Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come illuminare lo schermo del PC

di

“Quale sarebbe l’icona giusta, quella a forma di chiave? Intendi la barra che è sopra o quella sotto? Come hai detto che si chiama questo programma?”. Lo so, sei esasperato: ogni volta che effettui una dimostrazione al computer per i tuoi amici,  ti interrompono in continuazione perché non riescono a capire di quale elemento, tra quelli presenti sullo schermo, stai parlando.

Se vuoi illuminare lo schermo del PC e risparmiare un bel po’ di voce e tempo, ascolta il mio consiglio e corri a scaricare subito uno dei programmi che permettono di evidenziare porzioni di schermo al semplice passaggio del mouse. Come dici? Ignoravi completamente l’esistenza di simili programmi? Beh, tra poco non più! E qualora ti servisse, ti aiuterò a capire anche come regolare il livello di luminosità dello schermo del computer durante le presentazioni.

Allora, sei già pronto per iniziare? Sì? Benissimo! Mettiti bello comodo, prenditi il tempo necessario per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, attua le “dritte” che ti darò. Sono sicuro che riuscirai a portare a termine la tua “impresa” odierna senza alcun problema. Buona lettura e buon divertimento!

Indice

Come illuminare lo schermo del PC con il mouse

Come illuminare lo schermo del PC

Ci sono vari programmi che puoi utilizzare per illuminare lo schermo del PC con il mouse: trattandosi di software utilizzati soprattutto in ambito business, molti di essi sono a pagamento ma, di solito, è possibile testarne le funzioni scaricando le loro versioni demo: conosciamoli più da vicino.

SpotOnTheMouse (Windows)

Uno dei primi programmi che ti consiglio di provare per illuminare lo schermo del PC è SpotOnTheMouse: un software disponibile solo per Windows che permette di illuminare porzioni di schermo al passaggio del cursore, di rendere visibili i clic del mouse, di far visualizzare le combinazioni di tasti premuti sulla tastiera e molto altro ancora.

Prima di illustrarti il funzionamento di SpotOnTheMouse, ci tengo a dirti che nella versione demo del programma compare, a intervalli regolari, una finestra che sollecita all’acquisto di una licenza, il cui costo ammonta a 15 euro (clicca qui per visualizzare il listino completo). A parte questo fastidioso dettaglio, puoi utilizzare tutte le feature di SpotOnTheMouse in maniera gratuita.

Per scaricare SpotOnTheMouse sul tuo PC collegati, dunque, al suo sito Internet ufficiale, fai clic sul link Download situato in alto e, nella pagina che si apre, clicca sul pulsante Download SpotOnTheMouse. A scaricamento completato, apri il file .exe appena ottenuto, clicca sul pulsante e porta a termine la procedura d’installazione guidata: pigia, dunque, sul pulsante Avanti per due volte di seguito, metti la spunta sulla voce Crea un’icona sul Desktop, clicca ancora sul bottone Avanti, poi su Installa e su Fine.

Ora, avvia SpotOnTheMouse facendo doppio clic sul collegamento che è stato creato sul desktop e pigia sul bottone Close per chiudere la finestra relativa all’inserimento della licenza. Successivamente, togli il segno di spunta dalle voci Click indicator, Mouse image e Keyboard (se non vuoi rendere visibili gli effetti annessi al clic del mouse e quelli relativi alla pressione di alcuni tasti della tastiera) e metti la spunta sulle opzioni Halo e Full screen, così da creare una sorta di “effetto torcia”.

Se lo desideri, imposta la dimensione della “luce” presente sullo schermo tramite la barra di regolazione Size, scegli il colore di contorno selezionandone uno dalla tavolozza e regola il livello di trasparenza tramite la barra di regolazione Trasparency.

Per mettere in pausa il programma, invece, fai clic sul pulsante Pausa (l’icona delle due stanghette) e poi premi sul pulsante Play (▶︎) quando vorrai riattivarlo. Più facile di così?!

PointerFocus (Windows)

Un’altra soluzione che ti suggerisco di provare per illuminare lo schermo del PC è PointerFocus: si tratta di un programma a pagamento, compatibile con tutte le principali edizioni di Windows, che permette di illuminare ed evidenziare porzioni di schermo, disegnare a mano libera su di esso, mostrare i tasti premuti sulla tastiera e molto altro ancora.

Come ti accennavo poc’anzi, PointerFocus è un programma commerciale, per cui non è gratuito: è possibile testarne tutte le funzionalità per un periodo di tempo illimitato, ma se non si acquista una licenza (12,50 dollari), bisogna sopportare la comparsa di una finestra che invita, di tanto in tanto, alla registrazione del prodotto. Inoltre non è possibile usare il programma per fini commerciali.

Tutto chiaro? Bene, allora passiamo all’azione. Per scaricare PointerFocus, collegati al sito Web del programma e clicca sul bottone azzurro Download situato sulla destra. A download completato, apri il file .exe che hai appena scaricato, clicca sul pulsante , seleziona la lingua del programma (English o Deutsh) e clicca poi su OK. Dopodiché pigia sul bottone Next, metti il segno di spunta sulla voce I accept the agreement, clicca ancora su Next per quattro volte di fila e poi su Install e Finish.

Dopo aver installato e avviato PointerFocus, fai clic sull’icona della lampadina situata all’interno della finestra circolare del programma, in modo da illuminare la porzione di schermo in cui è collocato il cursore. Cliccando sull’icona della penna, invece, puoi scrivere sullo schermo; facendo clic sull’icona della lente di ingrandimento, puoi ingrandire porzioni di schermo al passaggio del mouse, e così via. Per smettere di usare uno strumento che hai selezionato, clicca nuovamente su di esso (puoi usarne anche più di uno contemporaneamente).

Se desideri modificare le caratteristiche dei vari strumenti inclusi nel programma, clicca sul simbolo dell’ingranaggio e, nella finestra che si apre, clicca su una delle schede situate in alto (es. Spotlight, per modificare le caratteristiche dello strumento con il quale illuminare una porzione di schermo), dopodiché modifica le dimensioni e le caratteristiche dello strumento scelto e pigia su OK per confermare il tutto.

Mouseposé (macOS)

Ai corsi di formazione e alle presentazioni che organizzi, sei solito portare il tuo fido Mac? In tal caso, ti suggerisco di provare Mouseposé: un’applicazione che è possibile acquistare sul Mac App Store e grazie alla quale è possibile illuminare l’area dello schermo in cui si trova il cursore del mouse, oscurando tutto il resto. Costa 10,99 euro.

Per acquistare Mouseposé sul tuo Mac, clicca qui, in modo tale da collegarti alla pagina del Mac App Store che la ospita, e poi pigia sul pulsante Vedi in Mac App Store per visualizzarla all’interno del MAS e procedere al suo acquisto (potrebbe esserti chiesto di digitare la password dell’ID Apple o usare il Touch ID, se hai un MacBook Pro dotato di sensore d’impronte digitali).

Dopo aver installato e avviato Mouseposé sul tuo computer, clicca sui pulsanti Continue (per due volte di seguito) e Finish che sono presenti nella finestra di benvenuto dell’applicazione, clicca sul pulsante Don’t Send per non acconsentire all’invio anonimo dei tuoi dati e, nella finestra principale di Mouseposé, clicca sul pulsante Activate, così da attivare l’effetto luce applicato al cursore del mouse.

Se desideri personalizzare l’effetto applicato di default dal programma, usa le barre di regolazione Circle Radius, Circle Blur, Opacity/Color per modificare, rispettivamente, le impostazioni relative alla grandezza del cerchio, la sua sfocatura, la sua opacità e il suo colore.

Per richiamare la finestra relativa alle impostazioni di Mouseposé (qualora tu l’abbia chiusa), invece, clicca sull’icona della freccia illuminata situata nella barra dei menu di macOS (in alto a destra) e poi sulla voce Open Settings Windows… dal menu che si apre. Se, invece, vuoi semplicemente attivare Mouseposè e illuminare una porzione di schermo con il mouse, senza modificarne le impostazioni dell’applicazione, seleziona la voce Mouseposé Effect dal medesimo menu a tendina e il gioco è fatto.

Come regolare la luminosità dello schermo

Desideri illuminare lo schermo del PC, ovvero aumentarne la luminosità, ma non hai idea di come procedere? Che tu desideri agire da un PC Windows o da un Mac, poco importa: in entrambi i casi puoi regolare la luminosità dello schermo semplicemente premendo alcuni tasti sulla tastiera o, se preferisci, dalle impostazioni del sistema operativo. Trovi tutto spiegato qui sotto.

Windows

Foto di un computer portatile con Windows 10

Come ti accennavo poc’anzi, su Windows è possibile regolare la luminosità del display tramite alcune combinazioni di tasti: puoi premere, ad esempio, il tasto Fn unitamente ai tasti F2 ed F3 o F11 ed F12 (a seconda della marca e del modello di computer a tua disposizione), sui quali è rappresentato il simbolo del sole, e regolare tramite questi ultimi la luminosità dello schermo.

Se utilizzi un PC fisso, puoi regolare la luminosità anche attraverso i tasti posti di lato o sotto il monitor. Solitamente sui monitor dei PC sono presenti quattro tasti: uno serve per aprire il menu relativo alle impostazioni del monitor, uno per andare avanti/su, uno serve per andare indietro/giù e uno per selezionare le varie voci presenti nel menu stesso.

Per regolare la luminosità direttamente dal monitor, quindi, non devi fare altro che aprire il menu tramite l’apposito tasto, usare i tasti per muoverti fra le varie voci ed evidenziare quella relativa alla luminosità dello schermo (es. Luminosità, Brightness, etc.). Dopodiché pigia sul tasto per selezionare la voce evidenziata e usa di nuovo i tasti avanti/su e indietro/giù per regolare il livello di luminosità dello schermo.

Volendo, puoi regolare il livello di luminosità del display anche dal Pannello di controllo di Windows. Su Windows 10, ad esempio, digita “modifica livello di luminosità” nella barra di ricerca situata in basso a sinistra, clicca sul primo risultato proposto e, nella finestra che viene aperta, serviti della barra di regolazione collocata immediatamente sotto la voce Modifica luminosità per aumentare o diminuire la luminosità dello schermo, in base alle tue esigenze.

Se sul tuo PC è installato Windows 8.x o Windows 7, puoi regolare la luminosità dello schermo nel seguente modo: clicca sul bottone Start (l’icona della bandierina collocata nell’angolo in basso a sinistra dello schermo), recati nel Pannello di Controllo, fai clic sulla voce Hardware e suoni, poi su Opzioni risparmio energia e regola la luminosità dello schermo tramite la barra di regolazione posta in prossimità della voce Luminosità schermo.

Per maggiori dettagli su come regolare la luminosità su Windows, non esitare a leggere l’approfondimento che ho dedicato a questo argomento.

macOS

Come formattare iMac

Usi un Mac? Anche sui computer “made in Cupertino” è possibile regolare la luminosità direttamene dalla tastiera: basta premere i tasti F1 ed F2, rispettivamente, per abbassare e per aumentare la luce emanata dallo schermo.

Per regolare la luminosità dalle Preferenze di Sistema, invece, fai clic sull’icona grigia raffigurante gli ingranaggi che è collocata sul Dock, seleziona la voce Monitor dalla finestra che si apre e serviti della barra di regolazione posta accanto alla voce Luminosità per regolare l’impostazione in base alle tue esigenze.

Se il tuo Mac supporta la funzione di regolazione automatica della luminosità, apponi il segno di spunta sulla voce Regola automaticamente la luminosità: così facendo, la luminosità dello schermo varierà in modo automatico in base alla quantità di luce presente nell’ambiente circostante.

Se hai bisogno di maggiori informazioni su come regolare la luminosità dello schermo su macOS, consulta pure la guida che ho dedicato a questo argomento.