti in-app per sbloccare alcune funzionalità aggiuntive.

  • Total Files – è un’app che consente di gestire facilmente qualsiasi tipo di file. È munita di un browser integrato, per eseguire il download di alcuni contenuti e catturare gli elementi multimediali presenti nelle pagine Web (che Safari non può catturare). Puoi importare un qualsiasi archivio RAR e decomprimerlo per visualizzarne il contenuto. È disponibile una versione a pagamento, al costo di 5,49 euro, che rimuove i banner pubblicitari.
  • Zip & Rar – è un’app semplice e intuitiva, che consente d’importare gli archivi compressi ed estrarli. Purtroppo non è ottimizzata a livello d’interfaccia con iPad, però fa il suo dovere egregiamente, considerando anche che non sono presenti banner pubblicitari.
  • File Master – come le altre app fin adesso consigliate, File Master consente di gestire i file, quali anche gli archivi compressi. Puoi, infatti, visualizzarne il contenuto ed estrarlo sul tuo dispositivo. È disponibile anche una versione Premium, al costo di 2,29 euro, per sbloccare tutte le funzionalità, come la rimozione dei banner pubblicitari e l’utilizzo di un passcode per proteggere la tua privacy.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.