Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come scegliere un tablet

di

Messa da parte qualche piccola remora che avevi nei confronti di questo tipo di device, alla fine hai deciso di acquistare un tablet. Non sei un grande esperto del settore, quindi pensavi di acquistare lo stesso modello di tablet che possiede un tuo amico, ma dando un’occhiata agli scaffali dei negozi ti sei accorto che sono in commercio tantissimi dispositivi di questo genere con prezzi e caratteristiche differenti.

Come fare allora? Come ambientarsi in una giungla tecnologica così vasta, come scegliere un tablet senza rischiare fregature? Lo so, può sembrare una cosa difficile ma ti assicuro che se segui alcuni principi base, come quelli che sto per illustrarti, puoi riuscire a cavartela e a portare a casa un buon tablet a prezzi ragionevoli.

Innanzitutto chiariamo una cosa: per quanto banale possa apparire un’affermazione del genere, non esiste un tablet migliore degli altri in termini assoluti. Bisogna valutare le proprie esigenze, stabilire un budget massimo da spendere e poi si possono prendere delle decisioni in merito al dispositivo da acquistare. Insomma, se ti sei dato un tetto di spesa limitato non aspettarti di poter portare a casa un tablet con le stesse performance o la stessa qualità costruttiva dei top di gamma. Fatta questa doverosa premessa, passiamo al sodo.

Indice

Caratteristiche hardware

Come scegliere un tablet

Quali caratteristiche deve avere un tablet per essere considerato un buon modello? Considerando le crescenti necessità hardware di sistemi operativi, applicazioni e giochi direi che attualmente vale la pena spendere solo per dispositivi che possono contare su almeno 4GB di RAM, un display HD o Full HD e una capacità di immagazzinamento dati di 32GB o più. Ma andiamo con ordine e cerchiamo di analizzare tutte le caratteristiche più in dettaglio.

Display

Come scegliere un tablet

Il display rientra sicuramente tra le caratteristiche più importanti di un tablet, perciò bisogna analizzarlo e valutarne tutte le caratteristiche con cura.

  • Dimensioni — per quanto riguarda la grandezza del display, bisogna scegliere il tablet che si adatta meglio alle proprie esigenze di mobilità e alle proprie necessità in termini di lavoro e fruizione di contenuti multimediali. I tablet da 10 pollici sono ottimi per la creazione di contenuti, la lettura di magazine digitali, la navigazione Web e la fruizione di film, ma possono risultare troppo ingombranti per chi ha bisogno di tenerli in mano per periodi di tempo prolungato. I tablet da 7 o 8 pollici sono più leggeri e maneggevoli, altrettanto comodi per la lettura di pagine Web o libri e risultano una scelta azzeccata anche per i giochi (soprattutto in quei titoli in cui viene simulata la presenza di un joypad sullo schermo). Il minor spazio su schermo però può essere limitante nella produzione dei contenuti o nella lettura di fumetti/riviste digitali. I tablet da oltre 10 pollici, ad esempio 12“ sono da considerarsi dei sostituiti dei notebook, difatti sono spesso muniti di cover con tastiera integrata (es. Microsoft Surface, iPad Pro ecc.) e quindi sono una scelta più indicata per la creazione di contenuti piuttosto che per la fruizione dei medesimi. Quasi inutile dire che sono sì portatili, ma più o meno quanto un ultrabook e non quanto un tablet di 10” o meno.
  • Risoluzione e densità — risoluzione e densità sono due parametri che possono aiutarti a capire quanto nitidi sono i contenuti visualizzati sullo schermo del tablet. La risoluzione si esprime in pixel (es. 1920 x 1080 pixel per i tablet equipaggiati con display Full HD) e, come facilmente intuibile, più è alta e maggiore è la nitidezza dei contenuti visualizzati sullo schermo. La densità si esprime invece in ppi (pixel per pollice) e indica, per l’appunto, il numero di pixel riprodotti su ogni pollice di schermo. Anche in questo caso, più alto è il numero di pixel riprodotti sullo schermo e più nitidi risultano i contenuti visualizzati su di esso.
  • Tipo di pannello — i tablet possono essere equipaggiati con display di tipo IPS LCD o AMOLED/Super AMOLED. I pannelli IPS LCD si vedono piuttosto bene sotto la luce del sole e hanno una riproduzione dei colori molto fedele alle tonalità naturali. I pannelli AMOLED e Super AMOLED, a differenza di quelli LCD, non necessitano di retroilluminazione in quanto sono composti da diodi che emettono luce propria: ciò consente di avere neri profondissimi (in quanto i pixel neri sono effettivamente spenti) e consumi energetici ridotti. Di contro abbiamo una riproduzione dei colori meno fedele rispetto agli IPS e una visibilità minore sotto alla luce del sole. Ci sono anche alcuni modelli con pannelli Mini-LED, che si pongono come “via di mezzo” tra le tecnologie LCD e AMOLED, di ottima qualità ma attualmente con qualcosa in meno rispetto agli OLED. Fatte queste considerazioni generiche, va detto che la qualità del pannello può variare da tablet a tablet (soprattutto per quel che concerne i display LCD), quindi prima di comprare un qualsiasi tablet, soprattutto se di fascia economica, cerca conferme circa la bontà del suo display, la reattività del touch ecc.
  • Supporto HDR — alcuni tablet di fascia alta dispongono del supporto alla tecnologia HDR, grazie alla quale è possibile visualizzare sfumature di ombre e luci che non sono visualizzabili sui display che non supportano questa tecnologia. Un plus interessante se intendi guardare molti video di alta qualità (in formato HDR) sul tuo tablet.
  • Supporto P3 — altra tecnologia che ormai è arrivata anche su tablet non troppo costosi è quella denominata P3 che migliora la resa dei colori visualizzati su schermo, o meglio, permette di visualizzare un numero maggiore di sfumature di colore rispetto ai display standard.
  • Refresh rate — si tratta della frequenza con cui vengono aggiornati i contenuti sullo schermo e si misura in Hz. I tablet più avanzati, come gli ultimi modelli di iPad Pro di Apple, hanno un refresh rate monstre di 120Hz (dosato in maniera automatica dal device) che permette di scorrere le pagine Web, riprodurre i contenuti multimediali e scrivere sullo schermo con la penna in maniera fluidissima senza lag o impuntamenti.
  • Sensore di luminosità — senza questo componente, che ormai è presente sulla maggior parte dei tablet, sarai costretto a regolare manualmente il livello di luminosità dello schermo ogni volta che la luce ambientale cambierà. Se invece acquisterai un tablet dotato di sensore di luminosità, la regolazione della luminosità avverrà in maniera automatica in base al livello di luminosità dell’ambiente circostante.

Processore e RAM

Come scegliere un tablet

Così come nei computer desktop, nei notebook e negli smartphone, anche nei tablet processore e RAM giocano un ruolo fondamentale nelle prestazioni generali del dispositivo.

Il processore è un po’ come il “cervello” del tablet e dalla sua potenza, espressa in GHz e core (dove i GHz sono l’effettiva potenza del processore e i core il numero di unità che si suddividono i calcoli da eseguire). Da questo componente dipende la velocità con cui il dispositivo riesce a svolgere tutte le operazioni.

La RAM è la memoria in cui vengono ospitati temporaneamente i dati dei processi e delle applicazioni in esecuzione. Il suo quantitativo si misura in GB e influisce sulla capacità del tablet di gestire più applicazioni contemporaneamente senza rallentamenti, blocchi o refresh forzati. Al momento direi che il minimo sindacale di RAM per avere prestazioni discrete su un tablet è di 2/3GB, ma meglio puntare su 4GB o più per una buona esperienza utente.

Memoria interna ed espandibilità

Come scegliere un tablet

La memoria interna dei tablet, quella che ospita il sistema operativo, le app e i dati, può essere fissa o espandibile. I tablet dotati di memoria espandibile consentono di tenere una scheda microSD in maniera stabile in un apposito slot e di trasferire parte dei dati e delle app su di esse. I tablet con memoria fissa, invece, non permettono di tenere dati o app su schede esterne, questo vuol dire che bisogna imparare a gestire con parsimonia lo spazio offerto dal device. È possibile acquistare accessori esterni, come ad esempio delle chiavette USB per copiare i file da e verso i tablet con memoria fissa ma non è la stessa cosa di avere una memoria espandibile tramite microSD.

Altra cosa importante da sottolineare è che il valore nominale della memoria espresso dai produttori (es. 32GB) non corrisponde al reale quantitativo di memoria a disposizione dell’utente: da questo bisogna sempre rimuovere un po’ di spazio già occupato da sistema operativo e app installate di default sul dispositivo.

Se acquisti un tablet Android, sappi inoltre che non tutti i modelli dotati di memoria espandibile (quindi di slot per le microSD) consentono di impostare la microSD come unità di memoria principale. Ciò significa che non tutti i tablet dotati di memoria espandibile permettono di trasferire tutti i dati e tutte le app sulle schede esterne (ci sono alcuni dati che vengono salvati sempre e comunque sulla memoria interna del device).

In ogni caso, sul mercato esistono soluzioni che offrono, ad esempio, 128GB o 64GB di memoria. Puntando su questo tipo di tablet, a seconda delle tue esigenze, non dovresti avere particolari problemi in termini di spazio di archiviazione disponibile.

Supporto 5G/4G, chiamate e connettività Wi-Fi

Come scegliere un tablet

Se ti trovi spesso in viaggio o comunque hai bisogno di accedere a Internet in luoghi e situazioni in cui non sono disponibili reti Wi-Fi, devi prendere seriamente in considerazione l’acquisto di un tablet compatibile con le reti 5G/4G, quindi di un tablet dotato di slot per la SIM.

I tablet dotati di supporto 5G e 4G, a seconda del tipo di tecnologia supportata, possono assicurare una velocità massima di download e upload differente. Per farti un esempio concreto, i valori massimi in download e upload cambiano in base alla categoria di LTE (il tipo di rete 4G più diffuso al momento) supportata dal tablet. Di seguito trovi tutte le categorie di LTE e le velocità che consentono di raggiungere.

  • LTE Categoria 1 – fino a 10 Mbps in download e 5 Mbps in upload.
  • LTE Categoria 2 – fino a 50 Mbps in download e 25 Mbps in upload.
  • LTE Categoria 3 – fino a 100 Mbps in download e 50 Mbps in upload.
  • LTE Categoria 4 – fino a 150 Mbps in download e 50 Mbps in upload.
  • LTE Categoria 5 – fino a 300 Mbps in download e 75 Mbps in upload.
  • LTE Categoria 6 – fino a 300 Mbps in download e 50 Mbps in upload.
  • LTE Categoria 7 – fino a 300 Mbps download e 100 Mbps download
  • LTE Categoria 8 – fino a 3000 Mbps in download e 1500 Mbps in upload.
  • LTE Categoria 9 – fino a 450 Mbps download e 50 Mbps upload
  • LTE Categoria 10 – fino a 450 Mbps download e 100 Mbps upload
  • LTE Categoria 11 – fino a 600 Mbps in download e 50 Mbps in upload.
  • LTE Categoria 12 – fino a 600 Mbps download e 100 Mbps upload
  • LTE Categoria 13 – fino a 400 Mbps in download e 150 Mbps in upload.
  • LTE Categoria 14 – fino a 400 Mbps in download e 100 Mbps in upload.
  • LTE Categoria 15 – fino a 4000 Mbps in download e 1500 Mbps in upload.

Per sfruttare al massimo le reti 4G italiane, che attualmente sono le più diffuse (il 5G è “in divenire”, anche se può già risultare interessante), dovresti acquistare un tablet compatibile almeno con la tecnologia LTE di categoria 6: quella che molti operatori definiscono LTE Advanced e che permette di navigare fino a 300Mbps.

Altra cosa importante da sapere è che non tutti i tablet con supporto alla SIM dispongono di funzioni telefoniche. Di fatto, mentre tutti i tablet 5G/4G supportano le SIM dati e permettono di navigare su Internet sfruttando la rete dati dei cellulari, alcuni modelli potrebbero non essere in grado di operare sulla rete voce e quindi di consentire l’effettuazione o la ricezione di chiamate. Se sei interessato a un tablet con supporto telefonico, controlla dunque attentamente la presenza di questa funzionalità nelle sue specifiche tecniche.

In ogni caso, come facilmente intuibile, i tablet con supporto 5G/4G sono più costosi di quelli dotati di solo supporto Wi-Fi e generalmente pesano anche qualche grammo in più (dettaglio abbastanza trascurabile ma che è bene conoscere).

Infine un accenno alla connettività Wi-Fi: ormai tutti i tablet sono in grado di operare sulle classiche reti Wi-Fi a 2.4GHz (quelle supportate dalla stragrande maggioranza dei router in commercio), ma in alcuni casi potrebbe non essere possibile sfruttare le reti dual-band a 5GHz (che come noto sono meno soggette a interferenze e consentono di trasferire dati a velocità più elevate all’interno della rete locale) e di usufruire al meglio di standard come il wireless AC. Ricordo inoltre che si è arrivati anche al Wi-Fi 6, che migliora la banda e risulta più veloce ed efficiente in generale.

Batteria

Come scegliere un tablet

Prima di acquistare un tablet, valuta attentamente anche l’autonomia offerta dalla batteria. Un buon tablet deve avere un’autonomia in grado di accompagnarti perlomeno per tutta la classica giornata lavorativa e una batteria con un buon amperaggio.

I milliampereora (mAh) sono l’unità di misura usata per quantificare la capacità delle batterie e a un maggior numero di milliampereora (mAh) equivale potenzialmente a una maggiore autonomia del dispositivo. A influire sulla reale autonomia di una batteria, infatti, giocano un ruolo fondamentale anche componenti “esterni” come il grado di ottimizzazione del sistema operativo che anima il tablet e i consumi energetici del processore.

A parità di mAh della batteria, un tablet con un sistema operativo ben ottimizzato assicura un’autonomia maggiore rispetto a uno che usa un sistema operativo poco ottimizzato. Se non vuoi entrare troppo in tecnicismi, puoi verificare la reale autonomia di un tablet leggero le recensioni che trovi online e i commenti degli utenti sui negozi online (es. Amazon).

Fotocamere

Come scegliere un tablet

Scattare foto con il tablet è un’attività un po’ scomoda, ma ormai il mercato ci offre tablet dotati di comparti fotografici di buon livello, quindi perché non approfittarne?

Per valutare le prestazioni fotografiche di un tablet, controlla le specifiche delle fotocamere con cui è equipaggiato quest’ultimo ma, mi raccomando, non fermarti al numero dei Megapixel. Il numero di Megapixel indica solo il numero di milioni di pixel da cui è formata l’immagine ottenuta da una fotocamera, non la qualità dell’immagine. Per scattare belle foto e realizzare bei video, le fotocamere devono avere un’ottica di qualità e una buona apertura di diaframma dell’obiettivo (questo parametro è misurato in f/, dove a un numero minore di f/ corrisponde una maggiore luminosità dell’immagine, quindi un’immagine di qualità maggiore). Inoltre dovrebbero essere equipaggiate con uno stabilizzatore (meglio ottico che digitale) in grado di non far venire foto e video mossi e dovrebbero disporre di flash.

Se non vuoi perderti troppo nelle analisi tecniche, individua il tablet di tuo interesse, cerca delle recensioni online e controlla degli esempi “live” di foto e video realizzati con quest’ultimo.

Audio

Come scegliere un tablet

Hai intenzione di usare il tuo prossimo tablet per guardare film, serie TV o per goderti altri contenuti multimediali? Allora poni molta attenzione anche al comparto audio di quest’ultimo.

I tablet possono essere equipaggiati con uno o più speaker e quindi garantire prestazioni audio differenti. Come facilmente intuibile, i tablet che hanno due o più speaker assicurano un audio più avvolgente e un volume più elevato, quindi sono da preferire (anche se in genere costano di più).

Porte

Come scegliere un tablet

Un’altra caratteristica da tenere in considerazione prima dell’acquisto di un tablet è la sua dotazione di porte e slot.

Per farti un esempio concreto, l’ingresso Lightning reso noto dagli iPad di Apple permette di ricaricare il dispositivo, collegarlo al PC e connetterlo ad accessori di terze parti come adattatori HDMI e chiavette Lightning/USB. Un discorso leggermente diverso va invece fatto, ad esempio, per gli iPad della gamma Pro, che offrono anche un connettore denominato Smart Connector che permette di collegare il tablet alla cover con tastiera prodotta da Apple e accessori di terze parti. In ogni caso, ci sono anche alcuni modelli che dispongono di un connettore USB Type-C (ad esempio, iPad Air di quarta generazione). Insomma, persino in casa Apple bisogna fare un po’ di attenzione alle porte disponibili.

In ogni caso, i tablet Android e i tablet Windows (di cui molti sono 2-in-1, quindi si possono trasformare in notebook usando delle basi o delle cover con tastiera) offrono un set di ingressi e uscite più variegato che può prevedere la presenza delle seguenti porte.

  • USB full size — si tratta delle USB in formato standard (USB A) che troviamo anche sulla maggior parte dei notebook e dei PC desktop. Permette di collegare chiavette, tastiere e altri dispositivi USB al tablet. Nei tablet Android, affinché tali dispositivi funzionino correttamente, bisogna verificare che ci sia il supporto alla tecnologia OTG (USB on the go). A seconda della generazione di USB supportata, possono garantire velocità di trasferimento massime dei dati differenti: le porte USB 3.1 di seconda generazione viaggiano fino a 1250 MB/sec, quelle 3.0 o 3.1 di prima generazione fino a 625MB/sec, mentre quelle 2.0 fino a 60MB/sec. Sui tablet 2-in-1 spesso le porte USB full size sono posizionate sulla base con tastiera.
  • MicroUSB/MiniUSB — si tratta di porte USB di formato più ridotto che richiedono appositi adattatori per essere usate con chiavette USB o altri dispositivi USB con presa standard. Possono essere usate anche per la carica del device. Anche in questo caso la velocità di trasferimento dati massima varia a seconda della generazione di USB supportata dal tablet.
  • USB Type-C — si tratta del più recente formato di porta USB e anche del più versatile. Può essere usato per connettere dispositivi esterni e per la carica. Per utilizzare chiavette, tastiere e altri dispositivi USB con attacco standard (USB A) occorre acquistare appositi adattatori.
  • Jack audio — utilizzato per connettere le cuffie via cavo. Non tutti i tablet ne dispongono, anche per via delle sempre più diffuse soluzioni wireless.
  • HDMI — si tratta della porta che troviamo anche su molti notebook e grazie alla quale è possibile connettere il proprio device a TV o monitor esterni.
  • MicroHDMI/MiniHDMI — si tratta di porte HDMI di dimensioni più contenute. Per utilizzarle e collegare il proprio tablet al televisore (o a un monitor esterno) occorre acquistare degli appositi adattatori.
  • Slot per microSD — è lo slot che permette di usare le schede microSD nei tablet dotati di memoria espandibile.
  • Slot per SIM — è lo slot che permette di usare le SIM nei tablet dotati di supporto 5G/4G.

Sensore d’impronte e sblocco con il volto

Come scegliere un tablet

Alcuni tablet dispongono di un sensore d’impronte che permette di sbloccare il dispositivo e autenticarsi in varie app. Si tratta di un componente che si può definire superfluo solo fin quando non lo si prova: una volta abituati alla comodità di sbloccare il device poggiando il dito sul sensore (che solitamente è posto sulla porta frontale del tablet, nel tasto Home), è davvero difficile tornare a PIN e password (che comunque vanno usati, lo sblocco tramite impronta digitale è una misura di protezione aggiuntiva, non una misura sostitutiva di PIN e password). Insomma, se ne hai la possibilità, non dovresti pensarci su due volte. In ogni caso, sul mercato esistono varie tecnologie: ad esempio, ci sono tablet che fanno uso di un sensore d’impronte digitali posizionato sotto al display. Inoltre, non dovresti sottovalutare anche il riconoscimento facciale, che permette di sbloccare i dispositivi compatibili in men che non si dica semplicemente inquadrando il proprio viso. Le tecnologie di sblocco hanno ormai raggiunto una certa maturità: non dovresti dunque avere particolari problemi nemmeno con i tablet meno costosi.

Supporto alla penna e altri accessori

Come scegliere un tablet

Prima di acquistare un tablet di dimensioni generose (da 10" in su) occorre valutare con attenzione anche il prezzo, la qualità e la varietà degli accessori disponibili, come ad esempio le cover, le cover con tastiera e le penne per scrivere o disegnare sullo schermo.

Le penne che funzionano meglio sono quelle attive, che funzionano in maniera specifica per determinati modelli di tablet e hanno una batteria interna, quindi vanno ricaricate di tanto in tanto. Per valutare il loro grado di precisione devi guardare ai livelli di pressione che supportano, ai tempi di risposta che garantiscono e alla qualità dello schermo del tablet su cui vanno ad agire. Se non vuoi perderti troppo in tecnicismi, cerca delle recensioni online in cui si parla del tablet con penna che hai adocchiato e scopri come il supporto alla penna è stato valutato dal recensore. Nei negozi si trovano anche delle penne “passive”, che funzionano un po’ con tutti i tablet e non vanno a batteria, ma sono estremamente imprecise (vanno bene per evidenziare testi e compiere altre operazioni che non richiedono precisione).

Per quanto concerne le cover con tastiera, in genere quelle che funzionano meglio sono quelle prodotte dalla stessa azienda che produce il tablet (es. Apple per iPad Pro o Microsoft per Surface Pro), ma ci sono anche delle validissime cover con tastiera prodotte da terze parti. A tal proposito, va detto che molte tastiere di terze parti non sono vincolate a determinati modelli da tablet ma funzionano con tutti i tipi di tablet (e tutti i sistemi operativi) tramite una semplice procedura di abbinamento tramite Bluetooth.

Tablet o dispositivi 2-in-1

Come scegliere un tablet

In precedenza ho accennato più volte ai dispositivi 2-in-1, detti anche tablet convertibili. Ma di cosa si tratta esattamente? La risposta è semplice.

I dispositivi 2-in-1 o tablet convertibili, non sono altro che dei tablet che si possono trasformare in notebook attaccandoli a una base o una cover con tastiera. Generalmente hanno dimensioni da 10" in su e possono essere equipaggiati con vari sistemi operativi: Android, Windows 10 o, nel caso degli iPad Pro di Apple, iPadOS. La loro finalità è quella di trasformare un tablet da dispositivo di fruizione dei contenuti a un dispositivo di produttività e spesso ci riescono (salvo qualche limitazione lato software che sussiste ancora su Android e iPadOS).

Se intendi acquistare un tablet da usare per lavoro, ti consiglio vivamente di prendere in considerazione i 2-in-1: ce ne sono per tutti i gusti e tutte le tasche. Fai attenzione però, le basi o cover con tastiera non sono sempre incluse nel prezzo.

Sistema operativo

Come scegliere un tablet

Ora sai come scegliere un tablet in base all’hardware, ma per quanto riguarda il software come bisogna orientarsi? Attualmente, le piattaforme su cui si basano principalmente i tablet sono tre: Android di Google, iPadOS di Apple e Windows di Microsoft che viene utilizzato moltissimo sui device ibridi convertibili, i tablet che mediante l’utilizzo di basi (o cover) con tastiera possono diventare dei notebook.

Android

I tablet equipaggiati con Android offrono un ventaglio di scelte più ampio: ci sono dispositivi accessibilissimi e altri top di gamma decisamente più costosi. Ne consegue che se ne possono trovare alcuni di qualità sopraffina e altri decisamente scadenti. Ma attenzione, perché un prezzo contenuto non sempre corrisponde a un basso livello di qualità.

Personalizzazione e ampio parco applicazioni sono le parole chiave per Android, i cui punti di forza sono ormai ben noti. In ogni caso, in questo contesto è bene fare attenzione al fatto che sul mercato esistono dei tablet senza Play Store e senza servizi Google in generale. Questi ultimi potrebbero non consentirti di avere a disposizione tutte le applicazioni di cui hai bisogno, dunque informati per bene prima di acquistare un dispositivo di questo tipo. Per maggiori informazioni sulla questione, puoi fare riferimento al mio tutorial su come installare app su Huawei.

Per il resto, devi sapere che in campo tablet è diffuso anche Fire OS di Amazon. Quest’ultimo non è altro che un sistema operativo basato su Android, che però non dispone dei servizi Google e fa uso di un Appstore interno. Questo OS può andare più che bene per un uso “di base”, ma se sei un utente un po’ più esigente potresti riscontrare qualche “grattacapo” nel reperire determinate applicazioni. Informati dunque come si deve prima di puntare su una soluzione di questo tipo.

iPadOS

La gamma di tablet di Apple ha bisogno di ben poche presentazioni: gli iPad rientrano sicuramente tra i dispositivi più popolari in questo settore. Certamente il numero di modelli presenti sul mercato è più contenuto rispetto ai “vasti mondi” di Android e Windows, ma generalmente coloro che puntano in alto in campo tablet si chiedono semplicemente quale iPad comprare.

In ogni caso, il sistema operativo di questi tablet, iPadOS, è meno personalizzabile rispetto ad Android ma Apple nel corso degli anni ha dimostrato un certo impegno per quel che riguarda la protezione da malware e simili. Inoltre, generalmente gli utenti ritengono che la qualità media delle app sia maggiore rispetto a quella che si trova su Android. Per il resto, nel caso te lo stessi chiedendo: sì, solitamente gli aggiornamenti arrivano con la stessa puntualità di iOS, il sistema operativo degli iPhone. Pensa infatti che originariamente l’OS degli iPad si chiamava proprio iOS, ma poi Apple ha deciso di “rinominarlo” in iPadOS anche per cercare di dare una nuova direzione al progetto, introducendo funzionalità diverse rispetto a quelle legate al mondo smartphone.

Windows

Per quanto riguarda Windows, in realtà non c’è molto da dire. Molti tablet e dispositivi 2-in-1 vengono forniti con Windows 10, cioè la versione “classica” di Windows che utilizziamo anche sui nostri PC. Grazie a questa versione di Windows è possibile eseguire sia le applicazioni Modern scaricate dal Windows Store sia le classiche applicazioni desktop in formato exe scaricate da siti esterni.

Sono molte le aziende che producono tablet e dispositivi ibridi Windows, fra cui anche la stessa Microsoft che con la famiglia di tablet Surface offre al pubblico dei dispositivi pensati per coniugare nel migliore dei modi l’esperienza ibrida tablet-notebook. Per saperne di più, puoi consultare il mio post sui tablet con Windows 10.

Tablet dual-boot

Per completezza d’informazione, devi sapere che alcuni tablet, spesso realizzati da produttori di dispositivi low cost, offrono una configurazione dual-boot. In parole povere, è possibile eseguire più sistemi operativi sullo stesso tablet (generalmente Android e Windows 10). Si può scegliere di volta in volta quale sistema operativo utilizzare avendo la possibilità di sfruttare il meglio di entrambe le piattaforme.

Quale tablet scegliere?

In conclusione, lasciati dare qualche consiglio su quali tablet prendere in considerazione in varie fasce di prezzo. Si tratta solo di qualche spunto che spero possa esserti utile. Se vuoi una lista di tablet più lunga e dettagliata, ti consiglio di consultare la mia guida all’acquisto dedicata ai migliori tablet attualmente in commercio.

Tablet economici (max 200 euro)

GOODTEL Tablet

GOODTEL Tablet

Come dici? Hai un budget ridotto e vorresti essere sicuro di trovare il Play Store? In questo caso, potrebbe interessarti dare un’occhiata a GOODTEL Tablet. Il produttore mette infatti in evidenza la presenza dei servizi Google, facendo leva anche su questi ultimi per attirare l’attenzione dei potenziali acquirenti. In ogni caso, il tablet dispone di un processore MediaTek, affiancato da 4GB di RAM e 64GB di memoria interna (espandibile tramite microSD). La batteria è da 8.000 mAh, mentre il display IPS ha diagonale di 10 pollici e risoluzione 1200 x 800 pixel. Non manca il supporto a Wi-Fi a 2,4 GHz e Bluetooth 4.0 e il sistema operativo è Android 10. Non si tratta certamente del tablet più valido presente sul mercato, ma il rapporto qualità/prezzo è buono e tra l’altro a volte il tablet viene venduto in abbinata con una tastiera Bluetooth (che può sempre fare comodo).

Tablet 10 Pollici 4GB RAM 64GB SSD ROM Android 10 GOODTEL Tablets con ...
Vedi offerta su Amazon

Samsung Galaxy Tab A7

Samsung Galaxy Tab A7

Se stai cercando un tablet “di base” per tutta la famiglia, Samsung Galaxy Tab A7 potrebbe rappresentare un’ottima soluzione. Infatti, nonostante non si tratti del dispositivo più prestante presente sul mercato, il rapporto qualità/prezzo è ottimo ed è possibile svolgere tranquillamente le classiche operazioni quotidiane. Il sistema operativo è Android 10, la batteria è da 7.040 mAh e il display è un TFT con risoluzione 2000 x 1200 pixel. Per il resto, sotto la scocca sono presenti un processore octa-core Qualcomm, 3GB di RAM e 32/64GB di memoria interna (espandibile tramite microSD fino a 1TB). Non manca il supporto a Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac e Bluetooth 5.0, la fotocamera principale è da 8MP e la fotocamera anteriore è da 5MP. Il tablet è disponibile sul mercato in due versioni: Wi-Fi e LTE.

Samsung Galaxy Tab A7 Tablet, Display 10.4" TFT, 64GB Espandibili Fino...
Vedi offerta su Amazon

Amazon Fire HD 8

Amazon Fire HD 8

Nel caso il tuo budget sia piuttosto ridotto, potrebbe risultare “saggio” puntare su Amazon Fire HD 8. Quest’ultimo è un tablet che si basa su Fire OS, un sistema operativo basato su Android che non dispone dei servizi Google. Al posto del classico Play Store c’è infatti l’Amazon Appstore, un negozio digitale ufficiale che comprende molte applicazioni note, ma che non riesce a raggiungere il livello dello store di Google (fai dunque attenzione a informarti per bene sulle applicazioni disponibili). Al netto di questo, Fire HD 8 è un tablet che si basa molto sull’esperienza offerta dai servizi Amazon: collegando il proprio account si potrà accedere a contenuti personalizzati e usufruire, ad esempio, di Amazon Prime Video. Si tratta in ogni caso di un prodotto per chi ha poche esigenze e cerca semplicemente di spendere il meno possibile. Tra l’altro, in linea generale i tablet di Amazon sono di buona qualità per quel che costano. Le caratteristiche tecniche in questo caso comprendono display da 8 pollici con risoluzione HD (1280 x 800 pixel), processore quad-core, 2GB di RAM e 32/64GB di memoria interna (espandibile fino a 1TB). Non manca il supporto al Wi-Fi dual-band. Il tablet viene venduto in due varianti: con pubblicità (meno costosa) e senza pubblicità.

Tablet Fire HD 8 | Schermo HD da 8”, 32 GB (Nero) - Con pubblicità
Vedi offerta su Amazon

Huawei MediaPad T5 10

Huawei T5 MediaPad

Un tablet Android dal prezzo particolarmente aggressivo è Huawei MediaPad T5. Quest’ultimo è ritenuto un modello dal buon rapporto qualità/prezzo, in quanto consente di svolgere senza troppi problemi tutte le classiche attività quotidiane. Play Store e servizi Google generalmente sono presenti, ma fai attenzione: trattandosi di un modello in costante aggiornamento (è uscita una versione 2021), la questione è un po’ “intricata” e alcuni specifici modelli potrebbero puntare sul negozio digitale AppGallery di Huawei piuttosto che sul Play Store. Insomma, informati per bene sul modello che stai acquistando prima di procedere. Al netto di questo, il tablet offre un processore octa-core, 2/3GB di RAM e 32GB di memoria interna. Lo schermo è un IPS da 10,1 pollici con risoluzione Full HD. Sul mercato sono disponibili più varianti del tablet, quindi si può scegliere anche tra Wi-Fi e LTE.

HUAWEI T5 Mediapad Tablet con Display da 10.1", 32 GB Espandibili, 3 G...
Vedi offerta su Amazon

Tablet di fascia media (200-500 euro)

Lenovo Yoga Smart Tab

Lenovo Yoga Smart Tab

Se stai cercando qualcosa di diverso dal solito, Lenovo Yoga Smart Tab potrebbe sicuramente attirare la tua attenzione. Si tratta infatti di un modello pensato per essere utilizzato in più contesti e infatti il suo design comprende un supporto integrato che permette di inclinare, raddrizzare, afferrare o appendere il tablet. Il sistema operativo è Android 9, il processore è un Qualcomm Snapdragon 439 e non mancano 4GB di RAM e 64GB di memoria interna (espandibili tramite microSD). Lo schermo è un IPS da 10,1 pollici con risoluzione Full HD ed è presente il supporto sia al Wi-Fi che all’LTE. Il dispositivo presenta anche una soundbar integrata.

Lenovo Yoga Smart Tab Tablet, Display 10.1" Full HD Ips, Processore Qu...
Vedi offerta su Amazon

Chuwi Hi10 X

Chuwi Hi10 X

Vuoi qualcosa che si avvicini di più a un notebook che a un tablet, vero? In questo contesto, una soluzione interessante è rappresentata da Chuwi Hi10 X. Questo tablet dispone infatti del sistema operativo Windows 10 e può dunque essere utilizzato anche per svolgere le classiche operazioni che si eseguono da PC. Sotto la scocca fanno capolino un processore Intel Celeron Gemini-Lake N4120, 6GB di RAM e 128 di memoria interna (espandibili tramite microSD). Il display è un IPS da 10,1 pollici con risoluzione 1920 x 1200 pixel e non manca il supporto al Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac. Il dispositivo può essere acquistato anche in bundle comprendente tastiera e penna, utili nel caso si voglia utilizzare il modello come una sorta di “ibrido” tra tablet e PC.

Chuwi Hi10 X Tablet PC, 10.1 Pollici, sistema operativo Windows 10 (In...
Vedi offerta su Amazon

Samsung Galaxy Tab S6 Lite

Samsung Galaxy Tab S6 Lite

Uno dei tablet di fascia media ritenuti generalmente più validi è Samsung Galaxy Tab S6 Lite. Quest’ultimo permette infatti di usufruire di un’ottima esperienza utente in generale e in alcuni casi viene venduto con il pennino S Pen in abbinata, segno inequivocabile del fatto che è pensato anche per quel tipo di utilizzo. Il display è un TFT da 10,4 pollici con risoluzione 2000 x 1200 pixel, mentre sotto la scocca sono presenti un processore Exynos, 4GB di RAM e 64GB di memoria interna (espandibili tramite microSD). Il sistema operativo è Android 10, mentre la batteria è da 7.040 mAh. Sul mercato sono disponibili due varianti: Wi-Fi e LTE.

Samsung Galaxy Tab S6 Lite + S Pen, Tablet, Display 10.4" WUXGA+ TFT, ...
Vedi offerta su Amazon

Lenovo Tab P11

Lenovo Tab P11

Se stai cercando un tablet elegante che rientri in questa fascia di prezzo, Lenovo Tab P11 potrebbe fare per te. Si tratta infatti di un dispositivo dal design curato, che offre prestazioni adatte a buona parte degli utenti. Sotto la scocca ci sono un processore Qualcomm Snapdragon 662, 4/6GB di RAM e 64/128GB di memoria interna (espandibile tramite microSD). Il sistema operativo è Android 10, mentre la batteria è da 7.500 mAh. Lo schermo è invece un IPS da 11 pollici con risoluzione 2000 x 1200 pixel. Non manca il supporto a Wi-Fi 6 e Bluetooth 5.1. Eventualmente esiste anche una variante LTE.

Lenovo Tab P11 Wifi - Tablet 128GB, 4GB RAM, Slate Grey
Vedi offerta su Amazon

Tablet di fascia alta (oltre 500 euro)

Apple iPad Air 2020 (10,9")

iPad

Un tablet che ha bisogno di ben poche presentazioni è l’iPad Air 2020 di Apple. Si tratta di un dispositivo che integra un display da 10,9 pollici di alta qualità, che dispone di risoluzione 2360 x 1640 pixel, nonché di supporto al True Tone e all’ampia gamma cromatica su base P3. Questo modello ha inoltre ridotto le cornici laterali, rendendo il design più al passo coi tempi. In ogni caso, per il resto la qualità offerta dal prodotto Apple è nota: si tratta essenzialmente di un mondo a parte, che domina nella fascia alta del mercato tablet tramite iPadOS. Sotto la scocca fa capolino un prestante processore A14 Bionic, mentre l’autonomia stimata è pari a 10 ore di riproduzione video. I tagli di memoria sono da 64GB e 256GB. Non manca il supporto a Wi-Fi 6 e Bluetooth 5.0 e sul mercato esiste anche una variante Cellular (4G LTE).

2020 Apple iPad Air (10,9", Wi-Fi + Cellular, 256GB) - Celeste (4ª gen...
Vedi offerta su Amazon

Microsoft Surface Pro 7

Microsoft Surface Pro 7

Nonostante venga spesso indicato come laptop, Microsoft Surface Pro 7 può in realtà rappresentare anche un ottimo tablet. Infatti, lo schermo touch screen PixelSense da 12,3 pollici con risoluzione 2736 x 1824 pixel e il supporto integrato consentono di utilizzare il modello anche senza tastiera, proprio come un tablet. Come puoi ben immaginare, la configurazione sotto la scocca è più vicina al mondo PC: si può scegliere tra vari processori Intel Core, 8/16GB di RAM e 128/256/512GB di SSD. L’autonomia stimata è pari a 10,5 ore con riproduzione video e non manca il supporto al Wi-Fi 6. Il sistema operativo è Windows 10. In ogni caso, trattandosi di un dispositivo “configurabile” in vari modi, ti consiglio di informarti per bene in merito alla configurazione che vuoi acquistare.

Microsoft Surface Pro 7 Laptop (Windows 10, touchscreen da 12,3 ", Int...
Vedi offerta su Amazon

Apple iPad Pro 2021 (12,9")

Apple iPad Pro 2021

Se vuoi puntare al top del mercato, l’iPad Pro 2021 di Apple rappresenta sicuramente uno dei migliori tablet disponibili. Il display garantisce una qualità particolarmente elevata: pensata che viene utilizzata la tecnologia di ben 10.000 Mini LED. Insomma, non ci sono molti dubbi in merito allo schermo Liquid Retina XDR da 12,9 pollici con risoluzione 2732 x 2048 pixel e tecnologia ProMotion (refresh rate di 120 Hz). Per il resto, sotto la scocca c’è l’innovativo chip M1, che ha già dimostrato cosa può fare sui Mac. Per il resto, i tagli di memoria disponibili sono 128GB/256GB/512GB/1TB/2TB. Esistono sia versioni Wi-Fi che Cellular: queste ultime supportano anche il 5G. Il sistema operativo è chiaramente iPadOS.

2021 Apple iPad Pro (12,9", Wi-Fi, 128GB) - Argento (5ª generazione)
Vedi offerta su Amazon

Se vuoi risparmiare qualche soldo, o cerchi un device più compatto, puoi prendere in considerazione anche il modello da 11", che però non ha display Mini-LED, ma il classico display a LED, sempre di qualità ottima, tipica dei tablet Apple. Maggiori informazioni qui.

2021 Apple iPad Pro (11", Wi-Fi, 128GB) - Grigio siderale (3ª generazi...
Vedi offerta su Amazon

Samsung Galaxy Tab S7

Samsung Galaxy Tab S7

Cerchi un tablet Android dall’elevato refresh rate? Samsung Galaxy Tab S7 potrebbe fare per te. Infatti, il dispositivo presenta un pannello TFT da 11 pollici con risoluzione 2560 x 1600 pixel e frequenza di aggiornamento di 120 Hz. Sotto la scocca fanno capolino un prestante processore Qualcomm, affiancato da 6/8GB di RAM e 128/256GB di memoria interna. Esistono sia varianti Wi-Fi che Cellular (4G LTE o 5G) del tablet, quindi c’è anche una certa possibilità di scelta. Il sistema operativo è Android e la batteria è da 8.000 mAh. Non sono in pochi coloro che ritengono che si tratti di uno dei migliori tablet Android in generale.

Samsung Galaxy Tab S7 11.0" Wifi - Tablet 128GB, 6GB RAM, Black
Vedi offerta su Amazon
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.