Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come vedere video per maggiorenni su YouTube

di

YouTube è un servizio di streaming in cui si può trovare un po’ di tutto, compresi contenuti non esattamente adatti ai bambini. La piattaforma ha dunque giustamente implementato dei sistemi di limitazione dei video in base al pubblico a cui sono rivolti. Si tratta di prevenzioni che possono tornare utili per i genitori, ma in alcuni casi queste limitazioni potrebbero “bloccare” la visione anche a chi è realmente maggiorenne.

In particolare, recentemente ti sei imbattuto in alcune richieste da parte della piattaforma, che ti chiede di verificare la tua età. Ti stai dunque chiedendo in che modo puoi “sbloccare” un contenuto al quale non riesci proprio ad accedere. Non preoccuparti: sei arrivato nel posto giusto. Infatti, in questo tutorial ti spiegherò come vedere video per maggiorenni su YouTube, scendendo nel dettaglio dei vari sistemi utilizzati dalla piattaforma di Google per evitare che i più piccoli accedano ai video non adatti a loro.

Se sei un genitore, non preoccuparti: non si sta spiegando in alcun modo come aggirare i limiti d’età o cose simili, ma semplicemente si sta illustrando ai più grandi come tornare a guardare i video che sono pensati per loro, dato che effettivamente potrebbero sorgere dei problemi in merito a quanto chiesto da YouTube. Per il resto, se sei pronto, qui sotto puoi trovare tutte le indicazioni del caso. Non mi resta che augurarti buona lettura!

Indice

Informazioni preliminari

YouTube Logo

Prima di entrare nel dettaglio della procedura su come vedere video per maggiorenni su YouTube, ritengo possa interessarti saperne di più in merito ai sistemi utilizzati dalla piattaforma di Google per evitare che i minorenni accedano a contenuti non adatti alla loro età.

Devi infatti sapere che YouTube sta cercando da tempo di proteggere i più piccoli, nonché di dare priorità a video “puliti” a cui gli inserzionisti possono associarsi facilmente. In questo contesto, sono state prese varie decisioni, che vanno oltre al lancio dell’applicazione YouTube Kids, disponibile sia per Android che per iOS/iPadOS e destinata unicamente ai bambini (se sei un genitore, dovresti far usare ai tuoi figli quest’ultima piuttosto che la classica app ufficiale).

Più precisamente, sono stati implementati dei metodi di verifica dell’età per quel che riguarda sia il portale Web che l’applicazione ufficiale di YouTube disponibile per Android, iOS/iPadOS, Smart TV e altri dispositivi.

In parole povere, nel caso venga rilevato qualcosa di non adatto ai più piccoli all’interno di un video, sia da parte dell’algoritmo che attraverso segnalazioni dagli utenti, determinati contenuti potrebbero richiedere di verificare l’età di chi sta guardando.

Tra l’altro, per completezza d’informazione, devi sapere che la piattaforma fornisce agli stessi youtuber la possibilità di selezionare a quale pubblico è adatto un determinato video.

Se sei uno youtuber e vorresti comprendere meglio per quale motivo un video potrebbe finire tra quelli soggetti a limiti di età (e dunque potenzialmente limitati anche a livello di monetizzazione e visualizzazioni), devi sapere che la piattaforma ha deciso di specificare in modo preciso quali tipi di contenuti potrebbero rientrare in questa categoria.

Più precisamente, Google potrebbe limitare un video se ritiene che ci siano delle scene di adulti coinvolti in attività pericolose, che i più piccoli potrebbero tentare di imitare. Inoltre, sono ovviamente inclusi i contenuti destinati principalmente a un pubblico adulto, compresi quelli che potrebbero sembrare per bambini quando in realtà non lo sono.

Altri video che potrebbero essere soggetti a limiti di età sono quelli che promuovono l’uso di sostanze stupefacenti o contengono scherzi troppo realistici, che potrebbero non far capire agli spettatori che si tratta di una messinscena. Potrebbero essere inoltre soggetti a limiti di età anche video violenti e/o con contenuti espliciti, compresi anche quei contenuti che utilizzano un linguaggio volgare. YouTube fa specifico riferimento anche ai clip volgari decontestualizzati, che potrebbero essere mal compresi dal pubblico.

Insomma, ci sono molti motivi per cui un video potrebbe finire tra quelli soggetti ai limiti di età. Per maggiori informazioni in merito all’argomento, ti invito a consultare le linee guida ufficiali della piattaforma relative ai Content Creator.

Ricordo inoltre che YouTube consente di presentare ricorso contro i limiti di età, nel caso ritenessi che sia stato commesso un errore per quel che riguarda un tuo video. In tal caso, ti consiglio di fare riferimento alle apposite indicazioni fornite da Google.

Come vedere video per maggiorenni su YouTube

Contenuto inappropriato YouTube

Fatte le dovute precisazioni di cui sopra, andiamo al sodo e vediamo come accedere ai contenuti che YouTube etichetta come destinati a un solo pubblico di maggiorenni.

Per visualizzare un video di YouTube disponibile solo per i maggiorenni, bisogna chiaramente effettuare una verifica dell’identità.

Sono due i principali metodi previsti dalla piattaforma: il primo, diffuso da più tempo, richiede semplicemente di eseguire l’accesso a un account Google appartenente a una persona maggiorenne. Se tu vuoi adottare questa soluzione, non devi far altro che premere sul pulsante ACCEDI, presente in alto a destra nel sito Web ufficiale di YouTube oppure, in alcuni, all’interno del player del video.

Dopodiché, non ti resta che digitare il tuo indirizzo e-mail, premere sul pulsante Avanti, digitare la password dell’account Google (inserire l’eventuale codice per la 2FA) e fare clic nuovamente sul tasto Avanti. Così facendo, se disponi di un account Google “maggiorenne”, potrai tornare a visualizzare i contenuti precedentemente bloccati.

Tieni inoltre conto del fatto che, in alcuni casi, potrebbero comparire a schermo alcuni pop-up che ti avvertono che alcuni contenuti potrebbero non essere adatti a tutti. In tal senso, basta semplicemente fare clic sul pulsante CONTINUA o CAPISCO E DESIDERO PROCEDERE per procedere e vedere il video.

Per il resto, da dispositivi mobili è tutto essenzialmente identico: una volta eseguito il login con un account Google adatto, potrai continuare a visualizzare i contenuti senza problemi. Nel caso ci sia invece qualche tipo di errore con la data di nascita del tuo account, ti ricordo che puoi effettuare questa modifica in modo semplice.

Cambiare data di nascita Google YouTube

Infatti, ti basta collegarti al sito Web di gestione del profilo Google, aggiornare la tua data di nascita e premere sul pulsante Salva. Così facendo, dato che YouTube è collegato all’account Google, non dovresti più avere problemi. Ovviamente è bene utilizzare questo metodo solamente se c’è stato un effettivo errore nell’inserimento della data di nascita.

Per il resto, per proteggere ulteriormente i più piccoli, la piattaforma ha implementato anche delle misure di sicurezza più avanzate. Infatti, il sistema basato unicamente sulla data di nascita dichiarata dall’utente è chiaramente “aggirabile” in modo tutto sommato semplice.

Per questo motivo, in caso di “attività sospette”, YouTube potrebbe potenzialmente chiedere all’utente di fornire le prove del fatto che è veramente una persona maggiorenne e non semplicemente un “ragazzino” che prova a dichiararsi tale.

Questo significa, dunque, che, se ti trovi dinanzi alla richiesta di inserimento di un documento di identità oppure dei dati di una carta di credito, non devi preoccuparti (ovviamente facendo attenzione a utilizzare il portale o l’applicazione ufficiale di YouTube).

Infatti, YouTube sta utilizzando dei pop-up in cui si legge, ad esempio: “Verifica la tua identità. Completa una breve verifica per dimostrare di avere l’età minima richiesta per guardare questo video”. Il messaggio è poi affiancato da un link che consente di ottenere ulteriori informazioni.

Accedi YouTube video limitato

In ogni caso, per procedere, ti basta semplicemente premere sul pulsante VERIFICA. Comparirà dunque a schermo una pagina Web (in genere appartenente al dominio myaccount.google.com) in cui ti verrà richiesto se vuoi utilizzare una carta di credito o un documento di identità per verificare la tua età.

Nel primo caso non verrà ovviamente effettuato alcun addebito, in quanto si tratta solo di un metodo che attesta che sei maggiorenne. L’aggiunta dei dati della carta di credito è il metodo più veloce per poter tornare a guardare i video soggetti a limiti di età, in quanto lo “sblocco” avviene in modo rapido.

Utilizzando invece un documento di identità (sono accettati anche patente e passaporto), che chiaramente andrà fotografato, si potrebbero dover attendere anche tre giorni affinché venga effettuato il riconoscimento. In ogni caso, per maggiori informazioni sull’argomento, ti consiglio di consultare le linee guida ufficiali di YouTube, in cui vengono illustrati nel dettaglio tutti i possibili metodi di verifica.

Google afferma di trattare tutti i dati sensibili in modo sicuro e fornisce ulteriori dettagli in merito a come usa eventuali file relativi a documenti di identità all’interno delle linee guida che ho citato in precedenza.

In ogni caso, la richiesta di un documento di identità o di una carta di credito non è in realtà così frequente, ma in genere compare solamente per determinati tipi di contenuti, che potrebbero urtare particolarmente i bambini.

Aranzulla YouTube

Per farti un esempio concreto, alcuni utenti hanno visto comparire il pop-up che richiedeva di inserire un documento di identità o la carta di credito, ma hanno semplicemente deciso di non inserire tali dati, lasciando perdere il video coinvolto e tornando a utilizzare la piattaforma come prima.

Questo non ha minimamente compromesso la loro esperienza d’uso relativa alla piattaforma, in quanto tutti gli altri video rimangono accessibili e anche per determinati contenuti soggetti a limiti di età viene utilizzato invece il metodo più “soft”, che richiede semplicemente di premere sul pulsante CONTINUA o CAPISCO E DESIDERO PROCEDERE.

Insomma, i “blocchi” relativi ai contenuti non vanno a creare troppi grattacapi, ma semplicemente servono per assicurarsi che i più piccoli non accedano a video che potrebbero urtare la loro sensibilità.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.