Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Amazon Prime Day
Migliaia di prodotti in promozione su Amazon. Scopri le offerte migliori

Come dettare su Google Documenti

di

Utilizzi spesso Google Documenti per scrivere i tuoi testi, e ti ci trovi molto bene. Ora, però, vorresti velocizzare un po’ il tuo lavoro e hai pensato che dettare i testi a voce potrebbe essere un ottimo modo per farlo: il problema è che non hai la più pallida idea di come riuscirci.

Come dici? Le cose stanno effettivamente in questo modo? Allora non ti preoccupare: nelle righe a seguire ti spiegherò come dettare su Google Documenti in modo facile e veloce usando sia la funzionalità integrata nel celebre servizio di “big G”, sia le funzioni di dettatura presenti “di serie” nei sistemi operativi di PC, smartphone e tablet.

Scommetto che non vedi l’ora di saperne di più, dico bene? Allora siediti bello comodo, leggi con attenzione tutte le procedure che ti indicherò nei prossimi capitoli e mettile in pratica. Sono sicuro che troverai tutto quello che ti serve per raggiungere il tuo scopo! Non mi resta che augurarti una buona lettura e, soprattutto, un buon lavoro!

Indice

Come dettare su Google Documenti da PC

computer e smartphone

Se vuoi sapere come dettare su Google Documenti usando il tuo computer, nei prossimi capitoli ti spiegherò come effettuare quest’operazione sia su Windows che su macOS.

Ti ricordo che per usare la dettatura su PC, devi aver prima collegato un microfono a quest’ultimo. Se non sai come fare, ti consiglio la lettura di questo mio tutorial. Se invece il tuo computer non è munito di un microfono, ti suggerisco di acquistarne uno: trovi tutte le informazioni nel mio tutorial sui microfoni da streaming oppure in quello sulle cuffie da gaming (le quali integrano quasi sempre un microfono, utile anche per i dettati).

Infine, ti ricordo che per utilizzare Documenti di Google è necessario che tu sia in possesso di un account Google. Nel caso in cui tu non ne sia munito, puoi consultare la mia guida su come creare un account Google.

Digitazione vocale di Documenti

Digitazione vocale di Documenti in Chrome

Documenti di Google dispone di una funzionalità nativa, denominata Digitazione vocale, che consente di dettare all’interno del foglio elettronico senza dover usare tool di terze parti. Questa funzionalità è però disponibile soltanto su Google Chrome: ti suggerisco di leggere questo tutorial se non hai ancora installato questo famosissimo browser Web sul tuo PC.

Fatta questa premessa, avvia il browser Google Chrome e raggiungi la pagina iniziale di Documenti Google. Nel caso in cui ti venga richiesto, effettua poi l’accesso con il tuo account Google e fai clic sulla voce Vuoto, se vuoi creare un nuovo documento, oppure clicca sul nome di un documento già esistente, per aprirlo.

Per iniziare a utilizzare la funzionalità di dettatura, fai clic sulla voce Strumenti (in alto) e, nel menu che ti viene mostrato, seleziona la voce Digitazione vocale. Se hai seguito alla lettera la procedura indicata, ti verrà mostrato un nuovo piccolo pannello.

Tramite il menu a tendina presente in quest’ultimo, puoi selezionare la lingua per il riconoscimento vocale e il vocabolario; per avviare invece la dettatura, premi sull’icona del microfono e inizia a parlare al microfono per trascrivere sul documento quello che stai dicendo.

Quando premi l’icona del microfono, Chrome potrebbe richiederti il consenso (che devi dare) per accedere al microfono del computer. Per interrompere la dettatura, premi nuovamente l’icona del microfono. È stato facile, vero?

Dettatura di Windows 10

Digitazione vocale di Windows 10

Su Windows 10 è disponibile una funzionalità “di serie” per la dettatura, che puoi usare anche su Documenti di Google nel caso in cui non volessi avvalerti della funzionalità integrata di cui ti ho parlato nel precedente capitolo.

La funzionalità di dettatura di Windows 10 è già attiva e richiamabile in qualsiasi momento: tutto quello che devi fare è premere la combinazione di tasti Windows+H sulla tastiera del tuo computer, in modo da aprire un nuovo piccolo pannello nel margine superiore dello schermo.

A questo punto, dopo aver aperto un foglio in Documenti Google, premi sull’icona del microfono presente nella barra del tool di dettatura di Windows 10 e inizia a parlare al microfono, per trascrivere quello che stai dicendo.

Dettatura di macOS

Digitazione vocale di macOS

Su macOS è disponibile un sistema di dettatura integrato. Di default non è abilitato, ma puoi rimediare facilmente andando nel pannello delle Preferenze di sistema (l’icona dell’ingranaggio situata nella barra Dock), selezionando la voce Tastiera dalla finestra che si apre e facendo clic sulla scheda Dettatura.

Adesso, seleziona la casella , in modo da abilitare la dettatura. Assicurati anche di visionare attentamente il tasto rapido di attivazione di tale funzionalità, che puoi anche modificare tramite il menu a tendina Abbreviazione.

A questo punto, non ti rimane che attivare la combinazione della modalità di dettatura, in modo da aprire un piccolo riquadro e iniziare a parlare per trascrivere quello che dici (dopo aver premuto l’icona del microfono). Ti avviso, però, che tale funzionalità potrebbe non funzionare in Documenti di Google.

Per tale ragione, puoi comunque dettare su Documenti usando la funzionalità nativa disponibile con Google Chrome, di cui ti ho parlato in un capitolo precedente.

Come dettare su Google Documenti da smartphone e tablet

Stai usando uno smartphone o un tablet e vuoi sapere come dettare su Google Docs? In questo caso, nei prossimi capitoli ti spiegherò come utilizzare le funzionalità integrate dei sistemi operativi Android e iOS/iPadOS.

Android

Dettare su Android

Su smartphone e tablet Android è disponibile la funzionalità di dettatura tramite l’app di tastiera attiva sul device. Probabilmente non tutte le tastiere virtuali sono munite di questa funzionalità, ma sicuramente Gboard di Google e SwiftKey di Microsoft possono venire in tuo aiuto al riguardo.

Innanzitutto, a prescindere da quale delle due app utilizzi, è necessario attivare la funzionalità di dettatura, come ti indico qui di seguito.

  • Gboard: avvia l’app Gboard, seleziona la voce Digitazione vocale e sposta su ON l’apposita levetta.
  • SwiftKey: avvia l’app SwiftKey, seleziona la voce Inserimento complesso e sposta su ON l’apposita levetta a schermo.

Adesso, dopo aver abilitato la funzionalità di dettatura della tastiera, richiama quest’ultima all’interno dell’app Documenti di Google e pigia poi sull’icona del microfono: nella tastiera Gboard si trova nell’area in alto a destra, mentre nella tastiera SwiftKey si trova sul tasto virgola e, pertanto, dovrai mantenere la pressione di questo tasto fino ad attivazione della dettatura. Un tap su questa funzionalità comporterà la sua disattivazione.

iOS/iPadOS

Dettare su iPhone

L’app Documenti di Google è disponibile anche per iPhone e iPad. Nel caso in cui tu voglia dettare in un documento tramite quest’ultima, puoi utilizzare la funzionalità di dettatura integrata in iOS/iPadOS.

Se non sei sicuro che questa funzionalità si attiva sul tuo dispositivo, avvia l’app Impostazioni e seleziona le voci Generali > Tastiere. A questo punto, assicurati che sia impostata su ON la levetta a fianco della dicitura Abilita dettatura.

Adesso, non ti resta che avviare l’app Documenti di Google e aprire un qualsiasi documento. Posiziona il puntatore in un punto qualsiasi del foglio con un tap, così da richiamare la tastiera virtuale. Premi adesso l’icona del microfono che trovi in basso, vicino alla barra spaziatrice, per avviare immediatamente la dettatura. Puoi interromperla in qualsiasi momento premendo l’icona della tastiera nel riquadro in basso.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.