Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come spogliare con Photoshop

di

Come abbiamo avuto modo di vedere diverse guide, Photoshop è uno strumento potentissimo, attraverso il quale è possibile fare praticamente di tutto sulle foto digitali. Questo però non significa che sia un programma “magico” in grado di ricostruire in maniera intelligente elementi che nelle foto non sono presenti. A cosa mi riferisco?

Molti lettori mi hanno chiesto come spogliare con Photoshop le persone presenti nelle foto. Come facilmente intuibile, si tratta di un’operazione impossibile da portare a termine in maniera “magica”, considerando che nelle immagini non vengono immortalati gli elementi presenti sotto i vestiti (per fortuna, direi!). Ma forse anche senza poteri speciali qualcosina si può fare lo stesso, rimanendo entro i limiti della legalità e della decenza.

Se sei pronto per iniziare, direi dunque di mettere al bando le ciance e di iniziare subito ad addentrarci nel vivo di questo tutorial. Forza e coraggio: mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo di cui hai bisogno per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, cerca di attuare le “dritte” che sto per darti, così da riuscire a portare a termine la tua “impresa” senza alcuna difficoltà.

Indice

Informazioni preliminari

Come creare una GIF con Photoshop

Vista la tematica trattata in questo articolo, prima di illustrarti come spogliare con Photoshop, mi sembra doveroso fornirti alcune informazioni preliminari riguardanti alcuni comportamenti scorretti che devi assolutamente evitare nell’eseguire la procedura in oggetto.

Ci tengo innanzitutto a dirti che con questo articolo non ti spiegherò come usare Photoshop per spogliare integralmente i soggetti ritratti nelle foto, magari per realizzare immagini esplicite/compromettenti con cui mettere in imbarazzo altre persone. Questo comportamento, oltre a costituire potenzialmente un reato perseguibile a norma di legge, costituirebbe anche una grave lesione della sensibilità altrui e sarebbe un fatto riprovevole dal punto di vista etico e morale.

Com’è giusto che sia, ti spiegherò semplicemente come rimuovere porzioni di vestiti che coprono eccessivamente il soggetto o parte di esso (ad esempio maniche lunghe). Per questo motivo, non utilizzare le informazioni riportate in questo articolo per fini poco nobili, perché non mi assumo alcuna responsabilità circa le conseguenze che potrebbero derivare da una simile azione scellerata. Intesi? Bene, allora direi che possiamo effettivamente iniziare!

Come spogliare con Photoshop su PC

Photoshop CC

Iniziamo questa disamina vedendo più da vicino come spogliare con Photoshop su PC, adoperando dunque la versione desktop di Photoshop, inclusa nel piano Fotografia di Adobe Creative Cloud, che parte da 12,19 euro/mese ma comunque disponibile ance come trial gratuita (maggiori info qui).

Per riuscire nell’intento, puoi adoperare lo strumento toppa, che è in grado di sostituire le parti di vestito da cancellare con porzioni di pelle “clonate” da altri punti della foto, in accoppiata con altri tool, quali lo sfumino e lo strumento clone.

Con lo strumento toppa è possibile sostituire le parti di vestito da cancellare con parti di pelle “clonate” da altri punti della foto. Se non riesci a individuare lo strumento in questione, richiamalo dalla barra laterale di sinistra, facendo clic destro sull’icona del cerotto e poi selezionando la toppa dal menu apertosi.

Prima di usare lo strumento, assicurati che sia attivata l’opzione Origine (in alto) e seleziona una piccola porzione di vestito che intendi rimuovere (non esagerare, perché altrimenti non otterrai risultati apprezzabili). Trascina, dunque, la selezione fatta verso la pelle del soggetto da usare come “toppa” e, quando sei soddisfatto del risultato ottenuto (per quanto “grezzo” possa sembrare in questo momento), correggi le imperfezioni che si sono formate sul soggetto sfruttando gli altri tool di Photoshop.

Clonare con Photoshop

Per affinare il lavoro, puoi avvalerti, ad esempio, dello strumento sfumino: dopo averlo richiamato dalla toolbar del programma e aver regolato la sua dimensione e la sua durezza (tramite i menu posti in alto a sinistra), “passalo” sulla porzione di foto sulla quale stai agendo (tenendo premuto il tasto sinistro del mouse), in modo tale da “ammorbidire” il colore e la sfumatura ottenuta dopo l’uso dello strumento toppa.

Richiama, poi, lo strumento clone per rimuovere altre imperfezioni presenti, facendo clic sul simbolo del timbro, e dopo averne modificato la dimensione e la durezza (premendo il tasto Alt sulla tastiera), clicca sulla porzione di pelle con cui coprire l’area di tuo interesse. 

Agisci, quindi, con lo strumento clone sulle aree di tuo interesse e, a lavoro ultimato, recati nel menu File > Salva con nome (in alto a sinistra), per selezionare il formato e la posizione in cui desideri salvare l’immagine di output.

Come spogliare con Photoshop online

Photopea

Non hai installato Photoshop sul tuo computer e, per questo motivo, vorresti sapere se è possibile agire direttamente dal browser? Purtroppo no, perlomeno non usando la versione Web di Photoshop.

Comunque sia, se proprio non vuoi rinunciare a spogliare con Photoshop online, puoi avvalerti di qualche valida alternativa proposta da terze parti, come Photopea: un’applicazione Web gratuita funzionante su tutti i principali navigatori Web senza installare plugin aggiuntivi (presenta banner pubblicitari che è possibile rimuovere sottoscrivendo l’abbonamento da 9 dollari/mese).

Per avvalertene, recati sulla sua pagina principale e, se necessario, traduci l’interfaccia del servizio in italiano, facendo clic sulla voce More collocata in alto e selezionando le opzioni Language > Italiano dal menu apertosi.

Ora, importa la foto che intendi editare, selezionando la voce Apri dal menu File (in alto a sinistra), e serviti dei tool collocati nella barra degli strumenti sulla sinistra per portare a termine il lavoro.

Richiama, dunque, lo strumento toppa, facendo clic sull’icona del cerotto che si trova sulla sinistra e poi selezionandolo dal menu apertosi. Scegli, poi, l’opzione Fonte posta in alto a sinistra e seleziona una piccola porzione di vestito che hai intenzione di rimuovere (senza esagerare, per evitare di ottenere risultati spiacevoli). Trascina, quindi, la selezione fatta verso la pelle del soggetto da usare come “toppa”.

Successivamente, richiama lo strumento sfumino (l’icona del dito che “striscia”su una superficie, che si trova sulla sinistra) e, dopo averne regolato dimensione e durezza mediante i menu collocati in alto a sinistra, tieni premuto il tasto sinistro del mouse mentre “passi” il cursore sulla porzione di foto di tuo interesse.

Anche lo strumento clone può tornare particolarmente utile in questa circostanza, soprattutto se vuoi rimuovere qualche “sbavatura” venuta fuori dopo l’uso degli strumenti citati prima. Per avvalertene, richiamalo dalla toolbar del programma, facendo clic sull’icona del timbro, e dopo averne modificato dimensione e durezza tramite i menu posti in alto a sinistra, “colora” l’area che intendi clonare dopo aver selezionato la porzione di foto con cui clonare l’area di tuo interesse (puoi farlo premendo il tasto Alt sulla tastiera e cliccando sulla porzione di pelle da usare a tale scopo).

Non ti resta che ripetere i passaggi che ti ho appena descritto finché non ottieni un risultato accettabile. Quando sei pronto per farlo, poi, salva il lavoro fatto, recandoti nel menu File > Esporta come e selezionando il formato e la posizione in cui esportare l’immagine di output.

Come spogliare con Photoshop su smartphone e tablet

Adobe Photoshop Fix

Concludo questa guida spiegandoti come spogliare con Photoshop su smartphone e tablet. Per riuscirci, ti consiglio di adoperare Adobe Photoshop Fix, una delle trasposizioni mobile di Photoshop. L’app è gratuita, facile da utilizzare ed è disponibile sia per Android che per iOS/iPadOS. C’è da dire, però, che, essendo alquanto limitata rispetto alla versione desktop di Photoshop, puoi avvalertene in tutti quei casi in cui rimuovere piccole porzioni di vestiti non è controproducente per la resa finale dell’immagine (altrimenti rischi di fare un “pastrocchio” di dubbio gusto).

Dopo aver installato e avviato Adobe Photoshop Fix sul tuo dispositivo, dalle tutti i permessi che le servono per funzionare e poi pigia sul bottone (+), che si trova in basso a destra. Nel menu che si apre, poi, seleziona la “sorgente” da cui intendi caricare la foto da modificare (es. dal telefono, dalla fotocamera, etc.).

Ora, dopo aver importato l’immagine di tuo interesse, pigia sul pulsante Correzione (il simbolo del cerotto situato in basso) e, nella schermata che si apre, richiama lo strumento Clona timbro ed eventualmente modifica dimensioni e durezza del pennello mediante il menu situato sulla sinistra. Successivamente, fai tap sull’area della foto da usare come “campione” e poi colora la porzione di foto da sostituire con la pelle del soggetto.

A lavoro ultimato, fai tap sul simbolo (✓) situato in basso a destra e, infine, salva l’immagine di output, pigiando sull’icona della condivisione situata nella parte superiore della schermata e scegliendo, dall’apposito menu che ti viene mostrato, l’opzione di salvataggio o condivisione che più gradisci.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.