Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come condividere lo schermo del proprio PC in Rete

di

Non sei molto pratico con la tecnologia e ogni volta che hai un problema al PC devi rivolgerti al tuo migliore amico super tecnologico. Lui è tremendamente in gamba però di contro è anche sempre super impegnato. Insomma, è chiaro che non sempre ha il tempo di darti una mano. Sì, va bene, parliamoci chiaro: è palese che per lui è un po’ una seccatura dover venire ogni volta fino a casa tua per sistemare i problemi che hai con il computer; però è innegabile il fatto che, questa volta, tu abbia proprio bisogno di un aiuto.

Come dici? Vorresti cavartela da solo ma non sai proprio dove mettere le mani? Il tuo PC non fa altro che mostrare messaggi di errore e sei proprio nel panico? Ma no, stai tranquillo, non è il caso di agitarsi! Dai, alza il telefono e chiama il tuo amico per fargli dare un’occhiata a quello che hai combinato. Come dici? Sai già che troverà una scusa per non venire a casa tua? Beh, mettilo alle strette: parlagli della possibilità di offrirti assistenza da remoto.

Il tuo amico non sapeva che è possibile condividere lo schermo del proprio PC in rete?! Non preoccuparti, ora ci sono qui io e posso aiutarti. Prenditi qualche minuto di tempo libero e leggi con attenzione le istruzioni che ti fornirò in questo tutorial. Ti segnalerò alcuni strumenti molto interessanti per l’assistenza remota, di cui potrai parlare al tuo amico. Ti auguro una buona lettura.

Indice:

Programmi per condividere lo schermo del proprio PC in rete

Join.me (Windows/macOS/Android/iOS)

Join.me è una soluzione completamente gratuita che permette di condividere lo schermo del proprio PC in Rete senza complicate configurazioni o inutili perdite di tempo.

Usandolo, chi è dall’altra parte potrà visualizzare lo schermo del tuo PC da remoto e interagire con quest’ultimo direttamente dal browser, senza installare nulla sul PC.

Questo programma però ha anche due versioni con sottoscrizione che sbloccano molte più funzionalità rispetto a quelle presenti nella versione gratuita. Infatti quest’ultima conta solo la possibilità di far partecipare solo tre utenti simultaneamente, trasferire i file e condividere soltanto lo schermo, senza che su questo possa avvenire alcun controllo da parte dei partecipanti.

Inoltre Join.me è supportato anche dalle app per dispositivi mobili con sistemi operativi Android oppure iOS.

Tutto quello che devi fare per condividere lo schermo del PC in Rete è scaricare il programma Join.me sul tuo PC. Per farlo raggiungi il sito Web ufficiale di Join.me e fai clic sul pulsante arancione Inizia che si trova al centro della schermata.

Verrai indirizzato a una pagina nella quale dovrai effettuare la registrazione di un account gratuito. Immetti quindi la tua email e una password a tua scelta, spuntando anche la casella che si trova in basso relativa alle condizioni di utilizzo del servizio. Fai poi clic sul pulsante arancione Inizia.

Verrai quindi reindirizzato in una nuova pagina dove ti verrà chiesto se vuoi partecipare o avviare una personale condivisione del desktop. Fai quindi clic sul pulsante arancione con il simbolo di un triangolo, accanto alla dicitura Avvia.

Verrai reindirizzato in una pagina per il download del tool di condivisione del tuo desktop. Scarica quindi il file join.me.exe e avvialo per iniziare immediatamente a usare il programma, senza alcuna installazione.

All’avvio del programma, noterai una barra degli strumenti in alto. Al centro vedrai anche una finestra con un link che potrai inviare alla persona (o alle persone) che dovranno partecipare alla condivisione del tuo desktop.

Puoi anche semplicemente inviare il numero che si trova all’interno del link di condivisione. Il link è del tipo join.me/[codice numerico].

Da quando avrai avviato il file che hai scaricato, il desktop del tuo computer sarà accessibile per essere osservato dai partecipanti che hai invitato.

Gli utenti che vuoi far partecipare alla tua condivisione schermo dovranno possedere il codice della condivisione o il link di accesso. Quest’ultimo è quello che ti viene fornito non appena avvii la condivisione.

Dovrai fare clic sul pulsante Copia link oppure fare clic sulla dicitura Invia un’email, così da condividere il link per partecipare alla condivisione del tuo schermo. In alternativa, annota il codice che trovi in alto nella barra degli strumenti e condividilo con coloro che dovranno partecipare.

Se i partecipanti possiedono il link, gli basterà far clic su di esso per aprire direttamente nel loro browser una pagina con all’interno il desktop del tuo computer.

Se possiedono invece il codice, dovranno raggiungere il sito ufficiale di Join.me e fare clic sul pulsante verde Partecipa ad un meeting. Dovranno quindi immettere il codice che gli hai fornito, seguito dal clic sul pulsante Partecipa.

Tutti i partecipanti ti verranno mostrati sulla destra dello schermo all’interno di icone a forma di cerchio. Inoltre, nella barra degli strumenti in alto, nell’icona con il simbolo di un omino, potrai visualizzare il numero attuale dei partecipanti e gestirne alcuni parametri.

Per uscire dalla presentazione, i partecipanti dovranno semplicemente chiudere la scheda del loro browser. Mentre chi condivide lo schermo, dovrà fare clic sulla X in prossima della barra degli strumenti e confermare l’uscita facendo clic sul pulsante Esci.

TeamViewer (Windows/macOS/Linux/Android/iOS/W10M)

Una soluzione invece gratuita con tantissime funzionalità per condividere lo schermo del tuo PC in rete è TeamViewer.

È possibile scaricarlo in modo gratuito sia su computer che sui dispositivi mobili. Ti ricordo però che l’uso di questo software è gratuito solo per usi personali; in caso di uso commerciale, dovrai acquistare una licenza d’uso.

Per iniziare a scaricare questo programma, raggiungi il sito ufficiale e fai clic sulla tab relativa al tuo sistema in uso. Potrai appunto scegliere se scaricarlo sul tuo computer con sistema operativo Windows oppure su macOS, Linux o ChromeOS.

Inoltre, se ti trovi fuori casa e ti serve connetterti tramite dispositivo mobile, puoi scaricare l’app per Android, iOS, Windows 10 Mobile oppure BlackBerry. Raggiungi quindi il sito ufficiale tramite il link che ti ho fornito per scaricare la versione che più si adatta alle tue esigenze.

Ti propongo qui di seguito il procedimento per l’installazione e l’uso del programma tra due dispositivi Windows. Nel caso in cui le tue necessità siano diverse, come ad esempio ti devi connettere tramite dispositivo mobile a un PC oppure devi effettuare una connessione tra un computer con macOS e uno Windows, puoi comunque fare riferimento alla guida che ti proporrò.

Seppur differenti, le procedure d’installazione tra un dispositivo e un altro, in linea di principio l’utilizzo del programma è molto simile sulle diverse piattaforme.

Scarica quindi TeamViewer, tramite il pulsante Scarica TeamViewer, così da effettuare il download del file TeamViewer_Setup.exe. A download ultimato fai doppio clic su di esso e seleziona la voce Installa, così da installare TeamViewer sul tuo PC da cui vuoi effettuare la connessione in remoto verso un altro PC.

Puoi anche decidere di selezionare la casella Avviare soltanto, così da non effettuare alcuna installazione sul tuo computer, ma non è da preferire se usi frequentemente connetterti in remoto ad altri PC.

Effettua il download anche sul computer da cui vuoi condividere il desktop in rete e, in fase d’installazione, dovrai selezionare la voce Installare per controllare in seguito questo computer da remoto.

Continua la procedura d’installazione, facendo clic sull’opzione Per scopi privati/non commerciali, seguito da un clic sul pulsante Accetto. Nella finestra di controllo utente, fai clic sul pulsante e attendi che l’installazione venga ultimata per vedere la schermata principale di TeamViewer.

Sul PC di cui vuoi condividere lo schermo, annota l’ID e la Password che si trovano sotto la dicitura Consenti controllo remoto. Questi dati ti serviranno per accedere a quel computer da remoto.

Nel caso in cui però ti connetti spesso a quel computer, dovrai impostare una password statica, in quanto quella di default si rigenera ogni volta che chiudi e apri il programma.

Con il tasto sinistro del mouse, fai clic sull’icona di una freccia a fianco della password. Fai clic su Imposta password personale e digita la password che vuoi impostare negli appositi campi. Fai clic sul pulsante Ok per tornare a TeamViewer.

Invece, sul dispositivo da cui stai effettuando la connessione in remoto al desktop dell’altro PC, nella finestra di TeamViewer individua la dicitura Controlla computer remoto. Sotto questa dicitura, troverai un campo da compilare, denominato ID interlocutore.

Questo campo dovrà essere compilato con l’ID indicato nella finestra di TeamViewer dell’altro PC. Fai poi clic sul pulsante Connetti e inserisci la Password associata a quell’ID. Fai clic poi su Accedi, per avviare il collegamento allo schermo remoto dell’altro PC.

Il requisito essenziale, affinché tutto proceda per il meglio, è che i due dispositivi siano accesi e con una connessione a Internet attiva; inoltre, TeamViewer deve essere aperto sul computer a cui vuoi connetterti, altrimenti il tentativo di connessione fallirà.

Quando il collegamento sarà avvenuto, e vedrai il desktop dell’altro PC, vorrà dire che la procedura che ti ho indicato è andata a buon fine. Potrai quindi muovere il mouse dell’altro utente e digitare del testo tramite la tua tastiera.

Tieni presente che, se anche l’altro interlocutore dovesse muovere il mouse o scrivere con la sua tastiera, allora i comandi si sovrapporranno, con una pessima esperienza di condivisione.

Nella barra in alto potrai invece visualizzare gli strumenti a tua disposizione per la condivisione dello schermo. Puoi infatti cambiare la risoluzione del desktop, diminuire o migliorare la qualità di trasmissione.

Inoltre puoi anche avviare delle conversazioni di testo o in VOIP con l’altro interlocutore oppure anche trasferire dei file.

Per chiudere poi la trasmissione, ti basta fare clic sulla X nella finestra di TeamViewer.

Altri programmi per condividere lo schermo del proprio PC in rete

Oltre ai software di cui ti ho parlato nei precedenti paragrafi, ci sono anche altre valide alternative. Continua a leggere quindi le prossime righe: ti elencherò alcuni software utili per condividere lo schermo del tuo PC in rete.

  • LogMeIn – è un software a pagamento per dispositivi con sistema operativo Windows e macOS. È possibile scaricare una versione gratuita della durata limitata dal sito Web, così da poterne valutare tutte le caratteristiche. È disponibile anche su dispositivi mobili con sistema operativo Android e iOS.
  • Microsoft Remote Desktop– Se vuoi invece uno strumento alternativo gratuito, ti consiglio questo programma realizzato da Microsoft. Esso ti permetterà di collegarti in remoto a un PC o un server con sistema operativo Windows. Il collegamento può avvenire anche tramite dispositivo mobile, tramite l’app dedicata, disponibile sul PlayStore di Android oppure sull’App Store di iOS.
  • ShowMyPC – continuando a parlare di software gratuiti, ti posso allora consigliare l’utilizzo di ShowMyPC. Questo programma è disponibile (in Java) per tutte le piattaforme, Windows, macOS e Linux. Esiste anche un client dedicato ai soli computer con sistema operativo Windows. L’utilizzo di questo programma è gratuito ma solo se ne stai facendo un uso strettamente personale. Per usi commerciali, è invece richiesto che l’acquisto di una licenza d’uso.
  • Chrome Remote Desktop– Infine, se stai cercando uno strumento ancora più semplice, rispetto a quelli menzionati (e che sia del tutto gratuito) allora ti consiglio di rivolgerti a Chrome Remote Desktop. Questo strumento di condivisione del desktop è disponibile tramite estensione e va utilizzata tramite il browser Chrome. Questo strumento è compatibile con tutti i dispositivi: sistemi operativi Windows, macOS e Linux. Inoltre, se non ti trovi davanti a un computer, puoi utilizzare l’applicazione, per controllare un computer da Android o da iOS.