Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come modificare un video MP4

di

Hai scaricato alcuni video MP4 da Internet che ti piacerebbe modificare ma non sai quali programmi utilizzare? Tranquillo, ce ne sono diversi fra cui scegliere, tutti molto semplici da impiegare e funzionanti anche su computer non potentissimi. Il costo? Zero euro, sono gratis al 100% (o quasi).

Adesso te ne consiglio alcuni fra i migliori, illustrandoti rapidamente come modificare un video MP4 sfruttandoli. In men che non si dica, imparerai come tagliare e unire video, ruotarli in varie direzioni e applicare loro vari effetti per migliorarne la qualità.

Come dici? Quello che ti interessava capire è come fare per convertire i tuoi filmati in un formato differente? Non temere, avevo già pensato anche a questo. Nella seconda parte della guida, infatti, trovi indicate delle risorse adibite a tal scopo. Ora però basta chiacchierare e passiamo all’azione. Ti auguro, come mio solito, buona lettura e ti faccio un grandissimo in bocca al lupo per tutto. Are you ready?

Indice

Come modificare un video MP4 su PC

Ti interessa capire quali programmi hai dalla tua per riuscire a modificare un video MP4 su PC? Allora metti subito alla prova quelli adibiti allo scopo che ho provveduto a segnalarti proprio qui di seguito. Sono sicuro che sapranno soddisfarti.

Foto di Windows 10

Screenshot di Foto su Windows 10 per la modifica dei video

Se stai usando Windows 10, il primo strumento che ti invito a prendere in considerazione per editare i tuoi video MP4 è l’applicazione Foto. La si trova preinstallata su tutti i PC basati sulla più recente versione del sistema operativo di casa Microsoft e, oltre a permette di gestire e modificare le immagini, come lascia intendere il nome stesso, consente anche di effettuare modifiche e montaggi di video.

Per servirtene in tal modo, fai clic con il tasto destro del mouse sul file MP4 che vuoi modificare e seleziona le voci Apri con e poi quella Foto dal menu contestuale che compare. Nella finestra di Foto che andrà ad aprirsi sul desktop, fai clic sul menu Modifica e crea situato in alto a destra e scegli l’opzione Crea un video con testo (se vuoi effettuare un montaggio video) oppure la voce Tagli (se hai solo bisogno di tagliare il filmato).

Per quanto riguarda il montaggio video, digita il nome che vuoi assegnare al progetto, clicca sul tasto OK e usa i pulsanti su schermo per apportare tutte le modifiche del caso. Ad esempio, puoi applicare dei filtri di colorazione all’immagine premendo sul bottone Filtri, aggiungere didascalie premendo sul pulsante Testo, puoi inserire degli effetti tridimensionali premendo sul bottone Effetti 3D e via discorrendo.

A modifiche ultimate, fai clic sul tasto Salva in OneDrive che si trova in alto per salvare il video sul servizio di cloud storage OneDrive oppure, se preferisci salvare il video modificato sul computer, clicca sul bottone Esporta e condividi, indica la qualità del video da esportare e attendi che la procedura venga avviata e portata a termine.

Riguardo la funzione di ritaglio, invece, sposta i pallini bianchi sulla barra di riproduzione per impostare il punto d’inizio e fine della clip. In seguito, fai clic sulla voce Salva con nome posta in alto e seleziona la cartella in cui salvare il file di output. Tutto qui!

Avidemux

Avidemux

Un altro ottimo strumento al quale puoi appellarti è Avidemux. Non ne hai mai sentito parlare? Nessun problema, rimediamo subito. Si tratta di un programma open source per l’editing dei filmati che consente di modificare in maniera molto intuitiva tutti i principali formati di file video. È gratis e oltre che su Windows può essere usato anche su macOS e Linux.

Per scaricarlo sul tuo PC, visita la pagina per il download del programma presente sul sito Internet di SourceForge e fai clic sul bottone Download Latest Version presente in alto.

A scaricamento ultimato, se stai usando Windows, apri il file .exe ricavato e clicca sul pulsante nella finestra che compare sul desktop. Successivamente, clicca sui pulsanti Next e I Agree, ancora su Next per altre tre volte consecutive e sui bottoni Install e Finish, per completare il processo d’installazione e avviare il programma.

Ora che visualizzi la finestra del programma sullo schermo, clicca sull’icona della cartella collocata in alto a sinistra per aprire il video MP4 da modificare e mettiti all’opera!

Utilizzando i pulsanti A e B collocati in basso puoi creare delle selezioni per cancellare le scene in eccesso del video, mentre attraverso i menu a tendina Output video e Output audio collocati sulla sinistra puoi impostare i codec video e audio in cui codificare il video. Cliccando sul pulsante Filtri (sempre sulla sinistra) puoi, invece, applicare tantissimi filtri al filmato. Fra questi, ce ne sono alcuni per ridimensionare il video, ruotarlo in varie direzioni, migliorarne la qualità e molto altro ancora.

Una volta apportate tutte le modifiche del caso al tuo filmato, scegli dal menu a tendina Contenitore output la voce MP4 Muxer, clicca sul pulsante con il floppy disk situato in alto a sinistra e, infine, sul bottone Salva per salvare le modifiche apportate.

Per informazioni ancora più dettagliate riguardo tutte le varie funzionalità di Avidemux, ti rimando alla lettura delle mie guide su come editare un video, come girare un video di 90 gradi, come tagliare scene di un video e come unire due parti di un film oltre che del mio tutorial specifico su come usare Avidemux.

Come modificare un video MP4 con Mac

Stai usando un Mac e ti piacerebbe capire come fare per modificare un video MP4 in tal caso? Allora prova subito le risorse ad hoc che ho provveduto a indicarti qui sotto. Vedrai, non te ne pentirai.

QuickTime Player

QuickTime Player

Se utilizzi un Mac, puoi in primo luogo modificare un video MP4 sfruttando QuickTime Player, il lettore multimediale predefinito di macOS che – non tutti lo sanno – al suo interno include numerose funzioni dedicate all’editing video di base. Consente, infatti, di tagliare video, ruotarli, unirli e compiere altre operazioni in maniera talmente semplice che ne rimarrai sorpreso.

Per servirtene, richiama il programma facendo clic sulla sua icona che trovi annessa alla cartella Altro del Launchpad. In alternativa, puoi avviare il programma mediante Spotlight, Siri oppure dalla cartella Applicazioni.

Dalla finestra che si apre, seleziona il video MP4 relativamente al quale ti interessa andare ad agire dalla finestra e comincia pure a servirti delle funzioni presenti nel menu Modifica. Ad esempio, per cambiare l’orientamento di un file MP4 ti basta seleziona un’opzione fra Ruota a destra, Ruota a sinistra, Speculare o Capovolto, in base al risultato che si desidera ottenere.

Per unire due video, invece, è sufficiente aprirne uno e trascinare l’altro nella finestra del player mentre per dividerlo bisogna selezionare la voce Ritaglia, sempre presente nel menu Composizione.

Una volta apportate tutte le modifiche del caso, salva il tuo filmato MP4 modificato scegliendo la voce Salva dal menu File. Se, invece, vuoi salvarlo usando una qualità differente, seleziona le voci File > Esporta e fa’ la tua scelta dal menu che compare.

Trovi maggiori dettagli su tutte le procedure appena menzionate nelle mie guide su come ruotare un video su Mac, come modificare un video con Mac e come tagliare un video con Mac.

iMovie

Screenshot di iMovie

Un altro strumento al quale puoi affidarti per modificare un video MP4 su Mac è iMovie. Si tratta di un’applicazione sviluppata direttamente da Apple per i suoi utenti tramite la quale si possono creare e modificare filmati. È adatta sia ad un uso “domestico” che professionale. La si trova preinstallata su tutti i computer della “mela morsicata” di recente generazione e in caso contrario può essere scaricata gratis dal Mac App Store.

Per servirtene, richiama l’applicazione facendo tap sulla relativa icona annessa al Launchpad. In alternativa, avviala tramite Spotlight, Siri o dalla cartella Applicazioni di macOS. Successivamente, premi sul bottone Crea nuovo e scegli il tipo di video che vuoi creare tra Filmato (per realizzare un video personalizzato) o Trailer (per creare un video in stile hollywoodiano tramite modelli preimpostati) dal menu che si apre.

A prescindere dalla scelta fatta, davanti a te sarà subito disponibile l’ambiente di lavoro di iMovie con una timeline in basso, i file multimediali in alto a sinistra, un player in alto a destra per guardare l’anteprima del progetto e una serie di strumenti per applicare effetti, modifiche e molto altro.

Per importare il video MP4 da modificare, fai clic sull’icona della freccia rivolta verso il basso collocata in alto a sinistra e seleziona il dispositivo e la cartella in cui è salvato il file. Indica poi il filmato di riferimento e fai clic sul pulsante Importa tutto. In seguito lo troverai nella sezione File multimediali presente nella parte sinistra della schermata del programma.

Ad importazione avvenuta, trascina il filmato sulla timeline in basso e procedi con la modifica del video servendoti delle schede Audio, Titoli, Sfondi e Transizioni poste in alto, scegliendo gli elementi che vuoi aggiungere al filmato, trascinandoli in basso e apportando tutte le personalizzazioni del caso.

Se, invece, desideri tagliare il video, applicare un effetto slow motion e apportare varie altre modifiche, sfrutta le voci annesse ai menu in alto a sinistra.

Per salvare il filmato, fai clic sull’icona per la condivisione (quella con il rettangolo e la freccia) che si trova in alto a destra e seleziona una delle opzioni disponibili per l’esportazione dal menu che compare.

Per ulteriori informazioni, puoi leggere la mia guida generica su come usare iMovie e i miei post di approfondimento su come tagliare un video con iMovie, come sovrapporre due video con iMovie, come rallentare un video con iMovie, come ruotare un video con iMovie e come doppiare con iMovie.

Come modificare un video MP4 online

Non vuoi o non puoi scaricare nuovi programmi sul tuo computer e ti piacerebbe allora sapere se è possibile modificare un video MP4 online? La risposta è affermativa. Usa, dunque, uno dei servizi Web che trovi indicati qui di seguito e nel giro di pochi minuti riuscirai nel tuo intento senza il benché minimo problema.

KapWing

Screenshot di KapWing

Il primo servizio online che voglio invitarti a provare per compiere l’operazione oggetto di questa guida è KapWing. Si tratta di una risorsa Web che consente di editare i filmati MP4 (e non solo) a 360° agendo direttamente dalla finestra del navigatore. Permette di caricare file aventi un peso massimo di 25 MB ed è gratis. Da notare, però, che applica una filigrana al video esportato che è possibile rimuovere effettuando il pagamento di 6 dollari sul singolo file oppure sottoscrivendo un abbonamento illimitato al costo di 20 dollari/mese. Altra cosa da sottolineare è che il servizio non fornisce informazioni chiare su quanto tempo i file caricati restano conservati sui suoi server, per cui usalo tenendo presente che i tuoi filmati potrebbero restare memorizzati sui server del sito (il che non è esattamente l’ideale per quel che concerne il discorso privacy).

Ciò detto, per usare KapWing collegati alla home page del servizio e fai clic sul pulsante Click to upload per caricare il filmato dal tuo computer. In alternativa, trascinalo direttamente nella finestra del browser. In seguito, attendi che la procedura di upload venga avviata e portata a termine.

A caricamento ultimato, ti sarà mostrato l’editor del servizio. Scegli, dunque, quali operazioni effettuare portandoti nel punto del filmato corretto, tramite la barra d’avanzamento posta in cima, cliccando in un punto della schermata in cui non sono presenti pulsanti (per deselezionare il video) e servendoti dei bottoni che vedi comparire in basso per aggiungere testo, immagini, per ridimensionare il file e per apportare svariate altre modifiche. 

Se, invece, vuoi tagliare il video, selezionalo nuovamente e fai clic sul pulsante Trim posto in basso. Accanto ci trovi anche i pulsanti utili per attivare o disattivare il volume, per cambiare la velocità di riproduzione e per apportare altre modifiche alla struttura del file. 

Quando avrai finito di editare il filmato, fai clic sul tasto Publish situato in alto a destra, attendi che il progetto venga elaborato e scaricarne una copia sul tuo computer facendo clic sul bottone Download.

Clipchamp

Screenshot di Clipchamp

In alternativa al servizio di cui sopra, puoi prendere in considerazione l’uso di Clipchamp. Si tratta di un altro editor online a costo zero grazie al quale è possibile modificare i filmati via browser usando i vari strumenti disponibili e che non pone limiti particolari per quel che concerne il peso dei file da caricare. Da notare che il servizio permette di esportare i video solo in risoluzione 480p. Per aggirare tale limite, occorre sottoscrivere un abbonamento mensile a partire da 6 dollari. Inoltre, i video non vengono caricati sui server dell’azienda, cosa che mette al riparo gli utenti da eventuali rischi per la privacy.

Per usare Clipchamp, recati sulla home page del servizio e fai clic sul pulsante Iscriviti, seleziona l’opzione Personal presente nel box Let’s get started with Create e, nella nuova pagina aperta, seleziona una delle opzioni disponibili per creare il tuo account sul sito.

A registrazione avvenuta e ad accesso eseguito, fai clic sull’opzione Skip for now per accedere all’editor di Clipchamp e premi sui pulsanti Add media e Browse my files per selezionare e caricare il video relativamente al quale ti interessa andare ad agire.

In seguito, trascina il filmato importato nella timeline di Clipchamp, seleziona quest’ultimo e clicca sulla scheda relativa alle modifiche vuoi apportare: Transform (per tagliare il video, ruotarlo ecc.), Color (per modificarne i colori), Volume (per intervenire sull’audio), Filters (per applicare dei filtri) oppure Fade In/Out (per applicare un effetto dissolvenza).

A modifiche completate, premi sul pulsante Export video collocato in alto a destra per due volte di fila, in modo tale da dare il via all’elaborazione del filmato e scaricarlo sul computer.

Come convertire un video MP4 in AVI

Ti interessa capire come convertire un video MP4 in AVI, uno tra i formati più diffusi per quel che concerne i filmati? Allora affidati alle risorse ad hoc che trovi segnalate di seguito. Non è affatto difficile, sta’ tranquillo.

Adapter (Windows/macOS)

Screenshot di Adapter su macOS

Il primo tra i programmi per convertire i tuoi video MP4 in AVI (ma volendo anche altri formati) che voglio invitarti a prendere in considerazione è Adapter. Si tratta di un software gratuito per Windows e macOS grazie al quale è possibile, appunto, convertire e comprimere video. Supporta numerosi formati di file, sia in entrata che in uscita, ha un’interfaccia utente gradevole e tradotta in Italiano ed è facile da usare.

Per effettuarne il download, visita il sito Internet del programma e fai clic sul pulsante Download Adapter collocato nella parte in alto della pagina.

A download ultimato, se stai usando Windows, apri il file .exe ricavato e, nella finestra che compare sul desktop, fai clic sul pulsante . Premi poi sui pulsanti OK e Next, seleziona la voce I accept the agrement e clicca ancora sul bottone Next (per sei volte di seguito). Infine, fai clic sui pulsanti Install e Finish. Durante la procedura d’installazione saranno scaricati e installati anche FFMPEG (indispensabile per far funzionare il programma) e VLC (il famoso player multimediale di cui ti ho parlato in maniera dettagliata anche nella mia guida sull’argomento).

Se, invece, stai usando macOS, apri il pacchetto .dmg ottenuto, trascina l’icona di Adapter nella cartella Applicazioni, facci clic destro sopra e seleziona la voce Apri dal menu che compare, in modo tale da avviare il programma aggirando le limitazioni che Apple nei confronti delle applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va eseguita solo al primo avvio). Anche in tal caso, ti verrà proposto il download di FFMPEG.

Una volta visualizzata la finestra principale di Avidemux sullo schermo, trascinaci sopra il video MP4 che vuoi convertire, clicca sul menu posto in basso, seleziona la voce Video, quella General e quella Custom AVI.

Se ritieni sia necessario apportare ulteriori cambiamenti alle caratteristiche del file finale, clicca sul bottone con l’ingranaggio collocato in basso a destra e usa le voci e le opzioni che trovi in corrispondenza delle sezioni Video, Resolution, Audio ecc. sulla destra. Infine, clicca sul bottone Convert che si trova in basso e aspetta che la procedura di conversione venga avviata e portata a termine.

Per impostazione predefinita, il file finale viene salvato nella medesima posizione di quello d’origine. Se vuoi modificare questo comportamento, recati nella scheda Custom della sezione Directory sulla destra, clicca sul pulsante Browse e scegli la cartella di destinazione che preferisci.

Any Video Converter (Windows/macOS)

Any Video Converter

Any Video Converter è un ulteriore valido software di cui puoi avvalerti per convertire i tuoi filmati MP4 in AVI (e altri formati video). È gratis, funziona sia su Windows che su macOS e consenta anche di creare video compatibili con smartphone e tablet, console e vari altri device.

Mi chiedi come fare per potertene servire? Te lo indico subito. Se stai usando Windows, visita questa pagina del sito Internet del programma e fai clic sul pulsante Free Download. A scaricamento ultimato, apri il file .exe ricavato e clicca sui pulsanti , Installa ora e Avviare ora nella finestra che ti viene mostrata sullo schermo. Se durante il setup ti viene proposto di installare programmi extra, declina pure l’offerta in quanto non utili per il funzionamento di Any Video Converter.

Se, invece, stai usando macOS, visita quest’altra pagina Web e clicca sul pulsante Free Download. In seguito, apri il pacchetto .dmg ottenuto e trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni. Dopodiché facci clic destro sopra e seleziona la voce Apri dal menu che compare, in modo tale da aprire il programma andando però ad aggirare le limitazioni imposte da Apple verso gli sviluppatori non certificati (operazione che va eseguita solo al primo avvio).

Una volta visualizzata la finestra di Any Video Converter, trascinaci sopra il tuo filmato in formato MP4 che desideri convertire, seleziona il formato AVI dal menu a tendina apposito e clicca sul bottone Converti (su Windows) situato in alto oppure su quello Convert Now (su macOS) posto in basso. Per impostazione predefinita, i video convertiti vengono salvati nella cartella Video > Any Video Converter su Windows e in quella Filmati su macOS.

Per definire una posizione di output differente, se stai usando Windows clicca sul bottone con l’ingranaggio situato nella parte in alto a destra della finestra del programma, sul pulsante Sfoglia accanto alla voce Imposta cartella destinazione e seleziona la cartella in cui salvare il formato finale da lì. Su macOS recati nel menu Any Video Converter > Preferences in alto a sinistra, fai clic sul pulsante […] e imposta la cartella di output dalla schermata che ti viene mostrata.

Se prima di dare il via alla procedura di conversione del filmato preferisci modificarne personalmente i parametri, su Windows puoi riuscirci espandendo le schede sulla sinistra, mentre su macOS devi fare clic sull’icona del formato di output presente vicino al titolo del video, dopodiché devi servirti dei menu a tendina disponibili.

Come modificare un video MP4 su smartphone e tablet

Modificare un video MP4 è, come ti dicevo, cosa fattibile anche da smartphone e tablet. Per riuscirci, basta ricorrere all’uso delle app giuste, come nel caso di quelle che ho provveduto a indicarti ed esplicarti qui di seguito. Ce ne sono sia per Android che per iOS. Buon divertimento!

ActionDirector (Android)

actiondirector video testi

Stai usando uno smartphone o un tablet Android e cerchi un’app tramite cui riuscire a modificare i tuoi video in formato MP4? Allora ti consiglio di provare ActionDirector. Si tratta di un’applicazione gratuita realizzata da CyberLink, nota azienda conosciuta per lo sviluppo di software di editing video e fotografico, grazie alla quale è possibile modificare i video aggiungendovi vari elementi decorativi. Da notare che offre acquisti in-app (a partire da 4,29 euro/mese) per rimuovere il watermark che viene applicato ai filmati elaborati e per sbloccare altre funzioni extra.

Per effettuarne il download sul tuo dispositivo, visita la relativa sezione del Play Store e premi sul bottone Installa. In seguito, avvia l’app premendo sul bottone Apri comparso su schermo.

Ora che visualizzi la schermata principale dell’applicazione, premi sul tasto Modifica e seleziona il video di tuo interesse dalla galleria galleria del dispositivo, premendo sull’icona [+] posta accanto. In seguito, fai tap sul bottone con il simbolo della spunta per cominciare a modificare il filmato.

Premi, dunque, sui pulsanti che si trovano in basso e scegli il tipo di operazione che intendi effettuare. Ad esempio, per aggiungere una didascalia premi sul bottone Titolo, per aggiungere degli adesivi fai tap sul pulsante Sticker, per tagliare il video premi sul pulsante Modifica e via discorrendo.

A modifiche ultimate, fai tap sulla voce Produci posta in alto a destra, seleziona la risoluzione che vuoi assegnare al filmato e fai tap sul tasto Inizio per avviare l’esportazione del video sulla memoria del dispositivo. Et voilà!

iMovie (iOS)

Screenshot di iMovie su iPhone

Oltre che per macOS, iMovie è disponibile anche in versione mobile, per iPhone e iPad. L’applicazione permette di compiere bene o male le stesse operazioni che possono essere eseguite da Mac. Inoltre, anche in tal caso l’app la si trova preinstallata su tutti i device iOS di recente produzione, ma comunque può essere scaricata gratuitamente da App Store.

Per usare iMovie, premi sulla sua icona che si trova in home screen e fai tap sul pulsante Crea progetto presente nella schermata principale dell’applicazione che ti viene mostrata. Successivamente, fai tap sull’opzione Filmato (per iniziare da un progetto vuoto) o su quella Trailer (per utilizzare uno dei modelli predefiniti disponibili).

Premi poi sul bottone [+] per scegliere il tuo video MP4 dalla libreria del dispositivo e importarlo sulla timeline di iMovie. In alternativa, seleziona l’opzione iCloud Drive per importare il filmato da iCloud.

A questo punto, per modificare il video o aggiungervi degli effetti, premi sul pulsante con la ruota di ingranaggio che si trova in basso a destra e scegli se aggiungere un filtro al progetto o se applicare un tema.

Se, invece, vuoi tagliare il video, aumentarne o diminuirne la velocità di riproduzione, aggiungere del testo e apportarvi altre modifiche strutturali, fai tap sulla clip presente sulla timeline e serviti degli strumenti che vedi comparire in basso a seconda dell’operazione che intendi eseguire.

A modifiche ultimate, per esportare il filmato fai tap sulla voce Fine in alto a sinistra, seleziona l’icona della condivisione (quella con il rettangolo e la freccia) e scegli una delle opzioni disponibili dal menu che ti viene mostrato.

VideoShow (Android/iOS)

VideoShow

Un’altra applicazione che a mio modesto avviso faresti bene a prendere in considerazione è VideoShow. Si tratta, infatti, di una risorsa gratuita per Android e iOS grazie alla quale, appunto, è possibile editare video in vari formati agendo direttamente da mobile. Da notare che applica un watermark ai filmati elaborati che può essere rimosso tramite acquisti in-app (al costo base di 1,09 euro), i quali consentono anche di sbloccare altre funzionalità aggiuntive.

Per effettuarne il download su Android, visita la relativa sezione del Play Store e premi sul bottone Installa. Per scaricare l’app su iOS, invece, collegati alla relativa sezione di App Store, fai tap sul bottone Ottieni/Installa e autorizza il download tramite Face ID, Touch ID o password. In seguito, a prescindere dalla piattaforma usata, premi sul bottone Apri visibile su schermo per avviare l’app.

Successivamente, fai tap sul bottone Agree per accettare le condizioni d’uso del servizio, segui il breve tutorial introduttivo proposto, premi sul pulsante Start, su quello Modifica video e seleziona il filmato MP4 che vuoi editare prelevandolo dalla galleria del tuo dispositivo.

Ora che visualizzi la schermata dell’editor, apporta pure le modifiche preferisci al video servendoti dei comandi su schermo. In basso trovi le sezioni tema, suono, Modifica clip e modifica pro e i relativi pulsanti per applicare filtri, effetti di transizione, effetti audio e via discorrendo. In alto, invece, puoi visualizzare l’anteprima del filmato.

A modifiche completate, premi sul bottone della condivisione (quello con il quadrato e la freccia) che si trova in alto a destra, scegli la qualità in cui salvare il file finale e attendi che il video venga elaborato. Il video verrà quindi salvato nel rullino del dispositivo. Eventualmente, potrai poi condividerlo o importarlo in altre app tramite la schermata successiva.