Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come cancellare cronologia Google Chrome automaticamente

di

Sei particolarmente attento alla tua privacy, hai paura che qualcuno possa accedere al computer e “ficcanasare” tra i siti che hai visitato e, per questo, vorresti capire come cancellare cronologia Google Chrome automaticamente? Non temere, è tutto molto più semplice di quanto possa sembrare!

Principalmente, puoi ottenere questo risultato su Google Chrome per computer, smartphone e tablet in almeno due modalità differenti: usando la navigazione in incognito, cioè una particolare modalità del browser che elimina tutte le tracce della propria attività online (inclusi cookie, password salvate, cache e così via) all’uscita della sessione; oppure configurando il browser per la cancellazione automatica della cronologia anche in modalità di esecuzione “normale”, con l’ausilio di un’apposita estensione.

Personalmente, ti consiglio di sfruttare la navigazione in incognito quando hai bisogno di eliminare tutti i dati soltanto in casi sporadici; se poi preferisci far sì che Chrome “dimentichi” sempre la cronologia all’uscita, lasciando invece inalterato tutto il resto (ad es. le password salvate), serviti del componente aggiuntivo ad-hoc che andrò a segnalarti. Ad ogni modo, la scelta sta a te e dipende strettamente da quelle che sono le tue necessità.

Indice

Come cancellare automaticamente cronologia Google Chrome su PC

Come cancellare automaticamente cronologia Google Chrome su PC

Come già detto nelle battute introduttive di questa guida, puoi far sì che Google Chrome elimini automaticamente la cronologia di navigazione usando la navigazione in incognito, oppure abilitando una specifica opzione tra le impostazioni del browser. Chiarito ciò, vediamo come procedere in entrambi i casi.

Per aprire una finestra di navigazione in incognito, dopo aver avviato il browser, clicca sul pulsante ⫶ situato in alto a destra e seleziona la voce Nuova finestra di navigazione in incognito dal menu che compare; in alternativa, puoi ottenere lo stesso risultato premendo la combinazione di tasti Ctrl+Maiusc+N (su Windows) oppure cmd+shift+n (su macOS) sulla tastiera.

Puoi riconoscere una finestra di navigazione in incognito dalla colorazione scura, dalla presenza della dicitura In incognito accanto alla barra di navigazione e di un cappello con gli occhiali accanto a ciascuna scheda vuota. Per uscire dalla navigazione in incognito, chiudi semplicemente la finestra; i dati di navigazione (cronologia inclusa) verranno eliminati alla chiusura dell’ultima finestra in incognito di Chrome attiva. Maggiori info qui.

Come cancellare cronologia Google Chrome automaticamente

Se poi ritieni più opportuno eliminare la cronologia di navigazione (e soltanto quella) ogni volta che esci da Google Chrome, a prescindere dalla modalità di navigazione, puoi servirti del componente aggiuntivo gratuito e open source Privacy Manager.

Per ottenere l’estensione in questione, segui il link che ti ho fornito poco fa e clicca sui pulsanti Aggiungi e Aggiungi estensione. Al termine dell’installazione, fai clic sull’icona raffigurante un tassello di puzzle situata in alto a destra e poi sulla voce Privacy Manager che compare al suo interno, in modo da accedere alle impostazioni del componente aggiuntivo.

Ora, per far sì che l’estensione elimini la cronologia a ogni riapertura del browser, clicca sulla scheda Main del piccolo pannello che vedi sullo schermo e poi sul pulsante On, collocato in corrispondenza della voce History. Tramite la medesima schermata, puoi altresì richiedere l’eliminazione di altri elementi all’avvio del browser (ad es. cache, cookies, elenco dei download, dati dei moduli e così via), oppure abilitare l’opzione Remove All, per cancellarli tutti. Le voci appartenenti all’elenco Privacy management, invece, consentono di bloccare/sbloccare cookie, traccianti, suggerimenti di ricerca e altre funzioni potenzialmente invasive per la privacy dell’utente.

In caso di ripensamenti, puoi ritornare sui tuoi passi e ricominciare ad archiviare la cronologia del browser, accedendo nuovamente alle impostazioni di Privacy Manager e impostando su OFF l’interruttore corrispondente alla voce History (e agli altri elementi che hai scelto di eliminare all’avvio in precedenza). Per cancellare completamente l’estensione e ricominciare clicca sul pulsante di Chrome, seleziona le voci Altri strumenti > Estensioni dal menu che compare, premi sul Rimuovi posto all’interno del riquadro relativo a History Cleaner e, infine, sul bottone Rimuovi da Chrome.

Nota: come ulteriore misura di sicurezza, onde evitare che qualcuno possa risalire ai siti visitati, ti consiglio di impostare il browser per la cancellazione automatica di cookie e dati alla chiusura di tutte le finestre. Per farlo, clicca sul pulsante ⫶ residente in alto a destra, seleziona la voce Impostazioni dal menu che compare, accedi alle sezioni Privacy e sicurezza > Cookie e altri dati dei siti e sposta da OFF a ON la levetta posta in corrispondenza della dicitura Cancella cookie e dati dei siti alla chiusura di tutte le finestre.

Come cancellare automaticamente cronologia Google Chrome su smartphone e tablet

Come cancellare automaticamente cronologia Google Chrome su smartphone e tablet

Su smartphone e tablet, invece, le cose stanno in maniera abbastanza diversa: la controparte “mobile” di Chrome non è munita del supporto per le estensioni e, pertanto, l’unico modo per cancellare automaticamente la cronologia all’uscita di Chrome consiste nell’usare la navigazione in incognito.

Per attivare la navigazione anonima su Chrome per Android, avvia l’app di navigazione, fai tap sul pulsante ⫶ situato in alto a destra e seleziona la voce Nuova scheda in incognito dal menu che compare; su iPhone e iPad, invece, devi premere sul pulsante (…) visibile in basso a destra e fare tap sulla voce Nuova scheda in incognito visibile nel pannello che compare in seguito.

Puoi riconoscere le schede di navigazione anonima per via della colorazione diversa da quelle dedicate all’attività normale; per visualizzare tutte le schede in incognito attive e passare da una scheda all’altra, fai tap sul riquadro indicante il numero di schede attive (si trova accanto al pulsante Menu del browser), tocca il pulsante raffigurante un cappello con gli occhiali e seleziona la scheda di tuo interesse, tra quelle disponibili. Per chiudere una scheda di navigazione in incognito, fai tap sulla (X) presente in corrispondenza della sua anteprima.

Anche in questo caso, la cronologia e tutti i dati di navigazione archiviati sul dispositivo vengono cancellati a seguito della chiusura di tutte le schede in incognito attive sul device. Per farlo, se utilizzi uno smartphone oppure un tablet Android, richiama l’area di notifica di sistema e fai tap sul messaggio indicante la dicitura Schede di navigazione in incognito — Chiudi tutte le schede di navigazione in incognito.

Se, invece, il tuo è un iPhone oppure un iPad, richiama l’elenco delle schede attive facendo tap sul contatore numerico (si trova in basso a destra, accanto al pulsante menu), fai tap sul simbolo del cappello con gli occhiali residente nel pannello successivo, tocca la voce Modifica situata in basso a sinistra e fai infine tap sulla dicitura Chiudi tutte le schede, annessa al menu che compare.

Per approfondimenti circa la navigazione in incognito da smartphone e tablet, ti rimando alla lettura del mio tutorial completamente incentrato sull’argomento.

Cancellare la cronologia di Chrome manualmente

Come cancellare cronologia Google Chrome automaticamente

Come dici? Hai dimenticato di attivare la navigazione in incognito del browser e hai inavvertitamente visitato dei siti Web per i quali non vorresti lasciare traccia? Non temere, puoi far fronte alla cosa con facilità, andando a cancellare manualmente la cronologia di navigazione, unitamente a tutti gli altri dati relativi ai siti Web visitati.

Prima di spiegarti come fare, devo però precisare una cosa: se il browser è associato a un account Google, la cancellazione dei dati di navigazione verrà estesa anche a tutti gli altri dispositivi, app e programmi sincronizzati con lo stesso profilo. Se non vuoi che ciò accada, prima di procedere, dissocia provvisoriamente l’account Gmail dal browser sul quale ti appresti ad agire, seguendo le indicazioni che ti ho fornito in questa guida.

Detto ciò, vediamo come procedere con la cancellazione dei dati. Se utilizzi il computer, clicca sul pulsante (⋮) situato in alto a destra, seleziona le voci Altri strumenti > Cancella dati di navigazione… dal menu che compare (in alternativa, puoi usare le combinazioni di tasti Ctrl+Maiusc+Canc su Windows oppure cmd+shift+canc su macOS) e, giunto alla schermata successiva, apri la scheda Avanzate e apponi il segno di spunta accanto alla dicitura Cronologia di navigazione; se desideri cancellare anche altri dati relativi ai siti visitati (cookie, password, dati dei moduli, immagini archiviate, cronologia dei download e così via), apponi il segno di spunta accanto a ciascuna delle voci dedicate.

Per concludere, serviti del menu a tendina per definire l’intervallo di tempo sul quale intervenire (siti visitati nell’ultima ora, nell’ultimo giorno, nell’ultima settimana, nelle ultime 4 settimane oppure dall’inizio) e clicca sul pulsante Cancella dati, per concludere e cancellare tutto.

Se, invece, utilizzi lo smartphone oppure il tablet, tocca il pulsante (⋮) oppure (…) residente nella schermata di Chrome, seleziona la voce Impostazioni dal menu che compare e sfiora le voci Privacy e sicurezza/Privacy > Cancella dati di navigazione situate nei pannelli successivi; procedi infine seguendo le stesse indicazioni già viste per computer. Maggiori info qui.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.