Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

COMODO Antivirus

di

Durante una conversazione inerente la sicurezza informatica, un tuo amico abbastanza ferrato in ambito di sicurezza informatica ha avuto modo di parlarti positivamente di COMODO Antivirus, invitandoti a installarlo anche sul tuo computer. Prima di seguire il suo consiglio, però, vorresti avere una panoramica sul funzionamento dell’antivirus in questione e, dopo una breve ricerca su Google a tal riguardo, sei capitato proprio qui, sul mio sito Web.

Se le cose stanno esattamente in questo modo, sono ben felice di comunicarti che ti trovi nel posto giusto, al momento giusto: di seguito, infatti, ti fornirò una panoramica su quelle che sono le funzionalità della soluzione di sicurezza di casa COMODO, spiegandoti come installarla su Windows e macOS e mostrandoti le caratteristiche principali della sua interfaccia utente.

Dunque, senza attendere oltre, mettiti bello comodo e leggi con attenzione tutto quanto ho da spiegarti sull’argomento: sono sicuro che, al termine di questa lettura, avrai ben chiare le peculiarità del programma con il quale ti accingi ad approcciare. Detto ciò, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon lavoro!

Indice

Informazioni preliminari

COMODO antivirus è una soluzione completa progettata per la protezione del computer e dei dati archiviati in memoria. La suite, compatibile con Windows, Linux e macOS (dove però la necessità di usare antivirus è abbastanza bassa), si compone di diversi moduli: un modulo di protezione di base in tempo reale; un modulo di protezione dalle attività illecite dei programmi; un modulo firewall; un modulo anti-spyware; un modulo di sicurezza dedicato a banking e shopping online; un modulo di filtraggio per i contenuti Web e, infine, un ulteriore motore antimalware basato sul cloud.

Prezzi e versioni di COMODO Antivirus

COMODO Antivirus

COMODO Antivirus è disponibile per i sistemi operativi Windows, macOS e Linux, per quanto riguarda i PC, e Android e iOS/iPadOS in ambito mobile e ha caratteristiche differenti in base al sistema operativo a cui si riferisce.

La soluzione di sicurezza per Windows, per esempio, prevede due versioni: una gratuita, dotata dei moduli per la protezione in tempo reale, per la protezione delle applicazioni, per la protezione dagli spyware e di un browser dedicato alla navigazione sicura; e una completa, che include tutti i moduli di sicurezza elencati in precedenza. Il prezzo della versione completa di COMODO Antivirus è di 19,99€/anno e la licenza può essere usata su tre computer contemporaneamente.

Le funzionalità di COMODO Antivirus per macOS (gratuito) sono leggermente più limitate: questa versione del software, infatti, offre un sistema di rilevamento e rimozione di virus, malware e spyware di vario tipo, con modulo di protezione in tempo reale ma senza la possibilità di eseguire le applicazioni in ambiente sicuro. COMODO Antivirus per Linux (gratuito), infine, integra un modulo di protezione dalle minacce in tempo reale, un modulo dedicato all’analisi comportamentale e un modulo progettato per la protezione delle email.

Tengo a precisare che, nel corso di questa guida, farò esplicitamente riferimento alle versioni gratuite dell’antivirus per Windows e macOS.

Requisiti minimi

COMODO Antivirus

Le soluzioni antivirus fornite da COMODO possono essere eseguite anche su computer, smartphone o tablet non recentissimi. Di seguito ti elenco i requisiti minimi per ciascun sistema operativo.

  • Windows – è richiesto un PC con sistema operativo Windows 7 o successivo, almeno 384 MB di RAM disponibile e 210 MB di spazio su disco.
  • macOS – è richiesta la presenza di macOS 10.9 o successivi e di un processore Intel a 64 bit.
  • Linux – è richiesta la presenza dei sistemi operativi RHEL/CentOS 5.8, 6.2 o successivi; Debian 6.0 o successivi (e derivati); Ubuntu 12.04 o successivi (e derivati); Fedora 16 o successivi; SLES 11 o successivi; OpenSUSE 12.1 o successivi.
  • Android – è richiesta la presenza di Android 4.0.3 o versione successiva.
  • iPhone, iPad iPod Touch – è richiesta la presenza di iOS 11.2 o versione successiva (incluso iPadOS).

COMODO Antivirus download

Fatte le doverose precisazioni, è arrivato il momento di passare all’azione e di capire come scaricare e installare l’antivirus sul computer.

Windows

COMODO Antivirus download

Per scaricare COMODO Antivirus Free su Windows, fai così: per prima cosa, collegati a questo sito Web, clicca sul pulsante Free version e attendi che il pacchetto d’installazione dell’antivirus venga copiato sul computer.

Successivamente, avvia il file che hai appena ottenuto (ad es. cav_installer_xxxx_1a.exe) e clicca sui pulsanti Sì Accettare e installare, per effettuare l’installazione della suite completa (che include il modulo di sicurezza per gli attacchi man in the middle e un browser sicuro).

Se, invece, preferisci installare il solo antivirus senza i componenti aggiuntivi, premi il pulsante Opzioni, spostati sulla scheda Componenti (in alto) e rimuovi il segno di spunta posto accanto alle voci COMODO Dragon Web Browser Internet Security Essentials. Anche in questo caso, puoi avviare il setup del programma cliccando sul pulsante Accettare e installare.

Per concludere, rimuovi tutti i segni di spunta dalle caselle situate nella schermata conclusiva (in modo da evitare la modifica dei server DNS, l’attivazione dell’analisi comportamentale basata sul cloud, l’invio di statistiche anonime sul programma e l’impostazione di Yahoo! come pagina iniziale del browser) e clicca sul pulsante Completato per concludere il tutto.

Dopo aver effettuato l’installazione di COMODO, l’antivirus dovrebbe avviare automaticamente il download del database dei virus aggiornato, insieme con l’installazione delle definizioni e, subito dopo, la prima scansione dei file presenti sul PC, al termine della quale ti verrà chiesto di riavviare il computer.

macOS

COMODO Antivirus download

Se è tua intenzione scaricare COMODO Antivirus gratis per macOS, invece, collegati a questa pagina Web, clicca sul pulsante Free antivirus e attendi che il pacchetto d’installazione del programma venga scaricato sul disco.

A download ultimato, lancia il file ottenuto (ad es. Comodo-AV-xxxx-yy-zz-va.b.c.dmg), fai doppio clic sull’icona di COMODO Antivirus Installer e premi il pulsante Apri, per superare le restrizioni di sicurezza imposte da macOS.

A questo punto, seleziona la lingua d’installazione del programma (puoi scegliere tra inglese, tedesco e turco), premi il pulsante OK, clicca sul pulsante I accept, per accettare la licenza d’uso del software, inserisci la password del Mac nell’apposito campo di testo e premi il pulsante OK.

Ora, clicca sui pulsanti NextInstall Finish e clicca infine sul pulsante Yes, per riavviare il computer, andando così a finalizzare il processo di setup del programma.

Al login successivo, dovrebbe essere visualizzata, in primo piano, la schermata di gestione del software: come prima cosa, clicca sul pulsante Run diagnostics, per effettuare le verifiche d’integrità dell’installer e, quando richiesto, inserisci la password del Mac per continuare.

Qualora dovessi visualizzare un messaggio d’avviso indicante la non conformità dell’installazione attuale, clicca sul pulsante Yes, per risolvere gli eventuali problemi rilevati (l’attivazione della modalità di protezione residente e l’aggiornamento del database delle firme).

Superato anche questo step, provvedi ad autorizzare COMODO a intervenire sul Mac: per farlo, recati nelle Preferenze di sistema (l’icona a forma d’ingranaggio collocata sul Dock), clicca sulla voce Sicurezza e Privacy, poi sull’icona a forma di lucchetto posta in basso a sinistra della finestra successiva e, quando richiesto, inserisci la password del Mac per autorizzare le modifiche. Per concludere, clicca sul pulsante Consenti riavvia nuovamente il computer.

Come usare COMODO Antivirus

Come usare COMODO Antivirus

Per impostazione predefinita, COMODO Antivirus esegue l’aggiornamento delle definizioni dei malware, insieme con la prima scansione dei file presenti sul sistema, subito dopo aver terminato l’installazione del programma.

Una volta conclusa la fase di scansione iniziale, COMODO mostrerà i risultati dell’analisi dei file: qualora fosse rilevata qualche minaccia, l’antivirus ti mostrerà i dettagli relativi al file infetto, dandoti la possibilità di spostarlo in quarantena (un’area protetta del disco, nella quale i file nocivi vengono immunizzati) o eliminarlo.

Ad ogni modo, la schermata principale del software consente di gestirne il funzionamento a 360 gradi: di seguito ti spiego come usarla sia su Windows, che su macOS.

Windows

Come usare COMODO Antivirus

Per accedere alla console gestionale di COMODO su Windows, fai doppio clic sull’icona presente sul desktop (quella a forma di scudo rosso con C centrale): avvalendoti dei pulsanti visualizzati a schermo, puoi avviare una nuova analisi del sistema (Scansione), aggiungere delle eccezioni (Sblocca applicazioni), aggiornare il database dei virus (Aggiorna) oppure avviare un programma in ambiente protetto, senza che possa danneggiare il disco vero e proprio (Avvia virtualizzato).

Cliccando, invece, sul pulsante Visualizzazione Avanzata collocato in alto a destra, la schermata si “trasformerà”, proponendoti ulteriori impostazioni: la possibilità di scansionare “al volo” un file (trascinandolo nell’apposita area); la possibilità di cambiare la modalità di protezione residente (ottimizzata, completa o disattivata); la possibilità di attivare o disattivare il contenimento automatico dei programmi, il modulo comportamentale (HIPS) o il sistema VirusScope.

Per accedere alle impostazioni avanzate dell’antivirus, clicca sul pulsante Impostazioni collocato in alto a sinistra e procedi come ritieni più opportuno.

  • La scheda impostazioni generali permette di intervenire sull’interfaccia utente del programma, di specificare se e come scaricare gli aggiornamenti dello stesso, di gestire il registro eventi e importare o di esportare la configurazione del software.
  • La scheda Antivirus consente di definire le impostazioni per le scansioni in tempo reale e quelle pianificate.
  • La scheda HIPS permette di intervenire sulle modalità di analisi comportamentale.
  • La scheda Containment permette di definire le modalità di virtualizzazione dei programmi.
  • La scheda Valutazione cloud permette di attivare o disattivare l’invio dei file per l’analisi in cloud e di intervenire sulle relative opzioni.
  • La scheda Protezione avanzata, infine, consente di intervenire su impostazioni aggiuntive, come l’esclusione dei file dalla scansione, il sistema VirusScope, l’analisi degli script e molto altro.

A meno che tu non sappia esattamente cosa stai facendo, ti consiglio sempre di lasciare invariati i parametri predefiniti, in modo da garantire al computer un livello di sicurezza adeguato.

Come usare COMODO Antivirus

Infine, sempre tramite la schermata principale di COMODO, puoi visualizzare facilmente il registro degli eventi passati (scansioni effettuate, rilevamenti, statistiche e così via), cliccando sul pulsante Registro collocato in alto.

Nota: se lo desideri, puoi effettuare la scansione di un file o avviare un programma in ambiente sicuro senza dover necessariamente accedere alla schermata principale di COMODO. Per agire in tal senso, fai clic destro sull’icona del file di tuo interesse e seleziona la voce Scan with COMODO Antivirus o Run in COMODO container dal menu contestuale proposto.

macOS

Come usare COMODO Antivirus

Per impostazione predefinita, la finestra di COMODO dovrebbe aprirsi subito dopo il secondo riavvio del Mac; se non la vedi, puoi aprirla manualmente cliccando sull’icona dell’antivirus (a forma di C racchiusa in un quadrato) collocata sulla barra dei menu, nei pressi dell’orologio di sistema.

Se tutto è filato liscio, dovresti finalmente ritrovarti al cospetto della schermata principale di COMODO Antivirus: per visualizzare lo stato generale del sistema, clicca sulla scheda Summary e, se lo ritieni opportuno, premi il bottone Do it Now per effettuare subito la scansione dei file presenti su disco. Sempre tramite la scheda Summary, è inoltre possibile effettuare l’analisi di un singolo file, trascinandolo all’interno del riquadro centrale della finestra.

Come usare COMODO Antivirus

La scheda Antivirus, invece, consente di accedere praticamente a tutte le funzioni del programma: di seguito ti indico le più importanti.

  • Run a Scan – serve per eseguire una scansione del disco.
  • Update Virus Database – serve per aggiornare il database delle minacce.
  • Quarantined Items – serve per visualizzare e gestire le minacce spostate in quarantena.
  • Scanner Settings – consente di intervenire sui parametri di scansione dell’antivirus (disattivazione dell’analisi in tempo reale, definizione dei parametri per la scansione manuale, scelta di eventuali file da escludere, e così via).
  •  Submit Files – consente di inviare dei file a COMODO per un’analisi aggiuntiva.
  • Scheduled Scans – consente di definire le impostazioni per le scansioni pianificate.

Infine, la scheda More contiene una serie di impostazioni aggiuntive dedicate alle preferenze generali del programma, alla gestione della configurazione, alla diagnostica e a diversi altri aspetti del software antivirus.

App di COMODO Antivirus Android e iOS

App di COMODO Antivirus Android e iOS

Ti farà piacere sapere che l’antivirus di Comodo è disponibile anche per Android e iOS/iPadOS, all’interno del pacchetto COMODO Mobile Security. La variante Android dell’app include un sistema antimalware in tempo reale, una VPN, un antifurto, un sistema di blocco con password di file e app e un modulo dedicato alla navigazione sicura.

Comodo Mobile Security per iPhone e iPad, invece, comprende un modulo per la navigazione sicura (che comprende la VPN), un sistema di protezione dell’identità digitale (email, password, numeri di carte di credito e così via) e una modalità “Vault”, che consente di proteggere con password file e cartelle personali. Non c’è antimalware, in quanto iOS e iPadOS non sono generalmente soggetti a questa problematica.

Sebbene entrambe le soluzioni siano di base gratuite, alcuni componenti aggiuntivi (come le funzioni di protezione per app e file o quelle per la protezione dell’identità digitale) possono essere sbloccati a pagamento, mediante acquisto in-app.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.