Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come personalizzare Windows 10

di

Qualche mese fa, hai acquistato un nuovo computer dotato del sistema operativo Windows 10: sebbene tu sia assolutamente soddisfatto dalle sue funzionalità, trovi la grafica del desktop un po’ troppo “noiosa” per i tuoi gusti e vorresti modificare il suo aspetto. Non avendo molta esperienza in merito, però, proprio non sai da dove iniziare per raggiungere l’obiettivo che ti sei prefissato, per questo ti sei immediatamente fiondato su Google alla ricerca di una preziosa guida sull’argomento, finendo proprio sul mio sito.

Ebbene, sono molto felice di comunicarti che ti trovi nel posto giusto, in un momento che non poteva essere migliore: di seguito, infatti, ti spiegherò per filo e per segno come personalizzare Windows 10 in quattro e quattr’otto, utilizzando dei passaggi molto semplici e adatti anche a chi, come te, si trova per la prima volta a compiere un’operazione del genere. Con Windows 10 la personalizzazione è diventata decisamente più semplice, poiché tutte le voci necessarie possono essere raggiunte nel giro di pochi clic.

Come dici? L’idea di avere un Windows 10 più “bello” del solito ti alletta ancor di più?  Allora mettiti bello comodo, ritaglia qualche minuto del tuo tempo libero e leggi con molta attenzione tutto quanto ho da spiegarti sull’argomento: sono sicuro che il risultato finale saprà soddisfarti appieno. Detto ciò, non mi resta altro da fare se non augurarti buona lettura e buon divertimento!

Indice

Come personalizzare il PC Windows 10

In questa parte della guida ti mostrerò come personalizzare gli elementi grafici più caratteristici di Windows 10, ossia il desktop, il menu Start e le cartelle personali. La maggior parte delle modifiche è applicabile nell’immediato, tuttavia, per procedere su alcuni dettagli, è assolutamente indispensabile aver preventivamente attivato Windows utilizzando una licenza “genuina”. Se non l’hai ancora fatto, ti consiglio, dunque, di dare un’occhiata alla mia guida su come attivare Windows 10, in cui ti ho mostrato come procurarti una licenza e come inserirla all’interno del sistema operativo che stai utilizzando.

Nota: sebbene le personalizzazioni siano integrate nelle funzionalità del sistema operativo, quindi sicure da applicare, ti consiglio comunque di creare un punto di ripristino prima di modificare il sistema: se qualcosa dovesse andare storto, il risultato finale non dovesse piacerti e/o non riuscissi a ripristinare l’aspetto originale del sistema, potrai tornare sui tuoi passi in maniera semplice e indolore semplicemente riportando indietro il computer tramite il punto di ripristino creato.

Personalizzare desktop Windows 10

Dal punto di vista grafico, l’elemento di spicco dell’interfaccia di un sistema operativo è sicuramente il desktop, che può essere personalizzato praticamente in tutti i suoi aspetti, dallo sfondo alle icone, intervenendo manualmente o utilizzando dei temi “preconfezionati”.

Sfondo

Per modificare lo sfondo del desktop, è sufficiente fare clic destro con il mouse in un punto vuoto dello stesso, quindi selezionare la voce Personalizza dal menu proposto e attendere che l’apposita schermata vada ad aprirsi.

Per iniziare, seleziona quindi la voce Sfondo dalla barra di navigazione sinistra, collocata nella nuova finestra visualizzata a schermo, e indica nel menu a tendina Sfondo cosa vuoi utilizzare per riempire il desktop, scegliendo tra Immagine (una foto predefinita di Windows o un’immagine personalizzata), Tinta unita (un colore di sfondo) o Presentazione (una serie di immagini “a rotazione” che cambiano a intervalli regolari).

Selezionando l’opzione Immagine, puoi scegliere se impostare subito una foto predefinita di Windows, scegliendola dalla sezione Scegli la tua immagine, oppure se utilizzare qualsiasi altra foto presente sul disco del computer, che puoi selezionare pigiando il tasto Sfoglia. Quando hai finito, indica come adattare l’immagine allo schermo tramite il menu corrispondente alla sezione Scegli una posizione.

Optando, invece, per la voce Tina unita, ti verrà mostrata una paletta di colori tra i quali scegliere, con la possibilità di impostare un colore personalizzato utilizzando l’omonimo tasto.

Selezionando, infine, l’opzione Presentazione, potrai scegliere quali immagini utilizzare “a rotazione” utilizzando l’area Scegli album per la presentazione; di base, il sistema userà tutti i file compatibili presenti nella cartella personale Immagini ma, se vuoi scegliere personalmente le foto da mostrare, ti è sufficiente pigiare sul pulsante Sfoglia, scorrere tra le cartelle del tuo computer e indicare quali aggiungere al tuo album di presentazione.

Questa modalità presenta anche altre opzioni di personalizzazione, come ad esempio: Cambia immagine ogni, che permette di scegliere il tempo di permanenza di ogni immagine della presentazione; Riproduzione casuale, che permette di mostrare le immagini senza un ordine preciso; Consenti presentazione con alimentazione a batteria, per attivare questa modalità anche quando si utilizza un portatile con batteria in uso e Scegli una posizione, che permette di adattare le immagini della presentazione alle dimensioni del desktop.

Non sai dove recuperare nuovi sfondi per Windows 10? Allora ti consiglio di dare un’occhiata alla mia guida dedicata agli sfondi desktop HD, in cui ti mostro le migliori risorse per recuperare wallpaper in alta definizione per il tuo computer.

Icone del desktop

Sul desktop mancano alcune icone di sistema che ritieni utili, come la cartella utente o la cartella Rete, e vorresti aggiungerle o, al contrario, intendi liberarti definitivamente di quelle già presenti (ad es. Questo PC)? Puoi effettuare quest’operazione in modo semplicissimo: anche in questo caso, devi fare clic destro in un punto vuoto del desktop, scegliere la voce Personalizza dal menu che compare e selezionare, nella schermata successiva, la voce Temi.

Fatto ciò, clicca sulla voce Impostazioni delle icone del desktop, presente sotto la sezione Impostazioni correlate (a destra della finestra): dalla nuova finestra che si apre, puoi scegliere quali icone mostrare o quali rimuovere, avvalendoti della sezione Icone del desktop, ripristinare le icone predefinite del sistema utilizzando il tasto Ripristina, mantenere la coerenza delle icone con il tema inserendo il segno di spunta sulla casella Cambia le icone del desktop con il tema o, ancora, modificare le icone di sistema cliccando su quella di tuo interesse e pigiando, successivamente, sul bottone Cambia icona.

A tal proposito, ti consiglio di leggere il mio tutorial dedicato alla personalizzazione delle icone, in cui ti ho mostrato i passaggi necessari per aggiungere delle nuove icone di sistema su Windows, in sostituzione di quelle offerte dal tema utilizzato.

Temi

Se non ami la personalizzazione manuale, puoi modificare lo sfondo del desktop, i colori delle finestre, i suoni di Windows e anche il cursore del mouse in un solo colpo, utilizzando i temi di Windows 10: nella fattispecie, si tratta di pacchetti già pronti che, in un solo clic, ti permettono di modificare contemporaneamente più elementi grafici (o sonori) del sistema.

Windows include in sé alcuni temi predefiniti ma, se lo desideri, puoi procurartene altri da Internet. Per effettuare questo tipo di modifica, fai clic destro in un punto vuoto del desktop, scegli la voce Personalizza dal menu proposto, quindi fai clic sulla sezione Temi, presente a sinistra.

Puoi scegliere uno dei temi predefiniti cliccando sulle rispettive anteprime, collocate nel riquadro Applica un tema, oppure scaricarne altri facendo clic sulla voce Ottieni altri temi in Microsoft Store.

Se lo desideri, puoi creare un tema personalizzato agendo sulle singole voci presenti in alto, accanto all’anteprima (selezionando, dunque, Sfondo, Colore, Suoni e Cursore del mouse); quando hai finito, pigia sul tasto Salva Tema per memorizzare il tutto e aggiungerlo alla lista dei temi di Windows.

Per ulteriori informazioni su quest’argomento, ti consiglio di leggere il mio tutorial su come cambiare tema in Windows.

Personalizzare Start Windows 10

Altro elemento grafico che puoi personalizzare è il menu Start, che presenta di base molti “riquadri” animati, grossi pulsanti e programmi consigliati da Microsoft: se lo desideri, puoi adattare questo menu alle tue esigenze, nel giro di un paio di clic.

Per personalizzare le voci e i pulsanti presenti nel menu Start, fai clic con il tasto destro del mouse in un punto vuoto del desktop, seleziona la voce Personalizza dal menu che compare e pigia sulla voce Start collocata nella parte sinistra della schermata che va ad aprirsi.

Fatto ciò, indica gli elementi da mostrare o nascondere intervenendo sulle relative levette: puoi scegliere se mostrare o meno i suggerimenti offerti da Microsoft, se visualizzare i programmi installati di recente in cima alla lista, se aprire il menu Start a schermo intero (utile sui tablet convertibili con Windows 10) o, infine, se visualizzare l’elenco delle app installate. Per aggiungere o rimuovere le cartelle di sistema, puoi usare la voce Scegli le cartelle da visualizzare in Start.

Per rimuovere singolarmente un riquadro (statico o animato) dalla parte destra del menu Start, ti è invece sufficiente far clic destro sul relativo “pulsantone” (sempre dopo aver aperto il summenzionato menu) e scegliere la voce Rimuovi da Start collocata nel menu che si apre.

Per aggiungere, invece, nuovi programmi o riquadri aggiuntivi, apri nuovamente il menu Start, identifica l’elemento che intendi aggiungere dall’elenco presente sulla sinistra (puoi aiutarti anche digitando sulla tastiera le prime lettere del suo nome), fai clic destro su di esso e, infine, seleziona la voce Aggiungi a Start. Puoi anche modificare le dimensioni dei vari riquadri facendo clic destro su ciascuno di essi e usando il menu Ridimensiona.

Infine, per attivare o disattivare i riquadri animati (per esempio quelli relativi alle app Meteo o Notizie), ti è sufficiente ridimensionare quelli di tuo interesse alle dimensioni Largo o Grande, fare nuovamente clic destro su di essi, aprire il menu Altro e premere, infine, su Attiva/Disattiva riquadro animato.

Come dici? Il menu Start di Windows 10 proprio non ti piace e senti la nostalgia del “vecchio” menu di Windows 7? Non preoccuparti, credo proprio di avere ciò che fa per te: nel mio tutorial su come cambiare il menu Start di Windows 10, infatti, ti ho spiegato numerose altre tecniche di personalizzazione e illustrato alcuni programmi utili per “rimpiazzare” il nuovo menu Start con quello che sei abituato ad apprezzare.

Personalizzare cartelle Windows 10

L’aspetto delle cartelle in Windows 10 non ti piace? Anche in questo caso, puoi personalizzarlo in modo estremamente semplice: per prima cosa, avvia Esplora File (l’icona a forma di cartella gialla collocata nella barra delle applicazioni, in fondo allo schermo) e, tramite essa, spostati nel percorso in cui risiede la cartella che vuoi personalizzare.

Quando l’hai trovata, fai clic destro sulla sua icona, seleziona la voce Proprietà dal menu che compare e spostati nella scheda Personalizza: tramite quest’ultima, puoi scegliere come ottimizzare la cartella in base ai tipi di file custoditi all’interno (sezione Tipo di cartella), scegliere un’immagine personalizzata da sovrapporre all’icona della cartella, ripristinare le impostazioni iniziali (sezione Immagine cartella) e, infine, cambiare l’icona della cartella (tasto Cambia icona).

Se desideri inoltre creare delle cartelle colorate, ti consiglio di dare un’occhiata alla mia guida su come colorare le cartelle, in cui ti ho indicato i migliori programmi per ottenere questo effetto.

Come personalizzare Windows 10 come Mac

Sei stato un fiero utente di macOS, adori l’interfaccia grafica del sistema operativo di Apple e, dunque, vorresti personalizzare Windows 10 come Mac per sentirti un po’ più “a casa”? Non hai di che temere: puoi rendere il sistema operativo Microsoft estremamente somigliante a quello di Apple con poche e semplici mosse.

Ovviamente, non avrai il supporto alle app, ai servizi Apple e alle funzionalità specifiche di un MacBook o di un iMac; tuttavia, se il tuo cruccio è il solo aspetto grafico dei prodotti della “mela morsicata”, puoi seguire le indicazioni che ti ho fornito nella mia guida su come trasformare Windows in Mac per trasformare il tuo sistema operativo Windows 10 in un sistema con l’aspetto e gli effetti grafici di macOS. Credimi, ne vale davvero la pena!