Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come ripristinare video danneggiati

di

Non si vede nulla! Anzi, inizia a sentirsi l’audio, ma continua a non vedersi nulla. Parlo dei film che ti ha appena passato il tuo amico Emanuele: hai provato a riprodurli con Windows Media Player e l’altro player video installato sul tuo PC, quelli con cui hai sempre guardato senza problemi i tuoi filmati, ma questi si ostinano a non voler funzionare! Brutta situazione, lo so. Fortuna però che a tutto, o quasi, vi è rimedio. Mi chiedi quale? Beh, che domande: basta ripristinare i video danneggiati. Se la cosa ti interessa, posso spiegarti come riuscirci, sia su Windows che su Mac, con questa mia guida.

La risoluzione al tuo problema è piuttosto semplice: quasi tutti i film e i video sono compressi per occupare poco spazio attraverso i cosiddetti codec. Senza troppi tecnicismi, se il codec con cui è stato compresso il video non è installato sul tuo computer, non è possibile vederlo e sentirlo. Come facilmente deducibile, basta dunque installare il codec che manca per riprodurre senza problemi il video che non si vede e non si sente. Volendo, è anche possibile evitare l’istallazione di tali risorse ricorrendo all’uso di player video (ed audio) che integrano i codec mancanti “di serie” e che dunque consentono di riprodurre praticamente qualsiasi cosa.

In altri casi ancora, invece, le difficoltà riscontrate possono essere riconducibili a problematiche legate solo ed esclusivamente al file video di riferimento che risulta essere corrotto. In queste circostanze, è possibile provare ad usare degli appositi programmi in grado di far fronte alla cosa. Insomma, come puoi notare tu stesso le ragioni in base alle quali un video può dare problemi di riproduzione sono tra le più disparate ma la problematica può essere arginata senza particolari peripezie. Per saperne di più continua pure a leggere, trovi spiegato tutto nelle righe successive. Buona lettura e… buon “lavoro”.

Indice

Codec per ripristinare i video danneggiati

Vuoi ripristinare i video danneggiati in modo tale da poterteli “gustare” senza problemi con i tuoi player preferiti (es. Windows Media Player su Windows oppure QuickTime su Mac)? Allora scarica subito i codec utili allo scopo che trovi indicati qui di seguito e vedrai che in un battibaleno riuscirai a far fronte ala cosa.

K-Lite Codec Pack (Windows)

Come ripristinare video danneggiati

Se stai utilizzando un PC con su installato Windows, puoi affidarti a K-Lite Codec Pack per reperire i codec mancati utili alla riproduzione dei tuoi file video. Si tratta infatti di un programma del tutto gratuito che installa sul computer i codec più utilizzati per comprimere film e video. Dopo aver installato K-Lite Codec Pack, il 99% dei film e dei video che i tuoi amici ti passeranno o che andrai a scaricare da Internet potranno dunque essere riprodotti senza alcun problema mediante qualsiasi player multimediale impiegato sul computer.

Per effettuare il download, visita in primo luogo la pagina Web dedicata dopodiché fai clic sul pulsante Download posto in alto a destra e, nella pagina che si apre, clicca sul collegamento Download K-Lite Codec Pack 14.1 FULL.

Al termine dello scaricamento, chiudi il player video con cui stavi provando a riprodurre il tuoi filmati ed avvia il file eseguibile appena ottenuto in modo tale da procedere con l’installazione di K-Lite Codec Pack. La procedura è molto semplice: clicca su Si, premi sul pulsante Next per cinque volte consecutive, poi su Accept, su Install ed infine su Finish per terminare il processo di installazione. Non ti resta quindi che prendere i pop-corn e goderti il film (che a questo punto risulterà visibile senza problemi) avviandone la riproduzione così come fai di consueto.

Flip4Mac (Mac)

Come vedere WMV su Mac

Stai usando un Mac e non riesci a riprodurre in nessun modo un dato file video? Molto probabilmente è perché utilizza dei codec caratteristici del versante Windows. Per risolvere facilmente la cosa puoi affidarti a Flip4Mac. Si tratta di un plugin che consente di visualizzare i file video in formato WMV usando QuickTime. Non è gratis (costa circa 10 dollari circa) ma se pensi possa esserti d’aiuto sono sicuramente soldi ben spesi.

Puoi acquistarlo e scaricarlo direttamente dal sito Internet della software house. Per quel che concerne l’installazione, apri il file ottenuto e segui la semplice procedura guidata proposta su schermo.

Player per ripristinare i video danneggiati

Se non vuoi o non puoi installare dei codec video appositi sul tuo computer, sono ben felice di comunicarti che non per questo devi darti per vinto. Puoi sempre riuscire a ripristinare i video danneggiati ricorrendo all’uso di un player che integra di serie tutto ciò di cui ha bisogno, senza dover effettuare ulteriori installazioni. Trovi quelli che a parer mio rappresentato i migliori della categoria proprio qui di seguito.

VLC (Windows/Mac)

Come ripristinare video danneggiati

Tra le risorse appartenenti alla categoria in oggetto a mio avviso meritevoli di essere utilizzate per ripristinare la normale visualizzazione dei video che sembrano essere danneggiati vi è VLC Media Player (altrimenti conosciuto come VideoLAN). Si tratta di un media player molto noto ed apprezzato che consente di riprodurre tutti i principali formati di file multimediali (non solo video ma anche audio) senza il minimo problema e che, come anticipato, non richiede l’installazione di codec esterni. Funziona sia su Windows che su Mac (oltre che su Linux e device mobile), è facilissimo da usare e per di più è gratis.

Per installarlo sul tuo computer, provvedi in primo luogo a collegarti al sito Internet del programma e clicca sul pulsante Scarica VLC. A download completato apri il file eseguibile ottenuto e, nella finestra che si apre, fai clic prima su  e poi su OK. Clicca quindi sul pulsante Avanti per tre volte consecutive e concludi il setup pigiando prima su Installa e poi su Fine. Avvia poi il software mediante la sua icona che è stata aggiunta al desktop.

Se invece stai usando un Mac, dopo aver effettuato il download di VLC apri il pacchetto .dmg ottenuto e trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni di  macOS. Successivamente fai clic destro sull’icona del programma (sempre nella cartella Applicazioni di macOS) e seleziona Apri per due volte consecutive in modo tale da avviarlo andando però ad aggirare le limitazioni di Apple imposte nei confronti degli sviluppatori non autorizzati.

Una volta visualizzata la finestra di VLC sullo schermo, trascina al suo interno il file video che non riuscivi a riprodurre e vedrai che potrai finalmente guardarlo senza problemi. Per gestirne la riproduzione (play, pausa, stop, volume ecc.) ti basta usare i pulsanti appositi che trovi nella parte in basso della finestra.

GOM Player (Windows)

Come ripristinare video danneggiati

VLC non è stato di tuo gradimento e cerchi uno strumento alternativo per il tuo PC? Allora il consiglio che mi sento di darti è quello di affidarti a GOM Player. Si tratta di un player video (ed audio) gratuito, abbastanza leggero, veloce e di semplice impiego. Similmente a VLC, integra la quasi totalità dei codec più importanti motivo per cui consente di riprodurre senza problemi qualsiasi formato di file video (oltre che audio). È disponibile solo per i computer basati sui sistemi operativi di casa Microsoft (oltre che per dispositivi mobili).

Per scaricarlo sul tuo computer, collegati al sito Internet del programma e clicca sul pulsante PC GOM Player Free Download che sta in alto. A scaricamento ultimato, apri il file eseguibile ottenuto, clicca su Si e poi su OK per confermare l’uso della lingua italiana. Clicca quindi su Avanti, su Accetto e poi ancora su Avanti per due volte di fila. Declina infine l’invito ad installare eventuali programmi extra (es. GOM Audio) cliccando sul pulsante Decline o su quello Cancel.

Ad installazione completata, avvia il player mediante la sua icona che è stata aggiunta al desktop, trascina all’interno della finestra del programma il filmato che prima non riuscivi a visualizzare e vedrai che la riproduzione dello stesso verrà immediatamente avviata. Per gestirla, puoi avvalerti dei pulsanti che trovi nella parte in basso della finestra (play, pausa, stop, volume ecc.).

Programmi per ripristinare i video danneggiati

Se poi l’utilizzo di codec ad hoc oppure quello di player multimediali in grado di “digerire” praticamente qualsiasi formato video non restituisce i risultati sperati, molto probabilmente la cosa è riconducibile al fatto che il file video di riferimento risulta essere danneggiato nel vero e proprio senso del termine. E allora? Come risolvere? Semplice, anzi di più: usando dei programmi in grado di “riparare” tali file. Vediamo subito quali e come usarli.

Stellar Phoenix Video Repair (Windows/Mac)

La prima risorsa utile allo scopo che voglio invitarti a provare è Stellar Phoenix Video Repair. Trattasi di un programma a pagamento (ma fruibile in versione trial a costo zero, quella che ho impiegato io per redigere questo passo) funzionante sia su Windows che su Mac grazie al quale è possibile riparare i file video corrotti ripristinandone immagini e suoni. Supporta i formati WMV, ASF, MOV, MP4, M4V, 3G2, 3GP, F4Vo, MP4, MOV, M4V, M4A e F4V e consente inoltre di agire su più elementi in contemporanea.

Per scaricarlo subito sul tuo computer, collegati alla relativa pagina di download e clicca sul pulsante Try it Free dopodiché attendi qualche istante affinché la procedura venga avviata e completata.

Successivamente apri il file eseguibile ottenuto, clicca su Si, pigia sul bottone Next, seleziona la voce I accept the agreement e premi ancora su Next per quattro volte consecutive. Per concludere, premi su Install, su Finish e su Si.

Se stai usando un Mac, apri il pacchetto in formato .dmg ottenuto e trascina l’icona dell’applicazione che trovi nella finestra del Finder che si apre nella cartella Applicazioni di macOS dopodiché facci clic destro e premi su Apri per due volte di fila in modo tale da avviare il programma andando ad aggirare le limitazioni imposte da Apple nei confronti degli sviluppatori non autorizzati.

A questo punto, a prescindere dal sistema operativo in uso, clicca sul pulsante Add File al centro della finestra del programma e seleziona “a mano” il file video relativamente al quale vuoi intervenire. Clicca poi sul pulsante Repair in fondo a destra così da dare il via al processo di riparazione.

A procedura ultimata, vedrai apparire un avviso su schermo indicante la cosa. Tu clicca su Ok e se il filmato che prima non era visibile è stato recuperato potrai salvarne una copia “funzionante” sul tuo computer selezionando la relativa casella e cliccando sul bottone Save repaired Files in basso a destra.

Se invece il file video era particolarmente danneggiato e dunque non è stato ancora possibile recuperarlo, dovrai fare clic sul collegamento Advance Repair posto in corrispondenza del nome del file in elenco e dovrai poi seguire la procedura guidata proposta per effettuare un ulteriore tentativo di riparazione.

Digital Video Repair (Windows)

Se possiedi un PC Windows, in alternativa al programma di cui sopra puoi affidarti a Digital Video Repair. È gratuito e consente di intervenire solo sui video in formato MP4, MOV e AVI che sono stati danneggiati da virus o corrotti da errori e/o crash del sistema. È facilissimo da usare e l’operazione ha quasi sempre una buona riuscita. L’unica cosa di cui è bene tener presente è che propone l’installazione di RelevantKnowledge, un adware di una società che conduce indagini sul Web. Per evitarlo, è sufficiente declinare l’invito alla sua “aggiunta” in fase di setup.

Per servirtene, collegati innanzitutto alla pagina di download del software e seleziona il collegamento Download che sta in fondo a destra. A scaricamento ultimato, apri il file eseguibile ottenuto, clicca su Si e su Next. Seleziona la voce I accept the agreement e clicca ancora su Next per tre volte. Spunta l’opzione Decline (in modo tale da evitare l’installazione del summenzionato RelevantKnowledge), premi su Next, su Install e porta a termine il setup compilando il rapido questionario che ti viene proposto, pigiando su Next e su Finish.

Avvia poi Digital Video Repair cliccando sulla sua icona che è stata aggiunta al menu Start ed una volta visualizzata la finestra del programma sul desktop, premi sul pulsante Input File e seleziona il file video di riferimento. Clicca quindi sul pulsante Check & Repair! ed attendi che il software analizzi il filmato e ne effettui la riparazione.

A procedura completata, troverai una copia del file video riparato nella stessa posizione del file d’origine ma contrassegnato della dicitura (copy) nel nome. Più facile di così?