Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
eBay Black Week
Migliaia di prodotti in promozione su eBay. Scopri le offerte migliori

Come convertire video in MP4

di

L’MP4 è un formato video estremamente popolare che ha il pregio di essere compatibile con i principali player e – cosa ancora più importante – con la stragrande maggioranza dei dispositivi multimediali attualmente in commercio: smartphone, tablet, console per videogiochi, Smart TV, decoder e lettori DVD/Blu-Ray, indipendentemente dalle marche o dalle piattaforme software utilizzate da questi ultimi.

In poche parole, se vuoi essere certo di poter riprodurre un determinato filmato su tutti i tuoi device devi trasformarlo in MP4. Ma come si fa a convertire video in MP4? Semplice, anzi di più: impiegando software, servizi online e app ad hoc. Di soluzioni di questo tipo ce ne sono tantissime, sia gratis che a pagamento.

Vuoi quindi che ti consigli alcune tra le migliori soluzioni di questo tipo? Sì? Allora ti accontento subito. Per saperne di più, continua pure a leggere questo mio tutorial incentrato sull’argomento. Devi solo scegliere lo strumento che ti sembra maggiormente adatto alle tue necessità fra quelli elencati qui sotto e seguire le relative istruzioni d’uso. Buon divertimento!

Indice

Come convertire video in MP4 su PC e Mac

Ti interessa capire come convertire video in MP4 andando ad agire da PC o Mac? Allora metti subito alla prova le soluzioni apposite per Windows e macOS che ho trovi segnalate nei passi qui di seguito. Sono molto semplici da usare, anche da parte dei meno ferrati in nuove tecnologie!

Convertire video in MP4 con Adapter

Adapter

Il primo strumento che ti consiglio di prendere in considerazione per convertire video in MP4 per iPhone, per Android o per qualsiasi altro dispositivo è Adapter. Si tratta, infatti, di un software gratuito, disponibile sia per Windows che per macOS, in grado di convertire tra loro tutti i principali formati di file video: MP4, AVI, MKV, WMV, MOV, FLV ecc.

Per scaricarlo sul tuo computer, visita il relativo sito Internet e fai clic sul bottone Download Adapter che trovi nella parte in alto della pagina. Successivamente, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che ti viene mostrata sul desktop, clicca sul pulsante . Premi poi sui pulsanti OK e Next, seleziona la voce I accept the agreement e premi ancora sul pulsante Next (per sei volte di seguito). Infine, fai clic sui pulsanti Install e Finish. Tieni presente che, durante il setup, ti verrà proposto di scaricare e installare anche FFMPEG (è indispensabile per il buon funzionamento del programma) e VLC (un famoso player multimediale di cui ti parlerò in maniera più approfondita nel passo successivo).

Se stai usando macOS, invece, apri il pacchetto .dmg appena ottenuto, trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni del computer, facci clic destro sopra e seleziona la voce Apri dal menu che compare. In seguito, premi sul bottone Apri presente nella finestra visualizzata su schermo, in modo tale da avviare Adapter andando però ad aggirare le limitazioni di Apple nei confronti degli sviluppatori non certificati (operazione che va effettuata solo al primo avvio). Anche in questo caso, potresti visualizzare un avviso relativo al download di FFMPEG e VLC.

Ora che, a prescindere dal sistema operativo usato, visualizzi la finestra principale di Adapter sullo schermo, trascinaci sopra il video che vuoi convertire. In alternativa, selezionalo “manualmente”, facendo preventivamente clic sul pulsante Browse.

A questo punto, clicca sul menu a tendina Video collocato in basso e seleziona da quest’ultimo prima la voce General, poi quella *Custom MP4 (\.mp4)**, dopodiché fai clic sul pulsante Convert, in modo tale da avviare la procedura di conversione.

Puoi anche creare un filmato ottimizzato in maniera specifica per un dispositivo. Per riuscirci, recati nel menu a tendina collocato in basso al centro e seleziona una delle opzioni disponibili nella sezione Video (es. Tablets per i tablet, Sony per i dispositivi a marchio Sony ecc.).

Inoltre, se sai bene dove mettere le mani, tramite la barra laterale di destra, che qualora non dovesse essere visibile puoi richiamare facendo clic sul pulsante con la ruota d’ingranaggio sito in basso, puoi regolare personalmente i parametri avanzati dei video, come bitrate, risoluzione ecc.

Convertire video in MP4 con VLC

VLC

Puoi convertire video in MP4 anche utilizzando VLC. Come anticipato nelle righe precedenti, si tratta di un famoso player multimediale gratuito, di natura open source e compatibile sia con Windows che con macOS e Linux, il quale è in grado di riprodurre qualsiasi formato audio e video senza dover ricorrere all’uso di codec esterni e che integra anche alcune funzioni utili per l’editing dei filmati e la loro conversione, motivo per cui ho scelto di parlartene in questa mia guida.

Per scaricare il programma sul tuo computer, recati sul relativo sito Internet e clicca sul pulsante Scarica VLC. A download ultimato, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che compare sullo schermo, clicca sui pulsanti e OK. Successivamente, premi sui bottoni Avanti (per tre volte consecutive), Installa e Fine, in modo tale da portare a termine il setup.

Ora che visualizzi la finestra di VLC, clicca sul menu Media situato in alto a sinistra e seleziona da quest’ultimo la voce Converti / Salva. Nell’ulteriore finestra che si apre, premi sul bottone Aggiungi e seleziona il file video che vuoi convertire in MP4.

Dopo aver compiuto i passaggi di cui sopra, fai clic sul pulsante Converti / Salva collocato in basso e seleziona l’opzione Video – H.264 + MP3 (MP4) dal menu a tendina Profilo. Se vuoi, puoi anche selezionare un altro dei profili specifici per dispositivo e/o puoi personalizzare le proprietà del file finale, facendo clic sul pulsante con la chiave inglese e intervenendo sulle voci e sui menu presenti nell’ulteriore finestra che si apre.

Per concludere, specifica la posizione in cui desideri salvare il file di output, premendo sul bottone Sfoglia, e avvia il processo di conversione, facendo clic sul pulsante Avvia.

Se stai usando macOS, invece, apri invece il pacchetto .dmg scaricato dal sito Internet di VLC e trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni del Mac. In seguito, facci clic destro sopra, seleziona la voce Apri dal menu contestuale e premi sul pulsante Apri nella finestra che ti viene mostrata sullo schermo, in modo tale da avviare il software andando ad aggirare le limitazioni imposte da Apple verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va eseguita solo al primo avvio).

Ora che visualizzi la schermata di VLC sulla scrivania, clicca sul menu File posto in alto a sinistra e seleziona da quest’ultimo la voce Converti / Trasmetti. Nell’ulteriore finestra che si apre, premi sul bottone Apri media e seleziona il file video relativamente al quale desideri andare ad agire.

Adesso, seleziona il profilo di conversione Video – H.264 + MP3 (MP4). Se lo ritieni opportuno, anche su macOS puoi modificare personalmente i parametri di conversione in base a quelle che sono le tue effettive esigenze, facendo clic sul pulsante Personalizza e intervenendo sulle voci e sui menu disponibili nel pannello che compare.

Per concludere, fai clic sul pulsante Salva come file, indica la posizione di output sul tuo Mac previo clic sul bottone Sfoglia e premi sul pulsante Salva, in modo tale da avviare la procedura di conversione.

Convertire video in MP4 con HandBrake

HandBrake

HandBrake rappresenta invece la migliore soluzione in assoluto se hai bisogno di convertire video in MP4 al fine di creare delle copie di sicurezza dei tuoi DVD (quelli che non sono dotati di protezione anti-copia). Si tratta, per l’appunto, di un software gratuito, open source e compatibile con Windows e macOS, il quale che permette di “rippare” facilmente qualsiasi tipo di dischetto scegliendo quali tracce audio e quali sottotitoli conservare. Chiaramente, può essere usato anche per la consueta conversione dei video.

Per scaricare il programma sul tuo PC, collegati al suo sito Internet ufficiale e clicca sul pulsante Download HandBrake x.x.x.

A download completato, se utilizzi Windows, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che vedi comparire sullo schermo, clicca sui pulsanti e Next (per due volte consecutive). In seguito, clicca sul pulsante Install e poi su quello Finish, per portare a termine il setup. Richiama, dunque, il programma cliccando sul relativo collegamento che è stato aggiunto al desktop.

Se stai usando macOS, invece, apri il pacchetto .dmg ottenuto e trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni di macOS. Successivamente, facci clic destro sopra, seleziona la voce Apri dal menu contestuale, dopodiché premi sul pulsante Apri nella finestra comparsa sullo schermo, in modo tale da aprire l’applicazione andando ad aggirare le limitazioni imposte da Apple verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va effettuata solo al primo avvio).

Ora che, a prescindere dal sistema operativo, visualizzi la schermata del programma, seleziona il DVD o il file video su cui vuoi andare ad agire tramite il menu sulla destra. Se non compare alcun menu, per visualizzarlo, clicca prima sul pulsante Open Source collocato in alto a sinistra.

A questo punto, premi sul pulsante Presets posto in alto a destra, in modo tale da espandere il menu per la selezione dei preset, e scegli uno dei profili di conversione disponibili, in base a quelle che sono le tue necessità, dopodiché seleziona la voce MP4 dal menu a tendina Format che trovi nella scheda Summary.

Se lo desideri, puoi apportare ulteriori modifiche e personalizzazioni a quello che sarà il file finale che andrai a ottenere, intervenendo sulle voci e sugli altri menu presenti nelle schede poste nella parte centrale del programma.

Per concludere, indica la posizione in cui salvare il file finale, premendo sul bottone Browse che trovi in basso a destra, e avvia pure la procedura di conversione, facendo clic sul pulsante Start Encode situato in cima.

Convertire video in MP4 con Video to Video Converter

Video to Video Converter

Video to Video Converter è una soluzione che è riuscita a entrare in pochissimo tempo nel novero dei convertitori video più utilizzati dagli utenti Windows. Il motivo? Semplice: è gratuito, veloce, compatibile con tutti i principali formati di file video e si può utilizzare senza affrontare noiose procedure d’installazione.

Per scaricarlo sul tuo PC, visita il relativo sito Web e clicca prima sul pulsante Download e poi sulla voce Click here to download ZIP archive.

A download completato, estrai l’archivio ZIP ottenuto in una cartella qualsiasi. Successivamente, avvia il file .exe presente al suo interno, scegli l’Italiano dal menu per la selezione della lingua e premi sul pulsante OK, in modo tale da poter accedere alla schermata principale del convertitore.

Arrivato a questo punto, non ti resta che trascinare il video da convertire in MP4 sulla finestra di Video to Video Converter. In alternativa, puoi selezionare il video “manualmente”, premendo sul pulsante Aggiungi video collocato in alto a sinistra.

Nell’ulteriore finestra che successivamente vedi comparire sullo schermo, seleziona quindi la voce MP4 dalla scheda Profili video, dopodiché clicca prima sul pulsante OK e poi su quello Converti che si trova in alto, in modo tale da avviare l’elaborazione del filmato.

Per impostazione predefinita, i video convertiti vengono salvati nella stessa posizione del file d’origine. Se vuoi, però, puoi indicare personalmente il percorso di output, premendo sull’icona con la cartella gialla che trovi nella parte in basso a destra della finestra del programma.

Se hai bisogno di ottenere dei video compatibili con un particolare device, come a esempio un iPhone oppure uno smartphone Android, prima di avviare la procedura di conversione, recati nella scheda dedicata del dispositivo di tuo interesse (es. Apple per gli iPhone e Android per i dispositivi Android) e clicca sul nome del terminale.

Inoltre, se vuoi, agendo nella barra laterale di destra puoi impostare bitrate, qualità, volume e altri parametri avanzati del video in maniera manuale.

Altri programmi per convertire video in MP4

Format Factory

Nessuno dei programmi per convertire video in MP4 che ti ho già suggerito di utilizzare ti ha convinto in maniera particolare e ti piacerebbe che ti indicassi qualche alternativa? Allora metti subito alla prova gli ulteriori software di questo tipo che trovi indicati nel seguente elenco, sono certo che non ti deluderanno.

  • Mobile Media Converter (Windows/macOS/Linux) – programma gratuito per convertire file video (e audio) che risulta essere molto semplice da usare e che supporta tutti i più diffusi formati. Su Windows, inoltre, non necessita d’essere installato.
  • Format Factory (Windows) – software per soli sistemi operativi Windows che permette di convertire tra loro tutti i principali formati di file multimediali. Questo significa che è in grado di trattare non solo i video ma anche le foto e i brani musicali. È solo per sistemi operativi Windows ed è gratis.
  • Smart Converter (macOS) – applicazione gratuita compatibile solo con macOS che permette di convertire i propri video e che supporta tutti i principali formati. Consente anche di estrapolare il solo audio ed è altamente intuitivo.

Come convertire video in MP4 online

Non vuoi o non puoi scaricare nuovi programmi sul tuo computer e vorresti capire come convertire video in MP4 agendo online? Allora prova i servizi Web che ho provveduto a segnalarti qui di seguito, sono certo che non ti deluderanno.

Convertitore Video di 123apps

Convertitore Video di 123apps

Il primo servizio online utile allo scopo che ti consiglio di prendere in considerazione è il Convertitore Video di 123apps. Come facilmente deducibile dal nome stesso, si tratta di una soluzione che funziona direttamente dal browser, senza dover installare plugin o varie altre “stregonerie” sul computer. È gratis, non richiede registrazioni, supporta tutti i più diffusi formati multimediali e il peso massimo consentito per ciascun file è pari a 2 GB.

Per servirtene, recati sulla relativa home page, clicca sul pulsante Apri file e seleziona il video da convertire. Eventualmente, puoi selezionare il filmato su cui intervenire anche dal tuo account Google Drive, da Dropbox oppure indicandone l’URL, facendo clic sui relativi pulsanti.

Ad upload completato, seleziona l’opzione mp4 dalla scheda Video e scegli la risoluzione di tuo interesse dal menu a tendina Risoluzione (se non hai esigenze particolari, puoi lasciare selezionata l’opzione Stessa dell’input). Puoi anche apportare ulteriori modifiche a quelle che saranno le caratteristiche del file finale, facendo clic sul pulsante Impostazioni adiacente.

Per concludere, clicca sul pulsante Converti, in modo tale da avviare prima la conversione. Successivamente, scarica il file finale selezionando il collegamento Download oppure salvalo su Google Drive o Dropbox, cliccando sui relativi collegamenti.

CloudConvert

CloudConvert

Un altro ottimo servizio online che puoi sfruttare per convertire video in MP4 è CloudConvert. È un convertitore all-in-one, fruibile anch’esso direttamente dal browser, il quale non solo è in grado di trasformare i video in MP4 e svariati altri formati, ma permette di fare altrettanto anche con immagini, brani musicali, documenti di Office, PDF e tantissimi altri tipi di file (oltre 200 in tutto). È gratis e non pone limiti di upload, ma può essere usato per un massimo di 10 minuti al giorno e presenta anche altre limitazioni. Per aggirarle, bisogna registrarsi ed eventualmente anche sottoscrivere uno dei piani in abbonamento (con prezzi a partire da 8,54 euro/mese).

Per usufruire del servizio, collegati alla relativa home page, clicca sul pulsante Select File e seleziona il video presente sul tuo PC relativamente al quale desideri andare ad agire. In alternativa, puoi caricarlo da uno dei servizi di cloud storage supportati oppure tramite l’URL, cliccando sul pulsante con la freccia adiacente e facendo la tua scelta dal menu che si apre.

Successivamente, clicca sul menu che trovi accanto alla voce Convert to al centro della pagina e seleziona prima la voce Video e poi quella MP4.

Per concludere, clicca sul pulsante Convert che si trova in basso a destra, attendi che venga portata a termine la conversione del tuo filmato e scaricalo sul tuo computer, premendo sul bottone Download che compare sotto la relativa anteprima.

Se hai esigenze particolari, prima di dare il via alla procedura di conversione puoi anche fare clic sul pulsante con la chiave inglese che trovi accanto al nome del video. In questo modo, ti verrà data la possibilità di regolare diversi parametri relativi al filmato, quali la risoluzione, la qualità, il codec utilizzato e molto altro ancora. A modifiche completate, fai clic sul bottone Okay, per confermarle.

Altri servizi per convertire video in MP4 online

Convertio

Nessuno dei servizi per convertire video in MP4 online che ti ho suggerito di impiegare ti ha soddisfatto e vorresti allora sapere quali eventuali alternative hai dalla tua? Ti accontento subito. Nell’elenco qui di seguito, infatti, trovi segnalate ulteriori soluzioni che puoi valutare di sfruttare.

  • Video Toolbox – servizio Web gratuito, fruibile previa creazione di un apposito account, il quale consente di editare i video che gli vengono dati “in pasto”, oltre che di convertirli in tutti i più diffusi formati. L’unica cosa di cui occorre tener conto è che presenta un limite per l’upload pari a 600 MB.
  • Convertio – si tratta di un convertitore online gratuito che permette di intervenire su qualsiasi tipologia di file, video compresi, supportando tutti quelli che sono i più diffusi formati. Da notare, però, che non consente di caricare file aventi un peso superiore ai 100 MB. Per aggirare questo limite e per sbloccare altre funzioni extra, è tuttavia possibile sottoscrivere un abbonamento a pagamento (con prezzi a partire da 9,99 dollari/mese).
  • Media.io – convertitore online, gratuito, facilissimo da usare, estremamente rapido e funzionante da qualsiasi browser, il quale consente di effettuare conversioni da e verso tutti i principali formati di file video.

App per convertire video in MP4

Il Convertitore Video

Vorresti convertire un video in MP4 dal tuo smartphone o tablet ma non sai a quali app rivolgerti? Allora dovresti proprio provare quelle utili allo scopo che ho provveduto a segnalarti qui di seguito. Ce ne sono sia per Android che per iOS/iPadOS. Mettile subito alla prova!

  • Media Converter (Android) – app per Android, gratuita e molto semplice da usare, la quale permette di convertire file video in qualsiasi formato, MP4 incluso. Consente altresì di impostare il bitrate, la risoluzione e la frequenza di campionamento audio del file di output.
  • Video Format Factory (Android) – applicazione specifica per Android che consente di convertire file video (e audio) in tanti formati diversi. Da notare che è anche possibile modificare personalmente i profili di conversione disponili. È gratis, ma propone acquisti in-app (al costo di 4,29 euro) per sbloccare tutte le funzioni disponibili.
  • Il Convertitore Video (iOS/iPadOS) – soluzione gratuita e facilissima da usare che, come facilmente intuibile dallo stesso nome, consente di convertire tutti i principali formati di file video su iOS/iPadOS. Da notare, però, che per poter intervenire su alcuni formati occorre sbloccare il pass apposito tramite acquisti in-app (al costo di 4,49 euro).
  • Media Converter (iOS/iPadOS) – altra app specifica per iPhone e iPad che permette di convertire file video (e audio) in maniera semplice e veloce. Supporta tutti i più diffusi formati, è molto intuitiva ed è gratis, ma propone acquisti in-app (al costo di 1,09 euro) per rimuovere la pubblicità e sbloccare altre funzioni extra.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.