Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Miglior TV Box: guida all’acquisto

di

Dopo aver letto il mio post su come trasformare un TV in Smart TV, hai deciso di acquistare un TV Box da collegare al tuo televisore ma non u ancora quale modello scegliere? Vorresti delle delucidazioni sul funzionamento di questi dispositivi in modo da individuare quello più adatto a te? Beh, sono lieto di dirti che sei capitato nel posto giusto al momento giusto!

Con la guida di oggi, ti aiuterò, infatti, a individuare il miglior TV Box per le tue esigenze e ti illustrerò tutte le caratteristiche, sia hardware che software, che bisogna prendere in considerazione prima di acquistarne uno. Ti assicuro che è molto più semplice di quello che immagini. Certo, sul mercato sono presenti così tanti modelli che è facile “perdersi” tra di essi, ma io ti aiuterò anche in questo proponendoti una lista di TV Box tra quelli che attualmente offrono il miglior rapporto tra qualità e prezzo.

Allora, sei pronto a cominciare e ad approfondire la tua conoscenza dei TV Box? Se la tua risposta è affermativa, prenditi qualche minuto di tempo libero, leggi i consigli che sto per darti e cerca di scoprire qual è la “scatoletta” più adatta al tuo budget e, soprattutto, alle tue esigenze di intrattenimento. Sono sicuro che alla fine ne troverai anche più d’una!

Indice

Cos’è un TV Box

Miglior TV Box

Prima di entrare nel vivo di questa guida e di consigliarti il miglior TV Box per le tue esigenze, lascia che faccia un po’ di chiarezza sul concetto stesso di TV Box e sulle funzionalità di questi dispositivi.

Per capire cosa sono i TV Box, devi pensarli come dei piccoli PC che si collegano al televisore tramite cavo HDMI e che si possono comandare, oltre che con mouse e tastiera, anche con un telecomando, che viene fornito quasi sempre “di serie”.

Proprio come i PC, i TV Box possono essere equipaggiati con una componentistica di basso, medio o alto profilo, quindi con processori e memorie più o meno avanzati, e possono disporre di varie porte per il collegamento con dispositivi esterni. I loro prezzi possono oscillare da poche decine di euro a oltre 100 euro, in base, per l’appunto, alla componentistica interna.

Lato software, i TV Box possono essere equipaggiati con Android, il sistema operativo che tutti noi conosciamo e siamo abituati a usare su smartphone e tablet, oppure con Windows 10, altro sistema operativo che non ha bisogno di presentazioni e che permette di eseguire applicazioni di ogni genere. Quale scegliere tra queste due piattaforme dipende esclusivamente dalle proprie esigenze, ma ne parleremo meglio tra un po’.

Per quanto riguarda le funzioni, cioè quello che si può fare concretamente con i TV Box, c’è solo da avere l’imbarazzo della scelta: i TV Box possono essere usati per guardare video in streaming da piattaforme come Netflix e YouTube, per riprodurre video locali (da chiavette, hard disk o dispositivi di rete), navigare online, ascoltare musica, guardare foto e perfino giocare ai videogame (se la loro dotazione hardware lo consente). Essendo basati su Android o Windows, poi, permettono di installare applicazioni di ogni genere e di usarle proprio come si farebbe su un comune tablet o un PC. D’altronde stiamo parlando di veri e propri mini PC, te l’ho detto anche prima.

Come scegliere un TV Box

Miglior TV Box

Arrivati a questo punto, una volta “inquadrate” le funzionalità base di un TV Box, possiamo approfondire l’argomento e vedere, insieme, quali sono le principali caratteristiche da tenere in considerazione prima di acquistare un dispositivo del genere. Non si tratta di nulla di particolarmente difficile, quindi stai tranquillo e prosegui serenamente nella lettura. Ti ci vorrà pochissimo tempo per assimilare tutti i concetti.

Chipset e memorie

Abbiamo detto che i TV Box sono dei veri e propri mini-computer, pertanto prima di acquistarli bisogna valutare attentamente la loro componentistica interna. Chipset, RAM e memoria interna sono i componenti che influiscono maggiormente sulle prestazioni del dispositivo, quindi la loro scelta è di importanza fondamentale.

Per quanto riguarda il chipset, che è il “cervello” del TV Box, quello che contiene il processore centrale, la GPU (il processore grafico) e altri componenti fondamentali per il funzionamento del dispositivo, la scelta può ricadere su un sistema Amlogic, Rockchip, Intel Atom o Realtek.

I chipset Amlogic e Rockchip sono quelli più diffusi sui TV Box Android, sui loro pregi e difetti si è scritto tutto e il contrario di tutto. C’è chi ama un marchio e chi un altro e tende a screditare la “concorrenza”. La realtà, come al solito, sta nel mezzo. La soluzione migliore è, dunque, non prendere parte a nessuna “guerra di religione” legata ai chipset e informarsi scientificamente sulle prestazioni generali del processore con cui è equipaggiato il TV Box di proprio interesse.

I chipset Intel Atom sono presenti soprattutto sui TV Box equipaggiati con Windows e si dividono in varie fasce: quelli X7 sono destinati ai dispositivi più avanzati, quelli X5 ai dispositivi di fascia media e quelli X3 ai dispositivi entry-level. Ci sono, poi, alcuni TV Box Android equipaggiati con processori Realtek, ma rappresentano una sparuta minoranza.

Indipendentemente dal modello e dalla “marca” del chipset, le prestazioni di un processore si valutano in base al numero delle unità di elaborazione (i cosiddetti core) da cui è composto e dalla frequenza operativa di queste ultime, che si misura in GHz. In linea di massima, più core e GHz ci sono e più veloce va il TV Box.

La memoria RAM è quella che ospita temporaneamente i dati di tutte le app in uso e dei processi di sistema in esecuzione. Più ce n’è e più il TV Box risulterà “snello” nel passaggio da un’app all’altra e nello svolgimento delle operazioni che, per l’appunto, richiedono più memoria. Personalmente ti consiglio TV Box equipaggiati con almeno 2GB di RAM, ma se punti innanzitutto al risparmio puoi accontentarti anche dei modelli con un solo GB di memoria.

La memoria interna è quella che ospita il sistema operativo del TV Box e le app: sebbene sia quasi sempre possibile espanderla con delle schede di memoria esterne, se intendi installare molte applicazioni, cerca un TV Box con una memoria interna abbastanza ampia (almeno 16GB direi).

Connettività

I TV Box vengono usati prevalentemente per guardare video in streaming. Questo significa che prima di acquistarne uno bisogna sincerarsi circa la qualità della sua ricezione Wi-Fi e circa il tipo di reti che supporta.

I TV Box più economici hanno una ricezione Wi-Fi piuttosto scarsa, quindi se intendi posizionare il dispositivo lontano dal router e/o non hai modo di collegarlo alla rete tramite cavo (quasi tutti i TV Box dispongono di porte Ethernet per il collegamento alla rete via cavo), cerca conferme relative al fatto che la sua ricezione Wi-Fi sia abbastanza forte. In genere, i TV box con una ricezione migliore sono quelli con antenne esterne.

Per quanto riguarda i tipi di rete supportati, se vuoi sfruttare al massimo le potenzialità della tua rete wireless, cerca di acquistare un TV Box dotato del supporto alle reti dual-band a 5GHz (che sono meno soggette a interferenze rispetto alle classiche reti a 2.4GHz e permettono un trasferimento dei dati più veloce) e, se possibile, del supporto alla tecnologia wireless AC che, se supportata anche dal router e dagli altri dispositivi presenti nella rete locale, permette di trasferire file fino a una velocità di 1.3Gbps.

Rimanendo in ambito di collegamenti wireless, può essere utile anche il supporto Bluetooth integrato, grazie al quale connettere il TV Box a tastiere, mouse e altri dispositivi basati sulla tecnologia Bluetooth senza ricorrere a chiavette esterne.

Miglior TV Box

Porte

Come già accennato in precedenza, i TV Box possono essere dotati di varie porte destinate al collegamento di dispositivi esterni e alla comunicazione con altri apparecchi. La porta più importante è quella HDMI, che permette di collegare il TV Box al televisore (o a un monitor esterno). È bene sottolineare, però, che le porte HDMI non sono tutte uguali. Se hai bisogno di guardare video 4K a 60 frame al secondo, ad esempio, hai bisogno di una porta HDMI 2.0 e non di una porta HDMI standard.

Altre porte molto importanti sono quelle USB, che permettono di collegare periferiche di archiviazione, come ad esempio hard disk e chiavette, al TV Box, oppure di utilizzare tastiere e mouse (siano essi cablati o wireless con ricevitore USB) con quest’ultimo. A seconda dello standard USB supportato (generalmente USB 2.0 o USB 3.0), le porte USB di un TV Box possono consentire velocità di trasferimento dati differenti.

Altre porte che possono essere presenti nei TV Box sono: lo slot per le microSD, le porte SATA (per il collegamento di dischi e altri dispositivi compatibili con questo attacco), l’uscita video Mini DisplayPort, le classiche prese Composite e, per quanto riguarda l’audio, il jack da 3.5mm per le cuffie e l’uscita S/PDIF.

Formati video e audio supportati

Prima di acquistare un TV Box è bene informarsi sui formati di video e audio supportati da quest’ultimo. Tra i formati di video più avanzati e “spettacolari” del momento c’è l’HEVC/H.265 in risoluzione 4K con gradazione di colori a 10 o 12 bit e supporto HDR.

Qualora non ne avessi mai sentito parlare, l’HEVC (High Efficiency Video Coding o H.265) è uno standard di compressione video presentato come evoluzione dell’H.264/MPEG-4 AVC, il quale assicura una migliore qualità dell’immagine, supporta video fino all’incredibile risoluzione di 8192 × 4320 pixel e presenta un rapporto di compressione dei dati doppio rispetto all’H.264.

L’HDR (acronimo di High Dynamic Range) è, invece, è una tecnologia che permette di visualizzare una gamma più ampia di luci e ombre e quindi rende più dettagliate le scene molto scure o molto illuminate (a patto che i contenuti visualizzati siano stati pensati per sfruttare tale tecnologia). Si suddivide in vari standard: i più diffusi sonoHDR10 e Dolby Vision.

Un altro standard video di nuova generazione che può essere supportato dai TV Box è quello VP9. Si tratta di uno standard di compressione video aperto sviluppo da Google. È il successore di VP8 e si pone come principale alternativa a HEVC/H.265, che invece è del consorzio MPEG e prevede l’utilizzo parziale di royalty. Se vuoi un TV Box davvero completo, assicurati che ci sia il supporto ai video 4K in formato HEVC/H.265 e VP9 e all’HDR.

Il resto dei formati video, quelli in formato SD, HD e Full HD, sono quasi tutti supportati dai TV Box, quindi si può andare quasi a colpo sicuro (tu comunque dai sempre un’occhiata alla lista completa dei formati supportati dal dispositivo prima di effettuare l’acquisto)

Se sei interessato ai film in 3D, dovresti acquistare un TV Box dotato del supporto ai video 3D e ai file ISO che contengono video 3D. Per quanto riguarda l’audio, invece, se vuoi sfruttare al massimo il tuo impianto audio, assicurati che il TV Box sia dotato del supporto all’audio 5.1 e a tecnologie come Dolby Digital e DTS.

Miglior TV Box

Supporto Netflix

Hai intenzione di acquistare un TV Box prevalentemente per guardare Netflix? Allora assicurati di comprare un TV Box supportato ufficialmente da Netflix e, dunque, in grado di gestire i DRM del celebre servizio di streaming.

Sebbene tutti i TV Box consentano l’accesso a Netflix, solo quelli che supportano i DRM del servizio permettono di accedere ai contenuti in HD, Full HD e 4K. I TV Box sprovvisti di supporto ufficiale a Netflix consentono la riproduzione dei contenuti a una risoluzione massima di 480p. Su alcuni TV Box particolarmente avanzati, quindi con certificazione Netflix ufficiale, è possibile abilitare anche la riproduzione dei contenuti a 23.976 Hz.

Purtroppo la stragrande maggioranza dei TV Box Android economici (sotto i 50 euro) non dispone della certificazione necessaria ad eseguire Netflix in HD.

Supporto Kodi

Come probabilmente già saprai, Kodi è un eccellente media center gratuito ed open source che permette di accedere a una vastissima gamma di contenuti locali e, soprattutto, in streaming mediante l’utilizzo di plugin. Scaricando e installando plugin aggiuntivi in Kodi è possibile espandere all’infinito le potenzialità del media center (e di conseguenze quelle del TV Box) ottenendo l’accesso a vastissime librerie di film e serie in streaming, liste di IPTV, contenuti televisivi on-demand e molto altro ancora.

La maggior parte dei TV Box viene fornita con Kodi preinstallato, ma in alcuni casi l’interfaccia del software viene personalizzata dal produttore e quindi risulta leggermente diversa da quella predefinita. In altri casi, invece, al posto di Kodi si trovano preinstallati media center come SPMC, RKMC ed OpenELEC che si basano sempre su Kodi ma presentano funzioni differenti e un’interfaccia diversa da quella di Kodi.

Al netto di quanto appena detto, sia nel caso dei TV Box Android che nel caso dei TV Box Windows, è possibile scaricare Kodi, SPMC o OpenELEC in un secondo momento e installarli “manualmente” sul dispositivo.

Miglior TV Box

Registrazione

La maggior parte dei TV Box non dispone della funzione di registrazione video. Tuttavia esistono alcuni modelli, perlopiù di fascia alta, che presentano un’entrata HDMI In e quindi permettono di registrare tutto quello che viene riprodotto da un dispositivo HDMI, come ad esempio un decoder satellitare, un decoder DTT o un computer. La registrazione può avvenire direttamente sulla memoria del TV Box o su un dispositivo di memorizzazione esterno.

In alternativa è possibile acquistare un sintonizzatore USB per il digitale terrestre o la TV satellitare da collegarlo al TV Box per usufruire delle funzionalità di registrazione incluse in Kodi o altri software.

Sistema operativo

Come ampiamente detto nei paragrafi precedenti di questo post, i TV Box possono essere equipaggiati con due sistemi operativi: Android e Windows 10.

I TV Box con Android sono per alcuni versi più semplici da utilizzare rispetto a quelli Windows, sono sicuramente più economici e dispongono di una vasta gamma di app ottimizzate per l’utilizzo tramite TV. Tuttavia presentano alcune limitazioni. Ad esempio, se vengono sottoposti alla procedura di root (in alcuni casi hanno i permessi di root già sbloccati) non consentono l’utilizzo di app come Sky Go, Premium Play e lo stesso Netflix; se non dispongono del supporto ai DRM di Netflix, poi, non consentono la riproduzione di contenuti HD su quest’ultimo e, per quanto riguarda la navigazione Web, non consentono l’utilizzo di plugin come Silverlight o Flash, che sono ancora usati da diversi siti per proporre contenuti in streaming. Insomma, i TV Box Android sono ottimi nel complesso, si possono acquistare a prezzi molto competitivi, ma in alcuni ambiti possono risultare limitati.

È bene, inoltre, precisare che la maggior parte dei TV Box Android, specie quelli di fascia economica, sono equipaggiati con una versione di Android pensata per i tablet e non con il vero Android TV, che sarebbe la versione di Android studiata appositamente per i televisori. I dispositivi equipaggiati con Android TV hanno un’interfaccia più ottimizzata per l’utilizzo “da salotto” e dispongono di certificazioni, come quella di Netflix, che permettono di fruire dei contenuti video alla massima risoluzione possibile.

I TV Box con Windows, invece, vanno considerati come dei veri e propri PC in miniatura. Presentano tutti i pro e i contro dei computer che siamo abituati a usare a casa o in ufficio: i pro sono la maggiore flessibilità rispetto ad Android, quindi la possibilità di accedere a servizi come Sky Go, Premium Play o Netflix senza alcun tipo di limitazione. I contro sono rappresentati dai prezzi e dalla maggiore esosità in termini di requisiti hardware. Insomma, acquistare un TV Box con Windows apre a un ventaglio di possibilità più ampio, ma richiede una spesa più ingente rispetto all’acquisto di un TV Box Android e può portare a qualche “smanettamento” in più per rendere la fruizione dei contenuti comoda attraverso lo schermo televisivo.

I TV Box Windows si possono collegare a un monitor e usare come PC senza alcun problema (anche se in alcuni casi non sono velocissimi e rendono parecchie operazioni davvero snervanti). I TV Box Android possono altresì essere utilizzati come dei PC desktop, ma solo quando equipaggiati con apposite versioni del sistema, ad esempio Remix OS.

Miglior TV Box

Altre caratteristiche

Altre caratteristiche che devi prendere in considerazione prima di acquistare un TV Box sono la presenza di funzioni come il cambio automatico del refresh rate (in modo che la riproduzione dei contenuti risulti sempre fluida al massimo); il supporto a tecnologie wireless come Google Cast, AirPlay e Miracast che permettono di proiettare video e altri contenuti dallo smartphone o dal tablet al televisore; la presenza del Picture in Picture per visualizzare un video o un’applicazione in un riquadro mentre si fa altro sul TV Box, e la tipologia di telecomando che viene fornito con il TV Box (i telecomandi migliori sono quelli dotati di tasti personalizzabili).

Quale TV Box comprare

Adesso dovresti avere ben chiare le caratteristiche da prendere in considerazione prima di acquistare un TV Box. Direi, dunque, di mettere da parte le chiacchiere e di vedere, insieme, quali sono i TV Box Android e Windows che attualmente offrono il miglior rapporto tra qualità e prezzo. Scommetto che non faticherai a trovarne qualcuno adatto a te!

Miglior TV Box economico (max 60 euro)

Sunnzo X96 Mini

Miglior TV Box
Se cerchi un prodotto dall’alto rapporto qualità prezzo ti consiglio anche il Sunnzo X96 Mini, un TV Box anch’esso con telecomando incluso nella dotazione originale. Implementa il processore Amlogic quad-core S905W a 64-bit, 2GB di RAM DDR3 e 16 GB di storage su eMMC, anche in questo caso espandibile via USB o schede di memoria esterne. Ha il supporto per tutti i formati video, da quello SD al 4K e monta Android 9.0 una delle ultime versioni del noto sistema operativo.

Android 9.0 RAM 2 G + 16G Rom TV Box x96 Mini amlogic s905w Quad Core,...
Vedi offerta su Amazon

TX3 Mini TV Box

Miglior TV Box
Uno dei modelli più celebri, fra i TV Box di stampo cinese, è il TX3 Mini TV Box, caratterizzato da dimensioni compatte e un ottimo rapporto qualità-prezzo. La dotazione hardware è la stessa del modello Amzyigou che ti ho appena proposto, con CPU quad-core, 2GB di RAM e 16GB di storage integrato. Se ti serve un prodotto per lo streaming essenziale puoi partire da questa base. Anche in questo caso troviamo WiFi da 2.4 GHz, supporto all’elaborazione di flusso H.265 e alla risoluzione 4K. Ovviamente trovi Android 7.1 anche su questo modello.

Sofobod TX3 MINI 8.1.2 smart TV BOX 2GB/16GB 4K TV Amlogic S905W Quad ...
Vedi offerta su Amazon

Magcubic X88 Pro


Magcubic X88 Pro è un TV Box con Android 10.0 e una dotazione di memorie particolarmente corposa. Abbiamo infatti 4GB di RAM e 32GB di spazio di archiviazione ovviamente espandibile, supporto al Wi-Fi 2.4, al Bluetooth ed è compatibile con il codec H.265. La risoluzione massima supportata è la 4K, ma supporta anche il 3D e l’HDR. Fra le porte invece abbiamo una HDMI e due USB (da 2.0 e 3.0). Infine, in dotazione troviamo anche un telecomando per la gestione dei contenuti multimediali e la tastiera senza fili.

Android 11 TV Box 4GB RAM 32GB ROM Set Top Box Smart TV Box RK3318 USB...
Vedi offerta su Amazon

Bqeel TV BOX R2 MAX


La miglior offerta della fascia bassa è quella di Bqeel TV BOX R2 MAX, un modello molto interessante dotato anche in questo caso di telecomando standard e a cui è possibile abbinare in bluetooth un mouse, una tastiera o anche delle cuffie. Al primo avvio si trova Android 10.0 preinstallato (e quindi uno store con tutte le applicazioni del momento), mentre lato hardware abbiamo il processore RK3318 Quad-Core Cortex-A53 con 4GB di RAM e 64GB di storage (espandibile fino a 4 TB). C’è il supporto alla tecnologia 4K, il Wi-Fi e non manca nemmeno la porta Ethernet e quella USB 3.0. Ha inoltre uno slot per schede di memoria microSD (fino a 128 GB).

Bqeel Android 10.0 TV Box R2 MAX, 4GB RAM 64GB ROM / CPU RK3318 64bit ...
Vedi offerta su Amazon

Miglior TV Box di fascia media (60-100 euro)

Bqeel Android TV Box U1 MAX


Apriamo la fascia media con Bqeel Android TV Box U1 MAX è un modello molto affidabile. Dispone di Android 9.0 al primo avvio ed è compatibile con Google Play Store, ovviamente, e tutte le sue app come Skype, Netflix, YouTube, e moltissimo altro (inclusi giochi). Utilizza un fattore di forma circolare, mentre lato tecnico troviamo l’ottimo processore RK3328 Quad-Core Cortex-A53 capace di supportare anche il codec H.265, il 3D e la risoluzione 4K in maniera molto fluida. La dotazione di memorie comprende 4GB di RAM e ben 128GB di spazio di archiviazione espandibile via microSD, mentre abbiamo anche Bluetooth 4.0, Wi-Fi e porta USB da 3.0.

Xiaomi Mi Box S

“Miglior
Fra i prodotti più interessanti di questa fascia di prezzo ti suggerisco la versione internazionale della Xiaomi Mi Box S, con Google Cast già preinstallato per i comandi vocali e supporto al 4K. Implementa una porta HDMI 2.0 e garantisce decodifica fluida anche alla risoluzione Ultra HD oltre ad un vasto parco app (DAZN, Amazon prime Video, RaiPlay e molte altre). Inoltre è anche provvisot di certificazione Netflix per usufruire del servizio di streaming in tutte le sue risoluzioni. Sotto la scocca dispone di una CPU con quattro core Cortex-A53 2.0 GHz, 2GB di RAM DDR3 e 8GB di storage integrato, il tutto realizzato su sistema Android 8.1 in lingua italiana. Inoltre dispone anche di telecomando multifunzione con comandi vocali integrati.

Xiaomi Mi Box S Lettore multimediale in streaming 4K Ultra HD con tele...
Vedi offerta su Amazon

HIMEDIA Android TV box

HIMEDIA Android TV è un TV Box dalle dimensioni estremamente compatte, ma al tempo stesso particolarmente capace: nello specifico è grande 11 x 11 x 2 cm, e pesa solo 506 grammi. In altre parole può essere trasportato con comodità, ed è compatibile con flussi video 4K fino a 60 fps con supporto a HDR10 e al codec H.265. Questo modello implementa sempre la CPU quad-core Cortex-a53, mentre è un po’ carente dal lato delle memori, solo 2 GB di RAM e 8 GB di spazio di archiviazione, comunque espandibile via microSD. C’è inoltre il supporto a a Chromecast integrato e nel prezzo è compreso il telecomando con le funzioni vocali.

HIMEDIA Android TV box himedia s500 4k (ultra-hd) hdr10, mini PC (cpu ...
Vedi offerta su Amazon

Fire TV Cube

Fire TV Cube è il TV Box di Amazon per chi predilige un tipo di controllo vocale e vuole completare il sistema smart home casalingo. Grazie al processore hexa-core garantisce una risoluzione 4K, il supporto a HDR 10+ e il Dolby Atmos per diversi contenuti compatibili di Amazon Prime Video e Netflix (di cui ha la certificazione ufficiale). Il dispositivo permette poi di accendere la TV con la voce, ma anche di controllare tutti i dispositivi connessi, come le soundbar, o di abbassare le luci nella stanza. Compreso nel prezzo anche un telecomando vocale Alexa, una prolunga IR, un adattatore Ethernet e l’alimentatore.

Presentiamo Fire TV Cube | Lettore multimediale per lo streaming con c...
Vedi offerta su Amazon

Chromecast con Google TV

Chromecast con Google TV è invece il TV Box offerto da Google, se vuoi il rivale ufficiale dei dispositivi Fire TV di Amazon. Anche questo dispositivo riproduce contenuti con una risoluzione fino a 4K HDR. Ha una certificazione ufficiale Netflix e, naturalmente, una piena compatibilità con l’ultimo Android disponibile. Offre infatti la possibilità di trasmettere centinaia di app Android (ma anche iOS) direttamente sullo schermo della TV. Grazie all’assistente vocale Google integrato nel telecomando è possibile controllare il software con la voce e richiedere la ricerca di film e programmi. Per tutte le informazioni sul dispositivo potete consultare la pagina ufficiale del prodotto.

Miglior TV Box di fascia alta (oltre 100 euro)

Apple TV

“Miglior
Un altro modello di TV Box particolarmente diffuso è la Apple TV di quarta generazione, che ti consiglio caldamente se disponi di altri prodotti dell’azienda di Cupertino. Si tratta comunque di un prodotto che può funzionare in maniera indipendente, oltre ad essere uno dei migliori sistemi della sua categoria. Dispone di un sistema operativo proprietario, tvOS, derivato da iOS, che può accettare applicazioni di ogni tipo (leggi la mia guida completa sulle app per Apple TV per avere ulteriori delucidazioni). Oltre all’App Store, uno dei punti di forza del sistema Apple è il telecomando integrato (che dispone di una superficie touch per l’interazione con gli elementi presenti sullo schermo) e la compatibilità con dispositivi Bluetooth esterni (soprattutto per i videogiochi). Caratteristica della Apple TV di Apple è la compatibilità con la tecnologia proprietaria AirPlay per la sincronizzazione di elementi multimediali con altri dispositivi compatibili. La connessione a Internet può essere effettuata sia via WiFi che via Ethernet. Sono due i dispositivi attualmente venduti da Apple in via ufficiale: la variante standard, compatibile con la risoluzione Full HD, e la Apple TV 4K, compatibile con la risoluzione 4K e le tecnologie Dolby Vision e HDR10. Presto, inoltre, l’Apple TV sarà compatibile con il servizio proprietario di streaming, Apple TV+, con film e programmi esclusivi. Puoi trovare ulteriori informazioni sul sito ufficiale Apple, e sulla mia guida su come funziona Apple TV, mentre nella pagina dedicata puoi trovare tutti i dettagli su Apple TV+.

Apple TV HD (32GB)
Vedi offerta su Amazon
Apple TV 4K (32GB)
Vedi offerta su Amazon
Apple TV 4K (64GB)
Vedi offerta su Amazon

AcePC Mini AK1


A circa 150 euro puoi trovare un prodotto estremamente interessante, che ha dimensioni simili a quelle di un TV Box con Android, ma al tempo stesso integra al suo interno un hardware molto più potente e supporto a Windows 10. Sto parlando di AcePC Mini serie AK1, un vero e proprio computer con cui puoi compiere qualsiasi operazione tipica di un desktop. Stiamo parlando di un intero sistema Windows 10 a poco più di 150 euro, e che sistema! Nello specifico abbiamo una CPU Intel Celeron Apollo Lake J3455, 4GB di RAM, 64GB di spazio di archiviazione SSD, supporto a Wi-Fi dual-band, Bluetooth 4.2, Ethernet Gigabit, e scocca con dissipazione del calore migliorata. Le porte disponibili sono un USB 3.0 e due HDMI, e c’è anche la possibilità di collegare cuffia e microfono. Non mancano naturalmente le versioni più costose (e migliori) che si differenziano di circa 50 euro l’una dall’altra ma aggiungono RAM e ROM fino ad un massimo di 8 GB 2 256 GB di archiviazione. Essendo un vero e proprio PC non ha bisogno di certificazione Netflix e si può usufruire del servizio di streaming in qualsiasi risoluzione.

ACEPC AK1 Mini PC,Windows 10(64 bit) Computer desktop Intel Celeron Ap...
Vedi offerta su Amazon
ACEPC AK1 Mini PC, Intel Celeron J3455,6GB RAM + 128 GB SSD,Windows 10...
Vedi offerta su Amazon
ACEPC AK1 Mini PC,Windows 10(64 bit) Computer desktop Intel Celeron Ap...
Vedi offerta su Amazon

Beelink GT King TV Box

“Miglior
Torniamo ai sistemi Android con il Beelink GT King TV Box, con processore Amlogic S922X Hexa-core, 4GB di RAM e 64GB di spazio di archiviazione. Questo modello supporta la risoluzione 4K anche a 75Hz di frequenza di aggiornamento grazie alla presenza di una porta HDMI 2.1. Dispone inoltre di due porte USB 3.0, una 2.0, uno slot per microSD, e può essere collegato anche ad un hard-disk esterno via porta USB. Non manca una Gigabit Ethernet, il Bluetooth 4.1 e la possibilità di collegarsi al Wi-Fi sia con banda 2.4 GHz, sia con banda 5 GHz. Il telecomando è incluso nella dotazione originale. A livello di sistema operativo invece è presente Android 9.0 con certificazione Netflix.

NVIDIA Shield TV

Un TV Box proprietario Nvidia, davvero economico e che trasforma totalmente la tua TV, sicuramente uno dei migliori inferiori a 150 euro. NVIDIA Shield TV, con l’assistente Google integrato (e supporto ad Alexa), offre una qualità d’immagine molto elevata, con supporto al 4K al Dolby Vision HDR e al Dolby Atmos che trasforma ogni suono in audio dimensionale capace di colpire lo spettatore da più direzioni. NVIDIA è un marchio conosciuto sopratutto per la qualità in ambito PC, fidati quindi quando dico che il suo processore NVIDIA Tegra X1+ è uno dei più potenti che puoi trovare su un dispositivo del genere e permette una fluidità tra le immagini e le applicazioni senza pari. Lato applicazioni trovi tutto il meglio offerto dallo store Android (con tanto di certificazione ufficiale da parte di Netflix) e inoltre, grazie al servizio GEFORCE NOW, acquistando un controller compatibile a parte è possibile trasformare la tv anche in una console di gioco. Infine, la vera caratteristica di punta di questo dispositivo, è data sempre dal processore che permette un upscaling dei contenuti in 4K pressoché perfetto. In pratica il processore è in grado di ottimizzare le immagini di un film HD avvicinandole al 4K senza farlo apparire forzato. Nel prezzo è compreso anche il telecomando multifunzione retroilluminato.

NVIDIA - Reproductor de streaming multimedia, 2 GB, Bluetooth, Wi-Fi
Vedi offerta su Amazon

Altri prodotti interessanti

Oltre ai TV Box, ci sono anche altri prodotti da tenere in considerazione, come gli stick, ossia dei piccoli computer in formato chiavetta (simili al Chromecast di Google, ma non legati all’uso di smartphone o tablet di supporto) da collegare al televisore per renderlo Smart: eccone alcuni tra i più interessanti.

NOW TV Smart Stick

“Miglior

Il tuo servizio di streaming preferito è NOW TV? In questo caso potresti acquistare la NOW TV Smart Stick, una chiavetta come la Amazon Fire TV Stick che si collega alla porta HDMI del TV e consente di accedere a tutti i contenuti compresi nel proprio abbonamento. Con questa chiavetta puoi comunque accedere a tutta una serie di servizi aggiuntivi, come YouTube o Spotify, e gestirli con lo stesso telecomando. Peculiarità della Now TV Smart Stick è la sua semplicità d’utilizzo, ma se ti serve sapere tutti i dettagli sul dispositivo ti invito a leggere la mia recensione.

NOW TV Smart Stick con il primo mese di Sport incluso | Chiavetta stre...
Vedi offerta su Amazon

Amazon Fire TV Stick


Non può mancare in questa classifica l’Amazon Fire TV Stick, che non è un TV Box tradizionale, ma una sorta di pendrive che si collega alla porta HDMI del televisore, trasformandolo in Smart. Con questo modello puoi accedere a tutti i contenuti Amazon Prime Video, a Netflix, e a un totale di migliaia di app e giochi. La Fire TV Stick viene dotata di un telecomando, e dispone di 1GB di RAM e 8GB di storage per salvare in locale i contenuti preferiti. Si rivolge preferibilmente agli abbonati Amazon Prime, ma può essere utilizzato da chiunque voglia rendere Smart un TV tradizionale. Puoi trovare tutte le informazioni che cerchi su cos’è e come funziona la Amazon Fire TV Stick.

Fire TV Stick Lite con telecomando vocale Alexa | Lite (senza comandi ...
Vedi offerta su Amazon

Disponibile anche in versione 4K per il massimo della qualità visiva:

Fire TV Stick 4K Ultra HD con telecomando vocale Alexa di ultima gener...
Vedi offerta su Amazon

Asus TS10 Vivostick MiniPC


Da diversi anni esistono anche dei PC Stick, ovvero dei personal computer basati su sistema operativo Windows 10 con tutte le componenti (a parte l’alimentatore) stipate all’interno di uno spazio molto ridotto. Si collegano ad una porta HDMI e sporgono di pochi centimetri, contenendo al loro interno tutte le componenti necessarie per eseguire il sistema operativo di Microsoft. Asus TS10 Vivostick MiniPC supporta la connessione massima Full HD, ha un processore Intel Atom da 1,92 GHz, 2GB di RAM e 32GB di storage su eMMC. Non è velocissimo, ma per collegarlo ad un TV va più che bene: ha due porte USB, e una microSD per l’alimentazione esterna.

Raspberry Pi 4

Miglior TV Box

Se sei interessato principalmente a Kodi e sei disposto a “smanettare” un po’ per ottenere il tuo TV Box, potresti acquistare anche un Raspberry Pi. Qualora non ne avessi mai sentito parlare, si tratta di un computer i cui componenti sono implementati su una singola scheda elettronica. Funziona tramite sistemi operativi da caricare su una microSD e tra questi sistemi c’è anche Kodi. Include quattro porte USB (due 3.0), una porta Ethernet ed è equipaggiato con un processore ARM-Cortex-A72. Si può collegare alla rete anche in Wi-Fi e dispone del supporto Bluetooth. Per sfruttarlo al meglio occorre acquistare anche un case e un alimentatore separatamente.

RASPBERRY PI 4 Model B 4GB ARM-Cortex-A72 4X 1,50 GHz, 4 GB RAM, WLAN-...
Vedi offerta su Amazon

Se non vuoi perdere troppo tempo nella scelta dei componenti, puoi acquistare un kit già pronto all’uso che comprende case, 2 cavi micro HDMI, dissipatori, ventola e microSD da 64GB con sistema operativo preinstallato.

LABISTS Raspberry Pi 4 Model B 4GB RAM Starter Kit, RPi Barebone con M...
Vedi offerta su Amazon
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.