Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come salire velocemente di livello su Clash Royale

di

Giocare a Clash Royale ti diverte tantissimo e la curiosità di scoprire le nuove arene è sempre molta. Recentemente, però, ti sei accorto che scalarle è una gran fatica e procedi a rilento, molto più lentamente di quanto vorresti: continui a perdere battaglie e trofei, vinci raramente e raggiungere l’Arena Leggendaria sembra quasi impossibile.

Le cose stanno in questo modo, vero? Allora sono più che felice di aiutarti! Nel corso di questo tutorial, infatti, troverai numerosi consigli su come salire velocemente di livello su Clash Royale, sbaragliare i nemici, vincere le partite e arrivare il prima possibile alla vetta insieme ai migliori giocatori in circolazione! Non ci sono soluzioni “magiche”, ma molti accorgimenti che puoi mettere in pratica insieme a una buona dose di impegno.

Se sei quindi pronto per procedere, direi di non perdere ulteriore tempo e di passare al vivo della guida e a tutti i consigli che puoi seguire fin da subito per incrementare la velocità di scalata delle arene. Sono sicuro che, con il giusto impegno e la giusta attenzione, comincerai a salire molto più velocemente di prima!

Indice

Come salire di livello velocemente su Clash Royale

Salire di livello Clash Royale

Come detto in precedenza, nel corso dei prossimi paragrafi potrai trovare una serie di consigli utili su come salire velocemente di livello su Clash Royale. Impegnati a metterli tutti in pratica e il risultato sarà praticamente garantito.

Creare mazzi funzionali

Deck funzionale e bilanciato

Partiamo da uno degli elementi essenziali del gioco Clash Royale, cioè i mazzi da battaglia. Devi sapere che possono essere essenzialmente di tre tipi: deck offensivi, che sfruttano carte d’attacco, deck difensivi, che sfruttano carte difensive e truppe e, in ultimo, deck versatili che bilanciano l’attacco e la difesa. I differenti tipi di deck, come intuibile, si adattano a tattiche di gioco differenti.

Se non sei un giocatore particolarmente esperto meglio puntare su un deck versatile e sul bilanciamento di tutte le su parti. In questo modo non ci saranno particolari carenze né nel fronte offensivo, né in quello difensivo, né per quanto riguarda gli incantesimi. Avrai sempre tempo, dopo un po’ di esperienza accumulata, di utilizzare tattiche un pò più mirate.

Per bilanciare un deck è necessario tenere conto di alcuni fattori come il costo, cioè il dispendio di elisir rosa medio che influisce sulla velocità di scorrimento del mazzo e, naturalmente, del tipo di carte che desideri schierare.

Per farti un’idea: un mazzo funzionale ha una media di elisir rosa che si aggira tra il 3.4 e il 4.4. In questo modo puoi evitare spiacevoli momenti di assenza di elisir, dove non puoi schierare carte ma solo subire gli attacchi dell’avversario.

Per quanto riguarda la scelta delle carte che compongono il deck, invece, puoi utilizzare le linee guida che seguono.

  • 2 carte danno area – cioè carte che danneggiano edifici e l’area intorno. Ne sono un esempio le carte Frecce (Comune, Campo di prova, 3 elisir), Sfera infuocata (Rara, Campo di prova, 4 elisir), Palla di neve gigante (Comune, Arena 8, 2 elisir), ecc.
  • 2 carte con elevati punti d’attacco – cioè carte che possono infliggere molti danni all’avversario come Mongolfiera (Epica, Arena 6, 5 elisir), Principe (Epica, Arena 7, 5 elisir) o Domatore di cinghiali (Rara, Arena 5, 5 elisir).
  • 1 carta con elevati punti vita – cioè una carta difensiva che può attirare le truppe ed evitare che arrechino danni, come Gigante (Rara, Campo di prova, 5 elisir) e Scheletro gigante (Epica, Arena 4, 6 elisir), ma anche attaccare e arrecare notevoli danni alle torri nemiche.
  • 1 carta difensiva – da utilizzare nei momenti di maggiore emergenza per “distrarre” una carta avversaria d’attacco (come il Principe). Esempi di questo tipo di carta sono Torre infernale (Rara, Arena 4, 5 elisir), Cimitero (Leggendaria, Arena 5, 5 elisir), ecc.
  • 1 carta incantesimo – cioè una pozione, come Furia (Epica, Arena 3, 2 elisir) o Congelamento (Epica, Arena 4, 4 elisir). Normalmente sono più utili se abbinate alle carte truppa, ma possono comunque servire per altri scopi come rallentare i nemici o potenziare una carta d’attacco.

In qualsiasi caso, la cosa migliore che puoi fare è testare varie combinazioni di deck fino a trovare quelle che per te sono più funzionali. Per aiutarti in questo compito ti consiglio di dare un’occhiata anche ai miei tutorial su come creare un deck su Clash Royale e sui migliori deck in circolazione, dove potrai trovare mazzi già testati suddivisi per gradi di difficoltà di ottenimento delle carte.

Cambiare mazzo in base all’arena

Giocare con più di un deck

Hai trovato un mazzo che ti soddisfa e utilizzi sempre quello in ogni arena? Si tratta di un errore piuttosto comune che potrebbe impedirti di scalare velocemente su Clash Royale. Devi sapere, infatti, che è molto utile modificare il proprio deck in base all’arena in cui ci si trova: giocare con lo stesso mazzo in Arena 3 e in Arena 12 non è consigliabile, perché la differenza tra l’una e l’altra è notevole.

A mano a mano che si sale, infatti, i giocatori sono sempre più bravi e in possesso di un maggior numero di trofei. Per questo è altamente probabile che conoscano a menadito le dinamiche di gioco, il funzionamento delle carte e molte tattiche per contrastare i tuoi attacchi. Ecco perché serve un mazzo adatto all’arena e, soprattutto, una strategia di gioco più complessa rispetto a quella utilizzata nelle arene inferiori.

Ti sconsiglio caldamente, quindi, di non utilizzare un solo mazzo ma di crearne più d’uno per le diverse arene di gioco, soprattutto quando cominciano a essere di alto livello. Per questa ragione puoi leggere i miei approfondimenti sui migliori deck per l’arena 12 e sui migliori deck per l’arena 13. Tieni presente, inoltre, che puoi salvare fino a 5 mazzi nell’app di Clash Royale, un numero più che sufficiente per scalare la vetta.

Potenziare le carte

Potenziare tutte le carte che si utilizzano

Un altro aspetto essenziale, collegabile a quanto detto nel paragrafo precedente, consiste nel potenziare le carte ai loro massimi livelli, senza limitarsi a farlo per quanto riguarda solo quelle del mazzo principale.

Sono molte, infatti, le carte che possono rivelarsi utili nelle differenti arene o in fasi di gioco diverse e non lasciarle indietro è un’ottima strategia per poterle utilizzare senza problemi. Potenziare le carte, come ormai saprai, ha un prezzo e farlo con costanza evita di avere gravi perdite e il rischio di “restare a secco” d’oro. Anche tramite le gemme è possibile potenziare le carte e, in alcune occasioni, si possono rivelare estremamente utili (soprattutto quando è possibile potenziare una carta tramite l’Offera giornaliera con questo metodo).

Inoltre, prestando attenzione agli aggiornamenti, i tornei e gli eventi in generale, è possibile ottenere sconti sui potenziamenti o altri vantaggi utili per potenziare le carte (denaro extra, gemme extra, e via dicendo).

Utilizzare strategie di gioco

Giocare strategicamente

Come accennato in precedenza è estremamente utile, soprattutto quando ci si trova in arene di alto livello, utilizzare una o più strategie di gioco. Non è infatti possibile pensare di vincere senza un minimo di organizzazione e di furbizia nello sfruttare al massimo le potenzialità del deck che si possiede.

Un ottimo modo, ad esempio, per utilizzare le carte di potenza elevata, indispensabili per distruggere gli edifici, è quello di tenerle come “Carte asso“. La strategia consiste nel non giocarle per l’intera partita fino a che non si presenta il momento più opportuno dopo i primi due minuti di gioco intorno alla fine dello scontro, quando l’elisir è doppio. L’effetto sorpresa, spesso, è un elemento capace di stravolgere l’esito di una battaglia. Esempi di carte asso possono essere il Principe (Epica, Arena 7, 5 elisir), la Mini P.E.K.K.A (Epica, Arena 4, 7 elisir), la Mongolfiera (Epica, Arena 6, 5 elisir) o comunque altre carte che possono arrecare gravi danni alle Torri della Corona e alla Torre del Re. Oltre a quanto detto, anche gli incantesimi possono essere ottimi come carte asso.

Le strategie che si possono utilizzare sono moltissime e si basano quasi tutte sull’effetto sorpresa. Puoi, ad esempio, dedicarti immediatamente all’abbattimento di una Torre della Corona e poi battere in ritirata per giocare tutto il resto della partita in difesa, oppure sfiancare l’avversario tramite l’utilizzo di moltissime truppe difficili da arrestare.

In alternativa puoi decidere di giocare solo in difesa, aspettare che l’avversario faccia le sue mosse e sferrare solo un paio di attacchi a sorpresa efficaci. Insomma, non c’è limite alla fantasia e alle combo che si possono realizzare. Per approfondire l’argomento ti consiglio di consultare i miei tutorial sulle migliori combo di Clash Royale e come trovare leggendarie su Clash Royale, che possono essere utilizzate come carte asso.

Non spendere monete e gemme inutilmente

Risparmiare risorse utili

La smania di sbloccare prematuramente bauli o di acquistare provocazioni può far sì che si spenda in maniera poco proficua il proprio oro o le gemme. In vista della scalata alle arene, per velocizzarla, è molto meglio accumulare tutti questi beni per utilizzarli per potenziare le carte e creare deck sempre più competitivi da sfruttare in battaglia.

L’assenza di oro, infatti, impedisce di potenziare le carte a meno che non se ne acquisti di ulteriore spendendo denaro vero. Meglio, quindi, essere parsimoniosi e utilizzare l’oro e/o le gemme solo per motivi davvero importanti.

Il danno ormai è fatto e le tue riserve di oro sono ridotte all’osso? Allora ti consiglio di consultare la mia guida su come fare soldi su Clash Royale, per migliorare la tua situazione finanziaria del gioco, e come avere gemme gratis, per aumentare il numero di gemme.

Ottimizzare bauli e ricompense

Ottimizzare le ricompense

Per quanto riguarda i bauli e le ricompense è utile mettere in pratica qualche accorgimento per ottenere il massimo dell’ottimizzazione. Ad esempio è meglio lasciare i bauli che richiedono molto tempo per lo sblocco per le ore notturne e, di giorno, sbloccare i bauli che richiedono minor tempo per essere aperti, come il Baule d’argento che impiega tre ore. In questo modo non sprechi tempo prezioso e puoi aprire più bauli nel corso della giornata.

Anche controllare le ricompense giornaliere è un ottimo modo per ricevere aiuti che possono essere preziosi per salire più velocemente su Clash Royale: ogni giorno, infatti, puoi ricevere oro, gemme e pile di carte utili per potenziarle.

Oltre a questo puoi partecipare ai diversi eventi di gioco come la Corsa all’Oro, oppure acquistare il Pass Royale per sbloccare ulteriori ricompense per il numero di torri che abbatti durante le differenti stagioni (o ottenere le ricompense gratuite).

Giocare meno e meglio

Giocare meno

Se ti capita di giocare per molto tempo, magari anche perdendo numerose partite di fila, meglio fare una pausa. Anzi, appena vedi che non riesci a vincere interrompi subito il gioco. È meglio giocare meno e con un alto livello di concentrazione piuttosto che giocare molto e male, perdendo numerosi trofei e allontanando la possibilità di passare da un’arena all’atra.

Piuttosto, se proprio hai voglia di intrattenerti con Clash Royale, sfida altri giocatori in battaglie amichevoli 1v1 o 2v2, premendo sul tasto Party e scegliendo la modalità di gioco che preferisci tra quelle presenti. In questo modo potrai giocare, testare nuove strategie e divertirti senza perdere trofei utili per scalare le arene.

Trovare un clan

Entrare o fondare un clan

Un clan, cioè una gilda di giocatori riuniti per aiutarsi, può essere molto utile per migliorare le proprie capacità di gioco. Unirsi a uno di essi, o fondarne uno, è un ottimo modo per ottenere diversi vantaggi e, perché no, per farsi qualche amico virtuale.

Nei clan, infatti, è possibile richiedere pile di carte che servono per raggiungere la soglia per aumentarne il livello, fare battaglie amichevoli con gli altri membri, condividere i filmati delle proprie battaglie migliori, chattare e condividere filmati di TV Royale, dove sono conservati i migliori replay giornalieri di azioni di gioco suddivisi per arene. Insomma, un metodo in più per aumentare il livello di esperienza e imparare nuove tattiche e strategie tramite altri giocatori di livello e capacità differenti.

Allenarsi

Allenarsi con ogni mezzo

Come immaginabile non c’è vittoria senza allenamento. Per tale ragione meglio sfruttare tutte le possibilità per allenarsi senza perdere preziosi trofei. Ci sono molti modi per allenarsi: partite amichevoli contro sconosciuti nella modalità Party, amichevoli contro i componenti del proprio clan, sfide 2v2, ma anche Tornei, Touchdown ed eventi possono essere utili allo scopo.

Più esperienza si riesce ad accumulare, giocando contro diverse tipologie di giocatori in contesti diversi, meglio è. Quindi ogni occasione è buona per mettersi alla prova e trovare le proprie tattiche di gioco e le proprie combinazioni di carte migliori.

Imparare dai professionisti

Clash Royale League

L’osservazione è un ottimo strumento per imparare nuove strategie di gioco e guardare come giocano gli esperti può essere un buon modo per migliorare il proprio livello di abilità. Clash Royale, inoltre, fa parte degli Esports ed è quindi possibile seguire le partite della Clash Royale League che ogni anno decreta un campione del mondo di Clash Royale.

Anche Twitch, la famosa piattaforma streaming, può esserti utile per osservare come giocano gli streamer appassionati di Clash Royale: in questo caso, recandoti in questa pagina Web di Twitch dedicata interamente al gioco, puoi vedere le nuove live e trovare streamer che si dedicano a CR.

Per altri consigli, inoltre, ti consiglio di dare un’occhiata alle mie guide su come migliorare su Clash Royale e come salire di arena su Clash Royale dove troverai ulteriori accorgimenti per rendere più veloce il tuo avanzamento di livello.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.