Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come comprimere file video

di

Vorresti caricare alcuni video sul tuo tablet ma, così come sono, i filmati finirebbero con l’occupare tutta la memoria del dispositivo? Non ti preoccupare. Esistono tantissimi software gratuiti, servizi online e app che permettono di convertire e comprimere file video in maniera estremamente semplice e veloce. Se vuoi, te ne presento qualcuno.

Ti va’? Sì? Allora facciamo così: dedicami cinque minuti del tuo tempo e metti alla prova uno degli strumenti che sto per segnalarti. Si tratta di convertitori gratuiti per computer (Windows, macOS e Linux) e device mobile (Android e iOS/iPadOS) che consentono di realizzare filmati perfettamente ottimizzati per smartphone, tablet, player multimediali e console per videogiochi di varie marche, oltre che per una ben più agevole condivisione sui social. Tutto in non più di quattro, al massimo cinque clic o tap.

Come dici? Ti piacerebbe poter regolare liberamente la qualità e la risoluzione dei video da ottenere? Beh, se sai bene dove mettere le mani e sai calibrare in maniera adeguata questi parametri, accomodati. Le soluzioni di cui sto per parlarti permettono di fare anche questo: trovi spiegato tutto con dovizia di particolari qui sotto. Buon divertimento!

Indice

Programma per comprimere file video gratis

Sei interessato a capire quale programma per comprimere file video gratis poter usare per ottenere i risultati migliori su Windows, macOS e Linux, le soluzioni alle quali puoi valutare di affidarti sono quelle che trovi qui sotto. Mettile subito alla prova e vedrai che non te ne pentirai.

HandBrake (Windows/macOS/Linux)

HandBrake

Il primo strumento che voglio invitarti a prendere in considerazione, in particolare se cerchi un modo per comprimere file video senza perdere qualità, è HandBrake. Si tratta di un programma gratuito e di natura open source che consente di comprimere e convertire filmati in vari formati di file ottimizzati per computer, iPhone, iPad, smartphone Android e vari altri dispositivi. Funziona su Windows, macOS e Linux ed è facilissimo da usare.

Per scaricare HandBrake sul tuo computer, recati sul relativo sito Web e fai clic sul pulsante Download HandBrake x.x.x situato al centro.

A scaricamento avvenuto, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che vedi comparire sullo schermo, clicca sui pulsanti , Next (per due volte di seguito) e Install, dopodiché porta a termine il setup premendo sul bottone Finish. Avvia quindi il programma selezionando il relativo collegamento che è stato aggiunto al menu Start.

Se stai usando macOS, invece, apri il pacchetto .dmg ottenuto e trascina l’icona di HandBrake nella cartella Applicazioni del Mac, dopodiché facci clic destro sopra e seleziona Apri per due volte consecutive, in modo da aprire l’applicazione andando però ad aggirare le limitazioni di Apple nei confronti degli sviluppatori non certificati (operazione che va effettuata solo al primo avvio).

Ora che, a prescindere dal sistema operativo impiegato, visualizzi la finestra di HandBrake sullo schermo, seleziona il video che vuoi comprimere mediante il menu menu a destra (se non è visibile, per farlo comparire fai clic sul pulsante Open Source in alto a sinistra). In seguito, espandi il menu Presets collocato nella parte in alto a destra della barra degli strumenti del programma e seleziona il nome del dispositivo di destinazione del video da quest’ultimo oppure un profilo generico.

Se lo ritieni necessario, puoi apportare anche ulteriore personalizzazioni al video relative a formati, risoluzione, audio ecc. andando a cambiare le impostazioni che trovi nelle schede al centro della finestra di cui sopra, così da regolare formati, risoluzione, audio ecc.

Per concludere, fai clic sul pulsante Browse collocato in basso per selezionare la posizione sul tuo computer in cui salvare il file di output e premi sul pulsante Start in alto a sinistra per dare il via al processo di compressione.

VLC (Windows/macOS/Linux)

VLC

Un altro programma per comprimere file video a cui puoi decidere di affidarti per effettuare l’operazione oggetto di questa guida è VLC. Si tratta di un player multimediale tramite il quale è possibile riprodurre qualsiasi formato video e audio senza usare codec esterni. Offre però anche delle opzioni per effettuare operazioni di conversione, compressione ed editing, motivo per cui ho deciso di parlartene. Inoltre, è totalmente gratis, open source e funziona su Windows, macOS e Linux.

Per scaricare VLC sul tuo computer, visita il relativo sito Internet e fai clic sul pulsante Scarica VLC.

A download ultimato, se stai impiegando Windows, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che compare sul desktop, clicca sui pulsanti e OK. In seguito, premi sui bottoni Avanti (per tre volte di fila), Installa e Fine.

Ora che visualizzi la schermata principale di VLC, fai clic sul menu Media > Converti / Salva in alto a sinistra, premi sul pulsante Aggiungi, seleziona il video che desideri comprimere e clicca sul bottone Converti /Salva.

Successivamente, scegli il profilo di compressione che ti interessa dal menu a tendina Profilo, apporta eventuali personalizzazioni alle caratteristiche del file finale cliccando sul pulsante con la chiave inglese, specifica la posizione in cui vuoi salvare il video di output premendo sul bottone Sfoglia e premi sul tasto Avvia per avviare il procedimento tramite cui comprimere file video VLC.

Se stai usando macOS, invece, apri il pacchetto .dmg scaricato dal sito del programma, trascina l’icona di VLC nella cartella Applicazioni di macOS, facci clic destro sopra e seleziona la voce Apri dal menu contestuale, dopodiché premi sul bottone Apri nella finestra che ti viene mostrata, in modo da avviare il software andando ad aggirare le limitazioni imposte da Apple verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va eseguita solo al primo avvio).

Una volta visualizzata la finestra dell’applicazione, fai clic sul menu File > Converti / Trasmetti che si trova in alto a sinistra, premi sul bottone Apri media e seleziona il file video di cui vuoi ridurre le dimensioni.

Scegli il profilo di compressione di tuo interesse tramite il menu a tendina Scegli il profilo, clicca sul tasto Personalizza per apportare eventuali personalizzazioni alle caratteristiche del file finale e premi sul pulsante Salva come file, dopodiché clicca sul tasto Sfoglia per indicare la posizione di output e sul bottone Salva per finalizzare la procedura. Per maggiori informazioni su come usare VLC, leggi la mia guida dedicata al programma.

Adapter (Windows/macOS)

Come comprimere file video

Un altro tra gli strumenti per comprimere un file video che mi sento di consigliarti è Adapter. È completamente gratuito, supporta tutti i principali formati di file video e include diversi profili di conversione studiati in maniera specifica per smartphone, tablet e console per videogiochi. Si può utilizzare sia su Windows che su macOS ed è altresì considerata una delle soluzioni più apprezzate per comprimere file video Mac.

Per scaricare Adapter sul tuo computer, collegati al sito Internet del programma e clicca sul bottone Download Adapter posto in alto.

A download ultimato, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che compare sul desktop, clicca sul pulsante . Premi poi sui bottoni OK e Next, seleziona la voce I accept the agrement e clicca ancora sul tasto Next (per sei volte di fila). Porta a termine il setup premendo sui pulsanti Install e Finish.

Se, invece, stai usando macOS, apri il pacchetto .dmg appena ottenuto e trascina l’icona di Adapter nella cartella Applicazioni del Mac. Successivamente, fai clic destro su di essa e seleziona la voce Apri per due volte, così da avviare il programma andando ad aggirare le limitazioni imposte da Apple verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va eseguita solo al primo avvio).

Sia su Windows che su macOS, durante il processo di installazione saranno scaricati e installati anche FFMPEG (che serve per il corretto funzionamento del programma) e VLC (il player multimediale di cui ti ho già parlato nel passo precedente che non indispensabile per il funzionamento di Adapter).

Ora che, a prescindere dal sistema operativo, visualizzi la finestra principale di Adapter sullo schermo, fai clic sul pulsante Browse e seleziona il filmato che vuoi comprimere, dopodiché recati nel menu Video collocato in basso e indica il formato di output in cui desideri convertire i tuoi video oppure il dispositivo di destinazione.

Se vuoi regolare in maniera più precisa risoluzione e qualità dei video di output, fai clic sull’icona della ruota d’ingranaggio che si trova in basso a destra per far comparire il pannello delle impostazioni di Adapter e definisci come meglio credi bitrate, risoluzione ecc.

Per finire, clicca sul pulsante Convert collocato in basso per avviare la conversione dei video e attendi che la procedura giunga a termine. Per impostazione predefinita, il filmato compresso verrà salvato nella medesima posizione del file d’origine.

Video to Video Converter (Windows)

Come comprimere file video

Hai mai sentito parlare di Video to Video Converter? Evidentemente no. Allora lascia che te lo presenti: si tratta di un eccellente programma per comprimere file video free per soli sistemi operativi Windows che è in grado di lavorare con tutti i principali formati di file video sia in entrata che in uscita, per cui puoi servirtene per comprimere file video MP4, per comprimere file video AVI, per comprimere file video MOV e via discorrendo. È molto facile da usare, non richiede installazioni per funzionare e mette a disposizione dei suoi utilizzatori una vasta gamma di profili pronti all’uso per generare video ottimizzati per smartphone, tablet e altri dispositivi.

Per scaricare Video to Video Converter sul tuo computer, collegati al suo sito Web ufficiale, clicca sul pulsante Download e poi sulla voce Click here to download ZIP archive. Apri quindi l’archivio ZIP che contiene l’applicazione, estraine il contenuto in una cartella di tua scelta e avvia l’eseguibile vv.exe.

Nella finestra che ti viene mostrata sullo schermo, imposta l’Italiano come lingua da utilizzare per l’interfaccia del programma e clicca sul tasto OK per accedere alla sua schermata principale.

A questo punto, premi sul pulsante Aggiungi video collocato in alto a sinistra e seleziona il filmato relativamente al quale vuoi andare ad agire, dopodiché scegli uno dei profili di conversione offerti dal software. Puoi selezionare un tipo di file oppure spostarti nelle schede Apple, Android, Mobile ecc. e indicare un formato di video dedicato in maniera specifica a un device.

Una volta specificato il formato di destinazione, se vuoi, puoi agire sulla risoluzione e la qualità dei video di output selezionando una delle opzioni presenti nei menu a tendina Qualità e Dimensioni video, entrambi situati nella barra laterale di destra. Chiaramente, minore sarà il livello di qualità e/o la grandezza della risoluzione scelta e maggiori saranno le possibilità di comprimere file video di grandi dimensioni.

Impostati anche questi altri parametri, fai clic sul pulsante OK, indica il percorso in cui salvare i file di destinazione cliccando sull’icona della cartella in basso a destra e avvia il processo di compressione dei filmati premendo sul tasto Converti che si trova in alto. Più facile di così?

Servizi online per comprimere file video

Non vuoi o non puoi scaricare nuovi programmi sul tuo computer e ti piacerebbe capire come fare per comprimere file video online, usando degli appositi servizi Web? Allora metti subito alla prova quelli che ho provveduto a indicarti qui di seguito e che, a mio modesto avviso, rappresentano alcuni tra i migliori della categoria.

VideoSmaller

VideoSmaller

La prima soluzione che ti invito a provare è VideoSmaller. Si tratta di un programma per comprimere file video online gratuito e facilissimo da usare, grazie al quale si possono comprimere filmati agendo direttamente dalla finestra del browser. Supporta i formati MP4, AVI, MPEG, MOV e permette di caricare file aventi un peso massimo pari a 500 MB.

Per usare VideoSmaller, collegati alla pagina principale del servizio, clicca sul bottone Cerca, seleziona il video presente sul tuo computer sul quale andare ad agire e indica, spuntando la casella accanto alla voce Usa un livello di compressione basso, se applicare un livello di compressione basso.

Specifica poi se ridurre la risoluzione del video scegliendo l’opzione che preferisci dal relativo menu a tendina, spunta la casella accanto alla voce Rimuovi audio dal video se vuoi rimuovere l’audio e, per concludere, clicca sul bottone Carica video che si trova a fondo pagina.

A procedura ultimata, ti verrà indicato di quanto è stato possibile ridurre le dimensioni rispetto al video d’origine e potrai quindi procedere con il download del file di output facendo clic sul collegamento apposito.

Wondershare Online UniConverter

Wondershare Online UniConverter

Un altro servizio Web a cui puoi valutare di affidarti per comprimere file video è Wondershare Online UniConverter. Si tratta di un compressore di video fruibile direttamente via Web, gratuito e facilissimo da usare. È sufficientemente veloce, supporta tutti i più diffusi formati video ed è dotato anche di una bella interfaccia.

Per usarlo, collegati alla relativa home page, clicca sul pulsante Scegli file e seleziona il filmato di tuo interesse. Se il video si trova su Dropbox o Google Drive puoi altresì prelevarlo da lì, facendo clic sull ‘icona di riferimento e fornendo poi i tuoi dati d’accesso.

Successivamente, serviti dei menu a tendina Risoluzione, Ripristina le dimensioni e Formato per indicare la risoluzione del file di output, le dimensioni e il formato. Cliccando sul tasto a forma di ruota d’ingranaggio che trovi in corrispondenza del nome del file puoi applicare anche ulteriori regolazioni.

In seguito, clicca sul tasto Comprimi e aspetta che la procedura venga completata. Se vuoi essere avvisato tramite email quando finito, provvedi altresì a selezionare la casella Avvisami quando è finito.

Una volta completata la procedura di compressione, fai clic sul pulsante per effettuare il download del file di output e il gioco è fatto.

App per comprimere file video

Video Compress

E per quel che concerne il versante mobile? Quali sono le migliori app per comprimere file video da Android oppure da iOS/iPadOS, magari per inviare più velocemente un filmato su WhatsApp o per condividerlo “al volo” su Facebook? Beh, quelle che ho provveduto a segnalarti qui di seguito sono senza dubbio alcuno delle ottime soluzioni. Provale subito.

  • Video Compress (Android) – app gratuita che permette di ridurre il peso dei file video offrendo la possibilità di scegliere il livello della qualità finale. Consente di intervenire anche su altre tipologie di file e dispone di un’interfaccia utente piuttosto semplice. È gratis, ma mediante acquisti in-app (al costo di 2,90 euro) si possono sbloccare funzioni aggiuntive.
  • Panda Video Compressor (Android) – app per la conversione e la compressione dei filmati che non va a intaccare a qualità originaria dei file. È gratuita ed è facilissima da usare. Da notare che propone acquisti in-app (al prezzo base di 59 cent.) per sbloccare funzioni aggiuntive.
  • Compressore video – ridurre (iOS/iPadOS) – applicazione che consente di comprimere i più diffusi formati di file video tramite vari preset oppure andando a modificare personalmente risoluzione e bitrate. È gratis, ma propone acquisti in-app (al costo di 1,99 euro) per sbloccare tutte le funzioni disponibili.
  • Video Compressor (iOS/iPadOS) – applicazione che comprime i video registrati dall’app Fotocamera di iPhone e iPad riducendo le dimensioni del file di oltre il 70%. Supporta la compressione video dalla risoluzione Full HD a 720p, VGA e bassa risoluzione. È a pagamento (costa 1,99 euro).
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.