Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come cambiare il menu Start di Windows 10

di

Hai installato sul tuo PC Windows 10 e uno degli elementi che ha attirato fin da subito la tua attenzione è il menu Start: ne sei rimasto davvero contento e ti è piaciuto tantissimo il modo in cui è stato organizzato da Microsoft. Ma da buon “smanettone” quale sei, non vuoi lasciarti scappare l’occasione di personalizzarlo a tuo piacimento, modificandone le dimensioni, il contenuto e, soprattutto, l’aspetto.

Già che sei qui, che ne dici se ti do una mano io e ti mostro più nel dettaglio come cambiare il menu Start di Windows 10? Ti va? Ottimo! Ti prometto che, anche se hai ancora qualche difficoltà a “muoverti” su questo sistema operativo di Microsoft, non avrai alcun problema nel portare a termine la tua “impresa” odierna, sempre che tu segua passo-passo le mie indicazioni, questo è ovvio!

Coraggio: mettiamo da parte le chiacchiere e passiamo subito all’azione. Mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo necessario per concentrarti sulla lettura di questo tutorial e, cosa ancora più importante, attua le “dritte” che ti darò. Non mi resta altro da fare che augurarti buona lettura!

Indice

Come cambiare le dimensioni del menu Start di Windows 10

menu Start di Windows 10

Desideri cambiare le dimensioni e la posizione del menu Start di Windows 10? Ti garantisco che ambedue le operazioni sono semplicissime da attuare. Di seguito trovi una spiegazione dettagliata su come procedere.

Per modificare le dimensioni del menu Start, devi innanzitutto aprirlo: fai clic, quindi, sul pulsante raffigurante la bandierina di Windows (in basso a sinistra) e fai stazionare il cursore del mouse nell’angolo in alto a destra del menu Start (oppure sul bordo superiore o su quello destro). Come puoi notare, è comparso il simbolo (←→): ridimensiona la finestra del menu Start trascinando il cursore nella posizione desiderata e il gioco è fatto.

Menu Start Windows 10

Se, invece, vuoi visualizzare il menu Start a schermo intero, devi procedere direttamente dalle impostazioni di Windows. Apri nuovamente il menu Start cliccando sull’icona della bandierina di Windows, pigia sull’icona dell’ingranaggio posta nella barra laterale sinistra e, nella finestra che si apre, fai clic sulla voce Personalizzazione.

A questo punto, fai clic sulla voce Start situata sulla barra laterale sinistra e sposta su ON la levetta dell’interruttore che si trova sotto la dicitura Usa modalità a schermo intero per Start. Et-Voilà! Il gioco è fatto!

Menu Start Windows 10

Vorresti modificare la posizione del menu Start di Windows 10? Nessun problema! Avvia le Impostazioni di Windows, facendo clic sull’icona dell’ingranaggio che trovi annessa al menu Start. Fatto ciò, clicca sulla voce Personalizzazione e poi su quella denominata Barra delle applicazioni.

Tra le voci che ti vengono mostrate a schermo, individua il menu a tendina che trovi sotto la dicitura Posizione della barra delle applicazioni sullo schermo e seleziona una delle opzioni indicate: A sinistra, In alto, A destra o In basso (cioè la posizione di default).

In alternativa, puoi procedere allo spostamento della barra delle applicazioni per trascinamento. Per fare ciò, devi accertarti che quest’ultima non sia bloccata: fai clic destro in un punto “vuoto” della taskbar e togli il segno di spunta dalla voce Blocca la barra delle applicazioni.

Adesso, sposta il cursore del mouse in un punto qualsiasi della barra delle applicazioni (stando attendo a non cliccare nessuna icona) e, tenendo premuto il tasto sinistro del mouse, sposta la taskbar dove più preferisci: sul bordo superiore dello schermo o su uno dei due bordi laterali. Come per “magia”, anche il menu Start verrà spostato di conseguenza.

Se hai aggiornato il tuo sistema operativo a Windows 11, sappi che le procedure sopra indicate sono un po’ diverse. Innanzitutto, devi sapere che non è possibile cambiare le dimensioni del menu Start, né tantomeno metterlo in modalità schermo intero.

Se invece vuoi cambiare la posizione del menu Start e, quindi, anche della barra delle applicazioni, quello che ti consiglio di fare è dare una lettura alle procedure che ti ho indicato nella mia guida su come spostare la barra delle applicazioni.

Come cambiare l’aspetto del menu Start di Windows 10

menu Start di Windows 10

Desideri personalizzare il colore e l’aspetto generale del menu Start di Windows 10? Anche in questo caso puoi agire direttamente dalle impostazioni di sistema.

Fai clic, quindi, sull’icona della bandierina di Windows (in basso a sinistra) per aprire il menu Start, pigia sull’icona dell’ingranaggio posta nella barra laterale di sinistra e, nella finestra che si apre, premi prima sulla voce Personalizzazione e poi su Colori.

Per modificare il colore del menu Start e di altri elementi grafici di Windows 10, seleziona uno dei colori recenti oppure uno dei colori di Windows (basta cliccare su uno dei quadratini che rappresentano il colore che preferisci di più per impostarlo come predefinito). Se i colori proposti non sono di tuo gradimento, pigia sul pulsante Colore personalizzato e crea una variante cromatica personalizzata tramite l’editor che compare a schermo.

Cambiare colore menu Start

Ti piacerebbe adattare il colore del menu Start e degli altri elementi grafici di Windows 10 allo sfondo impostato sul desktop? In tal caso, apponi il segno di spunta sulla voce Seleziona automaticamente un colore principale dallo sfondo e i colori del menu Start rispecchieranno quelli del wallpaper in uso.

Adesso, per cambiare colore al menu Start di Windows 10, metti un segno di spunta a fianco della casella Start, la barra delle applicazioni e il centro notifiche presente sotto la dicitura Mostra il colore principale sulle superfici seguenti. È stato facile, dico bene?

Se vuoi rendere trasparente il menu Start di Windows 10 (oltre alla barra delle applicazioni e agli altri elementi di questo sistema operativo), sposta su ON l’interruttore posto sotto la dicitura Effetti di trasparenza. Puoi in ogni momento disattivare tale opzione riposizionando su OFF la levetta a fianco di tale dicitura.

Nel caso in cui volessi sapere come eseguire quest’operazione anche nella più recente versione del sistema operativo di Microsoft (Windows 11), apri il menu Start e avvia l’app Impostazioni. A questo punto, seleziona la scheda Personalizzazione dalla barra laterale e scegli la voce Colori. Adesso, alla voce Scegli la modalità imposta l’opzione Personalizzato, mentre indica Scuro alla voce in basso Scegli la modalità predefinita di Windows.

Fatto ciò, scorri la schermata e individua la sezione Colore principale. Quello che devi fare è scegliere uno dei colori elencati e poi spostare su ON la levetta a fianco della dicitura Mostra il colore principale su Start e sulla barra delle applicazioni.

Come cambiare il contenuto del menu Start di Windows 10

Menu Start

Vuoi personalizzare il contenuto del menu Start di Windows 10 aggiungendo o eliminando applicazioni, cartelle e icone varie? Compiere questo genere di operazioni è davvero semplice: provare per credere!

Tanto per cominciare, apri il menu Start cliccando sull’icona della bandierina di Windows (in basso a sinistra), poi fai clic sull’icona dell’ingranaggio situata nella barra laterale e, nella finestra che si apre, seleziona prima la voce Personalizzazione e poi quella Start.

A questo punto, interagisci sulle voci Mostra più riquadri in Start, Mostra l’elenco delle app nel menu Start, Mostra le app aggiunte di recente, Mostra le app più usate e Mostra occasionalmente suggerimenti in Start. Tutte queste opzioni ti consentono di attivare o disattivare la visualizzazione di alcuni elementi nel menu Start, che possono aiutarti a velocizzare alcune operazioni, come l’avvio di un’applicazione usi più frequentemente.

Menu Start Windows 10

Desideri scegliere quali cartelle visualizzare nel menu Start? Fai clic sulla voce Scegli le cartelle da visualizzare in Start che trovi in basso nella sezione Start del pannello delle Impostazioni e, nella finestra che si apre, sposta su ON/OFF gli interruttori posti sotto le voci elencate, in base alle cartelle che vuoi visualizzare o nascondere (es. Esplora file, Documenti, Download, etc.).

Nel caso tu voglia rimuovere riquadri dal menu Start di Windows 10, come ad esempio quello per l’avvio rapido di un’applicazione, fai clic destro sull’icona di quest’ultima e seleziona la voce Rimuovi da Start dal riquadro che si apre.

Menu Start Windows 10

Se vuoi invece personalizzare il riquadro, tramite le voci Ridimensiona e Altro presenti nel medesimo menu contestuale, puoi rispettivamente selezionare le dimensioni dell’icona o eseguire altre azioni, come disattivare le animazioni (se disponibili per l’icona) o aggiungere l’applicazione alla barra delle applicazioni.

Se desideri mettere ordine fra le icone delle applicazioni presenti nel menu Start, invece, tieni premuto il tasto sinistro del mouse sull’icona che vuoi spostare e trascinala nella posizione desiderata. Ammettilo: personalizzare il menu Start di Windows 10 è stato più semplice di quel che immaginavi, vero?

Su Windows 11 puoi modificare alcuni elementi del contenuto del menu Start. Avvia quest’ultimo, fai clic su Impostazioni e seleziona la scheda Personalizzazione dalla barra laterale. Fai clic sulla voce Start e scegli quali elementi visualizzare: puoi abilitare la visualizzazione di app e software installati di recente (Mostra le app aggiunte di recente), quelli più utilizzati (Mostra le app più usate) o i file che usi di più (Mostra elementi aperti di recente nel menu Start, nelle Jump list e in Esplora file).

Espandendo invece la voce Cartelle, puoi scegliere quali icone mostrare nel menu Start: puoi ad esempio avere un collegamento rapido alle impostazioni di Windows 11, al pannello di rete, a cartelle specifiche, come Documenti, Download, Musica, ecc. Se vuoi visualizzare una funzionalità o un’icona, sposta su ON la levetta che trovi subito a fianco della suddetta; in caso contrario, spostala semplicemente su OFF.

Risoluzione dei problemi del menu Start

Menu Start

Se ti compare un errore critico nel menu Start di Windows 10 ogni volta che lo apri, è un sintomo che qualcosa non va nei file di sistema del tuo sistema operativo e che, pertanto, è richiesto un tuo intervento per ripristinarlo alla sua condizione di default.

A tal proposito, se il menu Start di Windows 10 non funziona, il mio consiglio è quello di leggere con attenzione tutte le indicazioni che ti ho fornito nel mio tutorial su come ripristinare il menu Start, nel quale troverai diverse soluzioni per riuscire a risolvere il tuo problema.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.