Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come scansionare codice QR CIE

di

La CIE, ovvero la Carta d’Identità Elettronica, è anche uno strumento di autenticazione che permette di accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione tramite l’app dedicata CieID. Ora, vorresti utilizzarla per usufruire di un servizio pubblico sul Web o accedere alla tua area riservata su uno dei siti che consentono l’accesso con CIE; hai seguito parte della procedura ma, al momento della scansione del codice QR, ti sei trovato in difficoltà e non sai come fare.

Come dici? È proprio così? Non temere: sono qui per aiutarti. In questa guida sarà infatti mia cura fornirti innanzitutto delle informazioni preliminari sulle basi della tecnologia NFC che rende possibile il funzionamento dell’app per la scansione e sull’accesso tramite codice QR. In seguito, ti spiegherò come scansionare il codice QR CIE, guidandoti passo per passo nell’operazione di autenticazione.

Tutto ciò che devi fare è munirti della tua CIE con il relativo codice PIN, metterti comodo e dedicarti con tranquillità alla lettura dei prossimi paragrafi. Sono sicuro che, seguendo questa guida, riuscirai facilmente nel tuo intento. Non mi resta che augurarti una buona lettura e buona fortuna!

Indice

Informazioni preliminari

Informazioni preliminari

La CIE, come già detto, consente l’accesso a numerosi siti della Pubblica Amministrazione: se prima questo processo richiedeva necessariamente un adeguato lettore contactless per scansionare la carta, ora è possibile effettuarlo anche tramite l’app per smartphone CIE ID, grazie alla tecnologia NFC implementata nella carta e che deve essere supportata anche dallo smartphone che si utilizza (non tutti ne dispongono, infatti).

NFC sta per Near Field Communication: è una tecnologia che consente la comunicazione senza fili tra due dispositivi a breve distanza in maniera sicura. La connessione NFC è utilizzata soprattutto per il trasferimento di dati in piccole quantità, come pagamenti tramite smartphone, spostamenti di dati da un dispositivo all’altro, oppure per autenticare i dispositivi. La comunicazione è resa possibile dall’apposito chip NFC che, come detto, è presente nella CIE e deve essere presente anche nello smartphone. Per ottenere informazioni più approfondite, ti consiglio la lettura della guida che ho dedicato proprio a come funziona NFC, in cui ho trattato più a fondo l’aspetto tecnico della questione.

Una volta selezionata la modalità di accesso con CIE su uno dei siti Web che lo consentono, la procedura deve essere completata scansionando un codice QR con l’app CieID per smartphone, nella quale deve essere stata precedentemente registrata la carta d’identità elettronica tramite la scansione NFC, di cui sopra.

Nel caso in cui non lo sapessi, un codice QR (abbreviazione di Quick Response Code, ovvero un “codice a risposta veloce”), appare come un quadrato composto da una combinazione di quadratini neri e bianchi, disposti in modo diverso a seconda delle informazioni contenute: contiene, infatti, delle sequenze di informazioni decifrabili inquadrandolo con la fotocamera di uno smartphone, un tablet o un PC.

In questo caso, le informazioni lette inquadrando il codice tramite l’app CIE ID consentono di verificare l’identità del cittadino. Se desideri saperne di più, ho qui per te una guida specificamente su come funziona un QR code.

Questa nuova modalità di accesso rende più semplice l’intera procedura, eliminando la necessità dei lettori NFC dedicati: richiede, infatti, solamente la CIE e l’app CieID per smartphone. Per tutti i dettagli, continua a leggere.

Come scansionare codice QR per CIE

Se finora ti è tutto chiaro, possiamo finalmente passare alla procedura vera e propria. Innanzitutto, sarà necessario abilitare l’NFC sul tuo smartphone e installare l’app CieID; successivamente, ti indicherò come effettuare la configurazione e la registrazione della carta su CieID, per utilizzare la tecnologia NFC per l’accesso ai servizi online della PA tramite scansione del QR code. Sei pronto? Bene, allora cominciamo.

Abilitare l’NFC

Abilitare l'NFC

L’autenticazione tramite CieID senza un apposito lettore richiede, dunque, uno smartphone che supporti la tecnologia NFC e che essa sia adeguatamente abilitata.

Per quanto riguarda i dispositivi Android, per abilitare l’NFC è sufficiente aprire le Impostazioni (l’icona dell’ingranaggio che puoi trovare nella schermata Home o nel drawer delle app), premere sulla la voce Dispositivi collegati, poi su Preferenze di connessione e NFC e, infine, sposta la levetta da OFF a ON.

Questo percorso può essere leggermente diverso a seconda dei modelli di smartphone e della versione Android installata. Sui dispositivi Samsung è sufficiente aprire il menu Connessioni > NFC; sugli smartphone Xiaomi, invece, il percorso è Impostazioni > Connessione e condivisione > NFC; o ancora, sui dispositivi HUAWEI bisogna recarsi in Impostazioni > Connessione dispositivo > NFC.

Se l’opzione non è presente nelle tue impostazioni, è probabile che il tuo dispositivo non supporti questa tecnologia: per confermare che sia proprio così, puoi utilizzare l’app NFC Check by Tapkey, disponibile sia sul Play Store che sugli store alternativi. Per ulteriori dettagli su come installare e usare NFC Check, puoi consultare la mia guida su come attivare NFC su Android.

Per abilitare l’NFC su un iPhone, invece, non c’è una vera e propria impostazione: il chip si attiva solamente al momento dell’utilizzo e si spegne automaticamente quando non è più in uso. Per ulteriori dettagli sia sui modelli compatibili che sull’attivazione dell’NFC, ti consiglio la lettura del tutorial che ho dedicato proprio a questo argomento.

Infine, se hai bisogno di più informazioni su come verificare il funzionamento dell’NFC, ti invito a consultare la mia guida su come verificare se NFC funziona.

Scaricare l’app CieID

Scaricare app CieID

Se non hai già installato CieID sullo smartphone che intendi utilizzare per scansionare il codice QR necessario a identificarti con la CIE, devi rimediare.

Pertanto, se hai uno smartphone Android che dispone dei servizi Google, apri il Play Store dalla schermata Home o dal drawer, facendo tap sulla relativa icona (il simbolo ▶︎ colorato). Premi, dunque, sull’icona della lente d’ingrandimento in alto a sinistra e cerca l’app CieID, sviluppata dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato. Ora, pigia sulla sua icona e fai tap sul tasto Installa per avviarne il download. L’app sarà automaticamente installata.

Forse hai uno smartphone che non dispone dei servizi Google, come per esempio alcuni modelli HUAWEI: in questo caso, puoi fare riferimento a questa guida che ho dedicato all’installazione delle app proprio su questi dispositivi.

Per installare CieID su iPhone, avvia invece l’App Store dalla schermata Home (l’icona della “A” su fondo azzurro) e cerca il nome dell’app con la funzione Cerca situata in basso a destra. Una volta individuata l’app CieID, fai tap sul corrispondente tasto Ottieni/Installa per scaricarla e installarla automaticamente. Potresti dover confermare l’operazione tramite Face ID, Touch ID o inserimento delle credenziali Apple ID.

Registrare la CIE in CieID

Registrare la CIE in CieID

Una volta scaricata e installata l’app CieID, è possibile procedere alla prima configurazione per registrare la CIE. Apri dunque l’app per accedere alla schermata iniziale: Benvenuto su CIE ID. Segui, se vuoi, la presentazione iniziale e premi sulla freccia posta in fondo a destra per passare alla Privacy Policy. Una volta letti i termini, apponi il segno di spunta sulla voce Confermo di aver preso visione e di accettare la policy e conferma.

Si aprirà così una schermata che ti ricorda Cosa ti serve per iniziare: avrai bisogno sia della carta che del codice PIN composto da 8 cifre, di cui hai ricevuto le prime 4 al momento della richiesta della CIE e le altre 4 alla consegna della carta. Quando hai entrambi sotto mano, fai nuovamente tap sulla freccia per passare alla schermata Tecnologia NFC: se hai seguito correttamente i passi che ti ho indicato nel capitolo sull’attivazione dell’NFC, l’app dovrebbe segnalare la tecnologia NFC come Abilitata.

L’ultima schermata offre una breve spiegazione su come effettuare l’accesso con CIE e un’apposita guida. Se ti è tutto chiaro, puoi andare avanti premendo sul pulsante blu con l’icona della spunta. Fatto ciò, puoi procedere alla vera e propria registrazione della CIE.

Nella schermata che si apre, premi dunque sul pulsante Registra la tua carta e inserisci il PIN della CIE come richiesto per passare alla seconda fase: l’app ti chiederà di avvicinare la CIE al dispositivo, in prossimità del sensore NFC che si trova, solitamente, nella parte alta dello smartphone, sul retro. Questa operazione può essere difficoltosa, per cui ti consiglio di rimuovere eventuali cover e, una volta individuata la giusta posizione, di tenere la carta immobile per non interrompere la connessione.

Se la connessione è stata stabilita, un cerchio indicherà l’avanzamento della registrazione intorno alla rappresentazione dello smartphone che visualizzi sulla schermata: non spostare la carta fino al termine dell’operazione, che ti verrà segnalato con la voce Registrazione carta terminata con successo. Concludi la procedura con un tap sul pulsante Torna alla Home.

Scansione codice QR CieID

Scansione codice QR CieID

Ora che la tua CIE è stata registrata con successo, l’app CieID ti consentirà di scansionare i codici QR per l’accesso ai siti Web della Pubblica Amministrazione. Una volta che ti sarai collegato a una delle pagine che supportano questa modalità di autenticazione, come ad esempio il sito dell’INPS, individua la voce Accedi, solitamente collocata nella parte alta della schermata per aprire il modulo di login: nell’elenco delle modalità di autenticazione, fai clic sul pulsante Entra con CIE, che riporta l’icona di CieID.

Si aprirà così una schermata che consente di selezionare la modalità di autenticazione: clicca sul pulsante Prosegui con smartphone per utilizzare l’app CieID. Inserisci il numero di serie della tua carta d’identità elettronica nell’apposito campo e clicca sul pulsante Procedi per visualizzare, finalmente, il codice QR da scansionare.

Scansione del codice QR con CieID

Apri poi l’app CieID sul tuo smartphone: se hai registrato correttamente la carta, troverai immediatamente all’apertura la schermata con il pulsante Scansiona codice QR: fai tap su di esso e, se è la prima volta che utilizzi questa funzione, consenti all’app l’accesso alla fotocamera; successivamente, premi sul pulsante Procedi.

Punta la fotocamera dello smartphone sul codice QR, inquadrandolo nell’obiettivo con la massima precisione possibile. Quando l’app l’avrà riconosciuto, procederà automaticamente e ti sarà richiesto di inserire le ultime 4 cifre del PIN della CIE e, successivamente, di effettuare l’autenticazione avvicinando la carta allo smartphone come hai già fatto nella procedura di registrazione, con le stesse accortezze: una volta stabilita la connessione, non muovere la CIE finché l’autenticazione non sarà conclusa con successo.

Superato questo passaggio e confermata l’autenticazione, visualizzerai il l’OTP (One-time password, una password valida per un solo uso) di 4 cifre inserire nell’apposito campo del browser sul computer da dove hai avviato l’operazione. Digita l’OTP e fai clic sul tasto Procedi e, successivamente, su Autorizza l’invio dei dati per compiere la seconda fase e completare così la procedura. È stato facile, vero?

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.