Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come mettere password a cartella Windows

di

Sul tuo PC ci sono alcune cartelle contenenti dei documenti particolarmente importanti e vorresti evitare che impiccioni ed eventuali malintenzionati possano mettervi mano senza il tuo consenso. Date le circostanze, hai pensato di proteggere l’accesso alle cartelle in questione con una password. Tuttavia, essendo ancora poco esperto in fatto di informatica e nuove tecnologie, non hai la più pallida idea di come compiere l’operazione in questione.

Ho indovinato, vero? Bene, allora se le cose stanno esattamente in questo modo e ti piacerebbe sapere come mettere la password a una cartella su Windows, lasciati dire che sei arrivato nel posto giusto al momento giusto.

Se mi dedichi qualche minuto del tuo prezioso tempo libero, posso infatti spiegarti come riuscire nel tuo intento adoperando soluzioni a costo zero e di facilissima applicazione. Dai, provaci e poi fammi sapere: sono sicuro che riuscirai piacevolmente stupito dalla velocità con cui riuscirai a fare tutto. Ora però basta chiacchierare e passiamo all’azione. Ti auguro, come mio solito, buona lettura e ti faccio un grandissimo in bocca al lupo per tutto!

Indice

Come mettere password a cartella Windows

Ti interessa sapere come mettere la password a una cartella su Windows ma non sai in che modo riuscirci? Allora prosegui pure nella lettura di questo post.

Qui di seguito, infatti, trovi indicati quelli che ritengo essere i migliori strumenti adibiti allo scopo, tutti realizzati da terze parti, in quanto, escludendo la funzione di crittografia, disponibile solo sulle versioni Pro di Windows e poco intuitiva, il sistema operativo Microsoft non offre funzionalità specifiche in tal senso.

VeraCrypt

VeraCrypt

La prima soluzione che ti invito a prendere in considerazione si chiama VeraCrypt: si tratta di un software gratuito e open source disponibile per Windows, macOS e Linux che permette la creazione di volumi criptati, vale a dire degli hard disk virtuali, accessibili dall’Esplora File e nei quali è possibile memorizzare i propri dati, proteggendoli con una password.

Per scaricare il programma sul tuo computer, recati sul suo sito Internet ufficiale e clicca sul collegamento posto in corrispondenza della voce Installer, sotto il logo di Windows.

A download ultimato, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che vedi comparire sul desktop, fai clic sul pulsante . Successivamente, clicca sul pulsante OK per confermare l’uso della lingua italiana, spunta la casella I accept the license terms, fai clic sul pulsante Avanti per due volte di fila e premi sui bottoni Installa, OK, Fine e No, per concludere il setup.

A questo punto, avvia il programma, facendo doppio clic sul collegamento apposito che è stato appena aggiunto sul desktop, e inizia a servirti di VeraCrypt premendo sul bottone Crea un volume, collocato nella parte in basso della finestra visualizzata. Seleziona poi l’opzione Crea un file contenitore criptato, clicca sul bottone Avanti, scegli la voce Volume VeraCrypt standard e fai nuovamente clic sul pulsante Avanti.

Premi, dunque, sul bottone Scegli file, seleziona la cartella sul tuo computer in cui salvare il nuovo volume che stai creando e premi sul pulsante Avanti. Preoccupati ora di selezionare l’algoritmo di codifica e di confusione che preferisci (se vuoi, puoi anche lasciare selezionate le opzioni impostate di default, vale a dire l’algoritmo di codifica AES e l’algoritmo di confusione SHA-512), dopodiché clicca sul pulsante Avanti, indica la dimensione massima che vuoi fare avere al tuo volume, selezionando l’unità di misura che preferisci e scrivendo il quantitativo di memoria nel campo apposito, e premi ancora una volta sul bottone Avanti.

Adesso, digita la password che vuoi usare per proteggere il tuo volume nei campi dedicati, clicca sul pulsante Avanti e indica il file system da utilizzare per il volume cifrato che stai per creare, selezionando una delle opzioni disponibili nel menu a tendina File system. Ti consiglio NTFS se devi usare il volume solo su Windows o exFAT se devi usarlo su altri sistemi operativi, in ogni caso puoi approfondire l’argomento e scoprire le differenze tra i vari file system leggendo il mio post su come creare una partizione).

Per concludere, sposta il cursore del mouse fin quando la barra collocata in basso non diventa completamente verde e premi sui pulsanti Formatta, OK ed Esci, per ultimare la procedura.

Una volta creato il tuo volume cifrato, per potervi accedere, seleziona una delle lettere di unità che trovi elencate nella finestra principale di VeraCrypt, clicca sul bottone Seleziona file collocato in basso a destra e seleziona l’archivio cifrato che hai appena creato. Premi poi sul bottone Monta, immetti la password impostata in precedenza nel campo Password e clicca sul pulsante OK.

Dopo aver fatto ciò, l’icona dell’unità creata con VeraCrypt risulterà visibile nell’Esplora File di Windows, nella sezione Questo PC (oppure Computer o Risorse del computer, a seconda della versione dell’OS Microsoft che stai usando). Facci quindi doppio clic sopra e potrai accedere e gestire i i file all’interno del volume.

Quando non avrai più bisogno di accedere al contenuto del volume cifrato, ricordati di smontarlo, in modo tale da renderlo inaccessibile ad altri utenti: per riuscirci, richiama la finestra di VeraCrypt, seleziona l’unità scelta e clicca sul bottone Smonta, che si trova in basso.

Private Folder

Private Folder

In alternativa al programma di cui ti ho già parlato, puoi provare Private Folder: un software a costo zero, tramite il quale è possibile bloccare l’accesso alle cartelle con una password ed, eventualmente, anche renderle invisibili. È abbastanza intuitivo ma, purtroppo, la sua interfaccia non è tradotta in Italiano.

Per scaricare il software, recati sul suo sito Internet ufficiale e fai clic sul pulsante download, situato in cima. A download ultimato, estrai l’archivio ZIP ottenuto in una posizione a piacere, avvia il file .exe contenuto al suo interno e premi sul pulsante nella finestra che compare sul desktop. 

Clicca, quindi, sul pulsante Net, seleziona la casella relativa all’accettazione dei termini di utilizzo del programma, premi ancora sul bottone Next, scegli l’opzione Create desktop shortcut e clicca ancora sul pulsante Next. Dopodiché fai clic sul pulsante , digita la password che vuoi usare per proteggere l’accesso al software nei campi appositi sullo schermo e premi sul pulsante OK per tre volte consecutive.

Fatto ciò, a servirti di Private Folder facendo doppio clic sul collegamento al programma appena aggiunto sul desktop, digitando la password impostata durante il setup e cliccando sul pulsante Add Rule, che si trova nella parte destra della finestra del software.

Nell’ulteriore finestra visualizzata, seleziona la cartella da proteggere, cliccando sul pulsante Browse, spunta la casella accanto alla voce Lock Folder, seleziona anche la casella accanto all’opzione Unlock folder on-access with password e digita, nei campi posti poco più sotto, la password che vuoi usare per preservare l’apertura della cartella. Se poi vuoi rendere anche la cartella invisibile agli occhi altrui, provvedi a spuntare la casella Hide Folder e dai conferma, premendo sul pulsante OK.

A partire da questo momento, quando vorrai aprire la cartella che hai scelto di proteggere con password, potrai riuscirci facendo doppio clic su di essa, digitando la parola chiave impostata e facendo clic sul pulsante OK.

Invece, se avevi scelto di rendere la cartella non visibile oppure se intendi sbloccarla, per riuscirci, devi richiamare la finestra principale di Private Folder, fare clic sul suo nome nell’elenco al centro e premere sul bottone Unlock, situato sulla destra.

Protected Folder

Protected Folder

Un altro ottimo strumento al quale puoi appellarti per mettere la password a una cartella su Windows è Protect Folder: si tratta di un programma di casa IoBit (nota software house che ha sviluppato vari programmi utili per la manutenzione di PC e Mac), tramite il quale è possibile proteggere le proprie cartelle con password in maniera semplice e veloce, in modo da nasconderle dalla vista altrui. È a pagamento (costa 21,99 euro), ma lo si può provare gratis per 20 giorni, senza alcuna limitazione od obbligo.

Per effettuarne il download del programma sul tuo PC, recati sul suo sito Internet ufficiale e clicca sul bottone Scarica gratis. A scaricamento ultimato, apri il file .exe ottenuto e clicca sul pulsante , nella finestra che vedi comparire sullo schermo. Successivamente, premi sui pulsanti Avanti, Accetta, Avanti (per altre due volte consecutive) e Fine, per concludere il setup.

Ora che visualizzi la finestra di Protected Folder sul desktop, digita nei campi sottostanti la voce Create a password la password che vuoi usare per preservare l’accesso alle tue cartelle, dopodiché clicca sul pulsante OK. Traduci poi l’interfaccia del software in lingua italiana, facendo clic sull’icona dell’ingranaggio collocata in alto a destra, quindi sulla voce User Interface posta sulla sinistra e selezionando l’opzione Italiano dal menu a tendina Current Language. Conferma, infine, le modifiche apportate, premendo sui pulsanti Apply e OK.

Adesso, sei finalmente pronto per cominciare a sfruttare le potenzialità del programma. Per cui, trascina la cartella che vuoi proteggere con password sulla finestra di Protected Folder, oppure selezionala "manualmente", facendo clic prima sul bottone Add.

Missione compiuta! A partire da questo momento, la cartella che hai scelto di proteggere non risulterà più visibile in Windows e non sarà più possibile accedervi, a meno di non avviare nuovamente Protected Folder, digitare la password impostata in precedenza a protezione del programma, fare clic sul bottone OK e fare doppio clic sulla cartella di tuo interesse, nell’elenco posto al centro della finestra.

Se vuoi, puoi anche modificare i permessi di lettura e scrittura delle cartelle protette tramite il software: per riuscirci, ti basta selezionare il collegamento situato accanto alla voce Stato, in basso, e regolare le impostazioni che trovi nella sezione Opzioni di blocco, nell’ulteriore finestra che si apre.

Quando e se lo vorrai, potrai sbloccare le cartelle che hai scelto di proteggere semplicemente selezionandole dall’elenco nella schermata principale di Protected Folder e premendo sul bottone Sblocca.

Come mettere password a cartella compressa Windows

Se Windows, è possibile proteggere con password anche una cartella compressa, utilizzando quelli che sono i più diffusi software per la creazione di archivi ZIP, RAR e altri archivi compressi. Adesso ti spiego bene come.

7-Zip

7-Zip

Se vuoi mettere la password a una cartella compressa sul tuo PC, ti suggerisco di affidarti a 7-Zip: un famoso programma per sistemi Windows destinato alla creazione di archivi compressi in vari formati (ZIP, 7-ZIP ecc.), grazie al quale è possibile impostare una password a protezione dei dati contenuti in una determinata cartella.

Per scaricare 7-Zip sul tuo computer, recati sul sito Internet del programma e clicca sul collegamento Download situato in corrispondenza della voce .exe 64-bit x64 o della voce .exe 32-bit x86, a seconda della versione del sistema operativo installata sul tuo PC.

A scaricamento ultimato, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che vedi comparire sul desktop, clicca sui pulsanti , Install e Close, per concludere l’installazione di 7-Zip.

A questo punto, individua la cartella che vuoi proteggere con password, fai clic destro su di essa e seleziona le voci 7-Zip > Aggiungi all’archivio dal menu che si apre. Nella finestra che adesso visualizzi sullo schermo, seleziona dal menu a tendina Formato dell’archivio il formato 7z o zip (le altre opzioni disponibili non permettono di proteggere le cartelle con password), digita la password che vuoi usare per proteggere la cartella compressa nei campi Inserisci password e Reinserisci password, seleziona la voce AES-256 dal menu a tendina Metodo crittografico e spunta la casella Crittografa i nomi dei files. Infine, fai clic sul bottone OK.

Se vuoi, puoi anche scegliere di eliminare la cartella "originale" in seguito alla compressione: per riuscirci, spunta l’opzione Elimina i files dopo la compressione prima di procedere alla creazione dell’archivio. In seguito, verrà creato un archivio compresso con all’interno la cartella selezionata, che potrai estrarre per accedere ai file in essa presenti solo ed esclusivamente facendo doppio clic su di esso e digitando la password esatta.

WinRAR

WinRAR

Per creare una cartella compressa con password, puoi avvalerti anche di WinRAR, il celebre programma per la gestione degli archivi in formato RAR. Viene distribuito sotto forma di trialware: si può quindi scaricare gratuitamente e a ogni avvio mostra un avviso che invita ad acquistarne una licenza entro 40 giorni. Superato questo lasso di tempo, continua a funzionare mostrando però gli inviti all’acquisto in maniera più insistente e non permette più di sfruttare alcune funzioni avanzate, come la creazione di archivi RAR con crittografia AES-256-bit.

Per usarlo, effettuane il download sul tuo PC, collegandoti al relativo sito Web e cliccando sul pulsante Preleva, posto in corrispondenza della voce WinRAR per Windows Xp/2003/Vista/2008/7/8/10 a 64 bit oppure della voce WinRAR per Windows Xp/2003/Vista/2008/7/8/10 a 32 bit, a seconda della versione di Windows che stai usando sul tuo PC.

A scaricamento ultimato, avvia il file .exe appena ottenuto e, nella finestra che ti viene mostrata sul desktop, clicca sui pulsanti , Installa, OK e Chiudi, per concludere il setup.

A questo punto, fai clic destro sulla cartella che vuoi proteggere con password e seleziona la voce Aggiungi a un archivio dal menu che compare. Nella finestra che ora visualizzi sullo schermo, clicca sul pulsante Imposta Parola chiave e digita la password con cui vuoi proteggere l’archivio nei due campi appositi.

Successivamente, se desideri cancellare la cartella originale, provvedi a spuntare la casella collocata accanto alla dicitura Elimina i file dopo l’archiviazione. Dopodiché fai clic sul bottone OK per due volte di fila e il gioco è fatto.

Compiuti i passaggi di cui sopra, verrà creato un archivio RAR con all’interno la cartella selezionata, che potrai estrarre per accedere ai file in essa presenti facendo doppio clic su di esso e digitando, nel campo dedicato, la password impostata in precedenza.