Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come aprire file RAR

di

Sei alle prime armi con il mondo dell’informatica e un tuo collega ti ha appena inviato un archivio compresso che sul tuo computer sembra impossibile aprire. Non si tratta del solito ZIP, ma di un file in un formato che non avevi mai sentito nominare prima: il RAR. Considerando la situazione, ti piacerebbe quindi capire come aprire file RAR. Se le cose stanno effettivamente in questo modo, posso spiegarti io, in maniera semplice ma non per questo poco dettagliata, come procedere, sia su Windows che su macOS, oltre che agendo online e sui tuoi dispositivi mobili.

Prima che tu possa allarmarti e pensare al peggio, ci tengo a precisare subito che compiere l’operazione in oggetto è estremamente semplice e che non è assolutamente necessario essere dei grandi esperti in fatto di nuove tecnologie. Devi solo prenderti qualche minuto di tempo libero per te, posizionarti bello comodo, procurarti gli strumenti ad hoc che andrò a indicarti e seguire le relative istruzioni d’uso.

Che tu abbia a che fare con un file RAR standard, con un archivio protetto da password o un file danneggiato, ti assicuro che potrai facilmente estrarre tutti i dati contenuti al suo interno. Allora? Sei pronto per iniziare? Sì? Grandioso. Mettiamo al bando le ciance e procediamo. Buon lavoro!

Indice

Come aprire file RAR su Windows

Tanto per cominciare, andiamo a scoprire come aprire file RAR su Windows. Trovi proprio qui di seguito quelle che a parer mio rappresentano le migliori soluzioni allo scopo. Mettile subito alla prova e vedrai che non te ne pentirai.

WinRAR

WinRAR

WinRAR è il programma per eccellenza per aprire file RAR sui PC equipaggiati con Windows. Si tratta, infatti, del software ufficiale per la gestione dei file RAR ed è anche uno dei più rinomati strumenti per gestire archivi compressi. Consente sia di estrarre che di comprimere i file RAR, ma anche di intervenire su tantissime altre tipologie di archivi compressi. Viene distribuito sotto forma di trialware, per cui si può scaricare gratis e a ogni avvio mostra un avviso che invita ad acquistarne una licenza entro 40 giorni. In realtà, una volta trascorso tale arco di tempo, il software continua a funzionare, ma mostra gli inviti all’acquisto in maniera più insistente e non permette di usare alcune funzioni avanzate (es. la crittografia sicura con logaritmo AES-256-bit).

Per effettuarne il download sul tuo computer, collegati al sito Internet del programma e clicca sul pulsante Preleva collocato accanto alla voce WinRAR per Windows Xp/2003/Vista/2008/7/8/10 a 64 bit (se usi una versione di Windows a 64 bit) oppure quello che trovi in corrispondenza della dicitura WinRAR per Windows Xp/2003/Vista/2008/7/8/10 a 32 bit (se usi Windows a 32 bit).

A scaricamento ultimato, apri il file EXE ottenuto e, nella finestra che compare sul desktop, clicca sui pulsanti , Installa, OK e Chiudi.

Una volta completato il setup, comincia a servirti di WinRAR per effettuare la decompressione dei tuoi archivi compressi. Per riuscirci, fai clic destro sul file di tuo interesse, seleziona la voce WinRAR dal menu contestuale che si apre (se non riesci a visualizzarla e stai usando Windows 11, fai prima clic sulla dicitura Mostra altre opzioni) e poi quella Estrai file dall’ulteriore menu visualizzato.

Nella finestra che ti viene mostrata sulla scrivania, indica la posizione di output sul PC nel campo apposito che si trova in alto, specifica la modalità di aggiornamento e di sovrascrittura selezionando le opzioni che preferisci e fai clic sul bottone OK collocato in basso. Se l’archivio è protetto da password, provvedi inoltre a digitare quest’ultima nel campo dedicato.

Se può interessarti, ti comunico che, tramite il menu contestuale visibile dopo aver fatto clic destro sull’archivio compresso, puoi anche intraprendere le seguenti azioni: estrarre gli elementi in esso contenuti nella posizione corrente scegliendo l’opzione WinRAR > Estrai qui; visualizzare il contenuto dell’archivio senza estrarlo selezionando l’opzione WinRAR > Apri con WinRAR; estrarre l’archivio in una cartella con lo stesso nome scegliendo l’opzione WinRAR > Estrai i file in [nome archivio]. Maggiori info qui.

7-Zip

7-Zip

Un altro ottimo programma per aprire file RAR su Windows a cui puoi valutare di rivolgerti è 7-Zip. Si tratta di un software totalmente gratuito e open source che permette di estrarre tutti i più diffusi formati di archivi compressi, come quelli in formato RAR. Consente altresì di intervenire sui file protetti da password e su quelli multi-volume e di generare nuovi archivi compressi in vari formati. Non permette, invece, di creare archivi RAR (mentre si possono creare file ZIP, 7Z e altri formati di archivio compresso).

Per eseguire il download del programma, visita il relativo sito Web e seleziona il collegamento Download che trovi in corrispondenza della versione di Windows in uso sul tuo PC (64 bit oppure 32 bit), nella parte in alto della pagina visualizzata.

A scaricamento ultimato, apri il file EXE ottenuto e, nella finestra che ti viene mostrata sul desktop, clicca sui pulsanti , Install e Close, per concludere il setup.

Completata la procedura d’installazione, fai clic destro sul file RAR che vuoi estrarre e seleziona, dal menu contestuale, prima la voce 7-Zip (se non riesci a visualizzarla e stai usando Windows 11, fai prima clic sulla dicitura Mostra altre opzioni) e poi quella Apri.

In seguito, premi sul bottone Estrai nella finestra che ti viene mostrata sullo schermo, indica la posizione sul tuo computer in cui vuoi salvare i file estratti e premi sul bottone OK. Se il file RAR è protetto da password, prima di continuare dovrai provvedere a immettere quest’ultima

Tramite il menu contestuale, visibile dopo aver fatto clic destro sul file compresso, puoi scegliere anche altre opzioni per estrarre gli archivi RAR, a seconda di quelle che sono le tue necessità: selezionando le voci 7-Zip > Estrai qui puoi estrarre i file nella posizione corrente; scegliendo le voci 7-Zip > Estrai i files puoi indicare una posizione esatta su Windows in cui estrarre i file; selezionando le voci 7-Zip > Apri puoi procedere con l’estrazione di alcuni specifici elementi trascinandoli fuori dalla finestra che ti viene mostrata e rilasciandoli poi nella posizione che preferisci. Maggiori info qui.

Come aprire file RAR su Mac

Passiamo ora al mondo Apple e andiamo a scoprire come aprire file RAR su Mac. Trovi segnalate proprio qui sotto quelle che a parer mio rappresentano le soluzioni più interessanti della categoria.

Keka

Keka

Il primo strumento per aprire file RAR su Mac che voglio suggerirti di provare è Keka. Si tratta di un software gratuito che, mediante un semplice drag and drop, permette di estrarre i file RAR e tutti i principali formati di file compressi, tra cui 7Z, ZMA, ZIP ecc. Consente altresì di creare nuovi archivi compressi in formato 7z, ZIP, TAR, GZIP, BZP2, DMG e ISO. È gratis, ma sul Mac App Store è disponibile in una variante a pagamento (costa 4,99 euro) che può essere acquistata per supportare e premiare il lavoro degli sviluppatori.

Per scaricare Keka sul tuo computer, recati sul relativo sito Internet e fai clic sul bottone Scarica vx.x.xx.

A download ultimato, apri il pacchetto DMG ottenuto e trascina l’icona di Keka nella cartella Applicazioni di macOS. Successivamente, fai clic destro su di essa, seleziona la voce Apri dal menu contestuale e clicca sul tasto Apri nella finestra che compare, in modo da da aprire il programma andando ad aggirare le limitazioni imposte da Apple verso gli sviluppatori non certificati (operazione che va eseguita solo al primo avvio).

Ora che visualizzi la finestra del programma sulla scrivania, trascinaci sopra il file RAR da estrarre, rilasciandolo in corrispondenza della voce Rilascia qui per estrarre, dopodiché indica la posizione in cui vuoi salvare i file una volta estratti, premi sul tasto Estrai e aspetta che la procedura di estrazione venga completata. Se il file RAR che vuoi estrarre è protetto da password, ti verrà chiesto anche di digitare quest’ultima per proseguire.

Se necessario, ti comunico che puoi intervenire sulle impostazioni relative al funzionamento del software per, ad esempio, scegliere quali azioni compiere sull’archivio compresso a estrazione avvenuta. Per riuscirci, fai clic sul menu Keka che trovi nella parte in alto a sinistra dello schermo, seleziona la voce Preferenze da quest’ultimo e regola le opzioni nella finestra che ti viene mostrata.

The Unarchiver

The Unarchiver

The Unarchiver è un’applicazione specifica per macOS, completamente gratuita e di semplicissimo impiego, grazie alla quale è possibile estrarre gli archivi RAR, anche quelli protetti da password, e tutti gli altri più diffusi formati di file compressi. Consente altresì di accedere al contenuto dei file immagine ISO e BIN e dei file eseguibili per Windows. Non permette invece di creare archivi.

Per scaricare The Unarchiver su macOS, visita la relativa sezione del Mac App Store e fai clic sui bottoni Ottieni e Installa. Se richiesto, provvedi ad autorizzare il download digitando la password dell’account Apple oppure tramite Touch ID (se hai un Mac dotato di tale componente).

Ad installazione ultimata, The Unarchiver dovrebbe impostarsi automaticamente come applicazione predefinita per la gestione degli archivi compressi. Per cui, facendo doppio clic su qualsiasi file in formato RAR, il relativo contenuto verrà estratto in automatico nella posizione corrente.

In alternativa, fai clic destro sul file, scegli la voce Apri con dal menu contestuale e poi quella The Unarchiver e indica anche la posizione in cui estrarre il tutto. Inoltre, se il file RAR che vuoi aprire è protetto da password, ti verrà chiesto preventivamente di immettere quest’ultima.

Ti comunico anche che, se lo ritieni necessario, puoi andare ad agire sulle impostazioni del programma, ad esempio per indicare la posizione in cui salvare i file una volta estratti e per stabilire quali azioni eseguire sui file compressi in seguito all’estrazione. Per riuscirci, raggiungi la finestra principale di The Unarchiver, accedendo al Launchpad e selezionando l’icona di The Unarchiver, e intervieni sulle voci in essa presenti.

Come aprire file RAR online

Non vuoi o non puoi scaricare e installare nuovi programmi sul computer e, dunque, ti piacerebbe che ti spiegassi come aprire file RAR online? Ti accontento subito. Qui sotto, infatti, trovi segnalate quelle che, a mio modesto avviso, rappresentano le migliori soluzioni di questo tipo.

B1 Online Archiver

B1 Online Archiver

Se cerchi uno strumento per aprire file RAR dalla finestra del browser, B1 Online Archiver è senza dubbio alcuno un’ottima scelta. Si tratta, di un’applicazione gratuita fruibile da Web, la quale permette di estrarre gli archivi compressi in formato RAR, ZIP, 7Z ecc. L’unica cosa di cui occorre tener conto è che la dimensione massima supportata per ciascun file è pari a 300 MB. Da notare, poi, che la privacy degli utenti viene tutelata in quanto i file caricati ed estratti vengono cancellati dai server del servizio poco dopo la chiusura della pagina.

Per usare B1 Online Archiver, apri il browser che di solito usi sul tuo PC per navigare online (es. Chrome), recati sulla home page del servizio, clicca sul pulsante Click here posto al centro e seleziona l’archivio RAR da estrarre presente sul tuo computer. In alternativa, puoi trascinare il file direttamente nella finestra del navigatore.

Attendi, dunque, che l’archivio venga elaborato, dopodiché ti verrà mostrata una nuova pagina con l’elenco di tutti i file contenuti al suo interno. Se l’archivio è protetto da password, inoltre, ti verrà inoltre chiesto di digitare la parola chiave giusta, per proseguire.

Ad estrazione completata, per scaricare gli elementi ottenuti sul computer, fai clic sul pulsante con la freccia blu che trovi accanto al nome di ciascun file.

Altre soluzioni per aprire file RAR online

Come aprire file RAR

Se cerchi altre soluzioni per aprire file RAR dalla finestra del navigatore, ti consiglio di provare quelle che ho provveduto a inserire nell’elenco qui sotto. Tieni presente che vanno tutte a tutelare la privacy degli utilizzatori, in quanto eliminano i file dai loro server dopo poche ore dall’upload.

  • Unzip-online – si tratta di un servizio online gratuito e facilissimo da usare che permette di aprire file RAR e ZIP, a patto che gli archivi caricati abbiano dimensioni pari o inferiori ai 200 MB.
  • Estrattore di archivio di 123apps – è un ulteriore valido servizio tramite cui è possibile aprire file RAR, ma anche archivi in formato ZIP, 7Z, DMG, TAR, ISO e tanti altri ancora È totalmente a costo zero e consente di caricare file aventi una dimensione massima di 200 MB. Inoltre, supporta l’apertura degli archivi presenti direttamente online e permette di decomprimere sia archivi protetti da password che quelli multi-volume.
  • Unrar online di Converter app – servizio online che fa una sola cosa, ma la fa alla grande: estrarre i file RAR. Basta trascinarli nella finestra del browser e il gioco è fatto.

Come aprire file RAR su Android

RAR

Se stai usando uno smartphone o un tablet Android, per aprire file RAR puoi affidarti all’uso dell’app RAR. È un’applicazione sviluppata da RARLAB, la stessa azienda produttrice di WinRAR, il programma di cui ti ho parlato nel passo a inizio guida. Consente di estrarre archivi in formato RAR, ZIP, TAR, GZ, BZ2, XZ, 7z, ISO e ARJ, anche quelli protetti da password, e di creare archivi in formato RAR e ZIP. È gratis, ma contiene annunci pubblicitari che possono essere rimossi sottoscrivendo un abbonamento a pagamento (costa 1,19 euro/anno) tramite acquisti in-app.

Per scaricare RAR sul tuo dispositivo, accedi alla relativa sezione del Play Store e fai tap sul pulsante Installa. In seguito, avvia l’app, premendo il pulsante Apri comparso sul display oppure sfiorando la relativa icona che è stata aggiunta in home screen.

Ora che visualizzi la schermata principale dell’app, concedi a RAR i permessi necessari per accedere alla memoria e/o alla SD del dispositivo e disattiva il tracciamento pubblicitario. Successivamente, seleziona il file RAR da aprire facendo tap sul pulsante con le linee in orizzontale situato in alto a sinistra, scegliendo la posizione di riferimento e poi l’archivio compresso. Nella schermata che ti verrà mostrata in seguito, troverai l’elenco di tutti i file contenuti nell’archivio: per aprirli singolarmente, fai tap sul loro titolo e indica l’app in cui intendi visualizzarli.

Per estrarre i file in una data cartella, invece, apponi un segno di spunta accanto al nome del file, seleziona il pulsante con il libro e la freccia verso l’alto che si trova in alto a destra e scegli il percorso di destinazione, premendo sul pulsante apposito, dopodiché sfiora il bottone OK posto in basso a destra.

In tutti i casi, se l’archivio che intendi estrarre risulta protetto da password, per visualizzare o estrarre i file in esso contenuti, dovrai prima provvedere a digitare la relativa chiave d’accesso.

Se cerchi delle soluzioni alternative a quella che ti ho appena segnalato, ti suggerisco di consultare la mia guida dedicata specificamente a come aprire file RAR su Android.

Come aprire file RAR su iPhone

iZip

Anche su iPhone e iPad è possibile aprire file RAR. Mi chiedi in che modo? Semplice, anzi, molto di più: usando delle app adatte allo scopo. Tra le varie disponibili su piazza, ti consiglio iZip. A discapito del nome, si tratta un’applicazione che consente di aprire non solo i file ZIP, ma anche quelli in formato RAR. È molto semplice da usare, ha un’interfaccia utente pulita ed è gratis, ma permette di intervenire su file aventi un peso massimo di 5 MB. Per aggirare tale limitazione, occorre passare alla variante Pro che è a pagamento costa 6,99 euro).

Per scaricare l’app in versione free sul tuo dispositivo, visita la relativa sezione dell’App Store, premi sul pulsante Ottieni, quindi su quello Installa e autorizza il download mediante Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple. In seguito, avvia l’app, premendo sul bottone Apri comparso sullo schermo oppure sfiorando la relativa icona che è stata aggiunta in home screen e/o alla Libreria app.

Ora che visualizzi la schermata principale dell’app, indica la posizione in cui si trova l’archivio RAR che intendi estrarre, seleziona il file di riferimento e fai tap sul bottone YES per accedere al contenuti dell’archivio. Successivamente, premi sul bottone OK, per estrarre tutti i file contenuti nell’archivio, oppure premi sul bottone Cancel, scegli tu singolarmente quelli che ti interessano e fai tap sul pulsane Unzip posto in basso.

A questo punto, se vuoi, puoi decidere di aprire i file estratti tramite una specifica app oppure puoi condividerli, facendo tap sui pulsanti appositi situati nella parte in basso dello schermo ed effettuando poi la tua scelta dal menu che compare.

Qualora l’app che ti ho consigliato non ti avesse soddisfatto, puoi valutare di rivolgerti a delle soluzioni alternative, come quelle di cui ti ho parlato nel mio post dedicato a come aprire un file RAR con iPad (è valido anche per iPhone, non cambia nulla).

Come aprire file RAR danneggiati

Come aprire file RAR

Hai necessità di accedere al contenuto di un archivio RAR, ma non ci riesci perché questo risulta essere corrotto? Se le cose stanno così, puoi provare ad aprire file RAR danneggiati ricorrendo all’uso di software pensati specificamente per porre rimedio a situazioni di questo tipo, capaci di riparare gli archivi compressi che e non possono essere aperti correttamente. Per tutti gli approfondimenti del caso, ti rimando alla consultazione del mio tutorial specifico sull’argomento.

Come aprire file RAR con password

Come aprire file RAR

Hai bisogno di aprire file RAR con password, ma non conosci quest’ultima e, dunque, ti piacerebbe capire se esiste un sistema per far fronte alla cosa? Beh, sappi che puoi riuscirci usando dei programmi ad hoc, come quelli che ho provveduto a segnalarti nella mia guida dedicata in via specifica al tema in questione.

Ti anticipo già che si tratta di software capaci di scovare la chiave d’accesso di riferimento usando attacchi di tipo “brute force” oppure mediante il metodo “dizionario”. Nel primo caso, il programma usato cerca di individuare la password impostata provando tutte le possibili combinazioni di lettere, caratteri speciali e numeri, mentre nel secondo caso vengono provate liste di password note incluse in dizionari ad hoc.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.