Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come scaricare WinZip gratis

di

WinZip è un nome storico nel mondo del software, uno dei più longevi in assoluto; basti pensare che la sua primissima versione risale al 1991 e che ancora oggi viene utilizzato da milioni di persone in tutto il mondo per creare, aprire, gestire e condividere archivi compressi di ogni genere.

Attualmente, il software è di proprietà di Corel, azienda canadese già nota per programmi quali CorelDRAW e PaintShop Pro, e propone funzioni sempre più focalizzate sulla sicurezza informatica e la condivisione dei dati tramite i servizi di cloud storage. Ne sono disponibili tante versioni diverse, da quelle “storiche” per Windows e macOS a quelle più recenti per smartphone e tablet. Ti piacerebbe saperne di più? Bene, allora ti accontento subito.

Qui sotto trovi spiegato come scaricare WinZip gratis su tutte le principali piattaforme software e come muovere i primi passi in questo famosissimo software. Nota bene che dopo la prova gratuita di utilizzo su PC, WinZip smette di funzionare e richiede l’acquisto di una licenza d’uso. Se il programma ti piace, per continuare ad usarlo devi mettere mano al portafogli… altrimenti devi rivolgerti a delle soluzioni gratuite alternative, di cui ti parlerò nella parte finale del tutorial. Buona lettura!

Indice

Come scaricare WinZip su Windows

WinZip per Windows

Se utilizzi un PC Windows puoi scaricare WinZip gratis dal Microsoft Store di Windows 10. Tutto quello che devi fare è raggiungere questo link e premere sul tasto Ottieni, in modo da scaricare e installare automaticamente l’applicazione di WinZip sul tuo PC. Avrai la possibilità di testare WinZip gratuitamente per un mese. Successivamente, per continuare a usare l’applicazione, dovrai pagare 49,99 euro/anno.

Non hai Windows 10? In questo caso, puoi scaricare il classico pacchetto d’installazione di WinZip collegandoti al sito Internet del programma e cliccando sul pulsante PROVALO GRATIS. La prova gratuita ha una durata di 21 giorni: successivamente, per continuare a usare il software dovrai acquistare una licenza al costo di 36,54 euro/anno.

A download completato, fai doppio clic sul file winzip-xx.exe che hai appena scaricato sul tuo computer e clicca prima su e poi su Avanti per due volte consecutive. Attendi, dunque, che vengano scaricati da Internet tutti i file necessari al funzionamento di WinZip — si tratta di oltre 59MB di dati, quindi potrebbe volerci qualche secondo — e porta a termine il processo d’installazione del programma, cliccando sul tasto Fine.

Al termine dell’operazione, scegli di attivare la versione di prova di WinZip (cliccando sul pulsante Usa versione di valutazione) e pigia su Chiudi per accedere alla finestra principale del software. Da questo punto in poi, le procedure indicate sono valide sia per la versione di WinZip scaricata dal Microsoft Store, sia per quella scaricata dal sito ufficiale del programma.

L’interfaccia di WinZip è estremamente intuitiva: in alto c’è una barra degli strumenti a schede (simile a quella di Office) tramite la quale si può accedere a tutte le funzioni principali del programma; sulla sinistra c’è un menu di navigazione con le cartelle più usate e i collegamenti ai servizi di cloud storage supportati da WinZip (Dropbox, Google Drive, OneDrive, ecc.), mentre sulla destra c’è il pannello delle azioni attraverso il quale è possibile cifrare e condividere gli archivi aperti in WinZip.

Una volta installato sul PC, WinZip si imposta automaticamente come programma predefinito per la gestione degli archivi compressi. Per selezionare i tipi di file da aprire automaticamente con esso, seleziona la scheda Impostazioni della barra degli strumenti e clicca sul pulsante Opzioni di WinZip. Nella finestra che si apre, nella scheda Integrazioni, pigia quindi sul bottone Associazioni, metti il segno di spunta accanto alle tipologie di file che vuoi aprire con WinZip e fai clic sul pulsante OK per due volte consecutive per salvare i cambiamenti.

Per estrarre i file contenuti in un archivio zip (o in qualsiasi altro tipo di archivio compresso), dalla schermata di WinZip, selezionali semplicemente con il mouse e trascinali in una cartella di tua scelta. In alternativa, seleziona la scheda Decomprimi/Condividi che si trova in alto a sinistra e clicca sul pulsante Decomprimi su, nella sezione laterale di destra. Tutti i dati contenuti nell’archivio (o quelli che hai selezionato con il mouse) verranno estratti automaticamente nella cartella Documenti.

Per creare un archivio con WinZip, seleziona i file che vuoi includere in quest’ultimo, fai clic destro su uno qualsiasi di essi e seleziona la voce WinZip > Aggiungi a [nomefile].zip dal menu che si apre. In alternativa, apri WinZip, utilizza la barra laterale di sinistra per selezionare i file che vuoi “zippare” e clicca sul pulsante Su PC o cloud che trovi nella barra degli strumenti collocata in alto. Seleziona, dunque, il percorso di destinazione dell’archivio e premi sul tasto Salva.

Come scaricare WinZip su macOS

WinZip su macOS

Utilizzi un Mac? Nessun problema. WinZip è disponibile anche su macOS e per scaricarlo sul tuo computer non devi far altro che collegarti al suo sito Internet ufficiale e cliccare sul pulsante Download trial. A download completato, apri il pacchetto .dmg che contiene WinZip e trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni di macOS.

Ecco fatto! Hai appena installato WinZip sul tuo Mac. Per cominciare a usare il programma, seleziona la sua icona dal Launchpad e fai clic prima sul pulsante Apri e poi su quello denominato Agree, per accettarne le condizioni d’uso.

Se hai seguito attentamente le procedure che ti ho indicato, si sarà attivata automaticamente la versione di valutazione da 45 giorni. Al termine di quest’ultima, però, dovrai necessariamente acquistare una licenza d’uso del software in questione, al costo di 36,54 euro/anno.

A questo punto, verifica l’associazione dei file a WinZip: recati nel menu WinZip > Preferences del programma (in alto a sinistra) e clicca sulla scheda File types per selezionare i tipi di file da aprire automaticamente con WinZip. Puoi scegliere fra vari tipi di archivi compressi, come ad esempio ZIP, ZIPX, LHA/LHZ, RAR E 7Z.

Una volta impostate le tue preferenze, fai doppio clic sull’icona dell’archivio che vuoi aprire con WinZip ed estrai i file contenuti al suo interno trascinandoli in una cartella di tua scelta.

Per creare un nuovo archivio, invece, apri WinZip, clicca sul pulsante + presente nella finestra principale del programma (in alto a sinistra) e scegli se comprimere file provenienti dal tuo computer (From this Mac) o da un servizio di cloud storage (iCloud Drive, Dropbox, Google Drive ecc.).

Seleziona, quindi, tutti i file che vuoi includere nel tuo file zip e salva il risultato finale recandoti nel menu File > Save che si trova in alto a sinistra. Puoi scegliere di salvare l’archivio in locale sul tuo Mac oppure su un servizio di cloud storage.

Come scaricare WinZip su Android

WinZip Android

Se hai bisogno di lavorare con i file ZIP anche da smartphone e tablet Android, potresti prendere in considerazione la versione mobile di WinZip. L’app è disponibile in due versioni: una gratuita e una a pagamento (9,99 dollari/anno) che offre il supporto ai servizi di cloud storage, la possibilità di creare archivi cifrati e rimuove i banner pubblicitari presenti nella versione free dell’applicazione.

Tutto quello che devi fare per usare WinZip è raggiungere questo link dal tuo dispositivo mobile Android, in modo da aprire la scheda dell’app in questione sul Play Store. A questo punto, premi sul tasto Installa, così da effettuare il download e l’installazione di WinZip. Se il tuo smartphone non ha i servizi Google, puoi installare l’app da uno store alternativo, seguendo i consigli che ti ho fornito in questo mio tutorial.

Al termine di questa procedura, per iniziare a usare WinZip, fai tap sulla sua icona in home screen o nel drawer. L’interfaccia dell’app è molto semplice: Tramite le diverse voci presenti nella sezione Home, puoi accedere alle cartelle presenti sul tuo dispositivo, in modo da poter facilmente creare un archivio ZIP dei tuoi file premendo sull’icona a fianco e scegliendo la voce ZIP.

Quando apri un archivio ZIP, invece, ti basta selezionare uno o più file contenuti al suo interno, premere sull’icona e selezionare la voce UNZIP. Così facendo, puoi selezionare la cartella di destinazione dove estrarre l’archivio ZIP.

Come scaricare WinZip su iOS/iPadOS

WinZip iPhone

WinZip è disponibile anche su iPhone e iPad sotto forma di app gratuita disponibile sull’App Store. Come per la versione di Android, di cui ti ho parlato nel capitolo precedente, alcune funzionalità, come la creazione di archivi cifrati, la rimozione della pubblicità e l’upload dei file nei più famosi servizi di cloud storage, sono però a pagamento (9,99 dollari/anno).

Per scaricare WinZip sul tuo iPhone o iPad, raggiungi questo link dal tuo dispositivo, in modo da aprire l’App Store nella scheda dell’app in questione. Premi poi sul tasto Ottieni e sblocca il download e l’installazione tramite il Face ID, il Touch ID o la password dell’ID Apple.

Adesso, avvia l’app di WinZip tramite l’icona in home screen o nella Libreria app e, nella schermata iniziale, concedi i permessi di accesso alle funzionalità del dispositivo. Fatto ciò, nella sezione My Files, scegli la cartella dove sono presenti i tuoi file, selezionali e premi sul pulsante ZIP, in basso, per scegliere il percorso di destinazione e creare l’archivio ZIP.

Per estrarre, invece, i file da un archivio, segui la medesima procedura: individua il file .zip sfogliando le cartelle presenti nella sezione My Files, pigia sull’icona (…) presente a fianco dell’archivio e seleziona la voce Unzip dal menu che compare. Dopo aver individuato la cartella di destinazione, premi sul pulsante Unzip, per avviare l’estrazione dei file dall’archivio.

Alternative gratuite a WinZip

Come scaricare WinZip gratis

Come ben sottolineato in precedenza, scaricare WinZip gratis non significa poter utilizzare il programma gratuitamente a vita su PC. C’è una scadenza in seguito alla quale, se si intende continuare a utilizzare il software, occorre aprire il portafogli e acquistare una regolare licenza.

Se tu non hai intenzione di compiere questo passo, puoi disinstallare WinZip e rivolgerti a validissime alternative free che permettono di creare file zip in maniera semplicissima. Inoltre, se la versione mobile non dovesse soddisfarti, puoi fare affidamento ad altre applicazioni gratuite che possono esserti utili al tuo scopo.

  • 7-Zip (Windows) — è un’ottima soluzione per creare e gestire i tuoi archivi digitali dei più diffusi formati. È un software completamente gratuito che si integra perfettamente in Windows. Maggiori info qui.
  • Keka (macOS) — un’altra valida alternativa, stavolta per macOS, simile a quella menzionata nelle righe precedenti è Keka. Si tratta di un’applicazione completamente gratuita che supporta i più diffusi formati di archivi digitali. Maggiori info qui.
  • Archive Extractor (online) — non vuoi installare alcun software sul tuo dispositivo? Allora puoi fare affidamento ai diversi tool online gratuiti che consentono di aprire gli archivi digitali, come per l’appunto Archive Extractor.

Se hai necessità di altre soluzioni per gestire i tuoi archivi digitali gratuitamente, allora ti consiglio la lettura di questo mio tutorial: troverai diversi software per Windows e macOS e anche app per il tuo smartphone o tablet Android o Apple.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.