Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
eBay Black Week
Migliaia di prodotti in promozione su eBay. Scopri le offerte migliori

Le migliori estensioni per Google Chrome

di

Chrome non ha bisogno di troppe presentazioni: è il browser più usato al mondo. Le chiavi del suo successo sono molteplici: tralasciando il fatto che è un software distribuito da Google e quindi gode di un’elevatissima visibilità, è estremamente rapido nel caricare i contenuti, supporta tutti gli standard Web più avanzati ed è disponibile su tutte le principali piattaforme desktop e mobile, consentendo inoltre di sincronizzare automaticamente i dati di navigazione su tutti i sistemi.

Altro punto a favore di Chrome è l’alto tasso di personalizzazione che offre. Il browser, infatti, può essere modificato esteticamente, tramite i temi, ma soprattutto sotto il punto di ista delle funzionalità, tramite le estensioni. Le estensioni sono dei "programmini" che si installano nel browser e permettono di ampliarne le funzionalità, ad esempio ottimizzando la gestione delle schede, fornendo accesso rapido a determinati servizi online, fornendo notifiche e molto altro ancora.

Scommetto che anche tu ne hai sentito parlare e che, anzi, allettato da questa possibilità ora sei alla ricerca delle migliori estensioni per Google Chrome, è vero? Allora sappi che sei capitato proprio nel posto giusto al momento giusto! Di seguito, infatti, trovi tutte le informazioni di cui hai bisogno sulle estensioni per Chrome e una lista di addon che considero tra i migliori disponibili su piazza. Pronto a "tuffartici"? Sì? Benissimo, allora al bando le ciance e cominciamo!

Indice

Informazioni preliminari

Le migliori estensioni per Google Chrome

Prima di entrare nel vivo della guida e segnalarti quelle che, a mio modesto avviso, sono le migliori estensioni per Google Chrome, ci tengo a fare alcune precisazioni importanti.

Innanzitutto, ricordando il famoso motto "less is more" (di meno è di più), ti consiglio di installare quante meno estensioni possibili, anche perché Chrome non è noto per la sua parsimonia in termini di RAM consumata, e ogni addon aggiunto al browser comporta l’aumento delle risorse di sistema consumate.

Altra cosa importantissima da sottolineare è che non tutte le estensioni sono affidabili al 100%. Tralasciando il fatto che quelle non ufficiali (quindi non rilasciate da Google o dalle aziende produttrici dei servizi a cui fanno riferimento) possono smettere di funzionare da un momento all’altro, c’è da tenere bene a mente anche il fattore privacy.

Per funzionare, infatti, le estensioni per Chrome richiedono dei permessi specifici, che possono essere più o meno avanzati. Ad esempio, gli addon che richiedono di leggere e modificare tutti i dati sui siti Web visitati hanno accesso completo ai dati di navigazione e potrebbero, potenzialmente, rubarli per scopi poco leciti. Ti consiglio, dunque, di installare componenti di questo tipo solo se sei convinto al 100% della bontà della loro provenienza.

Le estensioni ufficiali di Google e di altre aziende note sono da considerarsi generalmente affidabili; per giudicare quelle realizzate da sviluppatori indipendenti, invece, devi basarti sulle informazioni presenti in Rete. Una cosa che può aiutare, in tal senso, è rivolgersi alle estensioni open source. Le estensioni il cui codice sorgente è disponibile pubblicamente, infatti, possono essere controllate a fondo da chiunque ne sia in grado e giudicate dalla community per quello che è il loro effettivo funzionamento (se c’è qualcosa di losco, insomma, viene subito scovato).

Per scoprire se un’estensione è open source, controllane la descrizione sul Chrome Web Store. I permessi, invece, puoi controllarli dopo aver cliccato sul pulsante Aggiungi per installare un’estensione, sempre sul Chrome Web Store.

Le estensioni sono compatibili solo con le versioni desktop di Chrome, quelle per Windows, macOS e Linux. Sulle versioni mobile del browser, purtroppo, non si possono usare. Detto questo, passiamo pure al sodo e vediamo quali addon provare.

Le migliori estensioni di Google Chrome

Le migliori estensioni per Google Chrome

Se vuoi dei consigli sulle estensioni per Chrome che vale la pena installare, eccoti servito un elenco di quelle che ritengo essere le più interessanti. Ovviamente, sempre per il discorso di cui sopra, non installarle tutte: individuane qualcuna che ritieni possa fare al caso tuo e installa solo quella.

  • Estensione per la gestione delle password – come ti ho spiegato in numerosi miei tutorial, ad esempio quello su come gestire le password, è saggio affidare la gestione delle proprie password a un servizio preposto a questo scopo e non alla classica funzione di salvataggio delle password inclusa nel browser. Dunque, la prima (se non l’unica) estensione che ti invito a installare in Chrome è quella di un buon password manager. Ce ne sono tanti fra cui scegliere, sia in ambito gratuito (Bitwarden, KeePass, LastPass) che in ambito commerciale (1Password).
  • The Great Suspender – come già detto in precedenza, Chrome non è propriamente parsimonioso nell’uso della RAM. Questa estensione aiuta ad "alleggerire" il browser andando a sospendere automaticamente le schede che non sono più in uso, consentendo di risparmiare molta RAM e CPU. Offre impostazioni molto personalizzabili.
  • ‌OneTab – altra estensione tesa a ridurre l’uso di RAM da parte di Chrome. Permette di raggruppare le schede aperte in un’unica pagina, tramite cui è poi possibile riaprirle in un secondo momento.
  • Session Buddy – permette di salvare le sessioni di Chrome e ripristinare le schede aperte in esse con un semplice clic.
  • BlockSite – permette di bloccare l’accesso ai siti indesiderati. Te ne ho parlato più in dettaglio in questo mio tutorial.
  • StayFocusd – permette di limitare il tempo di visualizzazione sui siti desiderati. Molto utile per evitare le distrazioni e aumentare la produttività.
  • Google Avvisi email o Checker Plus for Gmail – la prima è l’estensione ufficiale per avere le notifiche di Gmail nella toolbar di Chrome. La seconda è una delle migliori estensioni per ricevere le notifiche dalle caselle Gmail e anche rispondere ai messaggi. È veramente completa e personalizzabile; tuttavia non è ufficiale, quindi potrebbe rappresentare qualche potenziale rischio per la privacy (sebbene finora non sia emerso nulla in tal senso).
  • Picture-in-Picture Extension (by Google) – estensione ufficiale di Google che permette di attivare la modalità Picture-in-Picture per i video in riproduzione nel browser. Questo significa che è possibile passare ad altre schede o addirittura ad altre applicazioni continuando a vedere il video in riproduzione, in un riquadro fluttuante.
  • Full Page Screen Capture – la migliore estensione per realizzare screenshot di intere pagine Web, in quanto non richiede permessi invasivi. Si preme un pulsante e il gioco è fatto, in tutta sicurezza.
  • Dark Reader – estensione che richiede diversi permessi, ma open source (cosa che consente di tenere il suo grado di sicurezza sotto controllo), grazie alla quale è possibile attivare la dark mode su tutti i siti. Ideale per chi lavora molto di notte al computer.
  • Save to Pocket – estensione per aggiungere la pagina corrente a Pocket, il più popolare servizio "read later". Ideale per accumulare un archivio di contenuti da leggere in un secondo momento, anche offline e da qualsiasi dispositivo (Pocket è disponibile anche via Web e come app per tutte le principali piattaforme desktop e mobile). In realtà sarebbe superflua, in quanto esiste un bookmarklet che fa la stessa cosa senza consumare RAM; comunque a te la scelta.
  • Pushbullet – consente di scambiare file con Android, ricevere le notifiche dal proprio smartphone/tablet sul PC e rispondere a queste ultime. Te ne ho parlato anche in qualche mio tutorial precedente.
  • Tampermonkey – permette di usare degli userscript, cioè degli script che permettono di personalizzare l’aspetto e il comportamento dei siti visitati. L’estensione in sé è sicura e affidabile, ma alcuni script potrebbero rappresentare un rischio per la privacy. Usali solo se sai bene dove mettere le mani!
  • Toggl Button: Productivity & Time Tracker – Toggl è uno dei migliori servizi per monitorare il tempo speso nei propri progetti. Questa estensione permette di integrarlo perfettamente in Chrome. Ideale se lavori molto in Chrome o vuoi semplicemente monitorare il tempo che spendi nella navigazione online.
  • ‌NflxMultiSubs – estensione open source (quindi ragionevolmente sicura, anche se non ufficiale), che permette di guardare i contenuti su Netflix avendo due tracce di sottotitoli attive in contemporanea. Ideale per chi ama guardare le serie e i film in originale per apprendere nuove lingue.
  • Video DownloadHelper – rinomata estensione capace di "catturare" i video riprodotti in qualsiasi pagina Web e di scaricarli sul computer.
  • ‌Chrome Remote Desktop – estensione ufficiale di Google che permette di comandare i computer da remoto tramite il browser. Te ne ho parlato anche in miei tutorial precedenti.
  • Hola Free VPN Proxy Unblocker – servizio proxy gratuito (nella sua versione base) che permette di camuffare il proprio IP e superare le restrizioni regionali dei siti Web.

Per il resto, se utilizzi molto assiduamente un servizio online o un’applicazione, puoi cercare il suo nome sul Chrome Web Store e scaricarne l’estensione ufficiale (se disponibile). Mi raccomando però: installa solo gli addon che ritieni necessari (es. un’estensione che permette semplicemente di accedere a un sito, o poco più, è inutile; tanto vale usare il segnalibro). Inoltre controlla sempre provenienza e permessi richiesti.

Altre estensioni per Chrome

Le migliori estensioni per Google Chrome

Quelle che ti ho suggerito sono solo alcune delle tantissime estensioni disponibili per Chrome. Come già detto, ti consiglio di non abusarne e di non installarne molte ma, se vuoi dare un’occhiata più approfondita allo store che le ospita, visita questo link.

Da qui potrai poi accedere alle varie sezioni del Chrome Web Store, come quelle che contengono le migliori estensioni selezionate da Google, le estensioni per l’accessibilità, la produttività, le notizie, la personalizzazione della pagina della nuova scheda e così via.

Infine, se ti serve qualche informazione in più su come aggiungere estensioni a Chrome o come cancellare estensioni da Chrome, consulta pure i tutorial che ho dedicato a questi argomenti.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.