Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come unzippare un file con iPad

di

Hai appena ricevuto un file in formato zip sul tuo iPad ma non sai come aprirlo? Le applicazioni predefinite di iOS non ti permettono di visualizzare il contenuto? Non ti preoccupare: si tratta di una cosa del tutto normale. Le applicazioni predefinite di iOS, come ad esempio File (il gestore file di iPhone e iPad) e Mail (il client di posta elettronica di casa Apple) consentono di aprire gli archivi compressi, ma solo in determinati casi, cioè solo se i file contenuti in essi sono supportati dalla funzione di anteprima del sistema operativo.

In altre parole, se hai ricevuto un file ZIP o un qualsiasi altro tipo di archivio compresso e al suo interno non sono contenuti dei "classici" file in formati come PDF, DOC, JPG o PNG (sono solo degli esempi, la funzione di anteprima di iOS supporta anche altri tipi di file), per aprirli devi per forza rivolgerti a delle soluzioni di terze parti? Quali? Ti faccio subito qualche esempio.

Se mi dedichi cinque minuti del tuo tempo, posso spiegarti come unzippare un file con iPad grazie ad alcune delle migliori app che è possibile scaricare gratuitamente dall'App Store. Ti assicuro che ce ne sono diverse sulle quali puoi contare e che non avrai il benché minimo problema ad utilizzarle, in quanto sono tutte estremamente intuitive. Buona lettura e buon divertimento!

Indice

File e Mail di iOS

Come unzippare un file con iPad

Come accennato ampiamente in apertura del post, le applicazioni predefinite di iOS permettono di aprire gli archivi in formato ZIP solo quando questi contengono determinate tipologie di file. Prima di entrare nel vivo del tutorial e vedere come unzippare un file con iPad, mi sembra dunque doveroso spiegarti velocemente come estrarre gli archivi supportati nelle applicazioni di default di iOS.

La procedura da seguire è la stessa sia in File (il gestore file di iPhone e iPad) che in Mail (il client di posta elettronica di casa Apple). Dopo aver selezionato il file ZIP da estrarre, se questo è supportato dalla funzione di anteprima di iOS, vedrai comparire una schermata bianca con, al centro, la scritta Anteprima contenuti.

Facendo tap sulla voce Anteprima contenuti potrai visualizzare il contenuto del file ZIP, mentre pigiando sull'icona della condivisione (il quadrato con la freccia collocato in alto a destra nella schermata successiva) e selezionando l'opzione Salva su file dal menu che si aprirà potrai estrarre i file in una cartella del tuo iPad (e/o dei servizi di cloud storage supportati dall'applicazione File, come ad esempio iCloud Drive e Dropbox).

Documents di Readdle

Documents di Readdle

Documents di Readdle è un file manager gratuito che permette di scaricare file da Internet, gestire e visualizzare documenti di vario tipo: un po’ come si fa nel Finder del Mac o nell’Esplora File di Windows. Si integra perfettamente nel menu di condivisione di iOS e supporta sia i file ZIP che i file RAR (compresi quelli protetti da password). Vediamo subito come estrarre gli archivi su iPad utilizzandolo.

Il primo passo che devi compiere è scaricare Documents di Readdle sul tuo iPad. Apri ,dunque, l’App Store (l'icona della "A" su fondo azzurro che si trova in home screen), seleziona la scheda Cerca collocata in basso a destra, pigia sulla barra di ricerca presente nella schermata che si apre e cerca il termine "documents".

Quando compaiono i risultati della ricerca, pigia sul pulsante OTTIENI/INSTALLA collocato accanto all’icona di Documents di Readdle, conferma la tua identità usando il Touch ID o digitando la password del tuo ID Apple e attendi che l’applicazione venga prima scaricata e poi installata sul tablet.

Download Documents di Readdle

A questo punto, che tu ci creda o no, sei già pronto a unzippare un file. In che modo? Te lo spiego subito. Se vuoi estrarre i file contenuti in un archivio che ti è stato recapitato tramite posta elettronica, avvia Mail, seleziona il messaggio che contiene i file ZIP/RAR dalla barra laterale del client e tieni premuto per un paio di secondi il dito sull’icona dell’archivio da aprire con Documents.

Comparirà il menu di condivisione di iOS: scorri la lista delle applicazioni fino ad arrivare all’icona di Documents e pigia sul pulsante Copia su Documents per esportare l’archivio selezionato nella app.

Una volta giunto in Documents by Readdle (l’applicazione si aprirà automaticamente al termine dell’importazione dell’archivio) troverai il tuo file ZIP nella sezione Documenti. Per consultarne il contenuto, pigia sulla sua icona e recati nella cartella avente lo stesso nome dell’archivio che viene creata automaticamente. Nel caso dei file RAR il primo passaggio viene saltato, quindi in Documents troverai direttamente la cartella con all’interno i documenti estrapolati dall’archivio.

Documents

Se vuoi, puoi anche aprire gli archivi compressi già salvati sulla memoria dell'iPad o presenti nei servizi di cloud storage supportati dall'applicazione, come ad esempio iCloud Drive, Dropbox e Google Drive. Per accedere ai file presenti sulla memoria dell'iPad o su iCloud Drive, non devi far altro che selezionare la voce iCloud dalla barra laterale di sinistra. Per usare altri servizi cloud, invece, devi impostare i relativi account selezionando la voce + Aggiungi account, sempre dalla barra laterale di sinistra.

Una volta selezionato l'archivio da estrarre, scegli la cartella in cui estrapolarne il contenuto e pigia sul pulsante Estrai collocato in alto a destra. Verrà creata una cartella con lo stesso nome dell'archivio all'interno del percorso selezionato.

Documents

Scegliendo, invece, la voce Wi-Fi Transfer dal menu laterale dell'app e seguendo le istruzioni su schermo (cioè collegandoti al sito docstransfer.com dal computer e scansionando il QR code visualizzato in esso con l'iPad) potrai sfruttare la rete Wi-Fi di casa per trasferire file (ZIP, RAR o di qualsiasi altro tipo) dal PC al tablet e aprirli su quest'ultimo (basta pigiare sul pulsante Carica file collocato in alto a destra).

Lo stesso risultato lo puoi ottenere collegando fisicamente l'iPad al computer, aprendo iTunes, selezionando l'icona dell'iPad dall'angolo in alto a sinistra dello schermo e scegliendo la voce Condivisione file dalla barra laterale. Si aprirà una schermata mediante la quale, selezionando l'icona di Documents, potrai trascinare dei file dal computer all'interno dell'app. Per maggiori informazioni su questa procedura, leggi il mio tutorial su come trasferire file su iPad.

Documents

Vorresti scaricare degli archivi ZIP/RAR da Internet per conservarli sulla memoria dell’iPad e consultarne all’occorrenza il contenuto? Nessun problema: usa il browser Web incluso in Documents, che puoi aprire facilmente pigiando sull’icona Browser presente nella barra laterale di sinistra.

A questo punto, naviga normalmente su Internet, pigia sul link per scaricare un archivio e l’applicazione ti domanderà in quale cartella vuoi salvarlo (di default viene scelta quella denominata Downloads).

Dopo aver scelto il percorso e aver premuto il bottone Fatto il file verrà scaricato sulla memoria del tuo iPad. Per consultarne il contenuto, seleziona la voce Documenti dalla barra laterale di Documents, recati nella cartella in cui hai deciso di salvare l’archivio (es. Downloads) e pigia sull’icona di quest’ultimo. Più facile di così?

Zip Tool

Zip Tool

Se Documents non ha soddisfatto appieno le tue aspettative o cerchi una soluzione dedicata esclusivamente alla gestione degli archivi compressi, ti consiglio Zip Tool, un'applicazione gratuita che permette di estrarre gli archivi in formato ZIP e RAR agendo direttamente dalla sua interfaccia principale o dal menu di condivisione di iOS (quindi operando da altre app, come ad esempio Mail). Si può scaricare e utilizzare gratis, ma include dei banner pubblicitari. Supporta anche gli archivi protetti da password.

Per usare Zip Tool, devi innanzitutto scaricare l'app da App Store come spiegato anche nel capitolo precedente dedicato a Documents di Readdle. Ad operazione completata, puoi utilizzare l'applicazione in due modi diversi: per importare un archivio ricevuto via email o, comunque, proveniente da un'altra app, selezionalo all'interno di quest'ultima, premi sull'icona della condivisione (il quadrato con la freccia all'interno) e seleziona l'opzione Copia su Zip Tool presente nel menu che si apre.

Si aprirà automaticamente Zip Tool, dove dovrai pigiare sul bottone OK per confermare l'estrazione dell'archivio. Una volta estratto l'archivio, per visualizzare i file che erano presenti al suo interno, premi sul pulsante Done collocato in alto a destra e seleziona la cartella avente lo stesso nome dell'archivio creata all'interno dell'applicazione.

Per esportare un file estratto dall'archivio in un'altra applicazione, pigia sul pulsante Edit collocato in alto a destra, premi poi sull'icona della condivisione situato di fronte all'elemento da aprire e seleziona la voce Open in dal menu che compare.

Zip Tool

L'altro modo per accedere ai file ZIP e RAR con Zip Tool consiste nell'agire direttamente dall'app. Selezionando la scheda Cloud puoi accedere ai tuoi account cloud (es. Dropbox, OneDrive o Google Drive) e prelevare archivi da questi ultimi, mentre selezionando la scheda Transfer puoi trasferire file dal computer tramite Bluetooth o Wi-Fi (a patto che iPad e PC siano connessi alla medesima rete Wi-Fi).

In alternativa, puoi anche importare foto o video dal Rullino di iOS, selezionando le apposite opzioni che si trovano sotto la voce Import. Questa funzione, però, ha poco a che vedere con l'estrazione dei file ZIP o RAR.

Altre soluzioni per unzippare file con iPad

Come unzippare un file con iPad

Nessuna delle soluzioni elencate in precedenza è stata in grado di soddisfare le tue esigenze? Mi sembra strano… in ogni caso non ti preoccupare, qui sotto puoi trovare altre applicazioni per unzippare file con iPad. Provale tutte e scopri se ce n'è qualcuna adatta a te.

  • iZip – storica app per la decompressione di file ZIP e RAR disponibile su iOS. Si può scaricare e utilizzare gratis, ma alcune funzioni, in primis l'importazione di file dai servizi di cloud storage, richiedono l'acquisto della sua versione Pro, che costa 5,49 euro.
  • WinZip – applicazione che non ha bisogno di troppe presentazioni: si tratta, infatti della trasposizione mobile della famosissima soluzione per la gestione per gli archivi compressi disponibile su computer. È disponibile in due versioni: una gratuita che consente solo l'apertura dei file ZIP (compresi quelli protetti da password), e una a pagamento (5,49 euro) che, invece, permette anche di creare nuovi archivi e importare file dai servizi cloud.