Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come vendere su eBay

di

Dopo averci giocato per anni, hai deciso di mettere da parte la tua console e passare al nuovo modello appena uscito. Per ammortizzarne il costo, vorresti recuperare qualche soldo mettendo in vendita alcuni videogiochi che non utilizzi più e, soprattutto, la tua vecchia console. Avendo già comprato online su eBay, hai scelto questa piattaforma anche per le tue vendite ma, essendo la prima volta che ti trovi “dall'altra parte” di questo celebre ecommerce, non hai la minima idea su come fare per creare le tue inserzioni di vendita. È così? Allora non vedo dove sia il problema: se vuoi, ci sono qui io per aiutarti e darti una mano per riuscire nel tuo intento.

Se mi dedichi qualche minuto del tuo tempo, posso spiegarti come vendere su eBay sia da privato che come azienda. Infatti, ti indicherò la procedura dettagliata per pubblicare i tuoi oggetti sulla celebre piattaforma di shopping online elencandoti le tariffe e i costi da sostenere sia nel caso dei venditori non professionali, sia nel caso di venditori professionisti con Partita IVA. Come dici? Non vedi l'ora di saperne di più? Allora non perdere altro tempo e approfondisci sùbito l'argomento.

Coraggio: mettiti bello comodo, prenditi cinque minuti di tempo libero e dedicati alla lettura dei prossimi paragrafi. Leggi con attenzione le indicazioni che sto per darti, prova a metterle in pratica e sono sicuro che, in men che si dica, riuscirai a mettere in vendita tutti i tuoi videogiochi inutilizzati e guadagnare qualche soldo extra. Buona lettura e, soprattutto, buone vendite!

Indice

Come vendere su eBay da privato

Iniziamo a vedere come vendere su eBay da privato, quindi se si è venditori occasionali o, comunque, non si ha un vero e proprio negozio.

Come vendere su eBay: costi

soldi

Prima di mettere in vendita il tuo primo prodotto su eBay, devi conoscere quali sono le tariffe che ti verranno applicate. Ma devo pagare? Io pensavo fosse senza costi! Come vendere su eBay gratis? Calma, le cose sono un po' più sottili del semplice costo fisso. Devi sapere che il celebre sito di shopping online applica delle commissioni per le vendite andate a buon fine ma, non temere, inserire le inserzioni è quasi sempre gratuito. Si può dunque dire che eBay sia gratis, seppur abbia delle commissioni. Decidi tu come etichettare la cosa.

Un venditore non professionale senza negozio ha a disposizione 150 inserzioni gratuite al mese nei formati Compralo subito e Asta online: superato questo limite, ogni inserzione ha un costo di 0,35 euro. Un venditore che ha creato il proprio negozio base, invece, dispone di 250 inserzioni gratuite al mese (dopo la centesima il costo è di 0,15 euro per singola inserzione con modalità “Compralo subito” e 0,35 euro per inserzione in asta).

Se l'oggetto messo in vendita viene acquistato, sono previste anche delle commissioni di vendita: la commissione sul valore finale è il 5% del valore totale della transazione, a cui bisogna aggiungere una commissione di 0,35 euro per transazione. Questo vale per vendite fino a 2.000 euro ma, se si supera questa cifra, la commissione scende al 2%. Per maggiori informazioni, puoi consultare la pagina delle tariffe venditori del sito di eBay.

Come vendere su eBay: spedizione

mondo

Se vuoi vendere su eBay, allora dovrai anche mettere in conto di spedire le tue merci dato che, sebbene esista la possibilità di un ritiro sul posto, generalmente è più probabile che ti venga richiesto l'invio. Ovviamente, essendo un ecommerce internazionale, eBay ha cercato di semplificare al massimo le cose.

Esiste infatti il Gestore eBay, ovvero una sorta di affiliazione che la piattaforma ha con alcune compagnie di spedizione (Poste Italiane e DHL). Grazie a questo sistema, puoi passare direttamente attraverso la piattaforma per acquistare la cedola di spedizione a un prezzo di favore.

Per quanto riguarda il pacco, verrà ritirato direttamente dove lo richiedi tu dal corriere o, se la tua zona non è coperta dal servizio, dovrai recarti tu alla filiale più vicina. Per quanto riguarda i prezzi, l'invio nazionale parte da una cifra di 5,26 euro IVA inclusa. Questa somma, però, varia a seconda del peso della merce e se l'invio è nazionale o internazionale, più altri fattori più o meno rilevanti. Per maggiori dettagli, consulta la pagina del Gestore spedizioni eBay.

Ovviamente puoi anche decidere di fare tutto da solo e non utilizzare i servizi che ti vengono offerti; non vi è alcun tipo di vincolo in questo. Se cerchi offerte vantaggiose in merito, ti lascio alla mia guida con i migliori siti per spedire pacchi.

Come vendere su eBay: modalità di pagamento

carta

Se ti stessi chiedendo come vendere su eBay con PayPal o qualunque altro metodo di pagamento, allora sappi che eBay offre diverse opzioni in tal senso. Oltre a pagare con la classica carta di credito, gli acquirenti possono servirsi anche di altri sistemi, tra cui proprio PayPal.

Quindi puoi collegare il tuo conto PayPal per ricevere pagamenti? No, o almeno non più. Fino a qualche anno fa, era effettivamente possibile ricevere i soldi direttamente su questo tipo di conto ma, dopo un cambio di regolamento da parte di eBay, è diventato impossibile. Bisogna necessariamente inserire un IBAN bancario.

Ma quindi come vendere su eBay senza conto corrente? Risposta secca e semplice: non puoi. Oggigiorno esiste solo un'unica forma per incassare il denaro acquisito durante una vendita, ovvero il già menzionato IBAN bancario. Se vuoi saperne di più, consulta il sito ufficiale di eBay.

Come vendere su eBay: pubblicazione di un annuncio

ebay annuncio

Per mettere in vendita un oggetto su eBay, collegati al sito ufficiale e accedi al tuo account cliccando sulla voce apposita. Se non hai un account, puoi creare un account eBay cliccando sulla voce registrati (in alto) e compilando il modulo che ti viene proposto.

A questo punto, fai clic sulla voce Vendi presente in alto e premi il pulsante Inizia a vendere. Scrivi, quindi, nella barra Dicci cosa vuoi vendere il tipo di prodotto che stai vendendo e, se ti escono delle opzioni, fai clic su quella più pertinente al tuo oggetto.

Nella nuova pagina apertasi, se hai individuato un oggetto simile a quello che intendi vendere, pigia su di esso poi scegli lo stato e pigia il pulsante Continua con l'inserzione. In caso non ci fossero corrispondenze, fai clic sull'opzione Continua senza nessuna corrispondenza presente in basso, apponi il segno di spunta accanto a una delle opzioni tra Nuovo, Nuovo: altro, Usato e Per parti di ricambio o non funzionante per indicare la condizione del tuo oggetto, poi premi il pulsante Continua con l'inserzione.

Nella pagina che segue, ti verrà chiesto di inserire tutte le informazioni rilevanti legate al tuo oggetto, casella per casella. Dal momento che queste variano a seconda della tipologia di prodotto, non posso essere più specifico in merito.

In ogni caso occorre inserire delle buone foto che rendano giustizia a ciò che stai vendendo e, ancor più importante, va compilata la sezione Prezzo con la tipologia di inserzione che si intende creare scegliendo una delle opzioni disponibili.

  • Asta online: per creare un'inserzione in asta con durata variabile da 1 a 10 giorni. Indica il Prezzo di partenza, la Durata dell'asta online e scegli se dare la possibilità all'acquirente di comprare subito l'oggetto, apponendo il segno di spunto accanto alla voce Compralo Subito e inserendo un prezzo più alto rispetto al prezzo di partenza. Se lo desideri, puoi impostare anche un Prezzo minimo a indicare che il prodotto andrà venduto solo se raggiunta la cifra minima inserita.
  • Compralo subito: permette all'acquirente di acquistare subito l'oggetto. Per questa tipologia di inserzione, devi specificare Prezzo e Quantità oltre che, se lo desideri, apporre il segno di spunta accanto alla voce Consenti proposte per permettere all'acquirente di inviarti offerte da valutare. Puoi impostare la data di inizio inserzione con la funzionalità Programma un'ora di inizio dell'inserzione.

Per completare la tua inserzione, indica la Modalità di spedizione scegliendola tramite il menu a tendina presente accanto alla voce Servizio (Pacco ordinario, Ritiro in zona, Piego di libri, Corriere ecc.) e indicandone il Prezzo, mentre se vuoi offrire la spedizione gratuita apponi il segno di spunta accanto alla voce Offri la spedizione gratis.

Scegli poi se abilitare la spedizione oppure permettere soltanto il ritiro in zona e, quando hai finito, puoi premere il pulsante Anteprima per dare una controllata generale o, se pensi sia tutto a posto, premere il pulsante Metti in vendita alle tariffe mostrate. Dopo una veloce revisione per verificarne la conformità alle regole, il tuo prodotto sarà in vendita.

Se preferisci operare da smartphone o tablet, puoi utilizzare l'app di eBay per Android (presente anche su store alternativi) o iOS/iPadOS. In questo caso, i passaggi da compiere sono leggermente diversi. Dalla Home, dopo aver fatto l'accesso o aver creato un account, premi sul pulsante Vendi e quindi su Vendi un oggetto.

A questo punto, inserisci nella barra di ricerca che cosa stai vendendo: anche qui, puoi andare alla ricerca di risultati che coincidono, per evitare di dover inserire i parametri manualmente, oppure fare tap sul pulsante Continua senza nessuna corrispondenza per redigere tutto a mano.

Indica dunque la condizione dell'oggetto, poi compila le varie parti che ti vengono richieste. Insomma, da app le differenze sono quasi completamente stilistiche che pratiche, quindi puoi seguire senza problemi la spiegazione dettagliata che ti ho dato per PC.

Se sei alle prime armi con eBay e stai ancora cercando di capirne le funzionalità, ti lascio alla mia guida su come funziona eBay, dove troverai altre informazioni utili a tal proposito.

Come vendere su eBay con Partita IVA

negozio

Sei un commerciante che ha bisogno di mettere in vendita molti prodotti e deve gestire un vero e proprio negozio? Allora hai bisogno di un account professionale e, per ottenerlo, devi semplicemente andare a modificare quello che possiedi cliccando sulla voce Il mio eBay, poi su Account, ancora su Modifica e cambiando da qui le impostazioni.

Fatto questo, sei pronto per vendere come venditore professionale su eBay, ma prima è meglio che tu conosca per bene i costi di tale operazione. Inoltre, una volta passato a un account professionale, non potrai tornare indietro a quello privato, quindi assicurati che sia ciò che desideri.

Quando venderai come professionista, pagherai 3 potenziali tipi di tariffe: la prima è sulla creazione dell'inserzione, la quale è piuttosto marginale e ammonta a 0,35 euro per la modalità Compralo subito e 0,50 euro per l'asta online.

Quella più impattante è sicuramente legata alla commissione sulla vendita dell'oggetto, la quale è superiore a quella da privato e ha qui un ammontare variabile a seconda della categoria dell'oggetto. Ad esempio, vendere qualcosa di tecnologico ti comporterà una commissione del 6,5% mentre, i ricambi per auto e moto, arrivano addirittura al 12%. La lista è lunga e merita di essere visionata con calma, quindi ti lascio il link alla pagina ufficiale.

La terza tariffa è invece opzionale ed è legata all'eventuale sponsorizzazione del prodotto: se vuoi metterlo in evidenza, si aggiunge un'ulteriore spesa sul prodotto finale, variabile a seconda di diversi fattori. Puoi trovare i dettagli nella stessa pagina linkata poche righe fa.

Come avrai facilmente intuito, si paga di più rispetto a un account standard, ma ci sono anche numerosi vantaggi: il primo è quello di avere una console per il venditore di alto livello, ideale per tenere traccia del tuo negozio in modo semplice e intuitivo.

A questo si aggiungono sconti per i venditori e, ultimo ma non per importanza, la possibilità di collegare un ecommerce proprietario alla pagina di eBay. Se possiedi un tuo negozio online fatto con Shopify, Wix o qualunque altra piattaforma compatibile, potrai sfruttare anche eBay per vendere la tua merce senza dover ricreare l'intero negozio da zero. Se vuoi sapere come creare un ecommerce con Shopify o come fare dropshipping su eBay, ti lascio ai miei articoli dedicati.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.