Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come unzippare un file

di

Eccoti pronto ad affrontare una nuova sfida da neofita del mondo del PC! Pur sapendo che non hai ancora molta dimestichezza nell’uso del computer, il tuo capo ti ha spedito dei file compressi in degli archivi ZIP e tu ora non sai come estrarli. Le hai provate tutte ma non sembra esserci verso… o almeno tu non hai assolutamente capito come riuscire nell’impresa.

Ti servirebbe proprio qualche consiglio su come unzippare un file con delle soluzioni adeguate alla situazione, potenti ma facili da usare. Fammici pensare… sì, forse ho quello che fa per te! Prova a seguire le “dritte” che sto per darti e dovresti risolvere il tuo problema in maniera semplice e rapida. Suvvia, mettiti all’opera e sorprendi il tuo capo, scommetto che imparerai subito.

Prenditi quindi qualche minuto di tempo libero tutto per te, posizionati bello comodo e inizia subito a provare gli strumenti per Windows, macOS e Linux adibiti allo scopo che sto per suggerirti. Ci sono anche delle risorse fruibili direttamente via Web, senza bisogno di scaricare assolutamente nulla sul computer, e delle app per Android e iOS di cui puoi avvalerti in mobilità, per decomprimere i tuoi file da smartphone e tablet. Buona lettura e buon “lavoro”!

Indice

Come unzippare un file su Windows

Stai usando un PC con su installato Windows e ti piacerebbe capire quai sono gli strumenti di cui puoi avvalerti per unzippare un file? Allora prova subito quelli che ho provveduto a segnalarti qui di seguito. Son certo che alla fine potrai dirti ben contento e soddisfatto di averli scoperti.

Gestore archivi compressi

Come decomprimere un file ZIP

Il primo nonché più immediato strumento di cui puoi avvalerti per unzippare un file su PC è il gestore di archivi compressi integrato in Windows (qualsiasi versione). Consente di estrarre gli archivi compressi in formato ZIP e, all’occorrenza, anche di crearne di nuovi.

Per usarlo, tutto quello che devi fare è individuare il file ZIP che desideri decomprimere, farci clic destro sopra, selezionare l’opzione Estrai tutto dal menu contestuale che si apre e, nella finestra che compare, cliccare sul pulsante Estrai.

Oltre che così come ti ho appena indicato, puoi estrarre i tuoi archivi compressi facendo doppio clic sulla loro icona e pigiando poi sul pulsante Estrai tutto posto sulla barra degli strumenti nella finestra di Esplora File che si apre.

In tutti e due i casi, i file contenuti all’interno dell’archivio saranno estratti nella stessa posizione di quest’ultimo. Inoltre, se il file che intendi decomprimere è protetto da password, ti verrà chiesto di digitare quest’ultima per procedere con l’estrazione.

Hai bisogno di estrarre solo alcuni dei file contenuti nell’archivio? In tal caso, fai doppio clic sul file ZIP e trascina le icone dei file dalla finestra che si apre sul desktop o comunque nella posizione di output che preferisci.

7-Zip

Come decomprimere un file zip

Se cerchi un’alternativa degna di nota al gestore di archivi compressi di serie di Windows, il miglior suggerimento che posso darti è senza ombra di dubbio quello di rivolgerti a 7-Zip. Non ne hai mai sentito parlare? Non c’è problema, ti spiego io di che cosa si tratta. Siamo al cospetto di uno tra i più rinomati software gratuiti della categoria. È di natura open source, funziona solo sui sistemi operativi di casa Microsoft ed è adibito sia alla decompressione che alla compressione di tutti i più diffusi formati di archivi compressi. Consente altresì di intervenire sui file ZIP (e non solo) protetti da password e su quelli multi-volume.

Per scaricarlo sul tuo PC, collegati al sito Web del programma e clicca sul collegamento Download situato in alto, in corrispondenza della versione di Windows che stai usando (a 64 bit oppure a 32 bit).

Completato il download, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che compare sul desktop, fai clic sul pulsante Si e, successivamente, sui bottoni Install e Close.

Adesso, puoi finalmente usare 7-Zip per decomprimere i tuoi file. Per riuscirci, fai clic destro sull’icona dell’archivio ZIP di riferimento, seleziona la voce 7-Zip dal menu contestuale che si apre e poi quella Apri. Per concludere, clicca sul bottone Estrai nella finestra comparsa sulla scrivania, indica la posizione sul tuo computer in cui desideri estrarre i file e pigia sul bottone OK. Se il file ZIP è protetto da password, ti verrà chiesto di digitarla.

In alternativa, puoi estrarre gli archivi ZIP facendoci clic destro sopra, selezionando la voce 7-Zip dal menu contestuale visualizzato e scegliere l’opzione Estrai qui (per estrarre i file nella posizione corrente) oppure quella Estrai i files (per definire una posizione esatta in cui estrarre i file).

Se necessario, puoi anche estrarre solo alcuni dei file contenuti nell’archivio. Per riuscirci, fai clic destro sul file ZIP seleziona la voce 7-Zip da menu contestuale, poi quella Apri e trascina i file di tuo interesse fuori dalla finestra che compare. Rilasciali dunque nella posizione che preferisci.

Se vuoi fare in modo che 7-Zip diventi il software predefinito per la gestione degli archivi compressi, al fine di poter estrarre questi ultimi mediante un semplice doppio clic sulla loro icona, puoi riuscirci provvedendo in primo luogo a richiamare 7-Zip File Manager dal menu Start di Windows.

Nella finestra che compare sul desktop, accedi al menu Strumenti (in alto a destra), seleziona la voce Opzioni e clicca sulla voce zip nella colonna Tipo fino a quando non compare l’icona del programma. Per concludere, pigia sul pulsante Applica per confermare e applicare i cambiamenti.

Come unzippare un file su macOS

Passiamo ora al versante macOS e andiamo a scoprire quali sono le soluzioni di cui puoi avvalerti per unzippare un file in tal caso. Per maggiori dettagli, prosegui pure nella lettura.

Utility Compressione

Come decomprimere un file ZIP

Similmente a Windows, anche macOS integra uno strumento adibito alla gestione dei file ZIP (e non solo). Si tratta di Utility Compressione e consente sa di decomprimere che di comprimere gli archivi.

Per usarlo, ti basta semplicemente fare doppio clic sul file ZIP che vuoi decomprimere e… aspettare che la procedura di estrazione venga avviata e completata! Troverai i file estratti nella stessa posizione dell’archivio compresso d’origine. Se il file ZIP è protetto da password, ti verrà inoltre chiesto di digitarla.

Oltre che così come ti ho appena indicato, puoi estrarre gli archivi compressi su macOS facendoci clic destro sopra e scegliendo la voce Apri dal menu contestuale visualizzato.

Ti segnalo, infine, che, se lo ritieni necessario, puoi regolare le impostazioni relative al funzionamento di Utility Compressione richiamando in primo luogo quest’ultima tramite Spotlight o Siri, facendo poi clic sul menu Compressione in alto a sinistra e, in seguito, sulla voce Preferenze.

iZip Archiver

Come unzippare un file

In alternativa alla risorsa già integrata in macOS, per unzippare un file puoi affidarti a iZip Archiver. Si tratta di un’applicazione gratuita specifica per Mac, adibita anch’essa all’estrazione e alla compressione dei file ZIP e di molteplici altre tipologie di archivi compressi. Diversamente dall’utility di serie, permette anche di aprire i file ZIP senza per forza di cose doverne estrarre il contenuto.

Per servirtene, visita la relativa sezione del Mac App Store Online, clicca sul pulsante Vedi in Mac App Store e, nella finestra del Mac App Store “vero e proprio” che compare su schermo, clicca sul pulsante Ottieni/Installa. Se necessario, autorizza il download immettendo la password del tuo account Apple oppure mediante Touch ID (se hai un Mac dotato di tale componente).

In seguito, apri iZip Archiver richiamando l’applicazione dal Launchpad (oppure mediante Spotlight, Siri o dalla cartella Applicazioni di macOS), chiudi la finestra per la creazione degli archivi compressi che ti viene mostrata e pigia sul bottone Open posto in cima all’altra finestra rimasta aperta.

Seleziona quindi il file ZIP che vuoi aprire e pigia sul pulsante Open (in basso a destra). Si aprirà un’ulteriore finestra sulla scrivania mediane cui potrai visualizzare il contenuto dell’archivio compresso e procedere eventualmente con l’estrazione selezionando i vari file e trascinandoli nella posizione di output desiderata. Se il file è protetto da password, ti verrà chiesto di digitarla.

Oltre che così come ti ho appena indicato, puoi richiamare l’applicazione facendo clic destro sull’archivio compresso che vuoi aprire, selezionando la voce Apri con da menu contestuale che si apre e cliccando sulla dicitura iZip Archiver.

Se poi vuoi fare in modo che iZip Archiver diventi lo strumento predefinito per estrarre i file ZIP su macOS, procedi nel seguente modo: fai clic destro su un qualsiasi file ZIP sul tuo Mac, seleziona la voce Ottieni informazioni dal menu che si apre, espandi la sezione Apri con nella finestra comparsa sullo schermo e seleziona, dal relativo menu contestuale, la voce iZip Archiver.

Come unzippare un file su Ubuntu

Come decomprimere un file ZIP

Utilizzi Ubuntu (una tra le distro Linux più “getttonate”) e ti piacerebbe capire come unzippare un file anche in tal caso? Detto, fatto! Puoi riuscirci usando lo strumento predefinito Gestore di archivi, una risorsa per certi versi simile a quella di serie di Windows e macOS.

Per servirtene, ti basta fare clic destro sul file ZIP relativamente al quale desideri intervenire e selezionare, dal menu che compare, la voce Apri con Gestore di archivi. In alternativa, fai doppio clic sull’archivio compresso.

Successivamente, pigia sul bottone Estrai nella finestra che si apre, specifica la posizione di output e clicca ancora una volta sul pulsante Estrai. Se il file ZIP è protetto da una password, dovrai immetterla per procedere con l’estrazione.

Se poi vuoi estrarre solo alcuni dei file presenti nell’archivio, trascina questi ultimi fuori dalla finestra del gestore di archivi e rilasciali nella posizione desiderata. Tutto qui!

Come unzippare un file online

Come unzippare un file

Non hai il tempo o i permessi per installare un programma sul computer in uso, oppure vuoi semplicemente scoprire come unzippare un file con delle soluzioni alternative ai “classici” software di cui ti ho già parlato? Allora potresti rivolgerti a ezyZip, un servizio online gratuito e funzionante da qualsiasi browser e sistema operativo, il quale, senza bisogno di registrazione, permette di decomprimere i file ZIP salvati sul computer, oltre che crearne di nuovi.

Per usarlo visita la home page del servizio, clicca sul pulsane Scegli file/Apri file e seleziona l’archivio da unzippare presente sul tuo PC. Pigia poi sul pulsante Extract per procedere con l’estrazione e potrai finalmente visualizzare l’elenco completo dei file contenuti nell’archivio.

Per estrarli e salvarli quindi sul computer, clicca sul pulsante con il floppy disk che trovi accanto al nome di ciascuno di essi. Se non hai modificato le impostazioni predefinite del browser, i file saranno salvati nella cartella Download de computer.

App per unzippare un file

Per concludere, voglio segnalarti alcune app per Android e iOS che puoi usare per decomprimere i file ZIP (e non solo) direttamente da mobile. Eccole.

  • WinZip (Android/iOS) – famose utility per la gestione dei file ZIP per Android e iOS. Consente di estrarre archivi in formato ZIP ma anche ZIPX, 7Z, RAR e CBZ e di crearne di nuovi nei formati ZIP e ZIPX. Include anche delle funzionalità extra, come ad esempio l’accesso ai servizi di cloud storage, che si possono sbloccare tramite acquisiti in-app (a partire da 0,80 cent. su Android).
  • ZArchiver (Android) – si tratta di una delle migliori utility a costo zero per la gestione degli archivi compressi disponibili per smartphone e tablet Android. Permette di estrarre gli archivi in tutti i più diffusi formati, ma anche di visualizzarne direttamente il contenuto e di creare file 7z, ZIP, BZIP2 (BZ2), GZIP (GZ), XZ e TAR, sia con che senza password.
  • iZip (iOS) – app gratuita per aprire e creare file ZIP su iPhone e iPad. Dispone di un’interfaccia molto intuitiva ed è semplicissima da usare.