Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come scontornare i capelli con Photoshop

di

Hai la necessità di scontornare i capelli di una persona ritratta in una foto: vorresti farlo con Photoshop, il programma di fotoritocco che hai installato sul tuo PC, ma tutti i tuoi tentativi di riuscirci non hanno dato l’esito sperato. Beh, tranquillo, con un po’ di pratica sono sicuro che te la caverai alla grande. E poi, se vuoi, posso darti una mano io sul da farsi.

Tramite questo tutorial, infatti, posso spiegarti come scontornare i capelli con Photoshop in modo facile, veloce ma efficace. Oltre a illustrarti la procedura da seguire su computer, utilizzando la classica versione di Photoshop inclusa in Adobe Creative Cloud, ti mostrerò anche come agire online e su smartphone e tablet.

Allora, dimmi: sei pronto per iniziare? Sì? Molto bene. Mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo di cui hai bisogno per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e metti in pratica le indicazioni che ti darò. Sono sicuro che verrà fuori un bel lavoro. Ti auguro una buona lettura e un buon divertimento!

Indice

Come scontornare i capelli con Photoshop su computer

Iniziamo vedendo innanzitutto come scontornare i capelli con Photoshop su computer, adoperando quindi il celebre programma incluso nella suite Adobe Creative Cloud, che presenta prezzi a partire da 12,19 euro/mese dopo una trial iniziale di 7 giorni (maggiori info qui).

Per procedere, dunque, dopo aver avviato Photoshop, devi importare in esso la foto di tuo interesse: per farlo, recati nel menu File > Apri del programma (in alto a sinistra) e selezionala il file dalla finestra apertasi. In alternativa puoi, molto più semplicemente, trascinare l’immagine di tuo interesse nella finestra di Photoshop.

Il passo successivo è quello di attivare la modalità Maschera veloce: per riuscirci, fai clic sul simbolo del rettangolo con il cerchio posto in basso a sinistra, oppure recati nel menu Selezione > Modifica in modalità maschera veloce che si trova in alto. Dopodiché imposta il nero come colore primario nella tavolozza (in basso a sinistra) e, dopo aver selezionato lo strumento Pennello, “passa” con il mouse sullo sfondo della foto, cercando di fare molta attenzione quando sei in prossimità nelle zone in cui si trovano i capelli (specialmente se si tratta di un soggetto con capelli ricci o, comunque, mossi).

Per eseguire questa operazione nel migliore dei modi, dopo aver richiamato lo strumento Pennello dalla toolbar di Photoshop, ti consiglio di modificarne anche le caratteristiche, impostando un grado di durezza abbastanza elevato, che ti permetterà di ottenere risultati migliori. Per fare ciò, clicca sul pallino bianco (in alto a sinistra) e regola dimensioni e durezza dello strumento tramite le apposite barre di regolazione presenti nel menu apertosi.

Dopo aver “colorato” i capelli che vuoi scontornare (ed eventualmente anche il resto del soggetto), le aree su cui hai agito avranno una colorazione rossa. Per rimuovere eventuali “sbavature”, ovvero porzioni di sfondo incluse nella selezione (magari nelle aree dove i capelli potrebbero essere particolarmente mossi), imposta il bianco come colore primario della tavolozza e passa lo strumento Pennello sull’area di tuo interesse.

Per lavorare in agilità ed essere più preciso, ti consiglio di aumentare il livello di zoom dell’immagine (premendo le combinazioni di tasti Ctrl+(+) su Windows o cmd+(+) su macOS) e diminuisci un po’ le dimensioni del pennello. Terminata questa fase, disattiva la maschera veloce, cliccando sull’icona del rettangolo con il cerchio all’interno posto sotto la toolbar del programma oppure deselezionando la voce Modifica in modalità maschera veloce dal menu Seleziona, in alto.

Come potrai notare, dopo aver disattivato la maschera veloce, la parte colorata si trasformerà in una selezione “al contrario”, in quanto comprenderà tutto eccetto le aree che hai deciso di scontornare. Per selezionare i capelli e il soggetto di tuo interesse, attiva un qualsiasi strumento di selezione dalla toolbar di Photoshop (es. lo strumento di selezione ellittica), fai clic destro su un punto qualsiasi dell’immagine selezionata e scegli la voce Seleziona inverso nel menu apertosi.

Anche se hai cercato di essere preciso, potresti notare qualche imperfezione qua e là. A questo proposito, ti consiglio di cliccare sul pulsante Migliora bordi posto in alto a destra e servirti delle barre di regolazione (es. Sposta bordo, Contrasto, Sfuma) per rendere più naturale e morbida la selezione, magari provando più combinazioni possibili. Quando hai terminato, clicca sul bottone OK.

A questo punto, puoi proseguire con il lavoro che avevi in mente di fare: ad esempio puoi agire sui parametri della porzione di foto selezionata tramite il menu Immagine > Regolazioni; copiare la selezione (premendo Ctrl+C su Windows o cmd+c su macOS) e incollarla in un nuovo foglio di lavoro o in un’altra immagine (premendo i tasti Ctrl+V su Windows o cmd+v su macOS) e così via.

Come scontornare i capelli con Photoshop online

Photopea

Vorresti sapere come scontornare i capelli con Photoshop online? Sì può fare, ma non propriamente con Photoshop Express Editor, la versione online ufficiale di Photoshop, che è stata abbandonata nel luglio 2020, anticipando di qualche mese la sorte condivisa con Flash Player (il plugin su cui era basato il suo funzionamento).

Comunque, puoi rivolgerti a soluzioni di terze parti, come l’ottimo Photopea, un editor fotografico online gratuito (anche se è possibile opzionalmente abbonarsi a partire da 9 dollari/mese per eliminare la pubblicità dalle sue pagine), che funziona senza registrazione e senza plugin, dato che si basa sulla tecnologia HTML5.

Come si usa? Per prima cosa, recati sulla home page di Photopea e, se necessario, traduci l’interfaccia del sito in italiano, selezionando la voce Italiano dal menu More > Language, in alto. Successivamente, provvedi a importare nel sito l’immagine di tuo interesse, selezionando la voce Apri dal menu File.

Fatto anche questo, richiama lo strumento selezione con lazo e passa con il cursore del mouse sul perimetro del soggetto di tuo interesse: se questo ha i capelli mossi o ricci, fai molta attenzione e prenditi tutto il tempo necessario per completare l’operazione. Valuta anche la possibilità di avvalerti dello strumento selezione con lazo magnetico, che in alcuni casi potrebbe aiutarti a ottenere risultati migliori (purché lo sfondo non sia troppo confuso).

Una volta eseguita la selezione, potrai copiarla tramite le combinazioni Ctrl+C (su Windows) o cmd+c (su macOS) e incollarla su una nuova immagine premendo Ctrl+V (su Windows) o cmd+v (su macOS), oppure potrai recarti nel menu Immagine > Aggiustamenti per agire sui parametri dei capelli selezionati.

Se vuoi scontornare i capelli insieme al volto del soggetto, puoi rivolgerti a un servizio ancora più semplice da utilizzare: Remove.bg, che fa tutto in automatico grazie all’intelligenza artificiale. Per avvalertene, recati sulla sua pagina principale, effettua l’upload dell’immagine da scontornare, mediante il bottone apposito, e l’algoritmo del servizio penserà a fare il resto.

Cliccando sul bottone Edit potrai eventualmente correggere “manualmente” alcune sbavature, oltre che personalizzare lo sfondo da applicare alla foto, che potrai salvare cliccando sul bottone Download. Ricorda però che i lavori ottenuti con questo tool non possono essere usati per scopi al di fuori di quelli personali.

Come scontornare i capelli con Photoshop su smartphone e tablet

Adobe Photoshop Mix

Se vuoi scontornare i capelli con Photoshop su smartphone e tablet, puoi ricorrere all’uso di una delle tante trasposizioni mobile di Photoshop, come l’ottima app Photoshop Mix, disponibile per Android (sul Play Store e su store alternativi) e iOS/iPadOS. Chiaramente, non aspettarti risultati professionali come quelli ottenibili con la versione desktop di Photoshop, ma è pur sempre meglio di niente, giusto?

Detto questo, dopo aver installato e avviato Photoshop sul tuo smartphone o tablet, pigia sul pulsante Iscriviti gratis, per creare il tuo account Adobe servendoti del tuo indirizzo email. In alternativa, se preferisci, premi i bottoni Accedi con Facebook o Accedi con Google per accedere direttamente con il tuo account Google oppure con il tuo account Facebook.

A registrazione effettuata, premi sul pulsante (+) posto in basso a destra e scegli una foto dal dispositivo oppure realizzane una al momento con la fotocamera. Successivamente, fai tap sulla voce Sagoma e scontorna l’area di tuo interesse (in questo caso i capelli), passando il dito su di esso essa. Mi raccomando: cerca di essere il più accurato possibile, perché il risultato finale dipenderà dal tuo grado di precisione.

Qualora dovessi commettere errori, includendo nella selezione delle porzioni di sfondo, premi sul bottone (+) Aggiungi situato in basso a sinistra e sottrai la parte di foto “in eccesso”, passando il dito su quest’ultima. Dopodiché premi sulla voce Sfumatura e seleziona il grado di sfumatura dei bordi della selezione fatta, adoperando l’apposita barra di regolazione.

In conclusione, se sei soddisfatto del lavoro di scontorno eseguito sui capelli, premi il pulsante (✓) (in basso a destra), pigia sull’icona della condivisione e seleziona una delle opzioni di salvataggio o condivisione tra quelle disponibili nell’app.

Se hai un iPad, ti consiglio di adoperare la versione di Photoshop per iPadOS, che è la trasposizione mobile che si avvicina maggiormente al programma desktop, seppur non integri tutte le sue funzioni. È gratis per un mese, dopodiché costa 10,99 euro/mese (se non si ha una sottoscrizione al servizio Creative Cloud).

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.