Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come si riducono i riflessi sullo schermo del computer

di

L'utilizzo del computer, ormai, fa parte delle nostre abitudini quotidiane. Che sia per lavoro o per svago, le ore che passiamo davanti a questo strumento sono tante, così come possono essere molte le problematiche legate al suo uso non sempre corretto. Una giusta postura, l'esatta altezza della poltrona, una scrivania pulita e ordinata, nonché una adeguata luminosità della stanza, infatti, sono tutte accortezze che ci permettono di lavorare al meglio col nostro PC.

Capita, infatti, anche dopo poche ore di utilizzo del computer di soffrire di mal di testa e affaticamento della vista e spesso, questo accade, proprio a causa di una sbagliata illuminazione ambientale, soprattutto da quando, con lo sviluppo dello smart working, si lavora più da casa e non in un idoneo luogo di lavoro progettato allo scopo. La stessa cosa, può succedere anche lavorando e utilizzando il computer all'esterno, poiché, alla luce del sole, il monitor verrà continuamente esposto a dei riflessi irritanti e scomodi.

Fortunatamente ciò di cui stiamo parlando è un problema facilmente risolvibile e, molto spesso, non richiede nemmeno l'acquisto di nessun accessorio o dispositivo. Tutto quello che devi fare è prenderti cinque minuti liberi e mettere in pratica le soluzioni che troverai di seguito. In questa guida, infatti, ti spiegherò come si riducono i riflessi sullo schermo del computer, che sia esso un PC portatile o un fisso. Buona lettura!

Indice

Informazioni preliminari

preliminari riflessi monitor

Prima di proseguire con la guida e darti le giuste soluzioni per risolvere il problemi dei riflessi sullo schermo del tuo computer, mi sembra doveroso fornirti alcune informazioni preliminari circa la differenza tra le varie tipologie di monitor e il perché si verifica questa problematica.

Partiamo dal tipo di display, che tipicamente è di tipo LCD/LED (sia per i portatili che per i PC desktop), mentre soprattutto in ambito notebook di fascia alta può essere anche OLED. I display LCD/LED sono dei pannelli composti da cristalli liquidi in cui l'immagine viene generata mediante retroilluminazione prodotta da diodi a emissione di luce. I display OLED, invece, non hanno una retroilluminazione ma è lo stesso pannello a emettere il fascio di luce tramite delle molecole organiche poste in uno degli strati che compongono il pannello (detto strato emissivo).

Oltre alle differenze costruttive, esistono alcune differenze cromatiche: nei display LCD i colori vengono riprodotti in maniera più naturale; i display OLED, invece, hanno una migliore resa del nero (in quanto i pixel neri sono effettivamente spenti; cosa che riduce anche i consumi energetici) ma tendono a volte a saturare gli altri colori (problematica che comunque si sta riducendo con i modelli più recenti).

A completare il display troviamo Kiu poi un rivestimento, che può essere realizzato con due tipi di materiali: lucido (in inglese glossy) o opaco (in inglese matte). Nel primo caso i display vengono realizzati come i televisori, ossia con il pannello finale in vetro riflettente; nel secondo caso, invece, il pannello finale è dotato di un rivestimento antiriflesso, appunto, opaco.

La differenza principale, quindi, consiste proprio nel modo in cui la luce ambientale viene intercettata dallo schermo. Con i display lucidi, essendo la superficie liscia, la luce si rifletterà in modo uniforme, in quelli opachi invece i riflessi vengono ridotti al minimo.

Ma questa non è l'unica differenza. Infatti, il rivestimento non altera soltanto la rifrazione della luce ma anche la resa cromatica. Gli schermi lucidi appariranno quindi con i colori più vivaci e un contrasto più elevato rendendoli però quasi inutilizzabili in caso di sorgenti molto luminose nelle vicinanze (es. sotto la luce diretta del sole). Al contrario gli schermi opachi presenteranno dei colori meno brillanti ma i riflessi saranno quasi completamente inesistenti consentendone l'uso anche in presenza di fonti luminose forti.

In conclusione, perciò, non esiste una soluzione migliore, poiché in base alle proprie esigenze un monitor può essere più efficiente dell'altro. Ad esempio se utilizzi il computer per molte ore sicuramente il miglior compromesso è utilizzare un display opaco poiché la minore luminosità ti proteggerà la vista nella maniera più idonea possibile. Ma non si tratterà di uno schermo con prestazioni minori, ma solamente di un monitor meno luminoso.

La luminosità è, infatti, un aspetto fondamentale per chi preferisce avere un monitor con immagini più realistiche e ad alta fedeltà, per questo si preferirà utilizzare un display lucido. Per misurare la luminosità dei monitor si usa il nit (o candela per metro quadrato), ossia l'unità fotometrica di luminanza del Sistema Internazionale di Unità di Misura che serve a misurare la luce emessa in un'area di 1 metro quadrato. Maggiore è il numero di nit, più luminosa è la superficie dello schermo.

Come si riducono i riflessi sullo schermo del computer portatile

Ora che conosci alcune delle principali nozioni sui componenti dei monitor e sulla differenza tra luminosità e illuminazione, passiamo a spiegare alcuni accorgimenti su come si riducono i riflessi sullo schermo del computer portatile.

Consigli per ridurre i riflessi sullo schermo del notebook

consigli riflessi notebook

Nel caso ti trovassi a utilizzare un computer dotato di schermo lucido e quindi costretto a subire i continui riflessi luminosi sarai felice di sapere che tramite alcuni semplici accorgimenti potrai limitare, se non addirittura far sparire del tutto, questo problema.

  • Regola l'inclinazione del monitor — il modo più semplice per ridurre i riflessi sullo schermo è quello di cambiare l'angolo di visione, inclinando leggermente il monitor del tuo notebook. Ovviamente utilizza questo metodo solo se non sei costretto a sforzare troppo l'inclinazione della testa, evitando torsioni innaturali del collo.
  • Migliora l'illuminazione — posiziona il tuo computer portatile lontano da fonti di luce dirette. Quindi, ad esempio non va assolutamente tenuto né sotto o davanti una finestra (per evitare anche l'effetto abbagliamento) né, soprattutto, dovrai avere una fonte luminosa alle tue spalle. Questo chiaramente vale anche per l'illuminazione artificiale come lampade o faretti. La posizione ottimale dovrà essere con lo schermo parallelo alle sorgenti di luce, quindi, ad esempio, alla destra di una finestra. Se ciò non fosse possibile, ti consiglio di mettere delle tende oscuranti per ridurre i riflessi.
  • Regola la luminosità — in modo da avere la stessa luminosità della stanza in cui ti trovi. Come riferimento puoi utilizzare lo sfondo bianco di una pagina web: se l'immagine ti risulta troppo brillante diminuisci la luminosità, se invece sembra grigia o opaca, la luminosità è troppo bassa. Nel caso invece ti trovassi al lavorare all'esterno, aumenta al massimo la luminosità del tuo portatile: più è luminoso lo schermo più facile sarà contrastare i riflessi del sole. Per approfondire l'argomento, puoi leggere la mia guida su come aumentare la luminosità dello schermo.
  • Pulisci lo schermo — ti sembrerà un suggerimento banale, eppure ti assicuro che una corretta e regolare pulizia dello schermo ti aiuterà tantissimo nel combattere i riflessi e a non affaticare la vista. Maggiori info qui.
  • Modifica lo sfondo del desktop — un altro modo semplice per risolvere il problema dei riflessi è quello di cambiare l'immagine di sfondo del desktop. Generalmente è consigliabile utilizzare uno sfondo scuro, meglio ancora se di colore blu. Se vuoi scoprire dove trovare delle immagini da applicare come sfondo del desktop del tuo notebook adatte allo scopo, ti rimando alla mia guida dedicata.

Prodotti antiriflesso

MacBook

Nel caso nessuna delle soluzioni sopra si siano rivelate efficaci o non ti abbiano soddisfatto avrai bisogno, a questo punto, di acquistare qualche accessorio o dei prodotti antiriflesso per ridurre o eliminare del tutto il fastidio.

Il primo prodotto che mi sento di consigliarti è una pellicola protettiva opaca anti-riflesso. Grazie a questa pellicola ridurrai al minimo i fastidi della luce riflessa sul monitor, inoltre funziona anche come protezione dai graffi oltre a mantenere lo schermo sempre pulito. Ne puoi acquistare a ottimo prezzo su Amazon (ovviamente acquista quelle più adatte per le dimensioni del tuo display).

Universale 14"Pollici antiriflesso Laptop/Notebook Pellicola per dell ...
Vedi offerta su Amazon
brotect Pellicola Protettiva Opaca 13.3" per PC Touch Panel con 33.8 c...
Vedi offerta su Amazon

Un altro tipo di pellicola che puoi prendere in considerazione è quella di tipo filtro privacy per schermo. Questa pellicola protettiva generalmente viene utilizzata da chi non vuole far vedere le schermate del proprio PC in ufficio ai colleghi alle proprie spalle ma è altrettanto efficace anche nell'eliminare il riflesso della luce sullo schermo. Anche questo prodotto lo trovi facilmente su Amazon.

VistaProtect – Filtro Privacy Premium & Filtro Anti Luce Blu. Pellicol...
Vedi offerta su Amazon
SenseAGE Filtro Schermo Privacy Magnetico per MacBook PRO 14 Pollici 2...
Vedi offerta su Amazon

Nel caso il tuo lavoro si svolgesse esclusivamente all'esterno la soluzione ottimale è quello di acquistare, invece, un parasole per PC portatile con il quale bloccare i riflessi del sole e poter vedere chiaramente lo schermo senza la luce riflessa. Questi parasole esistono anche integrati in alcune custodie e hanno la possibilità di essere poggiati su dei veri e propri vassoi da montare su treppiede, in modo da poter avere una postazione di lavoro mobile in qualsiasi situazione, molto comodo ad esempio per i fotografi o gli operatori video. Ne puoi trovare di ottimi su Amazon.

SunShader 2.5 - Parasole per laptop antiriflesso, schermo termico e pr...
Vedi offerta su Amazon
i-Visor on-Set di Sun Hood
Vedi offerta su Amazon
i-Visor Piattaforma Pro MAG con vassoio per mouse
Vedi offerta su Amazon

Infine, se preferisci una soluzione “fai da te” e, soprattutto, a costo zero ecco uno stratagemma semplice ed economico postato da un utente su Reddit il quale, desideroso di lavorare all'aperto ma infastidito dal troppo sole, ha inserito il suo PC portatile in una scatola di cartone: non solo blocca i raggi solari ma, a detta sua, mantiene anche il computer più fresco.

Come si riducono i riflessi sullo schermo del computer fisso

riflessi dekstop

Per quanto riguarda le modalità su come si riducono i riflessi sullo schermo del computer fisso, puoi utilizzare le stesse accortezze e suggerimenti relativi agli schermi per notebook scritti nei paragrafi precedenti.

Ocushield Antiriflesso per Monitor – Pellicola Anti Luce Blu per Monit...
Vedi offerta su Amazon
Paraluce Pchd001 - Pro per Monitor da 15-26"
Vedi offerta su Amazon

Probabilmente in questo caso, non avendo la stessa mobilità che ti permette un PC portatile, dovrai lavorare maggiormente sull'illuminazione della stanza in cui ti trovi. Per questo ti consiglio di installare delle tende oscuranti in modo da ridurre al minimo i riflessi sullo schermo del computer oppure posizionare delle luci soffuse ai lati del monitor, possibilmente con toni caldi vicini al giallo. Potresti prendere in considerazione l'acquisto di una lampada da scrivania smart che ti permette di controllare il colore e la temperatura della luce.

Xiaomi Lampada da Scrivania LED Smart, Mi LED Desk Lamp, 6W, 4 Modalit...
Vedi offerta su Amazon

In ultima analisi, se non fosse già in tuo possesso, potresti valutare l'idea di sostituire il tuo monitor con uno a schermo opaco. Per aiutarti nella scelta ti consiglio di leggere la mia guida all'acquisto del miglior monitor.

LG 24ML600S Monitor 24" Full HD LED IPS, 1920x1080, 1ms, AMD FreeSync ...
Vedi offerta su Amazon
Acer KG241YAbii Monitor Gaming PC 24", Display VA FHD, 75 Hz, 1 ms, Fr...
Vedi offerta su Amazon
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.