Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Creare un sito ecommerce

di

Stai pensando di aprire un’attività che si basi su un sito e-commerce in cui vendere dei prodotti su Internet e vorresti qualche consiglio al riguardo? Hai fatto qualche ricerca, ma l’argomento ti sembra abbastanza complesso e vorresti sapere quali sono i migliori servizi a cui affidarsi? Niente paura, eccomi qui pronto a chiarire i tuoi dubbi.

Se il tuo intento è quello di creare un sito e-commerce, devi come prima cosa sapere che ci sono diverse possibilità per farlo: è infatti possibile aprire un e-commerce gratuitamente, attraverso servizi online già quasi del tutto preconfigurati; in secondo luogo, se si hanno esigenze professionali e competenze tecniche più o meno avanzate, è possibile acquistare un hosting e un dominio e installare un CMS, un software adatto alla configurazione di un-ecommerce in ogni suo aspetto. In alternativa, è possibile realizzare un sito e-commerce da zero, attraverso il linguaggio di programmazione.

Ti chiedi quale sia la soluzione migliore tra quelle elencate? In realtà non c’è, tutto dipende dalle proprie esigenze, competenze e dal budget disponibile. In questo tutorial, quindi, ti illustrerò tutte le situazioni citate, parlandoti delle risorse a tua disposizione per l’attività che hai in mente di realizzare. Sei pronto per iniziare? Sì? Benissimo, prenditi qualche minuto di tempo libero, in modo da prestare la massima attenzione alle indicazioni che ti fornirò in questa mia guida. Ti auguro una buona lettura.

Indice

Creare un e-commerce gratuito

Se intendi creare un sito e-commerce gratuitamente, in quanto hai esigenze di base, ti consiglio di dare uno sguardo alle piattaforme di cui ti parlo nelle prossime righe, in modo da individuare il servizio più adatto alle tue necessità.

Shopify

Shopify

Shopify è un servizio usato da oltre 1.000.000 di negozi in tutto il mondo che permette di creare ecommerce professionali in una manciata di clic, senza avere conoscenze in ambito di programmazione o di Web design (è possibile scegliere tra centinaia di template personalizzabili). Offre hosting sicuro illimitato, banda illimitata gratuita e un nome di dominio gratuito shopify.com, con la possibilità di acquistarne uno personalizzato o di usarne uno già esistente.

Shopify gestisce tutto: dal marketing ai pagamenti, dal check-out sicuro alle spedizioni e consente di gestire con facilità ordini, inventario e lista clienti. Permette inoltre di avviare campagne marketing via Google, Facebook, email o SMS e di analizzare in maniera dettagliata i dati sulle vendite. Si può usare gratis per un periodo di prova limitato (senza inserire dati di pagamento e senza obbligo di rinnovo), dopodiché si può scegliere tra vari piani adatti a tutte le tasche e tutte le esigenze, a partire da 29$/mese.

Entrando più nel dettaglio, per creare un ecommerce con Shopify, non devi far altro che collegarti al sito ufficiale del servizio, digitare il tuo indirizzo email e cliccare sul pulsante Inizia la prova gratuita. Dopodiché devi digitare la password che vuoi usare per il tuo negozio, il nome che vuoi assegnare a quest’ultimo e premere sul pulsante Crea il tuo negozio.

Infine, devi specificare se hai già cominciato a vendere, quali sono le tue entrate attuali e se stai creando un negozio per un cliente, fornire il resto delle informazioni richieste, cliccare sul pulsante Avanti (o su Salta, se per saltare questo passaggio) e fornire l’indirizzo per ricevere i pagamenti.

Ti ritroverai così al cospetto del pannello di gestione di Shopify con, sulla sinistra, il menu per accedere a tutte le sezioni del servizio: Home, con la dashboard principale del tuo ecommerce; Ordini, per gestire gli ordini; Prodotti, per aggiungere e gestire prodotti; Clienti, per gestire la lista dei clienti; Analisi, per visualizzare i dati sulle vendite; Marketing, per impostare le campagne marketing; Sconti, per impostare codici sconto; App, per ampliare il tuo ecommerce con funzioni aggiuntive, e Negozio online, per personalizzare aspetto e pagine del negozio.

Ti segnalo, inoltre, che Shopify è disponibile anche come app per Android e iOS/iPadOS e permette sia di creare che di gestire gli ecommerce da smartphone e tablet. Per saperne di più, consulta il mio tutorial su come creare un ecommerce con Shopify.

Jimdo

Per realizzare gratuitamente e facilmente un sito e-commerce, ti consiglio di rivolgerti alla piattaforma Jimdo, che permette di creare siti Internet con sottodominio .jimdofree.com, 500 MB di spazio e 2GB di banda.

Per iniziare, collegati al suo sito ufficiale, premi sul pulsante Crea il tuo sito Web e registra un account, facendo clic sul pulsante Iscriviti con Facebook o Iscriviti con Google, oppure compila il modulo di registrazione, indicando un’email e una password, accettando i termini e le condizioni del servizio e premendo sul pulsante Nuova registrazione.

Dopodiché, fai clic sul bottone Crea uno shop online che vedi a schermo, indica la tipologia del sito che vuoi creare, apponendo segno di spunta su una delle voci proposte (per esempio Negozio), fai clic su Incomincia subito, scegli il template da utilizzare, premendo su uno di quelli mostrati e poi seleziona il pulsante Pronti? Via!, in corrispondenza della opzione Free, per proseguire gratuitamente.

Nella schermata successiva, inserisci il nome di dominio da utilizzare (è anche possibile l’acquisto dello stesso, con prezzi a partire da 6,50 €/ mese), premi sul bottone Verifica la disponibilità e poi su quello chiamato Crea il tuo sito gratis.

Attendi caricamento dell’editor e seleziona il pulsante Toolbar (in alto a sinistra) per gestire le impostazioni del tuo sito Internet, facendo riferimento alla sezione Shop, per tutto ciò che riguarda il modulo e-commerce; oppure fai clic sulla voce di menu Design, per la modifica dell’estetica.

I facoltativi piani a pagamento di Jimdo, Pro e Business (6,50€/mese e 15€/mese ) servono per effettuare l’upgrade di memoria e banda, per poter vendere un numero illimitato di prodotti (solo per Jimdo Business, altrimenti sono massimo 3) e per eliminare la pubblicità.

One Minute Site

Screenshot di 1 Minute Site

Un’altra piattaforma gratuita alla quale puoi fare riferimento è One Minute Site, che permette la vendita di prodotti, seppur con alcune limitazioni, come per esempio un dominio di terzo livello .oneminutesite.it.

Collegati quindi al suo sito Internet, premi su Prova il nostro ecommerce gratis, compila il modulo che ti viene proposto con nome del sito, indirizzo email e password che vuoi usare per accedere al tuo account, spunta le caselle Non sono un robotaccetto il contratto generale (seguendo le indicazioni a schermo per risolvere il captcha) e clicca sul pulsante Crea il tuo negozio online, per proseguire.

Nella schermata successiva, premi sul riquadro Creazione fai da te o Creazione guidata, a seconda del tuo grado di esperienza con la realizzazione di siti Internet. Per esempio, fai clic su Creazione guidata, se è la prima volta che impieghi questo tool, premi su Seleziona e continua e poi rispondi ad alcune domande, per iniziare la creazione del sito.

Dopo aver risposto a tutte le domande premi su Salva e Continua, in modo da accedere all’editor, fai clic sulla voce E-commerce dal menu a tendina in alto e, infine, scegli se premere sul pulsante Attiva il catalogo o Attiva l’e-commerce, a seconda delle tue esigenze per alla vendita di prodotti.

Ti segnalo che è possibile richiedere l’attivazione dell’offerta Try & Buy che dà la possibilità di utilizzare la versione business dell’ecommerce di One Minute Site per 3 mesi senza anticipare alcun dato di pagamento. Al termine dei 3 mesi, si viene ricontattati e si può scegliere se rinnovare o meno l’abbonamento. In caso di proseguimento, vengono attivati anche il dominio di primo livello e le caselle di posta associate a quest’ultimo.

I piani in abbonamento facoltativi partono da 8 euro al mese + IVA (96 euro +IVA/anno) e servono per effettuare l’upgrade del sito e per vendere prodotti in numero illimitato (altrimenti gratuitamente si possono vendere massimo 3 prodotti).

Altri servizi proprietari

Se il tuo intento è quello di creare un e-commerce puoi avvalerti di altre soluzioni simili a quelle precedentemente indicate, come quelle di cui ti parlo nelle prossime righe.

In alternativa, puoi anche vendere i tuoi prodotti su siti di e-commerce preesistenti, come per esempio eBay o Amazon, servizi che però non sono gratuiti. A tal proposito, per maggiori informazioni al riguardo, leggi il mio tutorial su come vendere su Amazon oppure la mia guida su come aprire un negozio eBay.

  • Blomming – si tratta di un servizio che permette di aprire un negozio su Internet e che include una funzione che serve per integrare la propria vetrina di prodotti su Facebook in modo da venderli tramite il social network. Non è completamente gratuito, in quanto i prezzi partono dai 9,99€/mese con una versione di prova gratuita.  Te ne ho parlato più nel dettaglio in questo mio tutorial.
  • Wix – si tratta di un servizio simile a quelli citati nel paragrafo precedente che permette di creare un sito Internet con inclusa una piattaforma e-commerce e che adatto anche a chi è alle prime armi. Permette di ottenere un sito di e-commerce gratuitamente con dominio di terzo livello .wixsite.com e offre anche piani a pagamento con prezzi a partire da 6,21€/mese. Te ne ho parlato in questa mia guida.

Creare un e-commerce tramite CMS

Se, invece, il tuo intento è quello di dare vita a un e-commerce professionale, devi prendere in considerazione la possibilità di installare manualmente un CMS, ovvero un Content Management System, in italiano chiamato Sistema di gestione dei contenuti.

Quest’ultimo è infatti un software per la gestione dei siti Internet che, in caso di e-commerce, va installato e configurato all’interno di uno spazio hosting precedentemente acquistato. Inoltre, per la realizzazione di un sito quanto più professionale possibile, va abbinato a un dominio di secondo livello a pagamento.

A tal proposito, ti consiglio di leggere alcuni miei tutorial legati a quest’argomento, come per esempio quello in cui ti ho parlato dei migliori hosting a pagamento e quello dedicato all’acquisto di domini Web.

Inoltre, per quanto riguarda l’acquisto di un hosting, ti consiglio di valutare i pacchetti con server dedicati e pensati per gli e-commerce come, per esempio, quelli di Aruba, che partono dai 49,99€+IVA/anno e permettono di vendere fino a 100 prodotti. Come avrai capito leggendo questo mio tutorial, aprire un e-commerce richiede maggiori requisiti tecnici e, di conseguenza, una spesa maggiore, rispetto all’apertura di un normale blog.

Fatte queste premesse, nelle righe che seguono ti parlo di quelli che sono i CMS più utilizzati per la realizzazione di un e-commerce.

WordPress

WordPress

WordPress è uno tra i più noti CMS gratuiti e open source. Viene utilizzato per la creazione di blog e siti Internet ma può essere impiegato anche per creare un e-commerce. WordPress, infatti, dispone di numerosi plugin e temi utili al tal scopo, come per esempio WooCommerce, che sono installabili gratuitamente. Grazie a questi strumenti, WordPress può essere utilizzato per la realizzazione di una piattaforma di e-commerce completa e professionale in maniera semplice.

A tal proposito, sappi che è possibile rivolgersi a delle soluzioni all-in-one che offrono dominio, hosting e un’installazione di WordPress con WooCommerce pronta all’uso. Ad esempio, l’Hosting WooCommerce Gestito di Aruba comprende un’installazione di WordPress con WooCommerce, la registrazione e il mantenimento annuale di un nome a dominio, spazio illimitato su SSD e un database da 2GB su SSD con supporto a 200 connessioni e traffico fino a 500.000 visitatori mensili.

Inoltre, viene offerto il certificato SSL DV per le connessioni sicure in HTTPS (ormai richiesto dalla maggior parte di browser e motori di ricerca), il monitoraggio e il backup automatico, l’ambiente di staging per testare le modifiche al sito senza alterare quello in produzione, caselle email da 1GB illimitate, 10 caselle PEC su dominio e molto altro.

Il servizio ha prezzi a partire da 124,50 euro + IVA per il 1° anno e poi 249,00 euro + IVA/anno. Per maggiori informazioni, leggi la mia guida sull’Hosting WooCommerce Gestito di Aruba e consulta il sito ufficiale del servizio.

Se poi hai bisogno di ulteriori informazioni relative a WordPress, puoi leggere le mie guide dedicate a questo CMS e qualche libro tecnico sull’argomento.

E-Commerce con WordPress e Woocommerce. Creare un negozio online con i...
Vedi offerta su Amazon


Magento

Uno tra i CMS più completi e professionali per la creazione di un e-commerce è Magento. Questo software open source è però adatto agli esperti del settore, in quanto è più difficile da utilizzare rispetto a WordPress ed è richiesta l’installazione dello stesso su piattaforme di hosting con elevati requisiti tecnici.

Magento è disponibile in una versione gratuita, Community Edition, che però secondo alcuni utenti che la utilizzano risulta un po’ limitata. Vi sono anche alcune versioni a pagamento, Professional Edition e Enterprise Edition, le quali però presentano costi piuttosto elevati da sostenere, di cui puoi richiedere un preventivo a questo link.

Se vuoi approfondire l’argomento, ti consiglio la lettura di alcuni manuali tecnici, come per esempio quelli che trovi qui di seguito.

E-Commerce con WordPress e Woocommerce. Creare un negozio online con i...
Vedi offerta su Amazon


Drupal

Drupal è un altro CMS piuttosto famoso che viene utilizzato per la creazione di e-commerce con negozi di grandi dimensioni. Si tratta di una tra le più conosciute alternative a Magento: Drupal è infatti gratuito e open source.

È personalizzabile in maniera completa e avanzata ma, ovviamente, sono richieste specifiche competenze tecniche per il suo utilizzo.

A tal proposito, qui di seguito ti indico qualche libro tecnico utile per approfondire l’argomento.

Getting Started with Drupal Commerce
Vedi offerta su Amazon


Prestashop

Prestashop è una piattaforma di CMS open source che è un’altra alternativa da prendere in considerazione per mettere in piedi un e-commerce. È considerata una valida alternativa a Magento, in quanto richiede meno requisiti tecnici ed è considerata dagli utenti più semplice da utilizzare, per via di una community attiva, che aiuta nella risoluzione dei problemi, e di un pannello di amministrazione dal design più immediato.

Può essere adatta anche agli utenti meno esperti, in quanto il suo strumento PrestaShop Ready si pone come soluzione a pagamento “chiavi in mano” (19,90 €/mese dopo 15 giorni di prova gratuita) per la realizzazione di e-commerce professionali.

Vuoi conoscere meglio questo CMS? Benissimo, ecco qui di seguito qualche libro consigliato sull’argomento.

Prestashop 1.6. Creare siti e-commerce professionali
Vedi offerta su Amazon


Joomla

Joomla è un CMS considerato un’alternativa a WordPress che può essere impiegato anche per la creazione di siti e-commerce. Per alcuni utenti è considerato più semplice da utilizzare, rispetto a Magento o Drupal, e integra anche diversi plugin per la realizzazione di un sito Internet nel quale vendere prodotti, come per esempio Virtuemart.

Per approfondire il suo utilizzo, puoi trovare qui di seguito qualche libro sull’argomento.


Creare un sito e-commerce con PHP

Se le tue esigenze sono ancora più specifiche, in quanto vorresti mettere in piedi un sito e-commerce, tramite il linguaggio di programmazione PHP, devi prendere in considerazione di rivolgerti a un professionista del settore, nel caso in cui tu non abbia conoscenze tecniche.

Possiedi già qualche competenza sulla programmazione di siti Internet in PHP? Vorresti migliorarle oppure realizzare un e-commerce da autodidatta? A tal proposito, il mio consiglio è quello di studiare l’argomento tramite specifici manuali tecnici, come quelli mostrati qui di seguito.

Sviluppare in PHP 7. Realizzare applicazioni Web e API professionali
Vedi offerta su Amazon
PHP & MySQL
Vedi offerta su Amazon
Imparare a programmare: Dopo averlo letto sarà facilissimo imparare qu...
Vedi offerta su Amazon

Ti ricordo che, anche in questo caso, è necessario acquistare un hosting e un dominio Web. Puoi approfondire questi argomenti, consultando le guide sugli hosting a pagamento e su come acquistare domini Web.

Articolo realizzato in collaborazione con Shopify e Aruba.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.