Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come scaricare Camtasia Studio

di

Camtasia Studio è uno dei migliori software per la creazione di screencast. Permette di “catturare” l’intero desktop del computer o aree personalizzate dello schermo e di registrare, contemporaneamente, anche l’audio di sistema, l’audio del microfono e le riprese della webcam. Tutto in maniera estremamente semplice e intuitiva.

Al termine della registrazione, grazie al suo potente editor integrato, consente poi di montare i video applicando vari effetti a questi ultimi, rimuovendone le imperfezioni e ottimizzando il loro formato per vari dispositivi o servizi online. Permette, infatti, di ottenere filmati studiati appositamente per la pubblicazione su YouTube, video da archiviare su Google Drive e filmati in qualità Full HD da proiettare nel corso di presentazioni pubbliche.

Il software è disponibile sia per Windows che per macOS. Trattandosi di un prodotto professionale, però, non è gratis: la licenza per uso individuale parte da 249 dollari, ma è comunque possibile ottenere una sua versione di prova gratuita della durata di 30 giorni, che permette di testarne tutte le funzionalità  (anche se ai video di output viene applicato un watermark). Come dici? Vorresti scaricarla per vedere se questo programma fa al caso tuo? Bene, allora mettiti bello comodo e prenditi tutto il tempo necessario per scoprire come scaricare Camtasia Studio: trovi spiegato tutto qui sotto.

Indice

Requisiti minimi per scaricare Camtasia Studio

Prima di illustrarti come scaricare Camtasia Studio, è mio dovere illustrarti quali sono  i requisiti minimi che il tuo computer deve soddisfare per poter ospitare questo software. Di seguito puoi trovare i requisiti minimi sia per Windows che per macOS (il programma non è disponibile sui dispositivi mobili).

Windows

  • Windows 7 SP1, Windows 8.1 o Windows 10 (solo versioni a 64 bit).
  • CPU da 2 GHz con processore dual-core.
  • 4 GB di RAM (meglio se 16 GB di RAM o superiore).
  • 2 GB di spazio libero sul disco per l’installazione del programma.
  • Microsoft .NET 4.6.0 o versione successiva.
  • Scheda audio, microfono e altoparlanti dedicati compatibili con Windows (consigliato)

macOS

  • Processore Intel Core i5 da 2.8 GHz con 4 core.
  • macOS 10.11 o successivo (il rendering non è supportato su monitor USB esterni).
  • 4 GB di RAM o superiori (meglio se 8 GB di RAM o superiore)
  • Almeno 4 GB di spazio disponibile su disco.

Come scaricare Camtasia Studio su Windows

Per scaricare Camtasia Studio su un PC Windows, collegati al sito Internet del programma e pigia sul pulsante blu Free Trial situato in alto a destra. Nella pagina che si apre, pigia sul bottone Windows Download, fai clic sul link Create a new account e, nel modulo che ti viene proposto, inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica, la password che vuoi utilizzare per il tuo account Camtasia e pigia sul bottone Create account per portare a termine la procedura.

Nella pagina che si apre, indica il motivo per cui intendi utilizzare Camtasia (es. Training or tutorial video), pigia sul bottone Submit, pigia poi sul pulsante Esegui presente nella parte inferiore della finestra aperta nel browser e attendi che venga completato lo scaricamento del file d’installazione del software.

A download completato, apri il file camtasia.exe che hai appena scaricato sul tuo computer, seleziona la voce English dal menu per l’impostazione della lingua (nel momento in cui scrivo, purtroppo, non è disponibile il supporto alla lingua italiana) e pigia su OK.

Accetta le condizioni di utilizzo del programma, mettendo il segno di spunta accanto alla voce I accept the License Terms, clicca sul pulsante Install e poi pigia sui bottoni OK presenti nel riquadro che compare. Se tutto è andato per il verso giusto, dovresti visualizzare la dicitura Install Succesfull: non ti resta, ora, che pigiare sul bottone verde Finish per chiudere la finestra di installazione di Camtasia.

Al termine dell’installazione, Camtasia si avvierà automaticamente: nella finestra di benvenuto del software, pigia sulla voce Continue Trial situata nell’angolo in basso a destra per continuare a utilizzare la sua versione di prova.

Ora sei effettivamente pronto ad effettuare la tua prima registrazione con Camtasia! L’interfaccia di questo programma è davvero molto ordinata: in basso c’è la timeline attraverso la quale è possibile gestire i flussi video e i flussi audio importanti nel software, mentre in alto ci sono tutti i file multimediali importati nell’applicazione (video, tracce audio ecc.) con l’anteprima del video di output in tempo reale.

In alto a sinistra, invece, puoi trovare la barra degli strumenti con tutte le funzioni più importanti di Camtasia: Clip bin per visualizzare i file multimediali importati nel programma; Library per accedere a tutti i contenuti multimediali inclusi di default nell’applicazione (titoli, frecce ecc.); Transitions per visualizzare tutti gli effetti di transizione applicabili ai video e così via.

Per avviare la tua prima registrazione, pigia sul pulsante Record situato in alto a sinistra e scegli l’area di schermo da registrare: se vuoi catturare l’intero desktop, clicca sull’icona Full screen; se vuoi catturare un’area di schermo personalizzata, invece, fai clic sull’icona Custom e utilizza il mouse per delineare i limiti della registrazione.

Nella registrazione vuoi includere anche te stesso riprendendoti con la webcam? Nessun problema, clicca sull’icona Camera off e assicurati di selezionare il dispositivo di input video corretto (ossia la webcam del tuo PC) dal menu adiacente. Per far sì che vengano registrati sia l’audio di sistema che l’audio catturato dal microfono, clicca sulla freccia collocata accanto all’icona Audio on e metti il segno di spunta accanto all’opzione Record system audio (per registrare l’audio di sistema) e accanto al nome del microfono collegato al tuo computer.

Una volta regolate tutte le tue preferenze, pigia sul bottone rosso rec e realizza il tuo video. Dopodiché pigia sul bottone Stop per fermare la registrazione, o sul bottone Pause se vuoi fermarla temporaneamente.

Dopo aver concluso la registrazione, clicca sul pulsante Continue per visualizzare l’anteprima del video realizzato e per editarlo mediante gli strumenti di Camtasia di cui ti ho parlato poc’anzi. Al termine dell’editing, poi, apri il menu File e clicca sulla voce Save As… dal menu che si apre per salvare il progetto.

Se vuoi esportare il filmato, invece, apri il menu Share, seleziona la voce Local File per salvarlo in locale nel formato MP4 (o nei formati WMV, AVI, GIF o M4A) oppure seleziona una delle altre opzioni di esportazione fra quelle disponibili (Share to YouTube, Share to Vimeo, etc.). Ti rammento che la versione trial di Camtasia imprime un watermark ai video realizzati.

Come scaricare Camtasia Studio su macOS

Se utilizzi un Mac, la procedura che devi seguire per scaricare Camtasia Studio è molto simile a quella che ti ho illustrato nel paragrafo dedicato a Windows. Anche in questo caso, infatti, la prima cosa che devi fare è collegarti al sito Internet del programma e pigiare sul pulsante Free Trial situato in alto a destra.

Dopodiché pigia sul bottone Mac Download, fai clic sul link Create a new account e, nel modulo che compare a schermo, fornisci il tuo indirizzo di posta elettronica e la password che vuoi utilizzare per il tuo account Camtasia e pigia sul pulsante Create account.

Nella pagina che si apre, indica la motivazione per cui intendi installare Camtasia (es. Video game recording), pigia sul pulsante azzurro Submit e attendi che venga scaricato il file di installazione del software.

A download completato, apri il pacchetto .dmg che hai appena ottenuto dal sito Internet di Camtasia e completa la procedura guidata che ti viene proposta: pigia sul pulsante Agree e trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni di macOS. Missione compiuta! Ora puoi avviare Camtasia per creare i tuoi screencast.

Apri, quindi, la cartella Applicazioni del Mac, fai clic destro sull’icona di Camtasia, seleziona la voce Apri dal menu che si apre e dai conferma, rispondendo Apri all’avviso che compare sullo schermo, in modo da “scavalcare” le restrizioni di macOS nei confronti dei software provenienti da sviluppatori non certificati (operazione necessaria soltanto al primo avvio del programma).

Dopo aver installato e avviato Camtasia, devi scegliere se acquistare il programma o se continuare a utilizzare la sua versione di prova di 30 giorni. Pigia, quindi, sulla voce  Continue trial e nel giro di qualche secondo il programma si avvierà.

L’editor di Camtasia per Mac è praticamente identico a quello presente nella versione Windows del software. In basso c’è la timeline per gestire i flussi audio e video, in alto a destra c’è l’anteprima del video di output, mentre in alto a sinistra è presente la barra degli strumenti con tutte le funzioni più importanti dell’applicazione relative ai file multimediali da utilizzare nei progetti, le transizioni, le annotazioni, gli effetti audio e così via.

Per impostare una nuova registrazione in Camtasia sul tuo Mac, pigia sul bottone Record posto in alto a sinistra e scegli se catturare l’intera scrivania del computer, pigiando sull’opzione presente sotto la voce Full Screen, o se selezionare una porzione di schermo personalizzata, cliccando sulla freccia collocata accanto al pulsante Full Screen e selezionando la voce Choose Region… dal menu che si apre. Scegli, poi, se attivare o meno la ripresa della webcam, cliccando sull’apposito pulsante, e imposta le sorgenti per l’audio usando l’icona del microfono.

Premi, quindi, sul pulsante Start Recording per avviare la registrazione, e non appena sei pronto a esportare il video registrato, clicca prima sull’icona della pellicola collocata in alto a destra (accanto all’orologio di sistema) e poi sulla voce Stop Recording disponibile nel menu che si apre. Se vuoi interrompere la registrazione momentaneamente, per poi riprenderla in un secondo momento, seleziona invece l’opzione Pause recording.

Al termine della registrazione si aprirà automaticamente l’editor di Camtasia Studio, all’interno del quale potrai modificare e montare il tuo video utilizzando tutti gli strumenti inclusi nel software. A modifiche completate, per esportare il tuo video in un formato standard, non dovrai far altro che recarti nel menu Share e selezionare una delle tante opzioni disponibili: Local File, per esportarlo in locale; YouTube per esportare un video ottimizzato per YouTube e così via. Ti ricordo che la versione trial di Camtasia imprime un watermark ai video realizzati.

Alternative gratuite a Camtasia Studio

Se al termine della trial di Camtasia non sei disposto ad acquistare la versione completa del programma, puoi avvalerti di ottime alternative gratuite come quelle che ti ho segnalato nei miei tutorial su come registrare desktop e come registrare schermo Mac. Scommetto che resterai sorpreso dalle loro enormi potenzialità.