Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Programmi per calcolo IMU

di

Come ogni anno, si avvicina la data del pagamento dell'Imposta Municipale Propria, meglio conosciuta come IMU: una tassa che, come ben saprai, si paga se si è in possesso di una seconda casa, di un immobile di lusso, di aree fabbricabili o terreni agricoli.

Se sei finito su questo articolo, deduco che tu faccia parte di questo gruppo di persone e, in vista dell'adempimento della tassa in questione, abbia la necessità di farti un'idea sulla cifra che dovrai sborsare. Il problema, tuttavia, è che non conosci un calcolatore IMU affidabile e vorresti dei consigli in tal senso.

Non ti preoccupare, se vuoi posso darti una mano io. Nelle righe successive ho selezionato per te i migliori programmi per calcolo IMU che, passo dopo passo, ti permetteranno sia di capire le basi del calcolo effettuato che di conoscere la cifra da pagare. Se sei pronto, non mi resta che augurarti una buona lettura: trovi spiegato tutto qui sotto.

Indice

Programmi per calcolo IMU online

Nonostante il calcolo di questa tassa sia abbastanza complesso, non devi disperare; grazie ai programmi per calcolo IMU online che ho selezionato per te sarai in grado di calcolarne l'importo in maniera semplice e veloce.

Ritengo sia di fondamentale importanza informarti del fatto che, seppur queste piattaforme siano state sviluppate minuziosamente, è sempre bene rivolgersi al Centro Assistenza Fiscale (CAF) più vicino per evitare di incorrere in errori di calcolo della tassa, e di compilazione del modulo F24, e rischiare delle sanzioni da parte dell'Agenzia delle Entrate.

Per questo motivo, ti consiglio di utilizzare queste piattaforme semplicemente per ottenere delle informazioni approssimative su quelli che potrebbero essere i tuoi costi legati all'IMU.

amministrazionicomunali.it

amministrazionicomunali.it

Il primo programma per calcolo IMU online che vorrei consigliarti di prendere in considerazione è quello proposto dal sito amministrazionicomunali.it, uno dei più utilizzati d'Italia. Il sito, oltre al calcolo dell'IMU, consente anche di effettuare il calcolo TARI, il calcolo ISEE e altro ancora.

Per poter iniziare a utilizzare questo specifico servizio, non devi far altro che raggiungere il sito Web ufficiale e cliccare sul bottone Calcolo IMU [anno]. Successivamente, ti ritroverai nella home page del calcolatore.

Qui devi inserire diverse informazioni e selezionarne altre, ma partiamo con il Codice Catastale Comune. In questo caso hai due possibilità: inserire il codice del tuo Comune nel primo campo di testo, qualora tu lo conosca, o scrivere il nome dello stesso nella casella di testo adiacente. Una volta digitato, ti apparirà un elenco a tendina da cui selezionare il tuo Comune con un clic. Dopo la selezione, il campo del codice verrà automaticamente compilato.

In secondo luogo, devi selezionare la tipologia del tuo immobile, o dell'area, dal menu a tendina Seleziona immobile/categoria. Subito dopo, devi inserire la relativa Rendita catastale non rivalutata. Non preoccuparti, è un'informazione che puoi tranquillamente reperire dal sito dell'Agenzia Dell'Entrate. Come? Te lo spiego subito!

Devi innanzitutto raggiungere il sito dell'Agenzia Dell'Entrate, scegliere l'Ufficio provinciale di appartenenza dal menu a tendina e, subito dopo, inserire il Codice di sicurezza che vedi nell'apposita casella di testo. Dopodiché, devi fare clic su Accedi e inserire il Catasto, Comune, Sezione urbana, Foglio, Particella e Subalterno dell'immobile in questione.

Per avviare la ricerca, devi semplicemente fare clic su Ricerca. Potrai copiare il dato che ti serve dalla colonna Rendita, il cui valore è espresso in euro. In alternativa, potrai semplicemente trovare questo dato all'interno dell'atto di compravendita dell'immobile o dell'area in questione.

sister.agenziaentrate.gov.it

Una volta trovata e inserita la Rendita catastale non rivalutata, dovrai inserire la Percentuale di possesso, Mese inizio possesso e Mese fine possesso dell'immobile. Proseguendo, sia l'Aliquota IMU acconto che l'Aliquota IMU saldo saranno automaticamente compilati con i dati presenti nel database del servizio.

Successivamente, dovrai indicare se l'immobile è storico o inagibile selezionando la risposta dal menu a tendina del campo Immobile storico/inagibile. Inoltre, qualora volessi, potrai inserire delle informazioni aggiuntive sull'immobile nel campo di testo Riferimento Immobile.

Dopo aver inserito tutti questi dati, potrai visualizzare l'importo IMU totale, e quello suddiviso nel primo e secondo semestre, nella riga sottostante a Riferimento immobile.

Per stampare il report di calcolo non dovrai fare altro che clic su Aggiungi immobili e, successivamente, su Stampa report. Il tuo report sarà generato in formato PDF.

Idealista

idealista.it

Un altro calcolatore online che vorrei sottoporre alla tua attenzione è quello di Idealista, uno dei più noti siti per case italiani. Per iniziare a utilizzare il servizio, raggiungi il suo sito Web ufficiale e inserisci i dati richiesti: Comune, tipologia di immobile, rendita catastale, aliquota ecc.

Alla fine, dopo aver inserito quanto richiesto, devi fare clic su Calcola. L'importo dell'IMU ti apparirà in una finestra subito sotto nel seguente formato: IMU totale: [importo]€. In più, scorrendo la pagina verso il basso, troverai dei link su Come pagare l'IMU e Tutto quello che devi sapere sull'IMU, qualora ne avessi bisogno.

Tuttovisure.it

tuttovisure.it

Altro sito che vorrei consigliarti è tuttovisure.it. Con un'interfaccia estremamente semplice potrai, dopo aver inserito le poche informazioni richieste, ottenere il risultato del calcolo facendo clic su Calcola.

Al contrario degli altri strumenti, però, prima di procedere al calcolo, dovrai inserire manualmente l'Aliquota Comunale. Immagino tu ti stia chiedendo dove poter reperire questo dato, vero? Se le cose stanno esattamente in questo modo, non preoccuparti, te lo spiego subito.

Devi innanzitutto andare sul sito de MEF, ossia il Ministero dell'Economia e Finanze, inserire il nome del tuo Comune nella casella di testo Comune e, infine, fare clic su avvia la ricerca.

Successivamente, devi scegliere l'Anno della delibera dal menu a tendina e fare clic su Procedi. Dovrai fare clic, all'interno della tabella Delibere di approvazione delle aliquote, in corrispondenza del documento presente nella colonna Documento: al suo interno troverai le aliquote deliberate dal tuo Comune.

In caso contrario, qualora la ricerca non restituisca risultati, puoi dare un'occhiata alle aliquote fissate per legge.

Altri programmi per calcolo IMU online

www.avvocatoandreani.it

Qualora le piattaforme che ti ho consigliato non ti soddisfino appieno, non ti preoccupare ci sono altri programmi per calcolo IMU online.

Un esempio è Riscotel, una piattaforma messa a disposizione dall'Associazione Nazionale Uffici Tributi Enti Locali e sviluppata da Advanced Systems S.p.A. Grazie a essa potrai non solo calcolare l'IMU, ma anche calcolare un eventuale ravvedimento operoso per gli anni precedenti.

Per il resto, ti basta cercare su Google calcolo IMU [anno] e troverai decine di tool. Assicurati solo che siano aggiornati (controllando le notizie e l'anno riportati in pagina) e ricorda che si tratta di soluzioni non ufficiali che vanno usate solo come “spunto” per pianificare le proprie spese relative all'IMU.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.