Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come fare Facebook Ads

di

Hai sentito parlare del fatto che puoi pubblicizzare la tua attività attraverso i social network, in primis Facebook, ma per quanto utilizzi questo servizio tutti i giorni, ancora non ti è del tutto chiaro il modo di destreggiarti in questo tipo di operazioni. Niente paura: nelle prossime righe ti spiegherò come fare.

Innanzitutto, devi sapere che avere una tua pagina Facebook, conoscere il tipo di pubblico interessato a ciò che hai da offrire, stabilire degli obiettivi e un budget per pubblicare degli annunci a pagamento, rientra in tutta quella serie di passaggi riguardanti il come fare Facebook Ads. Nel tutorial scoprirai in che modo sfruttarli al meglio e conoscerai degli strumenti avanzati per monitorare i tuoi progressi, messi a disposizione sempre dal noto social network fondato da Zuckerberg, che ti permettono di porre in comunicazione Facebook e il tuo sito Web. Inoltre, ti darò delle “dritte” utili all’individuazione dei giusti clienti, realmente interessati a comprare o usufruire dei tuoi servizi e idee: così — spero — potrai rientrare delle spese necessarie alla produzione di pubblicità online.

Sei pronto per cominciare? Dato che penso proprio la risposta sia affermativa, ti consiglio di ritagliarti qualche minuto di tempo libero, metterti comodo e leggere quello che ho da dirti. Vedrai che, alla fine del tutorial, potrai gestire le tue campagne pubblicitarie con più consapevolezza e in autonomia. Ti auguro una buona lettura e ti faccio un in bocca al lupo per la tua impresa!

Indice

Informazioni preliminari

Come fare Facebook Ads Informazioni preliminari

Prima di spiegarti come iniziare a pubblicare inserzioni su Facebook, devo farti qualche premessa in merito a ciò che è necessario avere per essere operativi su Facebook Ads, il programma dedicato a chi fa business e desidera utilizzare gli enormi flussi di utenti presenti sul noto social network per mettersi in evidenza.

Gli strumenti principali per farlo non sono altro che gli stessi post pubblicati, i quali, però, essendo associati a una sponsorizzazione, avranno maggiori possibilità di essere visti dal pubblico.

Per avere accesso a questo tipo di opportunità, sarà necessario che tu sia amministratore di una pagina Facebook: se ancora non ne possiedi una, leggi dunque il mio tutorial su come creare una pagina Facebook (oppure su come creare una pagina Facebook aziendale) e riuscirai ad aprire la tua in pochi minuti.

Oltre a questo, ti consiglio di avere un tuo sito Web, indipendentemente dal fatto che tu venda prodotti, servizi, oppure ti occupi di attività personali. Più avanti nel tutorial, infatti, vedrai come poter collegare l’e-commerce alle tue pagine Facebook e Instagram (i due canali per certi versi sono dipendenti, essendo dello stesso proprietario) e scoprirai l’esistenza di uno strumento per analizzare il comportamento degli utenti, che dal social network arrivano sul tuo sito Web. Sto parlando, in quest’ultimo caso, di Pixel di Facebook.

Per approfondire l’argomento e, magari, provare a metterne su uno autonomamente, leggi anche le mie guide su come realizzare un sito Web e come creare un e-commerce.

Come avrai già capito, pubblicare delle inserzioni attraverso i post su Facebook è un’attività che si svolge a pagamento: i prezzi non sono fissi, ma legati alla durata temporale durante la quale si desidera che un annuncio circoli: vengono suggeriti, in proporzione, dal sistema stesso di Facebook Ads durante la fase di pubblicazione dell’inserzione.

In sostanza, ciò che potrai fare è fissare un budget di spesa e un lasso di tempo entro il quale il denaro verrà scalato, fino al raggiungimento della cifra investita; oppure potrai impostare un budget giornaliero. Ovviamente, quando avrai acquisito esperienza con Facebook Ads, sarai in grado di sponsorizzare anche molteplici post contemporaneamente.

Detto ciò, per iniziare a pubblicare annunci sponsorizzati, da PC, smartphone e/o tablet non dovrai far altro che raggiungere la tua pagina Facebook: al suo interno troverai tutte le indicazioni per profilare i tuoi post, in modo tale che siano in grado di raggiungere le persone più interessate ai messaggi in cui parli della tua attività, o alla pagina Facebook stessa.

Nota bene: alla pagina Facebook adesso dovrebbe essere associata una specifica sezione, chiamata Facebook Business Suite. Si tratta di uno strumento avanzato e potente, pensato proprio per consentire all’utente di mettere in circolo e monitorare le sue campagne pubblicitarie nel migliore dei modi. A tal proposito, leggi la mia guida su come fare pubblicità su Facebook e la pagina ufficiale di Facebook for Business: vedrai che la complessità d’utilizzo iniziale di questa funzione è solo un’impressione.

Infine, per sapere come si imposta e si gestisce un annuncio sponsorizzato sul celeberrimo social network, leggi la mia guida su come funziona Facebook Ads.

Fatte le dovute precisazioni, adesso è arrivato il momento di entrare nel vivo della questione, imparando in che maniera sfruttare le opzioni a disposizione e, dunque, come fare Facebook Ads con la giusta consapevolezza.

Come fare pubblicità su Facebook Ads

Come fare Facebook Ads scelta obiettivo

Tra le informazioni più importanti per la migliore configurazione e, di conseguenza, l’efficacia delle tue future campagne pubblicitarie, devi conoscere le opzioni destinate allo scopo presenti all’interno della pagina Facebook. Solo così potrai comprendere come fare pubblicità su Facebook in modo mirato. Scopriamole insieme.

Per cominciare, dovrai accedere alla tua pagina Facebook: se stai utilizzando il PC, dal tuo profilo Facebook personale, scorri il menu che vedi a sinistra dello schermo fino alla voce che indica la tua pagina e cliccaci sopra, per raggiungerla.

Qualora, invece, stessi usando lo smartphone o il tablet, assicurati di aver installato l’app di Facebook, altrimenti scaricala da Google Play Store per Android (o da uno store alternativo, se non puoi usufruire dei servizi di Google) oppure da App Store per iOS/iPadOS.

Ma non è tutto: dovrai installare anche l’app gratuita Inserzioni di Facebook, scaricabile da Google Play Store per dispositivi con sistema operativo Android (oppure, di nuovo, da uno store alternativo se non si dispone dei servizi di Google). La stessa app la trovi sotto il nome Gestione Inserzioni su App Store, se usi un iPhone o un iPad.

Una volta terminata l’operazione, accedi col medesimo account utilizzato per l’app di Facebook e fai tap sulla voce Continua. A questo punto tocca la dicitura relativa alla tua pagina Facebook, dunque sfiora il tasto + Crea inserzione.

Prima di procedere, sia che operi da PC, smartphone e tablet, soffermati sulle diverse opportunità che hai di inserire un’inserzione attraverso il sistema Facebook Ads.

Puoi espandere il menu Crea un’inserzione e verrai indirizzato alla sezione Scegli un obiettivo, tra cui troverai i seguenti.

  • Metti in evidenza il post, che ti consiglio di scegliere se hai un messaggio importante e immediato da diffondere, come, ad esempio, un offerta o delle novità.
  • Ricevi più messaggi, azione da promuovere se offri servizi o gli acquisti dei tuoi clienti avvengono proprio attraverso questo mezzo di comunicazione.
  • Promuovi la tua pagina, obiettivo particolarmente utile se ne hai creata una da poco o se desideri far conoscere la tua attività sotto tutti i punti di vista.
  • Fai in modo che più persone ti contattino, azione indispensabile per cercare di creare un contatto diretto con il pubblico.
  • Fai in modo che più persone visitino il tuo sito Web, obiettivo da prendere in considerazione se disponi già di tale strumento e vuoi “dirottare” lì i potenziali clienti che intercetti con i potenti mezzi di Facebook (oltre all’e-commerce, che può essere integrato anche con Facebook, è utile per chi ha un blog con affiliazioni, offre servizi e così via).
  • Ottieni più contatti è un modo semplice per riuscire ad avere più “like”.

Come fare Facebook Ads gestione budget

Una volta scelto un obiettivo, si aprirà la scheda dell’anteprima dell’inserzione e sarà impostata secondo i suggerimenti di Facebook. Puoi benissimo lasciare tutto com’è, ma ti consiglio di prestare attenzione soprattutto alla sezione Pubblico, quindi di modificarla se conosci con precisione la provenienza dei potenziali e/o reali clienti, cui saranno destinati gli annunci, la loro età e di cosa si occupano.

Scegli bene anche la durata e il budget per diffondere la sponsorizzata, coerentemente con l’obiettivo definito (ad esempio, se proponi un’offerta lampo di pochi giorni, è inutile sponsorizzare il post per un mese) e, laddove possibile, accertati che i canali di diffusione delle inserzioni siano molteplici (ad esempio Facebook, Instagram e Messenger contemporaneamente).

Oltre agli obiettivi dell’elenco, potrai usufruire delle Inserzioni automatizzate, ma lascia questa metodologia a chi ancora non è molto esperto di Facebook Ads, oppure scegliere l’opzione Metti in evidenza contenuti già esistenti, per sponsorizzare, ad esempio, qualcosa di cui già avevi parlato in passato in un post e che adesso torna di nuovo utile.

E non solo: tra le azioni che Facebook ti permette di svolgere per il tuo business ci sono anche Vendi i tuoi prodotti, a tal proposito leggi la mia guida su come creare una Vetrina su Facebook, Aggiungi prenotazioni di appuntamenti, davvero utile se la tua attività si basa su dei servizi per le persone e Organizza eventi online a pagamento, come corsi e webinar.

Come fare pubblicità con Pixel di Facebook

Come fare Facebook Ads con Pixel di Facebook

Potrebbe essere che, di recente, tu abbia sentito parlare di Pixel. Non si tratta solo di un’unità di misura delle immagini digitali: è anche il nome di un ennesimo strumento messo a disposizione da Facebook per potenziare e migliorare il marketing sui canali social e i siti Web. Dunque scopri con me di cosa si tratta e come fare pubblicità con Pixel di Facebook.

Pixel di Facebook è un elemento di codice, da copiare all’interno del tuo sito Web, in grado di attivarsi quando un utente compie un’azione su di esso e riportandola a te. A cosa ti servono questo tipo di dati? A capire se la tua strategia di marketing tra dispositivi e canali diversi funziona, a proporre nuove offerte ai clienti, in base alle loro preferenze (remarketing) e a migliorare laddove ti sembra di non ottenere i risultai sperati.

Per usufruire del Pixel di Facebook, dovrai creare il codice Pixel stesso, aggiungendolo a tutte le pagine del tuo sito Web e, se ad esempio hai un e-commerce, potrai generare delle azioni standard da inserire nelle pagine dedicate, ad esempio, all’acquisto (carrello).

Accedendo alla tua pagina Facebook e poi alla Business Suite, seleziona la voce Gestione eventi e clicca sul simbolo + (Connetti le origini dei dati), quindi scegli la voce Web e poi l’opzione Pixel di Facebook. Fai quindi clic sulla voce Collega e digita il Nome del Pixel, dopodiché inserisci l’URL del tuo sito Web e premi sulla voce Continua.

Nella fase successiva, dovrai mettere il codice del Pixel sul tuo sito: puoi eseguire l’operazione manualmente, utilizzando un’integrazione partner (presente già su molti servizi per la realizzazione di siti Web, come WordPress e Shopify, ottimo servizio per la creazione di negozi online di cui ti ho parlato in un mio tutorial dedicato) o attraverso le istruzioni che potrai farti inviare sulla tua casella di posta elettronica.

Questo passaggio può sembrarti complesso, ma per entrare nell’ordine delle idee di come funziona un ID di monitoraggio, potrebbe esserti utile leggere la mia guida su come funziona Google Analytics. In ogni caso, se dovessi riscontrare difficoltà, rivolgiti a uno sviluppatore e leggi anche la guida di Facebook for Business sul Pixel e sulla sua creazione e installazione.

Consigli su come fare pubblicità su Facebook Ads

Come fare Facebook Ads consigli

Se sei arrivato a leggere fino a questo punto, probabilmente avrai capito come gestire le inserzioni pubblicitarie su Facebook. Non mi resta, dunque, che darti alcuni consigli su come fare pubblicità su Facebook Ads, così da poter raggiungere il pubblico davvero interessato a ciò che proponi, quindi in grado anche di farti ammortizzare l’investimento per le sponsorizzazioni.

  • Crea annunci coinvolgenti, fai attenzione alla loro forma e aggiungi contenuti multimediali, foto, video. Le persone sono più propense a rimanere impressionate e condividere contenuti brillanti e ben strutturati.
  • A seconda del tipo di obiettivo che ti prefiggi e al tipo di attività che hai, calibra bene le opzioni correlate al tuo target. Ad esempio, se vendi solo online e spedisci la tua merce ovunque, potrai rivolgere i tuoi annunci a persone dislocate in ogni luogo. Se, invece, hai un ristorante e proponi uno speciale menu in offerta a pranzo, dovrai rivolgerti a chi è in zona, magari sponsorizzando un post che ne parla. Per intercettare i turisti, invece, potresti promuovere la tua pagina Facebook. Presta attenzione anche all’età media della tua clientela e al loro stile di vita, proponendo un registro di comunicazione coerente.
  • Segui i consigli di Facebook in merito alla spesa per ogni annuncio, e, se riesci, cerca di fare qualche calcolo in merito al ritorno d’investimento (lo troverai spesso indicato come ROI, sigla che significa appunto Return On Investment).
  • Anche se decidi di non investire denaro su ogni post che pubblichi sulla tua pagina Facebook, condividi contenuti interessanti con costanza: l’ideale sarebbe organizzarli secondo un piano editoriale. Puoi usare la funzione per programmare i post nel tempo, compresa all’interno del loro editor e nella sezione Strumenti di pubblicazione.
  • Se decidi di collegare il tuo sito e-commerce a Facebook Shops, assicurati che sia collegato anche il tuo profilo Instagram e di avere un account aziendale anche su quest’ultimo canale social. In più, ti consiglio di leggere la mia guida su come vendere su Instagram.
  • Imposta i tuoi dati di contatto principali in maniera sempre uguale, anche visivamente, su tutti i tuoi strumenti di vendita e marketing, dunque sito Web e canali social. In questo modo saranno immediatamente riconoscibili e non creeranno confusione negli utenti.
  • Se i clienti ti chiedono informazioni tramite Messenger di Facebook o Direct di Instagram, rispondi in tempi brevi alle loro domande.
  • Utilizza il Centro inserzioni per tenere d’occhio l’andamento delle tue campagne Facebook Ads e trarne dei nuovi obiettivi.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.