Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

App per animare volti gratis

di

Di recente hai avuto modo di visualizzare dei simpatici video realizzati da alcuni tuoi amici nei quali delle fotografie vengono animate mediante dei simpatici effetti in grado di attribuire loro delle espressioni buffe, se non addirittura di far parlare o cantare i soggetti ritratti.

Ora, dunque, vorresti dilettarti anche tu nella produzione di un filmato di questo genere — magari da condividere nelle app di messaggistica o sui tuoi social network preferiti — ma per questa particolare attività “ludica” preferiresti evitare di mettere mano al portafogli: in fondo si tratta solo di un pò di svago, giusto?

Ebbene, se le cose stanno così, posso suggerirti io alcune originali app per animare volti gratis che ti permetteranno comunque di ottenere un risultato finale oltre le tue aspettative. Prima di procedere, però, tieni in considerazione il fatto che la maggior parte delle soluzioni che sto per proporti dà il meglio di sé utilizzando un primo piano frontale e ben centrato. Tieni inoltre presente che molte app di questo tipo invia le foto da elaborare sul cloud, con tutto ciò che ne consegue, potenzialmente, in termini di privacy. Tienine conto. Chiarito questo, direi che possiamo iniziare!

Indice

Mug Life (Android/iOS/iPadOS)

schermate principali app Mug Life

La prima app di cui desidero parlarti è senz'altro Mug Life, la quale è in grado di applicare in maniera molto semplice e intuitiva degli effetti 3D preimpostati molto realistici e spassosi all'immagine statica di un volto. Considera che molti dei contenuti messi a disposizione da questo servizio sono stati realizzati e pubblicati da utenti, denominati Muggers, che partecipano attivamente alla sua vivace community.

Mug Life è compatibile con dispositivi Android (verifica anche su store alternativi se il tuo device non ha i servizi Google) e iOS/iPadOS. Per procedere al suo download e alla successiva installazione utilizza pure i link appena forniti. Al termine, avvia l'app con un tap sulla sua icona ora presente in Home Screen, quindi seleziona la lingua che preferisci fra quelle proposte (l'italiano, purtroppo, nel momento in cui scrivo non è disponibile) e scorri le schermate di presentazione pigiando di volta in volta sui pulsanti Next e, per ultimo, Let's Go.

A seguire, digita una username (o mantieni quella proposta dal sistema), dopodiché sposta su ON l'apposita levetta per accettare i termini e le condizioni del servizio e premi sul bottone ▶︎: ti verrà proposta la sottoscrizione di un abbonamento Premium per abilitare le funzioni di creazione dei Mug con costi a partire da 2,19 euro/settimana, ma è sufficiente pigiare il simbolo [X] posto in alto a sinistra per usufruire della versione gratuita dell'app.

Al primo avvio ti verrà mostrato un semplice tutorial per la creazione della tua prima animazione. In sostanza, occorre selezionare un contenuto all'interno di una delle numerose categorie proposte nelle schermate denominate Featured, Trending o Top Muggers (puoi anche eseguire una ricerca mirata di una determinata parola chiave mediante l'apposita funzionalità posta nella parte alta), dopodiché ti basterà pigiare sul pulsante Mug Me collocato in basso a destra per poterlo modificare a tuo piacimento.

Al passaggio successivo, dunque, sfiora il simbolo della macchina fotografica collocato in alto a sinistra e scegli se scattare una foto seduta stante o caricare un'immagine già presente nella galleria del tuo dispositivo: in entrambi i casi, naturalmente, sarà necessario fornire le opportune autorizzazioni per l'accesso alla fotocamera o alla memoria. Considera anche che l'immagine deve essere preferibilmente un primo piano frontale o, al massimo, leggermente di profilo.

Una volta importata la foto, attendi qualche istante l'elaborazione dell'animazione: se al termine il risultato soddisfa le tue aspettative, pigia il pulsante Share situato in alto a destra e scegli una delle modalità di esportazione mostrate, che includono la possibilità di salvataggio di un Video 3D in loop, come GIF, come messaggio testuale, come fotografia, o come avatar. In alternativa, puoi anche salvarlo pigiando il simbolo del floppy disk posto a fianco, selezionando la modalità pubblica o privata, inserendo uno o due tag negli appositi campi e pigiando, infine, il pulsante Save.

Face Dance (Android/iOS)

caricamento foto ritratto app FotoDance

Se ti attrae l'idea di applicare un'animazione particolarmente movimentata ai tuoi foto ritratti, facendo in modo che il volto esegua una simpatica coreografia nella quale viene cantata anche una canzone, in tal caso ti consiglio vivamente di scaricare Face Dance sul tuo smartphone/tablet Android (verifica anche su store alternativi) o sul tuo iPhone.

Una volta avviata l'app, pigia il pulsante Iniziamo, quindi scegli se scattare una foto sul momento o se importare un'immagine dalla memoria del tuo dispositivo mobile mediante gli appositi pulsanti, e fornisci i relativi consensi per l'accesso alla risorsa (fotocamera o memoria) prescelta. A seguire, ti verrà proposto di sottoscrivere un abbonamento PRO con costi a partire da 4,99 euro a settimana per sbloccare alcune funzionalità aggiuntive, ma puoi facilmente bypassare il tutto pigiando sul simbolo della [X] posto in alto a sinistra.

Scegli, quindi, uno dei preset disponibili all'interno delle varie categorie (ad esempio Italiano, Canzoni, Suoni virali e così via) della schermata Home, quindi pigia il pulsante Balliamo al passaggio successivo e attendi l'elaborazione dell'animazione, durante la quale ti verrà proposto un breve annuncio pubblicitario. Al termine dell'inserzione, sfiora la [X] a fianco della dicitura Premio concesso situata nella parte alta del display per accedere al risultato finale.

In questa fase, puoi anche aggiungere un ulteriore volto per realizzare un duetto, scegliendolo sempre fra i tuoi contenuti personali o utilizzandone uno di quelli messi a disposizione da Face Dance in modalità Demo: ti basterà premere il simbolo delle due maschere sovrapposte posto nella parte bassa del video e selezionare la seconda foto tramite le funzioni ivi presenti. Per salvare o condividere l'animazione, infine, utilizza gli appositi pulsanti sottostanti.

Avatarify (Android/iOS)

seleziona preset app Avatarify

Avatarify è un'altra divertente applicazione che permette con pochi tap e senza necessità di eseguire particolari operazioni di applicare delle simpatiche animazioni musicali a qualsiasi foto ritratto. È compatibile con dispositivi Android (verifica anche su store alternativi) e iOS, e puoi facilmente scaricarla e installarla tramite i link appena riportati.

Al primo avvio, dopo aver visualizzato una breve presentazione delle sue funzionalità, ti verrà proposto di sottoscrivere un abbonamento PRO per sbloccare alcune feature aggiuntive con costi a partire da 7,99 euro alla settimana o 44,99 euro l'anno (quest'ultima prevede anche la possibilità di usufruire di una prova gratuita di 3 giorni), ma puoi tranquillamente saltare questa parte pigiando sul simbolo della [X] posto in alto a sinistra per accedere sùbito alla sua versione gratuita.

Una volta fatto ciò, individua una categoria che reputi interessante (ad esempio Memes, Trending o For Kids) e scorri verso destra i rispettivi contenuti per trovare un'animazione adatta ai tuoi scopi, quindi seleziona con un tap un contenuto fra quelli proposti per visualizzarne l'anteprima. Se ritieni di aver fatto la scelta giusta, premi il pulsante Add Photo sottostante e autorizza l'app ad accedere alla galleria del tuo smartphone/tablet pigiando il bottone Enable access prima e Consenti poi, dopodiché seleziona la foto alla quale desideri applicare l'animazione.

Avatarify eseguirà, tramite le apposite tecnologie di face detection di cui è dotata, il riconoscimento dei volti delle persone presenti nell'immagine. Per proseguire, seleziona con un tap quella che vuoi utilizzare o escludere e, se necessario, centra occhi e bocca all'interno della sagoma mostrata sul display. Per concludere, pigia sul pulsante Animate ivi presente e attendi alcuni secondi che venga generato il video.

Arrivato a questo punto, se ti ritieni soddisfatto del risultato non ti rimane che procedere alla condivisione (opzione Share) tramite una della app social o di messaggistica presenti sul tuo dispositivo mobile, o al download in locale del video.

Altre app per animare volti gratis

schermate funzionamento app Anyface

Le soluzioni illustrate finora non ti hanno convinto del tutto e, dunque, vorresti provare altre app per animare volti gratis? Nessun problema, ho selezionato per te alcune valide alternative che reputo altrettanto originali e divertenti.

  • Anyface (Android) — questa app permette di applicare in maniera alquanto semplice diverse tipologie di animazioni del volto e dispone di alcune simpatiche funzioni per impostare il tono della voce o aggiungere filtri ed effetti. Di base è gratuita, ma è possibile sbloccare alcune feature e contenuti aggiuntivi attivando un abbonamento annuale da 64,99 euro/anno.
  • Mimic (Android/iOS) — divertente applicazione gratuita per trasformare i propri selfie in video bizzarri e divertenti. È possibile accedere ad alcune funzioni aggiuntive e contenuti extra attivando un abbonamento con costi a partire da 5,49 euro alla settimana.
  • Reface (Android/iOS) — si tratta di un popolare applicazione che consente di sostituire il volto di un personaggio famoso all'interno di un breve video con una propria immagine. È gratuita con inserimenti pubblicitari, ma è possibile rimuoverli sottoscrivendo un abbonamento PRO con costi a partire da 7,49 euro/settimana.
  • VidAvatar (Android/iOS/iPadOS) — se sei alla ricerca di ulteriori contenuti in grado di rendere le tue animazioni ancora più originali, nel catalogo di questa app potrai trovare diversi spunti particolarmente simpatici, disponibili anche nella modalità gratuita. Per rimuovere gli annunci e il watermark, invece, occorre attivare la versione a pagamento, con costi a partire da 2,59 euro a settimana.
  • MyHeritage (online) — questa soluzione, disponibile solo online collegandosi al sito che ti ho appena linkato, permette di animare in maniera sorprendente qualunque primo piano, ma è particolarmente orientata all'elaborazione foto di famiglia più “datate”. È sufficiente disporre di un account Google o Facebook o eseguire una registrazione standard tramite indirizzo email per accedere alle sue funzionalità.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.