Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
eBay Black Week
Migliaia di prodotti in promozione su eBay. Scopri le offerte migliori

Come creare un ecommerce con Shopify

di

Vorresti espandere la tua attività online ma non hai la più pallida idea di come allestire un ecommerce? Vorresti aprire un negozio online ma non hai grossi budget da investire in questo progetto? Allora credo che dovresti prendere in seria considerazione l’idea di rivolgerti a un servizio come Shopify.

Qualora non ne avessi mai sentito parlare, Shopify è una soluzione, già usata da oltre 1.000.000 di negozi in tutto il mondo, che permette di creare un ecommerce perfettamente ottimizzato per desktop e mobile in una manciata di clic. Basta accedere alla sua pagina iniziale (o avviare la sua app per smartphone e tablet), scegliere un nome da assegnare al proprio store e inserire i propri dati. Si può così dar vita a un ecommerce completo, mediante il quale vendere i propri beni o servizi online. Shopify gestisce tutto: dal marketing ai pagamenti, dal check-out sicuro alle spedizioni e consente di scegliere tra tantissimi design pronti all’uso, quindi il tuo ecommerce avrà un aspetto professionale anche se non hai alcuna competenza in ambito di Web design!

Inoltre, potrai avviare campagne marketing via Google, Facebook, email o SMS, gestire facilmente l’inventario e la lista clienti, ottenere report dettagliati sulle vendite, creare codici sconto e molto altro ancora. Ci sono anche hosting sicuro illimitato, banda illimitata gratuita e la possibilità di acquistare un nome di dominio, usufruirne di uno gratuito o sfruttarne uno già esistente. I prezzi? C’è un periodo di prova gratis, senza alcun obbligo di rinnovo, poi si può scegliere tra vari piani disponibili, adatti a tutte le tasche e tutte le esigenze. Per saperne di più e scoprire come creare un ecommerce con Shopify in dettaglio, continua a leggere: trovi spiegato tutto qui sotto.

Indice

Piani di Shopify

Shopify

Prima di entrare nel vivo del tutorial e spiegarti come creare un ecommerce con Shopify, mi sembra doveroso fare una panoramica sui piani offerti dal servizio e sulle loro caratteristiche. Premesso che è possibile aprire un ecommerce gratis per 14 giorni (o di più, ad esempio 90 giorni, nei periodi di promo) senza inserire alcun dato di pagamento, i piani che successivamente è possibile sottoscrivere sono i seguenti.

  • Basic Shopify – comprende tutto quello che serve per lanciare un nuovo negozio per 29$/mese. Include un sito Web di ecommerce con un blog; prodotti illimitati; 2 account staff; assistenza 24/7 in inglese; la possibilità di sfruttare vari canali di vendita come marketplace e social media (la disponibilità dei canali di vendita può variare a seconda del Paese); la creazione manuale degli ordini; la possibilità di integrare codici sconto; certificato SSL gratuito e recupero dei carrelli abbandonati. Include anche l’analisi frode e prevede le seguenti commissioni: 1,9% + 0,25 € su commissioni sui pagamenti effettuati online con carte di credito europee; 3,6% + 0,25 € su commissioni sui pagamenti effettuati online con carte di credito internazionali/Amex e 2,0% su commissioni aggiuntive con tutti i gestori di pagamenti diversi da Shopify Payments.
  • Shopify – per portare il proprio negozio a un livello successivo, costa 79$/mese. Comprende tutti i vantaggi del piano Basic, con 5 account staff; la possibilità di inserire buoni regalo e la reportistica. Include anche l’analisi frode e prevede le seguenti commissioni: 1,8% + 0,25 € su commissioni sui pagamenti effettuati online con carte di credito europee; 3,4% + 0,25 € su commissioni sui pagamenti effettuati online con carte di credito internazionali/Amex e 1,0% su commissioni aggiuntive con tutti i gestori di pagamenti diversi da Shopify Payments.
  • Advanced Shopify – con tutte le funzioni più avanzate per ingrandire il proprio business, costa 299$/mese. Comprende tutti i vantaggi del piano Shopify, con 15 account staff; reportistica avanzata e tariffe di spedizione (mostra tariffe calcolate con il proprio account o tramite altre app per le spedizioni in fase di check-out). Include anche l’analisi frode e prevede le seguenti commissioni: 1,6% + 0,25 € su commissioni sui pagamenti effettuati online con carte di credito europee; 3,2% + 0,25 € su commissioni sui pagamenti effettuati online con carte di credito internazionali/Amex e 0,5% su commissioni aggiuntive con tutti i gestori di pagamenti diversi da Shopify Payments.

Tutti i piani prevedono inoltre hosting sicuro illimitato, banda illimitata gratuita e la possibilità di acquistare un nome di dominio, utilizzarne uno gratuito myshopify.com o sfruttare un nome di dominio già esistente. Maggiori info qui.

Come funziona Shopify

A questo punto, direi che sei pronto per passare all’azione e scoprire come creare un ecommerce con Shopify. Ecco, dunque, come creare un negozio e come gestirlo al meglio su questa piattaforma.

Per realizzare il tutorial, io ho usato la versione Web di Shopify per computer, tuttavia sappi che Shopify è disponibile anche sotto forma di app per smartphone e tablet. È compatibile sia con Android che con iOS/iPadOS e permette di creare e gestire gli ecommerce in maniera comoda così come accade su computer. A te la scelta.

Creare il negozio

Shopify

Per aprire il tuo ecommerce su Shopify, non devi far altro che collegarti al sito ufficiale del servizio, digitare il tuo indirizzo email nell’apposito campo di testo e cliccare sul pulsante Inizia la prova gratuita. Come già detto, puoi creare il tuo negozio gratis senza inserire dati di pagamento fino alla fine della trial.

Nella pagina che si apre, digita la password che vuoi usare per il tuo negozio e il nome del tuo negozio, negli appositi campi di testo, e premi sul pulsante Crea il tuo negozio per andare avanti. Entro pochi secondi ti verrà proposto un altro modulo.

Specifica, dunque, se hai già cominciato a vendere, quali sono le tue entrate attuali e se stai creando un negozio per un cliente; compila eventuali nuovi campi che compaiono e clicca sul pulsante Avanti (o su Salta, se non vuoi rispondere a questi quesiti).

In seguito, digita l’indirizzo per ricevere i pagamenti, compilando l’apposito prospetto che vedi su schermo (completo anche di numero di telefono), e fai clic sul pulsante Entra nel negozio per accedere al tuo nuovo ecommerce, che potrai cominciare ad allestire e gestire sin da subito seguendo le indicazioni che trovi di seguito.

Gestire il negozio

Shopify

Al primo accesso, nella sezione Home del pannello di gestione di Shopify, troverai delle indicazioni molto utili per prepararti a vendere online. Ad esempio, potrebbe esserti chiesto di inserire eventuali informazioni fiscali mancanti (es. la partita IVA).

Nel riquadro Preparati per vendere online. Prova questi consigli per iniziare troverai, invece, dei collegamenti rapidi per compiere le operazioni necessarie ad allestire il tuo ecommerce: aggiungere prodotti, personalizzare il tema, aggiungere un dominio e così via.

Prodotti e ordini

Nuovo prodotto Shopify

Per procedere con l’aggiunta dei prodotti, clicca sul pulsante Aggiungi prodotto. In alternativa, seleziona la voce Prodotti dal menu laterale e clicca sul bottone Aggiungi prodotto. Si aprirà così il modulo per l’aggiunta di nuovi prodotti.

Nei campi Titolo, Descrizione e Media devi aggiungere, rispettivamente, il nome del prodotto, una sua descrizione e foto/video che lo rappresentino. Scorrendo la pagina verso il basso, puoi trovare i campi Prezzi (per inserire prezzo, prezzo di confronto, costo per articolo e scegliere se applicare imposte sul prodotto), Inventario (per indicare SKU, codice a barre, quantità e scegliere se monitorare quantità e continuare a vendere quando esaurito), Spedizione (per specificare se si tratta di un prodotto fisco, indicarne il peso, il Paese di origine e il codice HS) e Varianti (da usare se il prodotto ha più opzioni, come diverse taglie o colori).

Nella barra laterale di destra, invece, trovi il riquadro Disponibilità prodotto, per indicare in quali sezioni del sito rendere disponibile il prodotto, e il riquadro Organizzazione, che permette di indicare tipo di prodotto, produttore, collezioni in cui includerlo (in modo da renderlo più facilmente rintracciabile nel negozio) e tag. Quando hai finito di compilare il tutto, clicca sul pulsante Salva, per salvare il prodotto e aggiungerlo al tuo ecommerce.

Successivamente, potrai modificare i tuoi prodotti semplicemente selezionando le voci Prodotti > Tutti i prodotti (o Collezioni, per sfogliarli in base alle collezioni di appartenenza) dal menu laterale di Shopify e cliccando sul nome del prodotto da modificare. Nella sezione Prodotti trovi anche dei comodi filtri per le ricerche e i pulsanti Esporta e Importa che permettono, rispettivamente, di esportare i prodotti presenti nel negozio in file XLS e CSV e di importare liste CSV di prodotti già esistenti.

Shopify

Selezionando, invece, la voce Inventario dalla barra laterale di sinistra puoi accedere all’inventario del tuo negozio contenente la lista dei prodotti disponibili, in modo da monitorare e modificare le quantità in arrivo e disponibili. Anche qui ci sono i filtri per le ricerche e i pulsanti Importa ed Esporta, per importare ed esportare liste di prodotti.

Andando su Trasferimenti (sempre nel menu laterale) puoi gestire i trasferimenti d’inventario, filtrandoli in base a criteri personalizzati e visualizzandoli in base al loro stato: in attesa, parziali e completati. Per aggiungerne uno nuovo, ti basta cliccare sul pulsante Aggiungi trasferimento e compilare il modulo che ti viene proposto.

In Collezioni, invece, puoi creare e gestire delle collezioni di prodotti, cioè delle categorie in cui inserire i prodotti del tuo ecommerce su base manuale (quindi scegliendo direttamente quali inserirvi) o intelligente, impostando delle regole automatiche basate su titolo, tipo, fornitore, prezzo, tag del prodotto e così via. Per creare una nuova collezione, ti basta cliccare sul pulsante Crea collezione e compilare il modulo che ti viene proposto. Per modificarne una, ti basta invece selezionarla dalla pagina Collezioni.

Infine, c’è la sezione Buoni regalo (accessibile sempre dal menu laterale) che consente di creare e gestire i buoni regalo per i clienti del proprio ecommerce (a patto di aver sottoscritto un piano di Shopify che ne consenta l’utilizzo).

Shopify

Oltre ai buoni regalo, puoi impostare anche dei codici sconto, per consentire ai tuoi clienti di risparmiare sugli acquisti effettuati nel tuo negozio. Per creare un codice sconto, seleziona la voce Sconti dalla barra laterale di sinistra e clicca sul pulsante Crea un codice sconto. Potrai così impostare il codice e scegliere se applicarlo su percentuale, importo fisso, spedizione ecc. e se renderlo effettivo su un intero ordine, su delle collezioni o su dei prodotti specifici.

Da sottolineare anche la possibilità di creare sconti automatici, da applicare automaticamente al check-out e sul carrello: puoi gestire gli sconti automatici nell’apposita scheda della sezione "Sconti".

Sconti Shopify

Una volta che il tuo negozio sarà avviato, potrai gestire gli ordini ricevuti cliccando sull’apposita voce presente nel menu laterale di Shopify. Si aprirà così la pagina contenente la lista di tutti gli ordini, con la possibilità di filtrarli in base a parametri personalizzati, creare nuovi ordini (cliccando sul pulsante apposito) e sfogliarli in base al loro stato: aperto, non pagato e così via. Per visualizzare i dettagli di un ordine, clicca semplicemente sul suo codice di riferimento.

Se vuoi creare un ordine preliminare, invece, non devi far altro che cliccare sulla voce Ordini preliminari presente nella barra laterale di sinistra, premere sul pulsante per creare un nuovo ordine e compilare il modulo che ti viene proposto. Selezionando poi la voce Carrelli abbandonati dal menu laterale puoi visualizzare e gestire la lista dei carrelli abbandonati, cioè i carrelli dei clienti che hanno aggiunto degli articoli al proprio carrello acquisti senza completare però il check-out.

Shopify

A proposito di clienti: sappi che puoi gestire la lista dei tuoi clienti, importarla da un file CSV e aggiungere manualmente nuovi clienti al database del tuo ecommerce semplicemente selezionando la voce Clienti dal menu laterale di Shopify.

Per monitorare le statistiche del tuo negozio, invece, puoi contare sulla sezione Analisi (accessibile sempre dal menu laterale), che consente di avere una panoramica generale sull’andamento dello store (Dashboard), generare report sulle vendite e visualizzare i dati sulle vendite in tempo reale (Live View).

Shopify

Ti consiglio, poi, di studiare bene gli strumenti presenti nella sezione Marketing di Shopify, i quali consentono di configurare le integrazioni dell’ecommerce con Facebook Marketing e Google Shopping (in Panoramica), creare delle campagne di marketing (tramite Facebook, campagna email, SMS, Snapchat e altro) e configurare delle automazioni.

Le automazioni del marketing mostrano annunci e inviano messaggi ai clienti in base alla loro attività. Per crearne una, seleziona l’apposita voce dalla barra laterale di sinistra, premi sul pulsante Crea automazione e scegli il tipo di attività da automatizzare (es. campagna Google, email o SMS).

Automazioni Shopify

Puoi trovare altri strumenti e servizi per promuovere la tua attività tramite le app presenti nell’App Store di Shopify, accessibile selezionando la voce App dalla barra laterale di sinistra e cliccando sul pulsante Visita l’App Store di Shopify, in alto a destra.

Una volta individuata l’app di tuo interesse, selezionala e clicca sul pulsante Add app, per aggiungerla al tuo negozio.

Aspetto e pagine

Temi Shopify

Dopo aver aggiunto prodotti al tuo ecommerce, puoi passare alla personalizzazione del tema e delle pagine del negozio da far vedere ai clienti.

Seleziona, dunque, la voce Negozio online dalla barra laterale di sinistra e, per scegliere il tema da utilizzare, accedi alla sezione sottostante: Temi. Da qui, cliccando sugli appositi pulsanti, puoi navigare tra tanti temi gratuiti, accedere al Theme store di Shopify con i temi a pagamento o caricare un tema dal tuo PC.

Una volta scelto il tema che ti piace di più, selezionalo e, se disponibile in più varianti, indica quella che preferisci per il tuo ecommerce; dopodiché clicca sul pulsante Aggiungi alla libreria temi, per aggiungerlo alla tua libreria e attendi qualche secondo.

Non appena il tema comparirà nella sezione Temi del tuo ecommerce, per utilizzarlo pubblicamente, non devi far altro che cliccare sulla voce Azioni ad esso relativa, quindi su Pubblica e dare conferma.

Per modificare le caratteristiche estetiche del tema scelto e personalizzare la composizione delle pagine del tuo negozio, clicca sul pulsante Personalizza relativo al tema in uso e poi usa l’editor che ti viene proposto per applicare le modifiche desiderate.

Shopify

Selezionando una pagina (es. Home Page) dal menu a tendina collocato in alto a sinistra – o con la semplice navigazione nell’anteprima del sito – puoi visualizzare tutte le sezioni che compongono quest’ultima, elencate nella barra laterale di sinistra. A questo punto, puoi riordinare le sezioni con il mouse e aggiungerne di nuove.

Spostandoti, invece, nella scheda Impostazioni tema (in alto a sinistra) puoi modificare layout, colori e caratteri tipografici dello store, personalizzare la favicon (cioè l’icona da visualizzare nel browser), i collegamenti dei social media e le immagini da usare in fase di check-out. Una volta applicate le modifiche desiderate, clicca sul pulsante Salva, in alto a destra.

Per creare nuove pagine e gestire il contenuto del blog, invece, devi selezionare rispettivamente le voci Pagine e Blog dal menu laterale di Shopify e procedere con la creazione dei contenuti che desideri proporre ai tuoi clienti, usando gli appositi pulsanti.

Ti ricordo che, in ogni momento, puoi visualizzare un’anteprima live del tuo negozio, cliccando sull’icona dell’occhio presente accanto alla voce Negozio online nella barra laterale di sinistra.

Blog Shopify

La sezione Navigazione ti consente invece di personalizzare i menu del sito (es. Menu footer e Menu principale), con la possibilità di aggiungere nuove voci/link, mentre la sezione Domini ti consente di gestire i domini legati all’ecommerce, acquistandone di nuovi, trasferendoli e collegando un dominio esistente.

Infine, in Preferenze puoi regolare varie impostazioni del tuo negozio online, come titolo e meta description, impostazioni relative a Google Analytics e Pixel di Facebook e la protezione con password: se non rimuovi la password predefinita, i clienti potranno accedere al tuo store solo inserendo la parola chiave giusta, quindi ti consiglio di disattivare questa limitazione. Una volta modificate le preferenze, clicca su Salva, per renderle effettive.

Shopify

Puoi trovare altri strumenti e servizi per potenziare il tuo ecommerce nell’App Store di Shopify, accessibile selezionando la voce App dalla barra laterale di sinistra e cliccando poi sul pulsante Visita l’App Store di Shopify.

App Store Shopify

Una volta individuata l’app di tuo interesse (ce ne sono davvero tantissime tra cui scegliere, come quelle dedicate alle spedizioni e alla normativa GDPR), selezionala e clicca sul pulsante Add app, per aggiungerla al tuo negozio.

Per maggiori informazioni

Shopify

Se ti servono maggiori informazioni su Shopify e sul suo funzionamento, consulta il Centro Assistenza Shopify che include articoli informativi sui primi passi da muovere all’interno della piattaforma, i modi per vendere, la configurazione e la gestione del negozio e molto altro ancora.

Inoltre, qualora avessi bisogno di aiuto diretto, puoi cliccare sul pulsante Contatta il servizio di assistenza Shopify, in basso, e scegliere se visitare la community di Shopify, in cui altri merchant di Shopify condividono le proprie esperienze e conoscenze, o se mandare un’email allo staff di Shopify. Troverai sicuramente le risposte che cerchi.

Articolo realizzato in collaborazione con Shopify.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.