Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Quale tablet comprare a 150 euro

di

Hai finalmente deciso di acquistare il tuo primo tablet ma il tuo budget ti costringe a fare delle scelte mirate: puoi spendere al massimo 150 euro e così stai cercando un dispositivo che in quella fascia di prezzo riesca a offrire un’esperienza utente di buon livello. Se vuoi posso darti una mano io. In che modo? Semplice, segnalandoti alcuni device economici che potrebbero fare al caso tuo.

Nella fascia di mercato di tuo interesse ci sono tablet di varie “taglie” che possono essere destinati agli utilizzi più diversi, compresi dispositivi 2-in-1 che, grazie ad apposite cover con tastiera, possono essere usati come dei veri e propri notebook. Se vuoi scoprire qual è quello più adatto a te, focalizza l’attenzione sulle tue necessità relative al lavoro, lo studio e lo svago (insomma alle cose che intendi fare con il tablet!) e individua il dispositivo che riesce a soddisfarle meglio al prezzo più conveniente: è più facile di quello che immagini.

La scelta di sicuro non manca e, a parte qualche ovvia rinuncia che bisogna fare in termini di qualità costruttiva o performance rispetto ai tablet top di gamma, ti assicuro che ci si può portare a casa dei device veramente validi. Detto questo, non perdere altro tempo, analizza con attenzione le caratteristiche dei dispositivi elencati di seguito e scoprire quale tablet comprare a 150 euro.

Indice

Come scegliere un tablet da 150 euro

Anche se hanno tutti, più o meno, lo stesso prezzo, i tablet che si possono acquistare per 150 euro non sono tutti uguali: si distinguono per dimensioni, risoluzione dello schermo, dotazione hardware, sistema operativo e per tante altre caratteristiche che dovresti imparare a valutare con attenzione. Proviamo a scoprirle tutte in dettaglio.

Display

Tablet

Il display è la parte più importante di un tablet, quella che ci permette di interagire con il dispositivo e di fruire dei nostri contenuti preferiti, pertanto va valutata con estrema attenzione tenendo conto di numerose variabili.

  • Dimensioni – la caratteristica più semplice da valutare è la grandezza dello schermo. Da questa dipendono il peso e la maneggevolezza del tablet, quindi riveste una grossa importanza. In linea di massima ti posso dire che i tablet da 7″ e 8″ sono estremamente comodi da portare in giro, consentono una fruizione agevole dei contenuti Web ma risultano un po’ limitanti per quanto concerne la riproduzione di contenuti multimediali e il lavoro (es. la stesura di documenti di testo). I tablet da 10″ sono, probabilmente, la soluzione più equilibrata in quanto abbinano una portabilità simile a quella dei modelli da 8″ a uno schermo che permette di fruire al meglio di contenuti multimediali e di lavorare in maniera agevole. I tablet da oltre 10″ (es. quelli da 12″) rinunciano invece a gran parte della loro portabilità in favore di uno schermo che permette di lavorare e di divertirsi senza alcun compromesso, come accade sui notebook (d’altronde sono spesso muniti di base con tastiera e si possono utilizzare anche in modalità notebook).
  • Risoluzione – la grandezza dello schermo non determina il grado di nitidezza dei contenuti visualizzati su quest’ultimo. La nitidezza dei contenuti visualizzati sullo schermo di un tablet varia in base alla risoluzione. La risoluzione è un valore che si misura in pixel e, di conseguenza, più pixel ci sono sullo schermo (quindi da più punti è composta l’immagine visualizzata su quest’ultimo) e più nitide risultano le scritte e le immagini riprodotte su quest’ultimo. Le risoluzioni più diffuse sono HD (1280×720 pixel o 1280×800 pixel), Full HD (1920×1080 pixel o 1920×1200 pixel) e QHD (2560×1440 pixel o 2560×1600 pixel). È difficile trovare quest’ultima risoluzioni su dispositivi economici.
  • Densità – la densità di pixel è un altro parametro che permette di capire il livello di nitidezza dei contenuti riprodotti sullo schermo di un tablet. Si misura in ppi (pixel per pollice) e, per l’appunto, indica il numero di pixel che vengono riprodotti su ogni pollice dello schermo. Più è alto e più i contenuti visualizzati sul tablet risultano nitidi.
  • Tipo di pannello – lo schermo di un tablet si può basare su diverse tecnologie. La più diffusa nell’ambito dei dispositivi low-cost è quella LCD IPS che assicura una riproduzione dei colori molto fedele, una buona visibilità sotto la luce diretta del sole e un buon angolo di visione (anche se poi caratteristiche del genere vanno valutate singolarmente pannello per pannello). In alternativa c’è la tecnologia AMOLED/Super AMOLED che per il momento viene usata solo su dispositivi di fascia medio-alta e che, non necessitando di retroilluminazione, permette di avere neri profondissimi (in quanto i pixel neri sono effettivamente spenti), un ottimo rapporto di contrasto e dei consumi energetici ridotti. In cambio, però, di una visibilità meno alta sotto la luce del sole e di una riproduzione meno fedele dei colori (che risultano generalmente saturi sui pannelli AMOLED).

Processore, RAM e memoria interna

Tablet

Altri componenti che rivestono un ruolo fondamentale nel funzionamento di un tablet sono il processore, la RAM e la memoria interna. Adesso ti spiego velocemente di cosa si occupano e come valutarne le potenzialità.

  • Processore – è un po’ come il cervello del tablet, è quello che si occupa di effettuare tutti i calcoli necessari allo svolgimento di tutte le operazioni quotidiane sul dispositivo. Può essere composto da una o più unità di calcolo, dette core, le quali si suddividono i compiti da svolgere, e la sua potenza si misura in GHz.
  • RAM – è la memoria in cui vengono ospitati momentaneamente tutti i dati delle applicazioni in uso. Maggiore è il suo quantitativo e più il tablet riesce a gestire brillantemente il multi-tasking evitando blocchi, freeze o refresh indesiderati durante il passaggio da un’app all’altra. Personalmente ti consiglio di prendere in considerazione solo i tablet con 2 GB di RAM o più (a meno che tu non abbia esigenze di risparmio estremo, in quel caso puoi prendere anche device con 1 o 1.5 GB di RAM, sapendo però che non avranno prestazioni particolarmente brillanti).
  • Memoria interna (storage) – si tratta della memoria in cui vengono archiviati in maniera permanente i dati, le app e il sistema operativo del tablet. Può essere fissa oppure espandibile tramite schede di memoria esterne di tipo microSD. Nel caso dei tablet con memoria fissa, fai molta attenzione al valore dichiarato dal produttore (es. 16 o 32 GB di storage), in quanto non corrisponde mai alla reale quantità di spazio disponibile sulla memoria del tablet. Al valore dichiarato devi sottrarre sempre qualche GB, cioè lo spazio che occupano il sistema operativo del tablet e tutte le app predefinite che sono state installate sul device.

Supporto 3G/4G/5G e funzione telefonica

Tablet

Se hai bisogno di una connessione Internet attiva costantemente sul tuo tablet e non vuoi (o non puoi) sfruttare la funzione di tethering dal tuo smartphone, puoi acquistare un modello dotato di supporto alle reti 3G/4G. Sappi però che i tablet dotati del supporto alle reti 3G/4G (quindi alla rete mobile dei telefonini) sono più costosi di quelli solo Wi-Fi. Il supporto 5G, in linea generale, non è ancora implementato in device tanto economici.

Altra cosa importante da sottolineare è che il supporto alla SIM non rende automaticamente il tablet compatibile con la funzione di chiamata. Se cerchi un tablet che sia in grado di sfruttare la rete voce dei cellulari per effettuare delle telefonate, devi cercarne uno che sia dotato di questa specifica funzione.

Rimanendo in ambito di connettività wireless, ti consiglio di verificare anche la compatibilità con le reti Wi-Fi dual-band (quindi con le reti a 5GHz) e con la tecnologia Bluetooth che permette di collegare al tablet accessori quali cuffie, mouse, tastiere e altri dispositivi senza fili.

Batteria

Tablet

L’autonomia di un tablet è data dalla potenza della batteria inclusa in esso, la quale si misura in milliampereora (mAh), e da variabili come il grado di ottimizzazione del sistema operativo e l’efficienza energetica del processore.

Il mio consiglio, se vuoi scoprire qual è la reale autonomia di un tablet, è quello di non “accontentarti” dei valori dichiarati dal produttore ma di leggere molte recensioni indipendenti e di consultare i commenti degli utenti che hanno già acquistato il dispositivo: solo in questo modo potrai scoprire l’autonomia di un tablet nel “mondo reale”, cioè nell’utilizzo d tutti i giorni, senza esagerazioni dettate dal marketing.

Porte

Tablet

I tablet si distinguono anche per la loro dotazione di porte. Al netto dello slot per l’espansione della memoria (per le schede microSD) e dello slot per la SIM (nel caso in cui sia presente il supporto per le reti 3G/4G/5G), possono essere presenti delle porte USB per il collegamento di chiavette, hard disk, tastiere e mouse e delle porte HDMI per il collegamento del tablet a monitor e TV esterni.

È bene precisare che le porte USB e le porte HDMI possono avere formati diversi. Per quanto riguarda le porte USB, ci sono quelle denominate Full Size che sono di forma e dimensioni standard (sono quelle che troviamo da anni su dispositivi di ogni tipo); quelle microUSB che necessitano di un connettore più piccolo e quelle USB Type-C che si distinguono da quelle standard (tecnicamente dette USB Type-A) per le dimensioni del connettore, che è più piccolo e sottile, e per il fatto che quest’ultimo può essere inserito nella porta in entrambi i versi.

Indipendentemente dal loro formato, le porte USB possono essere basate su varie generazioni della tecnologia USB e, pertanto, possono supportare diverse velocità massime per il trasferimento dei dati. Gli standard più diffusi attualmente sono i seguenti: USB 2.0 (60 MB/sec), USB 3.0 (detto anche USB 3.1 Gen 1, 625 MB/sec) e USB 3.1 Gen 2 (1250 MB/sec).

Ultimamente è stato introdotto lo standard USB 3.2, che assorbe tutte le specifiche 3.x: USB 3.2 Gen 1 equivale al vecchio USB 3.0; USB 3.2 Gen 2 al vecchio USB 3.1 Gen 2; mentre USB 3.2 Gen 2×2 indica un connettore con il doppio della velocità rispetto ad USB 3.2 Gen 2 (usando due canali da 1250 MB/sec).

Le porte HDMI, così come le USB, possono essere in formato Full Size (come quelle che si trovano su tutti i televisori) oppure in formato microHDMI che richiede un connettore più piccolo o appositi adattatori per la trasformazione in HDMI Full Size.

Sistema operativo

Tablet

I sistemi operativi che si possono trovare sui tablet da 150 euro sono due: Android e Windows 10. iOS va escluso in quanto di iPad in questa fascia di prezzo non se ne trovano (a meno di non prendere in esame vecchi modelli di seconda o terza mano, che personalmente ti sconsiglio).

Android può contare su una vastissima gamma di app, su un’ampia possibilità di personalizzazione e su una maggiore ottimizzazione per l’input tramite touch-screen. Windows 10 è il sistema operativo che siamo abituati a usare anche su PC, quindi ha dalla sua un parco di applicazioni praticamente sterminato e un maggior numero di software professionali. Tuttavia può risultare meno ottimizzato per l’uso tramite touch-screen (almeno in determinate circostanze o con alcune app che non sono ancora ben studiate in tal senso).

Il mio personale consiglio è di puntare su Android se non hai grosse esigenze di tipo professionale, quindi se intendi usare il tablet principalmente per fruire di contenuti e non per crearne. Se, invece, tieni molto alla produttività, scegli Windows che è sicuramente un passo avanti sotto questo punto di vista.

Esistono anche tablet dual-boot che ospitano sia Android che Windows e permettono di scegliere di volta in volta quale sistema operativo avviare: potresti prenderli in considerazione se non sai ancora verso quale sistema operativo orientarti.

Supporto a tastiera e penna

Tablet

Come accennato in precedenza, molti tablet vengono forniti con delle cover o con delle basi con tastiera che consentono di usarli a mo’ di notebook. Vengono definiti 2-in-1 e sono molto pratici quando si tratta di utilizzare applicazioni destinate alla produttività, come ad esempio la suite Microsoft Office. I tablet che non vengono forniti con tablet o cover con tastiera possono essere comunque collegati a tastiere Bluetooth esterne in modo da agevolare la produttività anche mentre si è in viaggio (o comunque fuori casa).

Altro accessorio che può essere molto utile ai fini della produttività è la penna, che però è assai rara da trovare su device da 150 euro. O meglio, si possono acquistare delle penne passive che permettono di applicare evidenziazioni e compiere altre operazioni che non richiedono grande precisione, ma le penne attive che si trovano su tablet di fascia alta come i Surface di Microsoft o gli iPad di Apple sono tutt’altra cosa!

Altre caratteristiche

Tablet

Altre caratteristiche che ti consiglio di prendere in considerazione prima di acquistare il tuo prossimo tablet sono le seguenti: la presenza o meno di un sensore d’impronte (per sbloccare il device usando il dito), la verifica del sistema audio (che può essere mono o stereo e formato da uno o più speaker, dove a un maggior numero di speaker equivale una maggiore qualità e un volume più alto del suono) e le prestazioni delle fotocamere, che su tablet di fascia economica non possono far miracoli ma che possono essere di discreta qualità. Per scoprire le reali potenzialità delle fotocamere, fai una ricerca su Google e cerca degli esempi di foto e video realizzati con il tablet di tuo interesse.

Infine, un accenno relativo alla garanzia: alcuni dei tablet che ti segnalerò di seguito sono disponibili solo tramite importazione diretta dalla Cina. Se acquisti da siti che importano direttamente dalla Cina (es. Gearbest), assicurati circa i termini della garanzia con la quale viene fornito il tablet e, cosa altrettanto importante, informati circa le modalità di spedizione da selezionare per evitare i dazi doganali (di solito è “Italy Express”).

Miglior tablet da comprare a 150 euro

A questo punto direi che ci siamo. Dovresti essere ormai in grado di giudicare le caratteristiche di un tablet. Direi quindi di mettere da parte le chiacchiere e scoprire quale tablet comprare a 150 euro.

Lenovo Tab M10 HD (seconda generazione)

Lenovo Tab M10 HD

Il Lenovo Tab M10 HD di seconda generazione è uno dei migliori tablet che puoi trovare nella fascia di prezzo intorno ai 150 euro, prodotto da un brand che non ha bisogno di troppe presentazioni (essendo uno dei maggiori produttori di PC al mondo). Monta un display da 10.1″ con 1280×800 pixel di risoluzione progettato per ridurre l’affaticamento degli occhi, diminuendo le emissioni nocive di luce blu in determinati contesti. Troviamo anche un processore MediaTek Helio P22T Octa-core, 2 GB di RAM, 32 GB di memoria interna espandibili fino a 1 TB tramite microSD e una coppia di potenti diffusori ottimizzati con il sistema Dolby Atmos per offrire un’esperienza dinamica d’ascolto. È disponibile in una versione più economica con il solo supporto al Wi-Fi dual-band (2.4 GHz e 5 GHz) e in una versione più costosa che integra anche il supporto LTE. Il sistema operativo è Android 10.

Lenovo Tab M10 HD (2nd Gen) Tablet, Display 10.1" HD, Processore Media...
Vedi offerta su Amazon

Amazon Fire HD 10

Amazon Fire HD 10

Il Fire HD 10 è l’ultimo tablet introdotto sul mercato da Amazon ed è la soluzione ideale per tutti coloro che sono alla ricerca di un dispositivo per navigare online, guardare film e leggere libri senza spendere cifre esorbitanti. Ha uno schermo Full HD da 10.1″ realizzato in vetro di silicato d’alluminio rinforzato. Monta un processore octa-core a 2 GHz, 3 GB di RAM e integra una batteria che assicura fino a 12 ore di autonomia (con ricarica via UBS-C). Il modello più economico ha una memoria interna da 32 GB ma è disponibile anche in una versione da 64 GB, in entrambi i casi espandibile fino a 1 TB con le microSD. È animato da Fire OS, una versione personalizzata di Android priva del Play Store (che comunque viene compensato dallo store di Amazon e si può installare abbastanza facilmente seguendo uno dei tanti tutorial disponibili online). Ha anche una coppia di fotocamere da 2 e 5 MP e supporta le reti Wi-Fi dual band. Viene commercializzato in due versioni: una più economica che contempla la visualizzazione di messaggi pubblicitari nella schermata iniziale (poco invasivi a dire il vero) e una più costosa senza banner pubblicitari.

Ti presentiamo il tablet Fire HD 10 | 10,1" (25,6 cm), 1080p Full HD, ...
Vedi offerta su Amazon

Huawei Mediapad T10

Huawei Mediapad T10

Un altro valido tablet da prendere in considerazione è il Huawei Mediapad T10, che è basato su Android 10 in versione personalizzata dal produttore cinese (EMUI10) ma non comprende il Play Store: al suo posto c’è HUAWEI AppGallery, lo store alternativo di Huawei per app e giochi. Mancano anche i servizi Google, sostituiti ottimamente dai Huawei Mobile Services. Da segnalare anche la presenza di un ottimo sistema di restrizioni per l’uso da parte dei bambini. Lato hardware, si tratta di un device da 9.7″ con schermo IPS da 1280×800 pixel con certificazione TÜV Rheinland che riduce la luce blu dannosa, processore Kirin 710A octa-core, 2 GB di RAM, 16 GB di memoria interna espandibile con le microSD e batteria da 7.250 mAh. Il comparto multimediale comprende speaker stereo, una fotocamera anteriore da 2 MP e una fotocamera posteriore da 5 MP. Connettività solo Wi-Fi.

HUAWEI MatePad T 10 Tablet, Display da 9.7", RAM da 2 GB, Memoria Inte...
Vedi offerta su Amazon

Blackview Tab8

Blackview Tab8

Il Blackview Tab8 è uno dei tablet economici più acquistati e apprezzati su Amazon. Propone display Full HD da 10.1″ (risoluzione 1920×1200 pixel) con tecnologia Eye Care che regola automaticamente e ottimizza la retroilluminazione per proteggere gli occhi, un processore octa-core a 1.6 GHz, 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna (espandibili fino a 128 GB con le microSD). Inoltre, dispone di una fotocamera posteriore da 13 MP e una frontale da 5 MP, una batteria da 6.580 mAh ed è dotato di connettività Wi-Fi e Bluetooth e di modem 4G LTE con anche supporto alle chiamate. Troviamo anche un sistema di sblocco tramite riconoscimento facciale. Il sistema operativo è Android 10.

Blackview Tab8 Tablet 4G LTE + WIFI con 10.1'' FHD, Android 10, 4GB RA...
Vedi offerta su Amazon

Vankyo S20

Vankyo S20

Pur non essendo realizzato da un brand particolarmente noto, il Vankyo S20 merita sicuramente attenzione per il suo rapporto prestazioni-prezzo. Parliamo, infatti, di un tablet da 10″ con display HD (1280×800 pixel), chipset Octa-core composto da due processori Cortex A7 Quad-Core da 1.6 GHz, 3 GB di RAM, 64 GB di memoria interna espandibile fino a 128 GB con le microSD e batteria da 6.000 mAh con autonomia dichiarata di oltre 10 ore. Si ricarica tramite porta USB-C e dispone di fotocamera posteriore da 8 MP e fotocamera frontale da 5 MP. Misura 25x17x0,7 cm per 449 grammi di peso ed è animato dal sistema operativo Android 9.0. Non supporta la SIM dati, ma a questo prezzo non si può pretendere tutto.

Teclast P20HD

Teclast P20HD

Teclast P20HD è un tablet cinese di produzione recente e con caratteristiche davvero interessanti. Fa uso del sistema operativo Android in versione 10, ed è equipaggiato con il processore UNISOC SC9863A Octa-core abbinato a un comparto memorie basato su 4 GB di RAM e 64 GB di storage con supporto per microSD, in modo da espandere lo spazio di archiviazione. Il telaio esteriore è in alluminio, mentre il display è un Full HD da 10,1″ (la risoluzione esatta è di 1920×1200 pixel, quindi l’aspect-ratio è di 16:10). Fra le caratteristiche interessanti di questo modello abbiamo il supporto al Wi-Fi dual-band (2.4 GHz e 5 GHz), e le due fotocamere da 5 MP e 2 MP rispettivamente al posteriore e all’anteriore. Non mancano il supporto 4G, il modulo GPS, mentre la batteria è da 6.000 mAh. A questo prezzo è un ottimo acquisto.

TECLAST P20HD Tablet 10.1'' FHD, RAM 4GB + 64GB ROM, 256 GB Espandibil...
Vedi offerta su Amazon

Facetel Q3

Facetel Q3

Se il tuo budget è di massimo 150 euro e vuoi portarti a casa non solo un tablet, ma anche accessori come cover e tastiera, dai un’occhiata a questo modello da 10″ di Facetel, che include una custodia in pelle, una tastiera e un mouse Bluetooth, una pellicola protettiva, un caricabatterie standard europeo, una coppia di auricolari con cavo, un cavo USB e un cavo OTG. Chiaramente non stiamo parlando di un tablet di fascia alta, ma la dotazione di accessori completa può fare la differenza in questa fascia di prezzo. Ad ogni modo, il dispositivo in sé monta un pannello IPS da 1280×800 pixel, un processore MediaTek Quad-Core da 1.5 GHz, 4 GB di RAM, 64 GB di memoria interna espandibile fino a 128 GB con le microSD, una batteria da 8.000 mAh e fotocamere da 8 e 5 MP. Sistema operativo: Android 10.

FACETEL Tablet 10 Pollici HD Android 10 Pro Tablet PC Octa-Core 1.6 GH...
Vedi offerta su Amazon

YESTEL T5

YESTEL T5

YESTEL T5 è un altro tablet che non proviene da un brand famosissimo ma che, nella fascia di prezzo dei 150 euro, fa sicuramente la differenza. Abbiamo infatti a che fare con un device da 10″ equipaggiato con un pannello IPS da 1280×800 pixel, un processore Octa-core da 1.6 GHz, 3 GB di RAM, 64 GB di memoria interna (espandibile fino a 128GB con le microSD), una doppia fotocamera da 8 MP e 5 MP con supporto allo sblocco con il volto e una batteria da 6.000 mAh. Supporta il 4G e viene fornito completo di custodia, pellicola protettiva e auricolari. Il sistema operativo è Android 10, è disponibile in due diverse colorazioni e anche in una versione più costosa che include una tastiera che può essere collegata al tablet magneticamente.

4G LTE Tablet 10 Pollici con Octa-Core, 5G WiFi Android 10 Originale Y...
Vedi offerta su Amazon

Huawei Mediapad T5

Huawei Mediapad T5

Huawei Mediapad T5, seppur non più recentissimo, resta un ottimo device in questa fascia di prezzo. Si caratterizza per un corpo in alluminio unibody che non ha nulla da invidiare a modelli ben più costosi, ed è spesso solo 7,88 millimetri per un peso di 460 grammi. Differentemente da molti altri modelli di pari prezzo, il display è Full HD (nella versione che ti propongo qui da 10,1″), con supporto alla risoluzione 1920×1200 pixel e quindi con rapporto prospettico di 16:10. Si tratta di un tablet che può essere utilizzato in maniera ottimale sia nella navigazione Web, sia nella fruizione dei contenuti multimediali, e ha funzioni apposite anche per essere usato da bambini. Il processore è un octa-core da 2.36 GHz (Kirin 659, lo stesso di Huawei P20 Lite) e viene abbinato a 2 GB di RAM e 16 GB di storage integrato espandibile via microSD, o a 3 GB di RAM e 32 GB di spazio (ma costa un po’ di più). Dispone di due speaker stereo con supporto alla tecnologia Histen per il miglioramento dei flussi sonori e viene venduto con Android 8.0 Oreo personalizzato con la EMUI 8.0.

Huawei Mediapad T5 Tablet con Display da 10.1", 1080p Full HD, 16 GB E...
Vedi offerta su Amazon

Huawei Mediapad T3

Huawei Mediapad T3

Huawei Mediapad T3 è uno dei tablet più venduti su Amazon nella fascia di prezzo dei 150 euro. È un prodotto low-cost che propone finiture esterne molto curate ma con un hardware poco potente: troviamo un processore Qualcomm Snapdragon 425 Quad-core, non di certo un fulmine di guerra in quanto a potenza ma più che sufficiente per portare a compimento le operazioni di tutti i giorni. Il processore viene abbinato a 2 GB di RAM, 16 GB di storage espandibili e a un comparto fotografico composto da due moduli, uno da 5 MP al posteriore e l’altro da 2 MP all’anteriore per selfie e videochiamate. Il display è da 9.6″ con risoluzione HD da 1280×800 pixel (quindi l’aspect-ratio è di 16:10). Sistema operativo: Android 7.

HUAWEI Mediapad T3 Tablet WiFi, CPU Quad-Core A53, 2 GB RAM, 16 GB, Di...
Vedi offerta su Amazon

Altri tablet

Se nessuno dei tablet elencati qui sopra è riuscito a soddisfare appieno le tue aspettative, mi spiace, ma probabilmente dovrai mettere mano al portafogli e acquistare un dispositivo più costoso di quel che avevi preventivato (quindi con un prezzo superiore ai 150 euro). Se vuoi un consiglio, leggi la mia guida all’acquisto dedicata ai tablet: lì troverai sicuramente alcuni modelli di tuo interesse.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.