Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come mettere password alle app iPhone

di

Il tuo iPhone finisce spesso tra le mani di amici, parenti e colleghi e vorresti evitare che, quando ciò accade, le tue applicazioni preferite possano essere aperte e usate in maniera indiscriminata? Beh, lo credo bene! Partendo dal presupposto fondamentale che, a mio avviso, per evitare situazioni del genere faresti ancor meglio a tenere maggiormente d’occhio il tuo “melafonino”, se proprio vuoi stare sul sicuro, puoi valutare l’opzione di mettere password alle app iPhone.

Come dici? La cosa sembra essere interessante e ti piacerebbe quindi approfondire l’argomento? Detto, fatto! Se mi dedichi qualche minuto del tuo prezioso tempo, posso spiegarti come compiere la suddetta operazione, con questa mia guida incentrata sull’argomento. Ti anticipo già che non dovrai fare nulla di particolarmente complicato, ma il risultato finale è comunque assicurato.

Allora? Si può sapere che ci fai ancora lì impalato? Posizionati bello comodo, prendi il tuo smartphone a marchio Apple e comincia subito a mettere in pratica le istruzioni che trovi qui di seguito. Spero davvero che, alla fine, tu possa ritenerti finalmente contento e soddisfatto dei risultati ottenuti. Ti faccio un grandissimo in bocca al lupo per tutto!

Indice

Informazioni preliminari

iPhone 12

Prima di passare all’azione, ci sono alcune informazioni preliminari che è mio dovere fornirti, per permetterti di avere le idee perfettamente chiare in merito alla questione oggetto della guida.

Partiamo da un presupposto fondamentale: mettere password alle app iPhone è cosa fattibile usando un’apposita funzionalità, denominata Tempo di utilizzo, messa a disposizione dalla stessa Apple e attivabile dalle impostazioni di iOS. Questa funzione, fruibile su iPhone a partire da iOS 12, permette, infatti, di bloccare l’accesso a specifiche applicazioni o in base alle loro categorie d’appartenenza, le quali possono poi essere sbloccate solo immettendo un PIN apposito.

Più precisamente, il blocco viene applicato dopo un lasso di tempo minimo, che è fissato a 1 minuto. Per cui, per poterne usufruire, bisogna usare una qualsiasi app inclusa nel blocco e aspettare che trascorra l’arco di tempo definito. Successivamente, iOS impedirà l’accesso a tutte le applicazioni appartenenti alla categoria di tuo interesse e per potervi accedere nuovamente sarà necessario inserire un codice apposito (da configurare al momento dell’impostazione del blocco). Va tuttavia sottolineato che, nel corso della giornata, iOS potrebbe concedere la possibilità di usare per un altro minuto una delle app coinvolte nel blocco.

Una valida alternativa a quanto ti ho appena descritto consiste nello usare il sistema di protezione, tramite codice, Face ID o Touch ID, che alcune app hanno implementato direttamente nelle relative impostazioni. Ma purtroppo non si tratta di una feature offerta da tutte le applicazioni.

Altre soluzioni tramite cui poter impostare una password per impedire l’accesso e l’utilizzo delle app su iPhone non ce ne sono. Strumenti spacciati come utili allo scopo eventualmente presenti sull’App Store si rivelano in realtà non funzionanti o comunque in grado di intervenire solo su altri elementi (es. foto e documenti).

Come si mette la password alle app su iPhone

Tempo di utilizzo iOS

A questo punto, direi che possiamo finalmente entrare nel vivo del tutorial e andare a scoprire, in dettaglio, come si mette la password alle app su iPhone usando Tempo di utilizzo, la funzione predefinita di iOS di cui ti parlavo nel passo precedente.

Per configurare l’uso di Tempo di utilizzo, prendi il tuo iPhone, sbloccalo, accedi alla home screen e/o alla Libreria app e seleziona l’icona delle Impostazioni (quella a forma di ruota d’ingranaggio). Nella nuova schermata che a questo punto ti viene mostrata, fai tap sulla voce Tempo di utilizzo e, se non hai già provveduto ad attivare la funzione, seleziona anche la dicitura Attiva “Tempo di utilizzo”, dopodiché premi sui bottoni Continua e È il mio iPhone.

A questo punto, sfiora la dicitura Utilizza codice “Tempo di utilizzo” presente in basso e digita per due volte consecutive il codice che intendi impostare per bloccare e sbloccare l’accesso alle applicazioni sull’iPhone. Provvedi inoltre a digitare il tuo ID Apple e la password ad esso associata nei campo appositi nella schermata che ti viene proposta successivamente, in modo da poter usare l’account Apple per il recupero del PIN in caso di smarrimento.

Dopo aver compiuto i passaggi di cui sopra, sfiora la dicitura Limitazioni app, fai tap sulla voce Aggiungi limitazione di utilizzo, inserisci il codice impostato in precedenza e seleziona le categorie di app che desideri bloccare, scegliendo tra: Tutte le app e le categorie, Social, Giochi, Svago, Creatività, Produttività e finanza, Istruzione, Informatica e lettura, Salute e fitness, Utility, Acquisti e cibo, Viaggi o Altro. Puoi anche decidere di impostare delle limitazioni per le singole applicazioni, facendo prima tap sulla freccetta che trovi accanto alla categoria di tuo interesse e selezionando l’app di tuo interesse dall’elenco proposto.

Successivamente, fai tap sulla voce Avanti presente in alto a destra e indica dopo quanto tempo intendi bloccare l’accesso all’app (se vuoi bloccarlo in maniera praticamente istantanea, imposta 0 ore 1 min). Se poi vuoi fare in modo che a seconda del giorno della settimana il blocco per l’accesso all’app cambi, seleziona la dicitura Personalizza giorni e imposta le opzioni che preferisci, dal lunedì alla domenica.

Per concludere, assicurati che la levetta accanto all’opzione Blocca al termine del limite risulti spostata su ON (altrimenti provvedi tu), dopodiché fai tap sulla voce Aggiungi presente in alto a destra ed è fatta.

Dopo aver configurato il funzionamento di Tempo di utilizzo, ogni volta che le app coinvolte verranno avviate, una volta superato il limite di tempo massimo impostato il blocco entrerà automaticamente in azione. La cosa verrà notificata mediante la comparsa di un apposita schermata che può essere chiusa premendo sul bottone OK.

Eventualmente, è possibile proseguire nell’uso dell’app per un ulteriore minuto, selezionando l’opzione Richiedi più tempo, disponibile a volte nell’arco di una giornata, e scegliendo l’opzione Ancora un minuto dal menu che compare. In alternativa, è possibile proseguire con limitazioni di tempo più ampie nell’utilizzo dell’app oppure senza alcun limite scegliendo l’opzione Inserisci il codice di “Tempo di utilizzo” dal menu, selezionando un’opzione tra Approva per 15 minuti, Approva per un’ora oppure Approva tutto il giorno e digitando il codice impostato in precedenza.

Qualora provando ad aprire una determinata app questa dovesse risultare già bloccata, evidentemente è perché che nella giornata corrente è stata già usata oppure sono state già impiegate delle applicazioni appartenenti alle categorie bloccate per un lasso di tempo superiore a quello impostato come limite giornaliero.

Se hai bloccato determinate categorie di applicazioni ma vuoi fare in modo che Tempo di utilizzo non abbia effetto su specifiche app in esse presenti, puoi riuscirci proseguendo in questo modo: accedi alla sezione Impostazioni di iOS, seleziona la dicitura Tempo di utilizzo, quindi quella Sempre consentite che trovi nella nuova schermata che ti viene mostrata e fai tap sul simbolo (+) posto accanto ai nomi delle applicazioni che vuoi consentire nell’elenco Scegli app.

Non ti interessa più mettere la password alle app su iPhone e, dunque, vorresti disabilitare le limitazioni impostate? Si può fare, ovviamente. Per riuscirci, recanti sempre nella sezione Impostazioni di iOS, fai tap sulla voce Tempo di utilizzo, poi su quella Limitazioni app, seleziona la categoria o il nome dell’app di tuo interesse e porta su OFF l’interruttore accanto alla voce Limitazione app che trovi in alto. Per disabilitare le limitazioni per più categorie e/o app in contemporanea, porta su OFF l’interruttore accanto alla dicitura Limitazioni app che trovi nella schermata Limitazioni app.

Puoi altresì decidere di eliminare completamente le limitazioni. Per farlo, scegli la categoria o l’app di tuo interesse dalla schermata Limitazioni app, dopodiché seleziona l’opzione Elimina limitazione che trovi nella parte in basso della schermata successiva e conferma quelle che sono le tue intenzioni selezionando nuovamente la dicitura Elimina limitazione. Ecco fatto!

App per mettere password alle app iPhone

WhatsApp iPhone

Come ti avevo anticipato nel passo a inizio tutorial, purtroppo non esistono delle app per mettere password alle app iPhone. Tuttavia alcune applicazioni, in special modo quelle per la messaggistica, quelle dedicate alla salute e quelle per la gestione dei file, implementano un’apposita opzione che consente di impostare un codice di blocco e/o di abilitare l’uso del Face ID o del Touch ID per evitare gli accessi non autorizzati.

In genere è possibile capire se un’app offre un’opzione per impostare una password di blocco leggendo la relativa descrizione sull’App Store oppure “curiosando” tra le impostazioni dell’applicazione stessa. Se disponibile, solitamente la suddetta opzione può essere abilitata selezionando l’apposita voce e impostando una password o un codice di blocco al momento o, in alternativa, abilitando per l’applicazione di tuo interesse l’uso del Face ID o del Touch ID.

Per farti un esempio pratico, tra le app che offrono un sistema di blocco di questo tipo c’è WhatsApp. Infatti, accedendo alla sezione Impostazioni dell’applicazione, selezionando la voce Account, poi quella Privacy e, successivamente, la dicitura Blocco schermo, si può abilitare il blocco dell’app mediante codice, Face ID o Touch ID portando su ON l’interruttore accanto alla voce apposita. Per ulteriori dettagli, puoi fare riferimento alla mia guida dedicata specificamente a come mettere la password su WhatsApp iPhone.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.