Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come sapere a chi appartiene un numero di targa gratis

di

Incamminandoti verso la tua auto parcheggiata a bordo strada, hai notato che un altro veicolo ha urtato il tuo creando un’ammaccatura tutt’altro che di poco conto. Eri fiducioso sul fatto che questo si fermasse a discutere dell’accaduto e che ti porgesse almeno le dovute scuse ma, purtroppo, non è andata così. Anzi, è corso via senza pensarci su due volte. Nel frattempo, però, tu sei riuscito a prendere nota del numero di targa. Ti sei poi precipitato su Internet alla ricerca di una soluzione (preferibilmente gratuita) che ti consentisse di risalire al nome del proprietario della stessa e sei finito qui, su questo mio articolo dedicato all’argomento. Le cose stanno esattamente in questo modo, dico bene? Allora sarai felice di sapere che ti trovi nel posto giusto al momento giusto.

Se mi concedi qualche minuto del tuo prezioso tempo, posso infatti spiegarti, per filo e per segno, come sapere a chi appartiene un numero di targa gratis. Prima di fornirti tutte le indicazioni del caso, però, mi pare doveroso fare una precisazione importante: senza metter mano al portafogli, conoscere nel vero e proprio senso del termine chi è il proprietario di un’automobile non è possibile, visto che bisogna consultare il PRA (Pubblico Registro Automobilistico). Gratuitamente, tuttavia, si possono ottenere varie informazioni relative al veicolo, che possono comunque tornare utili in circostanze come quella in cui ti trovi tu adesso. Quindi, con questo mio articolo, provvederò innanzitutto a spiegarti come ottenere tali dati in maniera gratuita e poi, per completezza d’informazione, come fare per risalire a nome e cognome del proprietario dell’automobile di tuo interesse pagando la somma dovuta (quindi usando il PRA).

Fin qui tutto chiaro? Sì? Molto bene. Ti suggerisco, dunque, di non perdere ulteriore tempo in chiacchiere e di iniziare immediatamente a darti da fare. Mettiti bello comodo dinanzi al tuo fido computer e concentrati sulla lettura delle prossime righe. Spero proprio che, alla fine, tu possa dirti ben felice e soddisfatto di quanto appreso. Buona lettura!

Indice

Individuare informazioni su un veicolo gratis

Come ti dicevo in apertura del post, sapere a chi appartiene un numero di targa gratis, nel senso stretto del termine, non è possibile: bisogna per forza sborsare del denaro. Tuttavia, è possibile individuare informazioni su un veicolo gratis, come ad esempio l’anno di immatricolazione e la cilindrata.

In che modo? Ad esempio via Web, rivolgendosi al sito Internet dell’Agenzia delle Entrate, oppure con alcune app per Android e iOS/iPadOS appositamente adibite allo scopo. Se la cosa ti interessa, continua pure a leggere: trovi spiegato tutto in dettaglio proprio qui sotto.

Tramite Web

Sito Agenzia delle Entrate

Se vuoi utilizzare un numero di targa per ottenere dettagli relativi al veicolo di riferimento, puoi fare tutto via browser tramite un servizio gratuito per effettuare il calcolo del bollo reso disponibile dall’Agenzia delle Entrate.

Per usufruire del servizio, il primo passo che devi compiere è quello di cliccare qui. Nella pagina che ti viene proposta, compila il modulo visualizzato andando a indicare la categoria di riferimento del veicolo, tramite il menu a tendina che trovi in corrispondenza della dicitura Categoria del veicolo, e la targa dello stesso, nel campo che invece trovi accanto alla voce Targa del veicolo.

A questo punto, digita il codice di sicurezza che ti viene mostrato a schermo, nel campo di testo apposito, e poi fa clic sul pulsante Calcola, situato in basso. Fatto ciò, otterrai le informazioni desiderate. Tieni presente che il servizio offerto dall’Agenzia delle Entrate è disponibile solo dal lunedì alla domenica, dalle ore 07:00 alle ore 24:00.

In tutti gli altri casi, puoi usufruire del servizio per il calcolo del bollo con la formula completa utilizzabile in base ai dati identificativi del veicolo per calcolare il bollo auto in tutte le regioni d’Italia (esclusa la provincia autonoma di Bolzano).

Per servirtene, devi innanzitutto cliccare qui, in modo tale da collegarti subito alla pagina Web del servizio. Successivamente, usa i menu collocati in corrispondenza delle voci Categoria del veicoloTarga del veicoloRegione di residenzaMese di scadenzaAnno di scadenzaMesi di validità e Codice riduzione e compila i relativi campi per fornire le informazioni richieste in relazione al veicolo e alla targa di cui vorresti scoprire maggiori dettagli.

Per concludere, digita il codice di sicurezza nell’apposito campo e pigia sul bottone Calcola, in basso. Dopo una breve attesa, potrai finalmente visualizzare le informazioni relative al pagamento del bollo e, ovviamente, i dettagli inerenti il veicolo e la targa associata.

Tramite app

Come sapere a chi appartiene un numero di targa gratis

Esistono anche delle app per smartphone e tablet che, come nel caso del servizio di cui sopra, non consentono di sapere a chi appartiene un numero di targa (a eccezione di alcuni casi in cui il servizio viene offerto addizionalmente e sempre a pagamento) ma forniscono informazioni riguardo l’auto a cui appartiene la targa immessa.

  • Veicolo info targa (Android/iOS/iPadOS) — app che consente di controllare le caratteristiche tecniche di un veicolo, la copertura assicurativa, sapere se è stato rubato o meno e anche di calcolare il bollo, tutto semplicemente digitandone la targa. Ha una bella interfaccia utente ed è semplicissima da usare. Gratis.
  • Scanner Veicoli (Android/iOS/iPadOS) — applicazione gratuita che permette di controllare se un veicolo è in regola con l’assicurazione, di sapere la compagnia di riferimento, se è stato pagato il bollo e molto altro ancora. Davvero ben fatta!
  • Verifica RCA (Android) — ottima app a costo zero che consente di sapere se un veicolo con targa italiana è coperto da assicurazione RCA e se risulta rubato. È altresì possibile ottenere dettagli quali cilindrata, cavalli, potenza e altro ancora. Verifica anche costo e scadenza del bollo. È gratis, ma eventualmente è disponibile anche in versione Pro che consente di controllare le targhe estere.
  • Infotarga (Android) — altra app appartenente alla categoria in questione che consente di verificare lo stato assicurativo, i dati ed eventuali denunce di un furto di un veicolo: tutto in tempo reale. È gratis.
  • Controllo Veicoli Free (Android) — offre la possibilità di consultare in maniera semplice e rapida gli archivi online della Polizia di Stato e del Ministero dei Trasporti per verificare se un veicolo risulta rubato e se è assicurato. Si scarica gratis.
  • iTarga (iOS/iPadOS) — si tratta di un’altra buona app che permette di conoscere al volo tutte le informazioni disponibili per un dato veicolo andando a controllare copertura assicurativa, calcolando il bollo, verificando se ci sono denunce in corso e fornendo info relative alla revisione. Basta digitare la targa ed è fatta. È gratis, ma è disponibile anche in una versione a pagamento con funzioni extra.

Sapere a chi appartiene un numero di targa tramite il PRA

PRA

Adesso vediamo, invece, come sapere a chi appartiene un numero di targa tramite il PRA. Come ti accennavo nell’introduzione dell’articolo, per sapere di chi è un veicolo, bisogna sfruttare l’apposito servizio offerto dal sito Web dell’Automobile Club d’Italia che, per l’appunto, permette di effettuare delle ricerche all’interno del PRA (Pubblico Registro Automobilistico), in cui sono compresi tutti i “beni mobili registrati” secondo le norme previste dal codice civile. Per usufruirne, bisogna pagare 6 euro. Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito (tradizionale o ricaricabile) o mediante pagoPA.

Tanto per cominciare, clicca qui, in modo tale da collegarti alla sezione del sito Web dell’Automobile Club d’Italia dedicata alle visure. Dopodiché apponi un segno di spunta sulla casella che trovi in corrispondenza del metodo di pagamento che preferisci utilizzare per pagare l’uso del servizio, dopodiché scorri verso il basso la pagina che si è aperta e compila i vari campi disponibili.

Più precisamente, in corrispondenza della sezione Dati del richiedente devi inserire i tuoi dati anagrafici, in corrispondenza della sezione Dati per la fatturazione devi digitare la tua partita IVA (se ne hai una) e i dati per la fatturazione del servizio, mentre in corrispondenza della sezione Dati veicolo devi inserire la targa del veicolo di riferimento.

Per concludere, compila il campo vuoto che trovi in corrispondenza della voce Inserisci i caratteri qui, inserendo i caratteri che visualizzi nel riquadro sulla sinistra, poi pigia sul pulsante Effettua il pagamento e fornisci i dati richiesti per il pagamento. Infine, conferma l’immissione degli stessi.

A operazione conclusa, si aprirà una nuova pagina Web con la fattura dell’operazione eseguita e ovviamente verrai anche informato riguardo l’identità del proprietario della targa “incriminata”. Tieni solo presente il fatto che possono esserci casi in cui non è possibile risalire al proprietario della targa di un veicolo, ad esempio quando si tratta di un’auto presa a noleggio o in leasing per la quale risultano iscritti al PRA i dati e le informazioni relative alla società proprietaria.

Oltre che così come ti ho appena indicato, puoi usufruire del servizio anche offline, rivolgendoti direttamente di persona all’Ufficio Provinciale ACI del Pubblico Registro Automobilistico o a un’agenzia di pratiche auto. In questi casi, le cifre del servizio risultano generalmente più alte rispetto a quelle precedentemente indicante perché occorre pagare anche le commissioni dell’agenzia di riferimento (che sono a discrezione del titolare).

Nota: Il servizio in questione è in tutto e per tutto legale poiché, come lascia intendere il nome stesso, il PRA è un registro pubblico in cui vengono effettuate le iscrizioni, le trascrizioni e le annotazioni relative agli autoveicoli, ai motoveicoli e ai rimorchi. L’operazione, inoltre, viene effettuata in maniera anonima e il proprietario del veicolo di riferimento non verrà mai informato della cosa.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.