Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come non farsi aggiungere nei gruppi Instagram

di

I tuoi amici hanno deciso di organizzare una festa e hanno creato un gruppo su Instagram per invitare tutti i partecipanti, tra i quali rientri anche tu. Sei contento di essere stato preso in considerazione, tuttavia ritieni che l’aggiunta a questo gruppo — che non è la prima che ti è capitato di subire — sia fastidiosa, a causa delle frequenti notifiche di nuovi messaggi che ricevi. Ti domandi, dunque, se vi sia una soluzione per porre rimedio alla cosa ed evitare che ricapiti in futuro.

Per tua fortuna, la risposta è affermativa e, se vuoi, posso spiegarti tutto io in dettaglio. Nei prossimi capitoli di questa guida, trovi infatti spiegato come non farsi aggiungere nei gruppi Instagram tramite diverse soluzioni utili allo scopo, che ti permetteranno di prendere alcune precauzioni relative all’aggiunta ai gruppi sul noto social network fotografico.

Come dici? Sei impaziente di saperne di più e non vedi l’ora di iniziare? D’accordo allora: mettiti seduto bello comodo e prenditi giusto qualche minuto di tempo libero. Leggi con attenzione le indicazioni che sto per fornirti e vedrai che riuscirai facilmente e velocemente nell’intento che ti sei proposto. Ti auguro una buona lettura!

Indice

Informazioni preliminari

instagram

Prima di spiegarti come non farsi aggiungere nei gruppi Instagram, devo fornirti alcune informazioni preliminari al riguardo.

Innanzitutto, devi sapere che Instagram filtra in maniera predefinita le richieste relative all’aggiunta ai gruppi, nel caso in cui queste vengano effettuate da persone che non si seguono reciprocamente.

In alcuni contesti, quindi, l’aggiunta ai gruppi deve essere approvata dall’utente aggiunto, il quale riceve una notifica e, se lo ritiene opportuno, può accettare l’aggiunta al gruppo premendo su un apposito pulsante.

Nel caso in cui, invece, le richieste vengano effettuate tra persone che si seguono reciprocamente, queste vengono accettate automaticamente. In ogni caso, come ti spiegherò nel capitolo dedicato all’argomento, è possibile uscire dai gruppi ai quali si è stati aggiunti in maniera abbastanza semplice.

Inoltre, devi sapere che, almeno nel momento in cui scrivo questa guida, Instagram permette di bloccare solamente parzialmente l’aggiunta ai gruppi. Infatti, è possibile mettere in atto alcune soluzioni alternative, come la scelta di chi può aggiungerti, la disattivazione delle notifiche per le richieste ai gruppi, il blocco di un utente o l’impostazione del profilo privato: procedure su cui ti fornirò maggiori dettagli nei successivi capitoli.

A questo punto, se desideri saperne di più sull’argomento, continua a leggere: nelle prossime righe troverai tutte le indicazioni passo dopo passo su come procedere per riuscire nell’intento che ti sei proposto agendo tramite l’app di Instagram per Android e iOS e, dove possibile, anche dal sito Web ufficiale del social network fotografico, quindi anche da PC.

Come bloccare gruppi Instagram

Come bloccare gruppi Instagram

Se ti stai chiedendo come bloccare i gruppi spam su Instagram, il metodo migliore è probabilmente quello di passare per una specifica funzione disponibile nelle opzioni dell’app ufficiale per dispositivi mobili (al momento in cui scrivo l’opzione non compare sul sito Web ufficiale).

Infatti, nonostante non sia possibile bloccare del tutto l’inserimento in gruppi da parte di altre persone, quantomeno puoi scegliere chi ha “l’autorizzazione” per aggiungerti. Purtroppo non ci sono molte opzioni specifiche, dato che si può semplicemente decidere di consentire a tutti di poter effettuare quest’operazione o “abilitare” solamente coloro che segui su Instagram. Tuttavia, utilizzando con un po’ di astuzia questa funzionalità non dovresti avere problemi a bloccare l’inserimento in gruppi non richiesti.

In ogni caso, per procedere, apri l’app di Instagram, esegui il login al tuo account, premi sull’icona dell’account, presente in basso a destra, fai tap sull’icona ☰ che si trova in alto a destra, seleziona la voce Impostazioni dal menu che ti viene proposto e recati nella sezione Privacy. A questo punto, fai tap prima sull’opzione Messaggi e in seguito su quella Chi può aggiungerti ai gruppi. Da qui potrai effettuare la tua scelta, a seconda delle tue esigenze, spuntando la casella Tutti su Instagram o quella Solo le persone che segui su Instagram.

Quest’ultima opzione risulta interessante per il tuo obiettivo, in quanto abilitandola le persone che non segui non potranno più aggiungerti ai gruppi. In parole povere, se uno sconosciuto proverà ad aggiungerti a uno dei classici gruppi spam, Instagram lo informerà del fatto che questo non è possibile, in quanto tu hai impostato delle “restrizioni” in tal senso.

Chiaramente, utilizzare quest’opzione non significa bloccare del tutto la possibilità di essere inseriti all’interno di gruppi non richiesti. Infatti, se sei una di quelle persone che seguono tantissimi profili su Instagram, questi ultimi potrebbero continuare a svolgere quest’operazione. Tuttavia, capisci bene che grazie a questa semplice opzione è possibile ridurre di molto l’inserimento in gruppi spam.

Inoltre, scegliendo in modo “saggio” chi seguire su Instagram, non dovresti avere troppi problemi, mettendo di fatto in atto una sorta di “blocco” dei gruppi Instagram.

Disattivare le notifiche per le richieste di gruppi

Messaggi di Direct Instagram

Come detto, le richieste relative ai gruppi vengono filtrate automaticamente da Instagram, nel caso in cui vengano effettuate da persone che non si seguono reciprocamente.

In questo caso specifico, infatti, l’utente aggiunto riceve una notifica relativa alla richiesta di adesione a un gruppo che può essere rifiutata, premendo sul pulsante Ignora. Inoltre, anche in caso di adesione, il gruppo può essere successivamente abbandonato premendo sul pulsante Abbandona.

Tale specifica notifica può disattivata tramite le impostazioni del social network, agendo da smartphone. Per procedere in tal senso, avvia l’app di Instagram sul tuo dispositivo, effettua l’accesso al tuo account e recati nella schermata del tuo profilo.

Dopodiché, pigia sull’icona ☰ situata nell’angolo in alto a destra e, nel menu che ti viene mostrato, fai tap sulla voce Impostazioni. Adesso, pigia sulla voce Notifiche e poi sulla dicitura Messaggi di Direct. Infine, apponi il segno di spunta sulla voce No, in corrispondenza della dicitura Richieste di gruppi.

Bloccare un utente

Bloccare un utente

Per impedire l’aggiunta a un gruppo da parte di uno specifico utente, è possibile bloccare quest’ultimo su Instagram. Tale operazione, infatti, prevede che l’utente bloccato non possa più visualizzare il profilo di colui che ha messo in atto il blocco e, inoltre, impedisce anche qualsiasi altra forma di interazione futura.

Per riuscire in quest’intento, puoi agire tramite l’app di Instagram, ma anche tramite il sito Web ufficiale del social network fotografico.

In entrambi i casi, nella schermata principale di Instagram individua l’utente da bloccare tramite il motore di ricerca (l’icona della lente di ingrandimento), in modo da recarti sul suo profilo. Dopodiché, fai tap sull’icona (…) e, nel menu che ti viene mostrato, pigia sul pulsante Blocca (Blocca questo utente da Web).

L’operazione in questione è reversibile, premendo sul pulsante Sblocca in corrispondenza dell’account bloccato, il cui nome è visibile nella sezione Impostazioni > Privacy > Account bloccati dell’app di Instagram. In caso di dubbi o problemi, fai riferimento al mio tutorial dedicato all’argomento.

Impostare il profilo privato

Impostare il profilo privato

Impostare il profilo privato è un’altra soluzione che puoi mettere in atto per far sì che la richiesta relativa all’aggiunta ai gruppi venga filtrata. Attivando quest’opzione, infatti, le richieste relative ai nuovi follower (i quali, come detto, possono aggiungere automaticamente le persone ai gruppi, in caso di follow reciproco) vengono sottoposte ad approvazione.

Tieni però in considerazione che l’attivazione dell’account privato comporta che il profilo e anche tutti i contenuti multimediali pubblicati siano visibili soltanto agli utenti che già sono tra i propri follower e quelli successivamente approvati come tali.

Detto ciò, se vuoi riuscire in quest’intento, puoi agire tramite l’app di Instagram ma anche dal sito Web ufficiale del social network. In entrambi i casi, per procedere, accedi al tuo account e recati nella sezione dedicata alle Impostazioni pigiando sull’icona ☰ da smartphone o su quella dell’ingranaggio da Web.

Fatto ciò, nella sezione Privacy (Privacy e sicurezza da Web) assicurati che sia impostata su ON l’opzione Account privato, in modo da abilitare questa funzionalità che è reversibile in qualsiasi momento, spostando su OFF l’apposito pulsante.

In caso di dubbi o problemi oppure per maggiori informazioni al riguardo, leggi il mio tutorial dedicato all’argomento.

Uscire da un gruppo

Uscire dal gruppo Instagram

Se, nonostante tutte le misure precauzionali di cui ti ho parlato finora, sei comunque stato aggiunto a un gruppo e ora vuoi uscire, non preoccuparti: puoi riuscire in questo intento in qualsiasi momento, agendo tramite l’app di Instagram, ma anche dal sito Web ufficiale del social network.

In entrambi i casi, effettua innanzitutto l’accesso al tuo account, in modo da recarti nella sezione dedicata ai messaggi privati (pigiando sull’icona dell’aeroplano situata nell’angolo in alto a destra). Dopodiché, individua il gruppo al quale sei stato aggiunto e pigia sullo stesso, per visualizzarlo.

Infine, premi sull’icona (i) situata nell’angolo in alto a destra e, nel menu che ti viene mostrato, premi sulla voce Abbandona chat. Infine, conferma l’operazione premendo sul pulsante Abbandona. Facile, no?

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.