Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come salire di arena su Clash Royale

di

Hai da poco cominciato a giocare a Clash Royale, il celebre titolo strategico per smartphone e tablet di Supercell, e ti sta piacendo tantissimo. Nonostante tutto il tempo passato in scontri con altri avversari del tuo livello, però, ti sei reso conto che la velocità con cui passi da un’arena all’altra non è quella che desideri, e che man mano che vai avanti nel percorso, raggiungere l’arena successiva risulta sempre più difficile.

Le cose stanno così, vero? Allora sono lieto di informarti che sei capitato nel tutorial giusto, al momento giusto! Nel corso delle prossime righe, infatti, ti mostrerò come salire di arena su Clash Royale utilizzando qualche strategia funzionale allo scopo. Niente di troppo complesso naturalmente, si tratta solo di consigli per salire più velocemente fino a raggiungere le leghe e la classificazione finale di Campione Definitivo in Lega 10, ma spero possa esserti utile.

Come dici? Era proprio quello che cercavi e non vedi l’ora di cominciare per avviare la tua scalata delle 15 arene e delle leghe? Bene, allora prenditi qualche minuto di tempo libero, leggi attentamente quanto sto per dirti e poi metti in pratica i suggerimenti forniti. I risultati si faranno vedere, promesso. Buona lettura e buon divertimento!

Indice

Come salire di arena su Clash Royale

Clash Royal Android

Vuoi sapere come salire di arena su Clash Royale? Allora leggi quanto riportato di seguito. Come già accennato in precedenza, il gioco è composto da un totale di 15 arene, susseguite dalle 10 leghe, al termine delle quali si raggiunge il livello di Campione Definitivo: la vetta massima (almeno nel momento in cui scrivo).

Man mano che si sale nelle differenti arene di gioco vincendo le battaglie necessarie, vengono sbloccate nuove carte fino a raggiungere le 106 totali che compongono il mazzo completo. Qui di seguito trovi, dunque, i principali metodi per scalare le arene velocemente e raggiungere l’ultima lega.

Creare un deck bilanciato

Deck Clash Royale

Il primo metodo per scalare velocemente le arene consiste nel creare e utilizzare dei deck che siano bilanciati e adatti all’arena nella quale si combatte. Non tutti i mazzi, infatti, sono adatti a tutte le fasi di gioco e, man mano che si procede verso l’alto, è necessario modificare il deck per renderlo più funzionale.

Un aspetto a mio avviso essenziale è quello di bilanciare il mazzo dal punto di vista difensivo e di attacco, cercando di non creare squilibri tra questi due aspetti essenziali della partita. Tendenzialmente, infatti, si tende a screditare la difesa, senza considerare che molte carte difensive sono utili anche in attacco dopo che hanno sconfitto i nemici presenti.

Un’altra cosa a cui ti consiglio di stare attento durante la creazione del deck è il rischio di generare un mazzo potente ma che scorre male, troppo lento e con poca sinergia (quindi con un dispendio di elisir eccessivo che si riforma in poco meno di 3 secondi, che però nel gioco possono sembrare un’eternità e poca “compatibilità” tra carte).

Uno dei mazzi più equilibrati tra quelli suggeriti dai giocatori esperti, utile per le prime fasi di gioco, è denominato mazzo Lava Loon ed è composto da: Frecce (Comune, Arena 0), Mongolfiera (Epica, Arena 6), Guardie (Epica, Arena 7), Mastino Lavico (Leggendaria, Arena 4), Fulmine (Epica, Arena 4), Megasgherro (Rara, Arena 3), Sgherri (Comune, Arena 0) e Lapide (Rara, Arena 2). Si tratta di un deck funzionale ed equilibrato, piuttosto semplice da creare anche per i giocatori non particolarmente esperti.

Un buon deck intermedio, invece, è il Giant Firecracker Graveyard che contiene: Frecce (Comune, Arena 0), Pipistelli (Comune, Arena 5), Arciere pirotecnico (Comune, Arena 14), Gigante (Rara, Arena 0), Mini P.E.K.K.A (Rara, Arena 0), Orda di scheletri (Epica, Arena 2), Palla di neve gigante (Comune, Arena 8) e Cimitero (Leggendaria, Arena 12).

Per le fasi molto avanzate di gioco, quando scalare comincia a diventare davvero un’impresa ostica, merita sicuramente una menzione il deck Skeleton King Gob Giant Sparkly Rage composto da: Gigante Goblin (Epica, Arena 9), Megasgherro (Rara, Arena 3), Mini P.E.K.K.A (Rara, Arena 0), Strega Madre (Leggendaria, Arena 15), Furia (Epica, Arena 14), Skeleton King (Campione, Livello 14), Scintilla (Leggendaria, Arena 11), Scarica (Comune, Arena 5). In questo caso si tratta di un mazzo particolarmente potente, non semplicissimo da creare vista la presenza dello Skeleton King, ma che vale sicuramente la pena di cercare di raggiungere.

Per evitare i problemi sopraelencati e per trarre spunto per la creazione dei tuoi mazzi, ti consiglio di dare un’occhiata alla mie guide su come creare un deck su Clash Royale, sui migliori deck di Clash Royale (dove li puoi trovare suddivisi per categorie, dai più semplici da realizzare fino ai più articolati per le differenti fasi di gioco) e su come trovare leggendarie su Clash Royale, che ti possono essere estremamente utili per creare mazzi funzionali alle fasi più avanzate.

Imparare i dati principali di tutte le carte

Clash Royale Wiki

Sembra noioso, ma conoscere bene tutte le carte offre numerosi vantaggi. Primo fra tutti: sai cosa aspettarti dall’avversario, quali sono le sue mosse più pericolose e come può difendersi. In secondo luogo, un po’ meno scontato ma estremamente utile, sai quanto prezioso elisir spende nel compiere le sue mosse e, sulla base di questo, puoi creare una strategia d’azione per batterlo velocemente e assicurarti la vittoria delle coppe e di conseguenza la scalata della vetta.

Una buona conoscenza in generale delle regole del gioco, dei poteri delle carte e dei loro costi, permette di avere sicuramente un vantaggio in più rispetto a un giocatore sprovveduto che procede a tentoni. Anche se ci sono carte che utilizzi meno, quindi, studiale attentamente. Per farlo, puoi consultare la Wiki di Clash Royale dove sono presenti numerosi articoli sulle carte, sulle arene, sui forzieri, ecc.

Per ogni carta troverai consigli e suggerimenti utili per abbinarla ad altre carte, oltre ai sui punti di forza e di debolezza e strategie per utilizzarla al meglio. Tra le altre cose, sono presenti anche molte curiosità interessanti: avevi mai notato, ad esempio, che il Mini P.E.K.K.A (Rara, Arena 0) dice “Pancakes” quando viene schierato in campo?

Creare una propria strategia

Strategia Clash Royale

Un deck bilanciato e una buona conoscenza delle carte permettono di creare una propria strategia di gioco da utilizzare come cavallo di battaglia durante gli scontri. Il punto essenziale dell’intero gioco è l’elisir: avere un vantaggio in questi termini può incidere sull’esito della battaglia.

Quindi, come consiglio strategico, cerca sempre di spendere meno elisir in difesa rispetto al tuo avversario e prova a lasciare qualche elisir di scorta. Se il tuo avversario, quindi, decide di attaccarti e spende tutto il suo elisir in questo tentativo, riuscire a difendersi spendendone meno arreca un enorme vantaggio.

Per risparmiare elisir, inoltre, a inizio partita, puoi posizionare le tue prime truppe dietro alle Torri della Corona o dietro la Torre del Re. In questo modo, mentre si avvicinano al ponte e al campo avversario, hai il tempo necessario per far sì che il tuo elisir si riformi.

Un’altra strategia utile consiste nel far sprecare risorse all’avversario con delle mosse tattiche. Questa strategia, in gergo, viene chiamata bait (cioè esca). Per fare un esempio pratico: rilasci Orda di scheletri (Rara, Arena 2), l’avversario utilizza un incantesimo da danno di arena come la carta Scarica (Comune, Arena 5) , dopodiché tu giochi una carta alla quale Scarica avrebbe creato problemi come il Principe (Epica, Arena 7). In questo modo l’Orda di scheletri avrà fatto il suo ruolo da esca, consentendoti di giocare il Principe che potrà andare alla carica indisturbato.

Un’altra buona strategia di gioco consiste nell’ingannare l’avversario attaccando una sua torre fino a farle raggiungerle un livello di punti da abbattere facilmente con una carta d’attacco diretto (come ad esempio il Mini P.E.K.K.A), poi spostare l’attenzione su un’altra torre, un edificio o comunque da un’altra parte dell’arena di gioco, per far sì che le difese dell’avversario siano concentrate in quel nuovo punto. Dopodiché, mentre il tuo avversario è completamente impegnato in difesa nel posto sbagliato, ti basterà giocare la carta d’attacco che andrà a distruggere rapidamente la torre.

Insomma, con un po’ di inventiva e vari tentativi si possono trovare numerosissime strategie utili per vincere la battaglia sbigottendo l’avversario e compiendo mosse che non si aspetta. Vuoi un altro esempio? Utilizzando insieme le carte Golem (Epica, Arena 10) e Principe, calcolando bene i tempi, puoi far sì che il Principe durante la sua cavalcata spinga il Golem verso la torre, aumentando la sua poca velocità. Si tratta di un’ottima mossa da compiere se l’avversario non possiede truppe aeree (le più pericolose per entrambe le carte) per infliggere velocemente danni molto alti alle torri.

Attaccare per secondi

Difesa Clash Royale

Se hai mai guardato qualche video replay in TV Royale ti sarai reso conto che i migliori giocatori attendono che sia l’avversario a compiere la prima mossa.Questo perché, come si suol dire, il miglior attacco è la difesa.

Attaccare per secondo ti consente di usufruire di numerosi vantaggi come essere a conoscenza di quanto elisir ha speso il nemico e utilizzarne di meno per difenderti, utilizzare truppe difensive mirate che si trasformano poi in truppe d’attacco e posizionare strutture difensive in maniera strategica.

Insomma, attendendo che sia l’avversario a compiere la prima mossa, hai la possibilità di strutturare interamente la partita a tuo vantaggio, pilotando il gioco e accrescendo le tue possibilità di vittoria e, di conseguenza, di scalata delle arene.

Utilizzare gli edifici

Carte Edificio

Alcuni giocatori utilizzano una strategia ben definita basata sullo stremare l’avversario grazie alle truppe generate dagli edifici, spesso utilizzando anche l’aumento della velocità di attacco prodotto dalla carta Furia (Epica, Arena 3).

Si tratta di una buona tattica che può essere utilizzata (anche se non è alla portata di tutti) o, se non si amano particolarmente questi tipi di carta, se ne può prendere comunque il buono decidendo di aggiungere al deck una carta edificio come Capanna goblin (Rara, Arena 1) oppure Capanna dei barbari (Rara, Arena 3), per citare qualche esempio.

Possedere almeno un edificio, infatti, è particolarmente consigliato sia per bilanciare il mazzo sia perché si può rivelare estremamente utile in caso di bisogno. Gli edifici, infatti, attirano l’attenzione delle carte truppa che si dirigono verso essi, sventando i ben più pericolosi attacchi alle torri.

Inoltre è buona norma posizionare un edificio di fronte alla Torre del Re. In questo modo è altamente probabile che l’avversario decida di scagliare contro di essa una Sfera infuocata (Rara, Arena 0) oppure una Palla di neve gigante (Comune, Arena 8) rischiando di sbagliare mira e colpendo la torre, quindi attivandola inavvertitamente. In questo modo la difesa aumenterà dato che la Torre del Re, se non colpita, resta inattiva.

Usare una Carta Asso

Carte Asso Domatore di cinghiali e Golem

In gergo, una Carta Asso altro non è altro che una particolare carta che si gioca con effetto sorpresa verso la fine della partita, una sorta di asso nella manica che può velocemente ribaltare la situazione (da qui il nome). Alla fine del match, in particolare nell’ultimo minuto dei tre di partita, l’elisir raddoppia ed è possibile giocare in maniera funzionale questa carta.

Può trattarsi di una carta dal costo abbastanza elevato (che si dimezza per via del raddoppio della velocità dell’elisir) in grado di destabilizzare l’avversario. Sono ottime carte, per questo specifico scopo, il Golem (Epica, Arena 10) anche se è piuttosto lento, la Mongolfiera (Epica, Arena 6) e il Domatore di cinghiali (Rara, Arena 5). Non sapendo come comportarsi, probabilmente, l’avversario comincerà a calare in campo truppe in maniera casuale senza seguire più nessun tipo di strategia, fattore che aumenta le tue possibilità di vittoria.

Massimizzare l’apertura dei bauli e le risorse

Apertura dei bauli Clash Royale

Ogni volta che vinci una battaglia ottieni un nuovo baule che contiene carte, monete d’oro (la valuta del gioco) e altri elementi del gioco. I bauli, inoltre, sono classificati in base alla loro rarità: più un baule è raro, più contiene elementi difficilmente reperibili. Maggiori info sui bauli di Clash Royale qui.

Per aprire un baule devi attendere un tot di tempo stabilito, calcolato in ore reali. Creare una strategia per lo sblocco dei bauli, quindi, è essenziale per potenziare le proprie carte e può essere un contributo alla propria scalata delle arene.

Meglio, quindi, aprire nelle ore diurne i Bauli d’argento che prevedono un tempo di 3 ore per lo sblocco e lasciare i bauli che richiedono più tempo per lo ore notturne (come i Bauli d’oro da 8 ore e tutti i successivi che richiedono tempo sempre maggiore). Inoltre è sconsigliabile giocare partite con lo slot bauli pieno, dato che in tal caso non si ottiene tale ricompensa.

Un’altra cosa da evitare è lo speco di risorse come le gemme (che costituiscono la valuta Premium) per sbloccare prima del tempo i bauli, evitando di attendere le ore necessarie. Creare un buon piano, infatti, eviterà questo spreco e indirizzerà le risorse verso acquisti più intelligenti, come i ticket per le sfide che presentano un rapporto costo-benefici di gran lunga maggiore.

Anche l’acquisto di carte dal negozio è sconsigliato: meglio entrare a far parte di un Clan e chiedere le carte che si desiderano ai membri, donando a propria volta quelle richieste da loro (questo farà sì, inoltre, di ricevere monete d’oro).

Per massimizzare ulteriormente le risorse, inoltre, è utile controllare quotidianamente le Offerte giornaliere che prevedono l’acquisto in monete di carte scontate e un elemento gratuito al giorno (che può essere una carta, un baule, un certo quantitativo di gemme, ecc.).

Un’ultima opzione, questa volta a pagamento al prezzo di 4,99 euro, è il Pass Royale, acquistabile una volta a stagione, che consente di ottenere un gran numero di ricompense: 40.000 monete d’oro, Artefatti (come il Libro dei libri, la Moneta Magica, la Chiave dei baule, Jolly Comune, Jolly Rara, Jolly Epica, jolly Leggendaria) una skin delle torri e una provocazione, accesso illimitato alle sfide speciali, possibilità di mettere i bauli in coda (con conseguente apertura automatica) e deposito bonus che consente di guadagnare fino a 25.000 monete d’oro una volta sbloccate tutte le soglie sulla base al numero di corone accumulate.

Insomma, si tratta di un buon metodo per ottenere nuove risorse e massimizzare l’apertura dei bauli. Per maggiori informazioni riguardo al Pass Royale puoi consultare la pagina ufficiale di Supercell dedicata all’argomento. Se vuoi sapere, invece, come incrementare il tuo numero di gemme ti lascio al mio tutorial su come avere gemme su Clash Royale.

Come salire di arena su Clash Royale: bug

Fairplay Clash Royale

Hai sentito dire che ci sono alcuni bug del gioco che puoi usare a tuo vantaggio e ti stai chiedendo come salire di arena su Clash Royale utilizzando questi metodi? Mi spiace informarti che, spesso, si tratta di articoli o video “acchiappa visualizzazioni” che promettono risultati che poi non mantengono.

La scalata di tutte le arene in tempi record come un’ora, infatti, è altamente improbabile soprattutto perché i bug del gioco vengono risolti nel giro di pochissimo tempo dal team di esperti che lavora per Supercell.

Stesso discorso vale per i glitch per salire di arena su Clash Royale: i metodi basati su questi errori, oltre a essere complessi da mettere in pratica, sono anche pericolosi per la sicurezza del proprio account. Meglio, quindi, lasciar perdere e allenarsi per diventare dei bravi giocatori!

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.