Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come taggare su Twitter

di

Dopo anni di utilizzo quotidiano di Facebook, hai deciso di espandere il tuo orizzonte social provando anche Twitter. Ti trovi abbastanza bene su questo servizio ma non hai ancora ben chiare alcune meccaniche che lo differenziano dal social network di Mark Zuckerberg, ad esempio non hai ancora capito come taggare i tuoi amici (o per meglio dire le persone che segui o ti seguono) all’interno di messaggi e foto.

Beh, in realtà su Twitter non ci sono i tag come su Facebook. Esistono gli hashtag, che permettono di categorizzare i propri tweet e ricondurli a degli argomenti specifici (come ti ho spiegato nella mia precedente guida su come funziona Twitter) oppure puoi menzionare gli altri utenti nei tuoi tweet in modo che ricevano delle notifiche del fatto che hai parlato di loro. Se vuoi saperne di più, direi di non perdere altro tempo e di vedere subito come taggare su Twitter per interagire con gli altri utenti del servizio.

Se vuoi imparare come taggare su Twitter, ossia come menzionare un altro utente del servizio in uno dei tuoi messaggi, tutto quello che devi fare è digitare il suo nome anticipato dal simbolo della chiocciola (@) all’interno del tweet da pubblicare. Fai attenzione a non digitare il suo nome completo (es. @Salvatore Aranzulla) ma il suo nome utente di Twitter (es. @salvoaranzulla), altrimenti il tag, o per meglio dire la menzione, non verrà riconosciuta da Twitter.

Ad ogni modo, per evitare questo tipo di errori basta cominciare a digitare il nome della persona da menzionare all’interno del tweet e, come accade su Facebook, cliccare su uno dei suggerimenti per il completamento automatico che compaiono in basso. Lo stesso procedimento vale anche per la versione di Twitter per smartphone e tablet (dove è presente un apposito pulsante con il simbolo della chiocciola), più facile di così?

Una volta pubblicato il tweet nel quale hai inserito il nome di un altro utente, quest’ultimo riceverà una notifica del fatto che lo hai menzionato. In questo modo, a meno che la persona in questione non abbia disattivato le notifiche di Twitter relative alle menzioni, sarai sicuro che il tuo messaggio non passerà inosservato. Leggi la mia guida su come twittare su Twitter per saperne di più.

Quando decidi di taggare su Twitter un’altra persona, devi prestare attenzione anche al punto del messaggio in cui inserisci il nome della persona menzionata. Difatti, se inserisci il nome dell’utente all’inizio del tweet (es. @salvoaranzulla, come stai?) il tweet sarà visibile solo a te, l’utente menzionato e i follower che seguono entrambi. Se invece inserisci il “tag” in un altro punto del tweet (es. sto leggendo una guida pubblicata da @salvoaranzulla sul suo blog) il messaggio sarà visibile a tutti gli altri utenti, indipendentemente dalle persone che seguono.

Oltre che nei messaggi, puoi menzionare altre persone su Twitter anche quando pubblichi delle foto. Basta seguire la procedura standard per postare foto su Twitter che ti ho descritto dettagliatamente nella mia guida sull’argomento ed associare all’immagine un tweet contenente la menzione ad un altro utente, sempre digitando il simbolo della chiocciola seguito dal suo nome.

Anche in questo caso, la procedura è valida sia per l’utilizzo di Twitter da computer sia per l’utilizzo del servizio da smartphone o tablet. Per approfondire l’argomento, dai un’occhiata anche ai miei articoli dedicati a come usare Twitter su iPhone e come usare Twitter su Android, potrebbero tornarti utili.