Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come funziona EasyPark

di

Scommetto che anche tu, tutte le volte che riesci a trovare parcheggio per la tua automobile, percorri chilometri e chilometri a piedi alla ricerca di una delle tanto famigerate “colonnine” per pagare il ticket per la sosta e scommetto ancora che, ogni volta che si verifica una situazione del genere, impieghi più di una decina di minuti per cercare di trovare le monete giuste nelle tue tasche e che quando questo non accade, perché ti rendi conto di avere con te solo banconote, ti tocca anche andare al bar più vicino per “cambiare”. Se poi a tutto questo aggiungi il fatto che spesso e non esattamente volentieri ti ritrovi a correre verso l’auto per rinnovare il biglietto al parcometro perché hai necessità di prolungare la sosta, sarai senz’altro d’accordo con me sul fatto che parcheggiare può diventare un’impresa decisamente titanica.

Fortunatamente per tutto questo esiste una valida soluzione (e no, non ti sto per proporre di buttare via la tua auto e di acquistare un monopattino) e si chiama EasyPark. Non ne hai mai sentito parlare? No? Beh, nessun problema, posso fornirti io tutte le spiegazioni di cui hai bisogno. EasyPark è un’applicazione, anzi “l’applicazione” leader in Italia e in Europa per quel che concerne la sosta a pagamento sulle strisce blu, trasformando dunque quello che da sempre è uno dei peggiori incubi degli automobilisti in un’azione smart. Più precisamente, EasyPark consente di digitalizzare il processo di pagamento del parcheggio, offrendo la possibilità di fare tutto direttamente dallo smartphone. Identificare il codice area senza recarsi al parcometro, stabilire l’inizio e la fine della sosta, che potrà essere eventualmente prolungata direttamente dal proprio cellulare, ovunque ci si trovi, o essere interrotta anticipatamente al rientro in auto, e infine pagare solo per la sosta effettivamente consumata, nel rispetto delle tariffe stabilite dall’amministrazione comunale. Il tutto nel giro di qualche tap. Il risparmio di tempo (e di salute!) è dunque innegabile.

Di’ la verità… sono riuscito a incuriosirti almeno un po’? Si? Beh, allora perché non ti prendi qualche minuto di tempo libero tutto per te, ti metti bello comodo con il cellulare alla mano e ti concentri sulla lettura di questo mio articolo tutto dedicato a come funziona EasyPark? Sono sicuro che, alla fine, potrai reputarti ben felice e soddisfatto di quanto appreso. Come dici? La cosa ti interessa ma non essendo un grande esperto in fatto di smartphone e nuove tecnologie temi di non essere in grado di utilizzare il servizio? Suvvia, non dire sciocchezze! Posso assicurarti che utilizzare EasyPark è semplice quasi quanto bere un bicchier d’acqua. Per poterlo utilizzare non occorrono competenze particolari, è un’app facile e intuitiva: hai la mia parola. Ora però basta chiacchierare ed entriamo subito nel vivo di questo tutorial. Ti auguro una buona lettura e… una buona sosta!

Indice

Che cos’è EasyPark

EasyPark website

EasyPark è il servizio, fruibile sotto forma di applicazione, per il pagamento della sosta più diffuso nel nuovo continente oltre che nel Bel paese.

Il concetto alla base è semplicissimo ma al tempo stesso molto rivoluzionario: iniziare, gestire e terminare la sosta dell’auto con il cellulare, ma soprattutto pagare solo l’effettivo tempo di sosta nel rispetto delle tariffe stabilite dall’amministrazione comunale, con la possibilità, in caso di bisogno, di prolungarlo o di interromperlo anticipatamente.

Se poi a tutto questo aggiungiamo il fatto che l’app consente anche di individuare le aree di sosta che possono essere pagate con EasyPark direttamente su mappa, allora possiamo dire definitivamente addio allo stress da parcheggio.

Ma dove è attualmente attivo EasyPark? Sono più di 390 i comuni italiani in cui è disponibili questo servizio, un numero che aumenta nel tempo. Per quanto riguarda il resto d’Europa, l’app EasyPark è disponibile in oltre 400 città.

Veniamo al dunque. Di cosa hai bisogno per usufruire del servizio EasyPark? Di un cellulare e di una carta di credito, anche prepagata (sui circuiti Visa, Mastercard o American Express) oppure di PayPal. Va poi precisato che EasyPark può essere utilizzato sia da privati che da aziende, con tutti i vantaggi che ne derivano in entrambi i casi.

Per quel che concerne i prezzi, il servizio è fruibile in due differenti soluzioni per i clienti privati: EasyPark Small (a consumo) ed EasyPark Large (in abbonamento). Per quest’ultimo è possibile utilizzare il servizio in maniera illimitata pagando solo un canone mensile fisso di 2,99 euro. Per il piano EasyPark Small, invece, è prevista una commissione d’utilizzo a seconda dell’area di sosta e consente di pagare per l’esatto tempo di sosta nel rispetto delle tariffe stabilite dall’amministrazione comunale, ideale per chi è un utilizzatore saltuario.

Queste commissioni possono essere di 0,19 euro, 0,29 euro, 0,39 euro oppure del 15% del costo della sosta, ma in alcuni comuni possono anche non essere applicate. Puoi consultare le commissioni a questo link. Usufruendo della funzione Camera-Park, nei garage o parcheggi a barriera con telecamera all’ingresso e all’uscita, può essere effettuato il pagamento automatico della sosta, in quanto viene scansionata la targa del veicolo e identificato quest’ultimo come utente EasyPark, con commissioni pari al 15% del costo della sosta fino a un massimo di 1,90 euro.

Per quanto riguarda invece le soluzioni aziendali, EasyPark è disponibile in versione Pro e Premium. La prima versione è ideale per chi sosta meno di due volte alla settimana e intende risparmiare sino a un massimo di due ore al mese, mentre la seconda è senz’altro ottimale per chi sosta più di due volte la settimana e intende risparmiare tante ore al mese. In entrambi i casi sono previsti dei costi mensili per utente e un canone di registrazione (salvo diversamente specificato da eventuali offerte). Per maggiori informazioni, consulta questa pagina.

Come si usa EasyPark

Ora che hai finalmente le idee più chiare su questo innovativo servizio, cerchiamo di capire più da vicino come funziona EasyPark e quali operazioni bisogna compiere per potersene servire.

Download e registrazione

EasyPark download

L’app di EasyPark è disponibile gratuitamente su smartphone e tablet Android e su iOS/iPadOS. Per scaricare l’app sul tuo dispositivo Android, non devi fare altro che avviare il Play Store, cercare il termine “easypark” tramite la barra in alto e fare tap sul corrispondente risultato di ricerca. Per facilitarti quest’operazione, puoi raggiungere questo link dal tuo smartphone, in modo da aprire la scheda dell’app EasyPark nel Play Store. Premi poi sul tasto Installa, per iniziare il download dell’applicazione.

Su iPhone e iPad, invece, tutto quello che devi fare è aprire l’App Store di iOS/iPadOS, premere sulla scheda Cerca in basso e digitare, nell’apposita casella di testo, il termine “easypark”, così da trovare il corrispondente risultato di ricerca. Anche in questo caso, per facilitarti quest’azione, puoi raggiungere questo link dal tuo dispositivo mobile Apple, per avviare l’App Store e raggiungere direttamente la scheda dell’app EasyPark. Premi poi sul tasto Ottieni e sblocca il download e l’installazione tramite il Face ID, il Touch ID o la password dell’ID Apple.

Una volta completata la procedura di download e di installazione dell’app, la prima mossa che devi compiere per cominciare a usare EasyPark è ovviamente la registrazione al servizio. Per cui, avvia EasyPark sul tuo dispositivo pigiando sulla sua icona (la “e” bianca “stampata” sul quadrato fucsia) e digita il tuo numero di cellulare nell’apposito campo a schermo, dopodiché premi sul pulsante con la freccia in basso.

Fatto ciò, accetta i termini di servizio, spuntando l’apposita casella, e premi il pulsante di avanzamento. Ti verrà chiesto di inserire il numero di targa del tuo veicolo. Quando hai fatto, prosegui alla fase successiva, nella quale dovrai inserire un metodo di pagamento valido, a scelta tra PayPal o una carta, anche prepagata.

Ricarica account

Ricarica EasyPark

Prima di iniziare a utilizzare l’app EasyPark è importante effettuare alcune importanti procedure. Innanzitutto, devi inserire i dati di fatturazione. Per fare ciò, pigia sulla scheda Altro in basso, seleziona la voce Impostazioni e compila la sezione Dettagli account, inserendo il tuo nome e cognome, il tuo indirizzo di residenza, il tuo codice fiscale e un indirizzo email. Premi poi sul tasto Fatto, per confermare l’inserimento dei dati inseriti.

Se hai saltato in fase di registrazione dell’account l’inserimento di un metodo di pagamento, premi sulla scheda Altro in basso e seleziona la voce Pagamento dal menu. Seleziona la voce Inserisci dati di pagamento, spunta la casella per accettare i termini di servizio e scegli uno dei metodi di pagamento supportati da questo servizio.

Quando inserisci un metodo di pagamento, ti viene chiesto anche di effettuare una ricarica nel conto, il cui credito servirà per il pagamento delle tue soste. Quello che devi fare è premere sulla scheda Altro, selezionare la voce Pagamento e fare tap sul metodo di pagamento inserito in precedenza.

A questo punto, scegli un importo tra quelli indicati (3 euro, 10 euro o 25 euro) e premi sul tasto in basso per effettuare la ricarica del conto virtuale di EasyPark. Se vuoi tenere il conto sempre con un credito sufficiente per le tue soste, in fase di ricarica, spunta la casella Ricarica in automatico il mio account, cosicché il tuo conto EasyPark venga ricaricato dell’importo specificato quando il credito sta per terminare.

Stampa dell’adesivo

Adesivo EasyPark

Registrazione a parte, prima di cominciare a utilizzare il servizio di EasyPark, c’è un ultimo fondamentale passaggio che devi compiere: stampare l’adesivo da collocare sul parabrezza della tua auto a testimonianza del fatto che sei un cliente EasyPark e stai usufruendo di questo servizio per la tua sosta. È importante che tu esponga il contrassegno di EasyPark, in quando in alcune aree di sosta bisogna segnalare ai controllori che stai utilizzando questo servizio.

Se non hai la possibilità di stampare l’adesivo, puoi anche apporre sul cruscotto, in modo ben visibile, una nota con scritto “ EasyPark”. Gli ausiliari del traffico sapranno che sei utente EasyPark e potranno procedere al controllo della corretta attivazione della sosta attraverso il numero di targa della tua auto.

Per ottenere l’adesivo, collegati a questa pagina Web disponibile sul sito EasyPark e procedi con la stampa del file come fai di solito con qualsiasi altro documento. Non sai come stampare un PDF da browser? In questo caso, ti consiglio di consultare questa mia guida dedicata all’argomento.

Puoi ottenere l’adesivo anche tramite l’app EasyPark, pigiando sulla scheda Altro e selezionando le voci Impostazioni > Richiedi contrassegno. Nella schermata che ti viene mostrata, premi sul tasto Invia, in modo da ricevere il file da stampare direttamente nella tua casella di posta elettronica.

Trattandosi di un adesivo, ti suggerisco di effettuarne la stampa su carta adesiva. Se non hai un’attrezzatura del genere a portata di mano, puoi anche stampare il tutto su un comunissimo foglio di carta e riporre poi il “finto” adesivo nel taschino dell’assicurazione o posizionarlo semplicemente sul cruscotto. In ogni caso, ricordati di ritagliare l’adesivo seguendo la linea tratteggiata presente attorno allo stesso sul foglio precedentemente stampato.

Attivare la sosta, prolungarla o interromperla

Sostare con EasyPark

A questo punto sei finalmente pronto a passare all’azione: effettuare la sosta della tua auto pagando con EasyPark! Tutto quello che ti serve per iniziare è semplicemente il codice dell’area di sosta. Questo dato puoi inserirlo manualmente, premendo sul tasto Inserisci il codice, che trovi in alto. Per conoscere il codice dell’area in cui stai parcheggiando, puoi fare riferimento ai parcometri o ai cartelli stradali.

Il mio consiglio, però, è quello di utilizzare la funzione di geolocalizzazione del tuo smartphone o tablet, in modo da identificare automaticamente la posizione esatta dove si trova il tuo veicolo, così da ridurre al minimo le operazione da eseguire per iniziare il pagamento della sosta. Non sai come attivare la geolocalizzazione? Allora fai riferimento al mio tutorial dedicato all’argomento.

Puoi anche spostare il cursore sulla mappa, in modo da identificare l’area di sosta e tutte le informazioni correlate, come la tipologia di parcheggio, il gestore e il costo orario. Se la posizione indicata sulla mappa non corrisponde al luogo dove effettivamente ti trovi, premi sull’icona del GPS in basso a destra, per allineare i dati della geolocalizzazione.

A questo punto, se è stata individuata l’area di sosta supportata da EasyPark, il segnalino sulla mappa diventerà di colore fucsia. Premi sul tasto P in basso, per visualizzare il parchimetro virtuale. In alto a sinistra verrà visualizzata la targa del tuo veicolo. Se hai inserito più veicoli, pigia sulla targa attuale e scegli uno dei veicoli in elenco.

In alto a destra, invece, verrà visualizzato l’orario della sosta: gira la ruota al centro, in modo da aggiungere i minuti o le ore per cui reputi che il tuo veicolo rimarrà parcheggiato, che saranno visibili nell’area in alto a destra. Accanto alla voce Prezzo potrai vedere il costo totale della sosta per il tempo da te indicato.

Per impostare il tempo di permanenza nel parcheggio, muovi la ruota in senso orario. Se vuoi diminuire il quantitativo di ore e minuti della sosta, devi invece girare la ruota a schermo in senso antiorario. Premi dunque sul tasto Inizia sosta al centro dello schermo, per avviare la sosta. Prima di uscire dal tuo veicolo, ricorda di esporre il contrassegno di EasyPark, nel caso in cui non avessi applicato l’adesivo al parabrezza.

Per interrompere la sosta, ti basta premere sull’apposito pulsante Termina sosta presente nella schermata principale dell’applicazione. Per prolungare la durata del parcheggio, invece, devi ruotare ulteriormente la ruota in senso orario sino a raggiungere il tempo di permanenza complessivo desiderato.

A sosta terminata, visualizzerai una schermata di riepilogo con tutti i dettagli. In ogni caso, puoi visualizzare la cronologia di tutte le soste effettuate, premendo sul pulsante Altro in basso e selezionando la voce Le mie soste. Nella scheda Cronologia potrai visualizzare i dettagli di ogni sosta effettuata.

Ti ricordo che la sosta viene automaticamente interrotta al termine del tempo impostato. Ricorda, pertanto, di posticipare la sua conclusione nel caso in cui ne avessi la necessità, per evitare di incorrere in eventuali multe. Se però termini prima del previsto i tuoi impegni, puoi interrompere la sosta non appena rientrato in auto, usando l’apposito pulsante di interruzione. In tutti i casi, pagherai soltanto il tempo effettivamente sfruttato per l’utilizzo del parcheggio nel rispetto delle tariffe stabilite dall’amministrazione comunale.

Gestire le impostazioni e l’account

Impostazioni EasyPark

Se hai necessità, puoi anche intervenire sulle impostazioni dell’applicazione, andandole a modificare così come meglio credi. Per fare ciò, premi sul pulsante Altro presente nella parte in basso a destra dell’applicazione e poi seleziona la voce Impostazioni.

Nella scheda Account, puoi visualizzare la tipologia di account attivo e le informazioni di fatturazione. Nella sezione Impostazioni App, invece, puoi impostare quando ricevere la notifica di fine sosta, in modo da assicurarti che tu possa eventualmente prolungare il parcheggio in tempo. Puoi anche abilitare o disattivare la schermata di riepilogo a fine di ogni sosta.

Nella scheda Servizi Extra, invece, puoi abilitare alcuni servizi aggiuntivi, come l’SMS di promemoria prima della fine della sosta (al costo di 0,10 euro a SMS), un report via email per le soste della giornata (0,20 euro a invio) e un SMS di conferma a fine della sosta (gratuito).

Creare un account aziendale

EasyPark Business

Come anticipato in apertura, EasyPark è fruibile anche per le aziende. Per creare un account di questo tipo, ti basta visitare la pagina Web dedicata di EasyPark e scegliere uno dei pacchetti (Pro oppure Premium). Premendo sugli appositi tasti, potrai creare un account aziendale e iniziare a utilizzare il servizio per la tua azienda.

In alternativa, premi il tasto Contattami e compila il modulo proposto, inserendo tutti i dati richiesti. Successivamente, fai clic su Sottoscrivi e attendi di essere ricontattato da parte di EasyPark.

Se non ti va di aspettare, puoi anche metterti direttamente tu in contatto con EasyPark chiamando il numero +39 06 94 80 11 47, attendendo poi che un operatore ti risponda e spiegandogli quelle che sono le tue necessità.

Se hai bisogno di assistenza

Assistenza EasyPark

Hai qualche domanda o stai riscontrando qualche problema nell’utilizzare il servizio EasyPark? Allora fai così: prova innanzitutto a dare uno sguardo nella sezione Assistenza del sito Internet del servizio, potresti trovare un valido supporto per le tue difficoltà senza dover contattare direttamente l’assistenza clienti.

Qualora poi, pur facendo come ti ho appena indicato, non riuscissi a risolvere, il mio consiglio è quello di rivolgerti all’assistenza italiana di EasyPark e di spiegare loro come stanno le cose e/o quali sono le tue perplessità. Di sicuro sapranno aiutarti.

Per contattare l’assistenza EasyPark puoi mandare una email all’indirizzo servizioclienti@easypark.net oppure puoi chiamare il numero +39 089.92.60.111.

Articolo scritto in collaborazione con EasyPark

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.