Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
eBay Black Week
Migliaia di prodotti in promozione su eBay. Scopri le offerte migliori

Come vedere le visualizzazioni su TikTok

di

Dato che ne hai sentito parlare praticamente ovunque e da chiunque, alla fine anche tu hai deciso di iniziare a usare TikTok, il social network cinese che è diventato celebre soprattutto per la presenza di brevi video divertenti ed esilaranti, realizzati prevalentemente da teenager di tutto il mondo.

Dopo aver iniziato a realizzare i tuoi primi video, sei curioso di capire se — e quanto — tali contenuti stanno riscuotendo successo sulla piattaforma. Il problema è che non hai la più pallida idea di come vedere le visualizzazioni su TikTok e, dunque, stai cercando indicazioni a tal riguardo.

Se le cose stanno effettivamente così, non preoccuparti: posso aiutarti io. Nelle righe di seguito, infatti, ti spiegherò come si fa a vedere il numero di visualizzazioni totalizzate dai video su TikTok e ti fornirò anche qualche delucidazione sul funzionamento dell’algoritmo del social network cinese. Infine, qualora ti servisse, ti darò qualche “dritta” su come tentare di dare un boost alle visualizzazioni dei propri video. Buona lettura e in bocca al lupo per tutto!

Indice

Come funzionano le visualizzazioni su TikTok

Usare TikTok su smartphone

Iniziamo questa guida cercando di capire come funzionano le visualizzazioni su TikTok, quindi come l’algoritmo del social network cinese lavora ed elabora i contenuti che propone agli utenti. Così facendo, avrai qualche strumento in più per “interpretare” meglio i numeri che leggerai sul tuo account e potrai affinare le tue strategie per aumentare le visualizzazioni (ma di questo ti parlerò meglio più avanti).

Anche se non ci è dato sapere come funziona esattamente l’algoritmo di TikTok, devi sapere che, per questioni di trasparenza, la piattaforma ha deciso di rendere pubbliche alcune informazioni che sicuramente possono tornare utili.

Per entrare più nel dettaglio, TikTok ha indicato cosa si cela dietro l’algoritmo di raccomandazione, ovvero quello che propone agli utenti nuovi contenuti da visualizzare. In sostanza, l’algoritmo tiene conto di diversi fattori, in primis le categorie che l’utente ha designato in fase di registrazione alla piattaforma.

Dopo il suo primo accesso, infatti, l’utente viene sottoposto a una sorta di “test” e viene invitato a guardare otto video: a seconda della sua interazione, gli vengono sottoposti altri otto filmati.

L’algoritmo analizza così i comportamenti e le interazioni che l’utente ha con i video, tra cui l’aggiunta di like e commenti, la permanenza sul video stesso e così via. L’algoritmo, inoltre, tiene in considerazione alcuni dati dell’utente, come la sua lingua e il suo Paese di residenza, il sistema operativo in uso, etc.

Una volta che questi dati vengono letti, l’algoritmo inizia a mostrare all’utente video simili a quelli con cui ha interagito in modo attivo (visto che, presumibilmente, sono i contenuti che ha gradito di più); per selezionare i nuovi video da mostrare, TikTok analizza parametri quali gli hashtag associati agli stessi, le canzoni e i suoni utilizzati e così via.

Sulla base delle sue preferenze, ciascun utente viene inserito in una o più “categorie”, dette anche “cluster”. Questo fa in modo che gli utenti interessati a un certo argomento vedano video appartenenti ai relativi cluster, nonché alcuni contenuti che sono stati apprezzati dagli utenti che hanno interessi simili ai propri (così facendo, vengono suggeriti anche contenuti di altre categorie che, almeno potenzialmente, potrebbero essere interessanti per l’utente).

Un altro aspetto interessante dell’algoritmo di TikTok è che, per evitare di annoiare l’utente, esso non propone quasi mai agli utenti due video consecutivi aventi le stesse caratteristiche (ad esempio lo stesso motivo musicale) o lo stesso autore.

Insomma, c’è davvero tanta tecnologia alla base di TikTok e il suo algoritmo è in continua evoluzione. Per approfondimenti in merito, ti rimando al post che è stato pubblicato sul blog ufficiale di TikTok (in lingua inglese).

Come si vedono le visualizzazioni su TikTok

Vedere visualizzazioni su TikTok

Adesso andiamo al sodo e scopriamo come si vedono le visualizzazioni su TikTok. Ti anticipo che si tratta di un’operazione estremamente semplice da effettuare. Per riuscirci, infatti, basta recarsi nella sezione del proprio account dove sono presenti i video condivisi su TikTok e prestare attenzione ai contatori presenti sulle loro anteprime.

Per procedere, quindi, accedi a TikTok dall’app ufficiale della piattaforma per Android (disponibile anche su store alternativi) o iOS/iPadOS e recati sul tuo profilo, premendo sul pulsante Me (l’icona dell’omino situato nell’angolo in basso a destra nella schermata).

Ti troverai così al cospetto del tuo profilo, dove potrai vedere i video che hai pubblicato, quelli a cui hai messo “Mi piace” e anche quelli che hai caricato su TikTok in modalità privata. Per vedere quante visualizzazioni ha totalizzato un determinato video che hai pubblicato sulla piattaforma, fai tap (se necessario) sull’icona delle sei linee verticali, scorri la schermata visualizzata (se hai pubblicato molti video) e individua il filmato di tuo interesse. Come puoi notare, nell’angolo in basso a sinistra dell’anteprima del video c’è un numero, che corrisponde proprio alle visualizzazioni totalizzate finora dal video.

Pigiando sull’icona del cuore e su quello del lucchetto, invece, puoi vedere le visualizzazioni totalizzate dai video ai quali hai messo “Mi piace” e quelle relative ai tuoi video privati. Anche in questo caso il numero delle visualizzazioni è indicato nell’angolo in basso a sinistra dell’anteprima di ciascun video.

Inoltre, se hai effettuato il passaggio ad un account TikTok Pro, tramite il menu Impostazioni e Privacy > Gestione account > Passa all’account Pro dell’app del social network di videosharing, puoi accedere alla sezione Analitica di TikTok, la quale mostra tutte le statistiche avanzate relative alle visualizzazioni dei video, alle visualizzazioni del profilo e a tanto altro ancora.

Per riuscirci, quindi, recati nel menu Impostazioni e privacy dell’app per Android e iOS, a cui puoi accedere facilmente, premendo sull’icona (…) situata nell’angolo in alto a destra della schermata del tuo profilo (l’icona dell’omino). Fatto ciò, fai tap sulla voce Analitica e fai riferimento alla sezione Overview e alla scheda Visualizzazioni video, per vedere tutte le statiche relative ai tuoi video per quanto riguarda gli ultimi 7 giorni o 28 giorni.

Tiktok Statistiche video

Inoltre, tramite la scheda Contenuto, puoi conoscere tutte le informazioni relative alle statistiche dei filmati da te pubblicati negli ultimi 7 giorni (Pubblicazioni di video) e a quelli che sono stati i Video di tendenza, ossia quelli maggiormente visualizzati dagli altri utenti. Hai visto che non era così complicato vedere le visualizzazioni su TikTok?

Come aumentare le visualizzazioni su TikTok

TikTok Logo

Come dici? Hai analizzato le statistiche del tuo profilo e avresti bisogno di qualche consiglio su come aumentare le visualizzazioni su TikTok? Allora lascia che ti dia alcune “dritte” che, se applicate, nel corso del tempo potrebbero migliorare la popolarità dei tuoi video.

Se riuscirai a ottenere dei buoni numeri, magari potresti anche riuscire monetizzare il tuo account e guadagnare con le visualizzazioni su TikTok (ad esempio collaborando con brand e aziende interessati), ma si tratta di eventualità abbastanza rare. Per ora concentrati solo sul pubblico e cerca di colpirlo in maniera genuina, mettendoci tutto l’impegno che puoi. Ad ogni modo, ecco qualche consiglio che spero possa tornarti utile per raggiungere i tuoi obiettivi.

  • Creare regolarmente contenuti interessanti e originali — più saranno interessanti e originali i contenuti che pubblichi su TikTok, maggiori saranno le probabilità che questi riescano ad attrarre altri utenti. Il motivo è semplice: dato che l’algoritmo “premia” i contenuti che ottengono maggiori interazioni, se i video che realizzi generano un buon numero di like e commenti, è più probabile che vengano mostrati a più utenti, diventando di successo. Non concentrarti solo sui “soliti” contenuti; ormai TikTok non è più solo il social network dei lip-sync o dei video divertenti; c’è tanto spazio per la sperimentazione e, avendo a che fare con un social network più giovane rispetto agli altri, le nicchie di pubblico da poter coprire con successo sono ancora molteplici.
  • Interagire e coinvolgere la community — mettere “Mi piace” e commentare i video altrui, potrebbe essere una buona mossa, dato che facendo in questo modo gli altri noteranno la tua presenza su TikTok e, spinti dalla curiosità, potrebbero visualizzare i tuoi contenuti, iniziando magri a seguirti. In questo modo, oltre a ottenere più view, otterrai anche più follower, che alimenteranno un circolo virtuoso di nuove visualizzazioni e nuovi seguaci.
  • Usare efficacemente gli hashtag — dal momento che gli hashtag (le parole precedute dal simbolo #) catalogano i contenuti, facilitandone il reperimento da parte degli utenti che eseguono delle ricerche sulla piattaforma, usando quelli più popolari e pertinenti per i tuoi video, incrementerai le tue probabilità di successo. Per individuare i migliori hashtag per TikTok, puoi avvalerti di servizi quali All Hashtag e app come Hashtags for TikTok per Android (disponibile anche su store alternativi) e Tik Hashtags per iOS. Maggiori info qui.

Se desideri approfondire ulteriormente l’argomento e avere maggiori informazioni su come avere visualizzazioni su TikTok, dai un’occhiata alla guida che ho dedicato all’argomento. Spero possa tornarti utile.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.