Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come comprimere un video MP4

di

Hai scaricato sul tuo computer alcun video in formato MP4 che vorresti trasferire su altri tuoi dispositivi ma, a causa del loro peso eccessivo, l’operazione si sta rivelando particolarmente difficoltosa? Non ti preoccupare: se vuoi, posso darti una mano io.

Se mi concedi qualche minuto del tuo prezioso tempo libero, infatti, posso spiegarti, in modo semplice ma non per questo poco dettagliato, come comprimere un video MP4. Ti anticipo già che la procedura è fattibile sia da computer, usando appositi software e servizi online, che da smartphone e tablet, sfruttando delle app ad hoc.

Allora? Posso sapere che ci fai ancora lì impalato? Posizionati bello comodo, prenditi qualche minuto libero soltanto per te e comincia subito a concentrarti sulla lettura di quanto riportato qui di seguito. Spero vivamente che, alla fine, tu possa ritenerti soddisfatto dei risultati ottenuti e possa goderti i tuoi video su tutti i device che desideri.

Indice

Come comprimere un video MP4 gratis

Ti interessa capire come comprimere un video MP4 gratis agendo dal tuo computer? Allora sfrutta gli strumenti per Windows, macOS e Linux che trovi segnalati qui sotto. Sono facilissimi da usare e garantiscono risultati ottimali.

HandBrake (Windows/macOS/Linux)

HandBrake

Il primo programma a cui ti consiglio di rivolgerti, se vuoi comprimere un video MP4, è HandBrake. Nel caso in cui non ne avessi mai sentito parlare, si tratta di un software gratuito e di natura open source che permette di comprimere e convertire video in vari formati ottimizzati per PC, dispositivi mobili e console di gioco. È molto semplice da usare ed è compatibile con Windows, macOS e Linux.

Per effettuare il download di HandBrake, provvedi in primo luogo a collegarti al sito Internet del programma e clicca sul pulsante Download HandBrake x.x.x. A download avvenuto, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che ti viene mostrata sul desktop, clicca sui pulsanti e Next (per due volte consecutive). In seguito, premi sul bottone Install e poi su quello Finish, per portare a termine il setup. A questo punto, richiama il programma cliccando sul relativo collegamento che è stato aggiunto al desktop.

Se stai usando macOS, invece, apri il pacchetto .dmg ottenuto e trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni del Mac. In seguito, facci clic destro sopra, seleziona la voce Apri dal menu contestuale e premi sul pulsante Apri nella finestra comparsa sullo schermo, in modo da aprire l’applicazione andando ad aggirare le limitazioni di Apple verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va effettuata solo al primo avvio).

Ora che, a prescindere dal sistema operativo impiegato, visualizzi la finestra principale del programma, trascinaci sopra il filmato in formato MP4 che vuoi comprimere. In alternativa, puoi selezionarlo “manualmente”, cliccando prima sulla voce File nel menu di destra (se non visualizzi nessun menu, premi sul bottone Open Sources, in alto a sinistra, per rimediare).

Dopo aver compiuto i passaggi di cui sopra, fai clic sul pulsante Presets, in alto a destra, e seleziona uno dei profili di conversione disponibili dal menu che ti viene mostrato, in base a quelle che sono le tue esigenze e preferenze.

Se vuoi apportare ulteriori personalizzazioni al filmato, puoi intervenire sulle impostazioni che trovi nelle varie schede collocate al centro della finestra, in modo da regolare formato, risoluzione, audio ecc. Assicurati però che nel menu Format della scheda Summary risulti selezionata l’opzione MP4 (in caso contrario, provvedi tu).

Infine, fai clic sul pulsante Browse situato in basso e indica la posizione sul tuo PC in cui desideri salvare il file finale, dopodiché premi sul pulsante Start collocato in alto a sinistra, al fine di avviare la procedura di compressione del video.

Adapter (Windows/macOS)

Adapter

Un altro ottimo programma al quale puoi rivolgerti è Adapter. Funziona su Windows e macOS, è totalmente gratis e supporta tutti i principali formati di file video. Inoltre, include diversi profili di conversione studiati in maniera specifica per smartphone, tablet e console per videogiochi.

Per eseguirne il download, visita il sito Internet del programma e fai clic sul bottone Download Adapter posto in alto. A download ultimato, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che compare sul desktop, clicca sul pulsante .

Premi poi sui bottoni OK e Next, seleziona la voce I accept the agrement, clicca ancora sul bottone Next (per sei volte consecutive) e pota a termine il setup premendo sui pulsanti Install e Finish.

Se stai usando macOS, invece, apri il pacchetto .dmg appena ottenuto e trascina l’icona di Adapter nella cartella Applicazioni del Mac. In seguito, fai clic destro su di essa, seleziona la voce Apri presente nel menu contestuale e poi premi sul bottone Apri nella finestra che compare sulla scrivania, in modo da avviare il programma andando ad aggirare le limitazioni imposte da Apple verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va eseguita solo al primo avvio).

Tieni presente che durante la procedura d’installazione saranno scaricati e installati anche FFMPEG (celebre software gratuito e open source per la conversione di video e audio, su cui Adapter si basa) e VLC (famosissimo player multimediale gratuito e open source di cui ti ho parlato in una mia guida specifica).

Ora che, a prescindere dal sistema operativo che stai usando, visualizzi la finestra principale di Adapter, trascinaci sopra il video MP4 che desideri comprimere, dopodiché seleziona le voci Video > General > Custom MP4 dal menu in basso oppure scegli uno dei profili di conversione per i vari dispositivi supportati che offrono un video in formato MP4 come output.

Se hai la necessità di regolare in maniera più precisa risoluzione e qualità dei video finale, fai clic sull’icona della ruota d’ingranaggio (in basso a destra), e nel pannello delle impostazioni che compare, imposta come meglio credi i valori che trovi in corrispondenza della varie sezioni.

In conclusione, premi sul pulsante Convert che si trova in basso, così da avviare la compressione del filmato. Tieni presente che, per impostazione predefinita, i video compressi vengono salvati nella stessa posizione dei file d’origine. Per cambiare questo comportamento, puoi intervenire sulla sezione Directory nelle impostazioni di Adapter, a cui puoi accedere come ti ho indicato poc’anzi.

Come comprimere un video MP4 online

Non vuoi o non puoi scaricare nuovi programmi sul tuo computer e, dunque, ti piacerebbe capire come comprimere un video MP4 online? Allora non ti resta che usare i servizi Web che trovi segnalati qui sotto, i quali funzionano direttamente dal browser senza richiedere software aggiuntivi.

Media.io

Media.io

Media.io è un servizio online gratuito e di semplice impiego che supporta tutti i formati video maggiormente diffusi, consentendo di convertirli tra loro. Funziona con qualsiasi browser e sistema operativo e non richiede registrazioni.

Per potertene servire, collegati alla relativa pagina Web e trascina il filmato MP4 che desideri comprimere nel box bianco sito a sinistra. In alternativa, clicca sul pulsante (+) e seleziona il tuo file “manualmente”.

Successivamente, regola le impostazioni relative alla compressione del video, mediante il menu a tendina Dimensioni Output, modifica (se lo ritieni necessario) la risoluzione, scegliendo il valore che preferisci dal menu a tendina Risoluzione, e assicurati che nel menu Formati Output risulti selezionata l’opzione MP4 (in caso contrario, provvedi tu).

Dopo aver compiuto i passaggi di cui sopra, fai clic sul bottone Comprimere, aspetta che la procedura di compressione venga portata a termine, dopodiché scarica il file finale cliccando sul pulsante Scaricare che compare sullo schermo.

VideoSmaller

VideoSmaller

Il servizio online per comprimere video MP4 di cui ti ho già parlato non ti ha convinto in maniera particolare e cerchi delle alternative? Allora prova VideoSmaller. È gratis, facile da usare, funziona da qualsiasi navigatore e sistema operativo, non richiede registrazione e supporta i formati MP4, AVI, MPEG, MOV. La dimensione massima che ciascun file caricato può avere è pari a 500 MB.

Per usare VideoSmaller, recati dunque sulla home page del servizio, fai clic sul pulsante Cerca e seleziona il video MP4 presente sul tuo PC che intendi comprimere. Se vuoi applicare un livello di compressione particolarmente basso, provvedi altresì a spuntare la casella accanto alla voce Usa un livello di compressione basso (migliore qualità).

In seguito, indica se ridurre la risoluzione del video, scegliendo l’opzione che preferisci dal menu a tendina Scala (riduci) risoluzione video, spunta la casella accanto alla voce Rimuovi audio dal video se vuoi rimuovere l’audio e dai il via alla procedura di conversione, premendo sul bottone Carica video che si trova a fondo pagina.

A processo di compressione concluso, potrai procedere con il download del file finale facendo clic sul collegamento comparso accanto alla voce Completed, in alto.

Come comprimere un video MP4 su smartphone e tablet

Per completezza d’informazione, mi sembra doveroso spiegarti anche come comprimere un video MP4 su smartphone e tablet. Se la cosa ti interessa, qui di seguito trovi quindi segnalate quelle che, a parer mio, rappresentano le migliori app della categoria per Android e iOS/iPadOS.

Video Compress (Android)

Video Compress

Se possiedi uno smartphone o un tablet Android, l’app per comprimere un video in MP4 alla quale ti suggerisco di affidarti è Video Compress. Permette di ridurre le dimensioni dei filmati che le vengono dati “in pasto”, offrendo la possibilità di definire personalmente il livello della qualità finale. Supporta tutte le più diffuse tipologie di file multimediali ed è gratis. Tuttavia, tramite acquisti in-app (al costo di 2,90 euro), si possono sbloccare funzioni extra.

Per scaricare l’app sul tuo dispositivo, visita la relativa sezione del Play Store (oppure, se il tuo device non ha il Play Store, cerca su uno store alternativo) e fai tap sul pulsante Installa. Successivamente, avvia l’app, premendo sul pulsante Apri comparso sul display oppure selezionando la relativa icona che è stata aggiunta alla schermata home o al drawer.

Ora che visualizzi la schermata principale dell’applicazione, seleziona il video MP4 che vuoi comprimere, fai tap sul pulsante Comprimi Video e decidi di quanto è tua intenzione effettuare la compressione, selezionando l’opzione che preferisci dall’elenco nelle schede l’alta qualità e Bassa qualità.

Dopo aver compiuto i passaggi di cui sopra, aspetta che la procedura venga portata a termine. Il file di output generato verrà salvato nella cartella Video Compress creata sulla memoria del dispositivo.

Se lo ritieni necessario, puoi anche selezionare le opzioni per rimuovere l’audio e usare la scala di grigi. Puoi altresì definire personalmente i parametri di compressione, selezionando la scheda usanza che si trova in cima allo schermo e spostando le barre di regolazione relative alla risoluzione video e al bitrate.

Compressore video – ridurre (iOS/iPadOS)

Compressore video - ridurre

Possiedi un iPhone oppure un iPad? In tal caso, puoi comprimere i tuoi filmati MP4 usando l’app Compressore video – ridurre. Si tratta di un’applicazione gratuita per iOS/iPadOS, la quale consente di comprimere i più diffusi formati di file video tramite vari preset oppure andando a modificare personalmente risoluzione e bitrate. È gratis, ma propone acquisti in-app (al costo di 1,09 euro) per sbloccare tutte le funzioni disponibili.

Per scaricare l’app sul tuo dispositivo, visita la relativa sezione dell’App Store, premi sul pulsante Ottieni, quindi su quello Installa e autorizza il download tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple. In seguito, avvia l’app, selezionando il pulsante Apri comparso sul display oppure la relativa icona che è stata aggiunta in home screen.

Ora che visualizzi la schermata principale di “Compressore video – ridurre”, fai tap sul pulsante Comprimi video, seleziona il filmato MP4 presente sul tuo dispositivo relativamente al quale ti interessa andare ad agire e sfiora la dicitura Done.

Nella schermata successiva, indica di quanto desideri comprimere il filmato, scegliendo l’opzione che preferisci dalla sezione Rapporto di compressione (in basso). Se vuoi regolare in maniera più avanzata la compressione del filmato, seleziona invece la scheda Modalità avanzata e sposta le barre di regolazione Larghezza, Altezza e Bit rate come meglio credi, oppure seleziona uno dei preset disponibili previo tap sulla voce Preset.

Per concludere, premi sul pulsante Comprimere e, a processo ultimato, salva il video nella Galleria di iOS, facendo tap sul pulsante Salvare. In alternativa, puoi decidere di archiviare il file di output in una posizione differente o di salvarlo in un’app a piacere, premendo sul pulsante Di Più e facendo la tua scelta dal menu che si apre.

Come comprimere un video MP4 per WhatsApp

WhatsApp

Vorresti capire come comprimere un video MP4 per WhatsApp perché stai avendo dei problemi a inviare un filmato in chat oppure a condividerlo nello stato a causa delle dimensioni eccessive del file? In tal caso, tutto quello che devi fare è affidarti all’uso di una delle soluzioni per computer, online o per smartphone e tablet di cui ti ho già parlato nelle righe precedenti, in modo da comprimere preventivamente il filmato.

Per approfondimenti e per scoprire quali altre soluzioni hai dalla tua, ti invito a fare riferimento alla mia guida incentrata in maniera specifica su come inviare un video pesante su WhatsApp.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.