Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come cambiare velocità ventole

di

Da un po’ di tempo a questa parte, le ventole del tuo computer sono rumorose anche quando il sistema non sta compiendo operazioni particolarmente faticose. Desideroso di trovare una soluzione, ti sei quindi precipitato sul Web alla ricerca di qualche dritta su come cambiare la velocità delle ventole e sei finito qui, su questo mio tutorial.

Come dici? Le cose stanno esattamente in questo modo e vorresti allora sapere se posso esserti d’aiuto o meno? Ma certo che sì, ci mancherebbe altro! Se mi dedichi qualche minuto del tuo tempo libero, posso infatti fornirti tutte le indicazioni sul da farsi di cui hai bisogno. Prima di entrare nel vivo dell’argomento, però, sarà mia premura metterti in guardia dagli eventuali rischi che possono derivare dalla messa in atto di tale pratica e provvederò anche a consigliarti eventuali soluzioni alternative utili per evitare che il tuo PC si scaldi troppo (e, dunque, metta troppo spesso in funzione le ventole).

Allora? Sei pronto? Sì? Grandioso. Suggerisco di non temporeggiare oltre e di cominciare subito a darci da fare. Per cui, posizionati bello comodo dinanzi il tuo fido computer e inizia a concentrarti sulle informazioni che trovi proprio qui di seguito. Spero vivamente che, alla fine, tu possa ritenerti ben contento e soddisfatto di quanto appreso.

Indice

Informazioni preliminari

Ventola PC

Come ti dicevo a inizio guida, prima di spiegarti com’è possibile cambiare la velocità delle ventole del computer, è mio dovere metterti in guardia dalle eventuali difficoltà che possono derivare dalla messa in pratica di una procedura simile.

Per quanto possa essere utile in determinate circostanze, la regolazione della velocità delle ventole potrebbe infatti causare seri danni ai componenti interni del computer, in special modo se non si sa bene dove mettere le mani! Diminuire troppo la velocità delle ventole, infatti, può portare a un surriscaldamento del processore e quindi a un suo potenziale danneggiamento.

In virtù di ciò, ti suggerisco di fare tutte le valutazioni del caso prima di procedere all’attuazione delle pratiche descritte nelle righe successive e, soprattutto, di provare preventivamente a raffreddare il tuo computer in maniera differente. In special modo, ti consiglio di provare a rimuovere l’eventuale polvere e sporcizia che, con l’andar del tempo, si accumula sulle ventole e che può essere causa di surriscaldamenti e spegnimenti improvvisi del computer. Per maggiori approfondimenti sul da farsi, fa’ riferimento alle mie guide su come raffreddare il PC e come raffreddare il notebook.

Nel caso specifico dei laptop, inoltre, puoi provare a fronteggiare un eccessivo uso delle ventole acquistando una base di raffreddamento, come quella che puoi trovare nella maggior parte dei negozi di elettronica, sia fisici che online. Il loro prezzo è di solito abbastanza contenuto e si aggira sui 20 euro.

Ewent EW1258 Supporto con Sistema di Raffreddamento per Notebook, MacB...
Vedi offerta su Amazon
TECKNET Base Raffreddamento Laptop, Notebook Cooler Portatile per 12"-...
Vedi offerta su Amazon
Cooler Master NotePal U2 PLUS Base di raffreddamento per PC portatili ...
Vedi offerta su Amazon
Targus AWE55EU Base Raffreddante con Doppia Ventola Comfort, Nero/Grig...
Vedi offerta su Amazon

Considera comunque che, se le ventole del tuo PC sono eccessivamente rumorose, un motivo dev’esserci. Se non si tratta di un problema momentaneo, dunque, non limitarti a seguire le istruzioni contenute in questo mio tutorial: chiama un tecnico e fai controllare bene il computer, perché potrebbero esserci problemi seri.

Come cambiare velocità ventole PC

Hai provato a seguire le indicazioni che ti ho fornito nelle righe precedenti ma il tuo computer non riesce a dissipare in maniera corretta il calore. Vorresti, dunque, sapere in che modo cambiare la velocità delle ventole sul tuo computer? Se hai un PC Windows, ecco tutte le operazioni che devi compiere. Ti anticipo già che la cosa è fattibile intervenendo dal BIOS o dall’UEFI oppure ricorrendo all’uso di appositi programmi.

Come cambiare velocità ventole dal BIOS o dall’UEFI

Interfaccia UEFI

Il primo sistema che ti suggerisco di prendere in considerazione, per cambiare la velocità delle ventole del PC, è quello di sfruttare le impostazioni apposite che trovi nel BIOS o nell’UEFI del tuo computer. Se non sai di che cosa sto parlando, il BIOS (acronimo di “Basic Input-Output System”) è un software che risiede in un chip posizionato sulla scheda madre del PC, che contiene tutte le istruzioni per avviare il sistema operativo e per mettere in comunicazione l’hardware con il software.

L’UEFI (acronimo di “Unified Extensible Firmware Interface”) è un’evoluzione del classico BIOS che ha un’interfaccia grafica, presenta il supporto per mouse e touch-screen e dispone di alcune funzioni di sicurezza avanzate. Di solito, lo si trova sui PC di recente generazione, quelli equipaggiati con Windows 10 e Windows 8.x.

Ciò detto, per poter regolare la velocità delle ventole dal BIOS o dall’UEFI, devi in primo luogo accedere a quest’ultimo: per riuscirci, nel caso del BIOS, ti basta riavviare il computer (o accenderlo, se è spento) e, appena compare la schermata di accensione, premere ripetutamente il tasto per accedere al setup, che in genere corrisponde a F2, F10 o Canc (dovresti trovarlo indicato in uno degli angoli della schermata iniziale del computer, con un messaggio del tipo press F2 to enter setup).

Per accedere all’UEFI, invece, procedi nel seguente modo, a seconda del sistema operativo in uso sul tuo computer.

  • Windows 10 – clicca sul pulsante Start (quello con la bandierina di Windows) sulla barra delle applicazioni, seleziona l’icona delle Impostazioni (quella con l’ingranaggio) nel menu che si apre, clicca sull’icona Aggiornamento e sicurezza nella finestra che compare, seleziona la voce Ripristino dalla barra laterale di sinistra e premi sul bottone Riavvia ora posto sotto la voce Avvio avanzato. Seleziona poi la dicitura Risoluzione dei problemi, quella Opzioni avanzate e, infine, clicca sulla voce Impostazioni firmware UEFI. Dopodiché premi sul pulsante Riavvia e aspetta che il computer venga riavviato.
  • Windows 8.1 – clicca sul pulsante Start (quello con la bandierina di Windows) sulla barra delle applicazioni, digita il termine “impostazioni” nel campo di ricerca annesso alla Start Screen e seleziona l’icona di Impostazioni PC dai suggerimenti visualizzati. Nella schermata che si apre, seleziona la voce Aggiorna e ripristina dalla barra laterale di sinistra, clicca sul pulsante Riavvia ora posto sotto la dicitura Avvio avanzato e, al riavvio del computer, clicca sulle voci Risoluzione dei problemi e Opzioni avanzate, quindi sulla dicitura Impostazioni firmware UEFI e, per concludere, sulla voce Riavvia.

Ora che visualizzi il menu di configurazione del BIOS o dell’UEFI, per individuare la sezione tramite cui poter regolare la velocità delle ventole devi andare un po’ per tentativi. Purtroppo l’interfaccia del menu differisce a seconda del produttore di tuo interesse del computer, per cui non posso essere molto preciso al riguardo. Ad ogni modo, tu cerca di individuare le voci relative a monitor, performance, overclocking o manutenzione, accedi alla relativa sezione e cerca di trovare eventuali riferimenti al controllo delle ventole.

Se la cosa può esserti d’aiuto, qui di seguito trovi i link alle sezioni dedicate al supporto e all’assistenza dei siti Web dei principali produttori di computer, tramite le quali puoi reperire maggiori informazioni, sotto forma di FAQ, scaricando il manuale utente del PC oppure richiedendo aiuto diretto su come individuare la sezione corretta del BIOS o dell’UEFI per regolare la velocità delle ventole.

Una volta apportate tutte le modifiche del caso, se stai usando il BIOS, per salvarle e riprendere a utilizzare normalmente il computer, premi il tasto Esc della tastiera del PC, dopodiché evidenzia la voce Sì/Yes nel messaggio relativo al salvataggio delle impostazioni che compare al centro dello schermo e schiaccia il tasto Invio.

Nel caso dell’UEFI, invece, recati nella scheda Save & Exit/Salva & Esci, scegli l’opzione Save Changes & Exit/Salva le Modifiche ed Esci e seleziona Sì/Yes in risposta all’avviso che compare sullo schermo. Per maggiori dettagli riguardo alcune delle pratiche descritte in questo passo, ti invito a fare riferimento alla mia guida su come entrare nel BIOS.

Come cambiare velocità ventole con SpeedFan

SpeedFan

Se, per cambiare la velocità delle ventole, preferisci rivolgerti a un programma apposito, il miglior suggerimento che posso darti è quello di rivolgerti a SpeedFan: si tratta di un software gratuito e funzionante su tutti i sistemi operativi Windows che permette di monitorare le temperature interne del PC e di regolare la velocità delle ventole.

Per effettuarne il download sul tuo computer, collegati al sito Internet del programma e clicca sul collegamento SpeedFan x.xx che si trova al centro, in corrispondenza della sezione Download.

A scaricamento completato, apri, facendo doppio clic su di esso, il file .exe ottenuto e, nella finestra che ti viene mostrata sullo schermo, fai clic sui pulsanti , I Agree, Next e Install. Premi poi sul bottone Close, in modo tale da portare a termine il setup.

Adesso, avvia SpeedFan tramite la sua icona presente sul desktop oppure selezionando il collegamento che è stato aggiunto al menu Start e, nella finestra che vedi comparire sullo schermo, clicca sul bottone  e su quello Close, per accedere all’interfaccia principale del programma.

A questo punto, ti ritroverai al cospetto di un elenco di tutti i componenti del computer (GPU, Hard Disk, Processori, ecc.) con le relative temperature accanto. Per intervenire sulla velocità delle ventole, devi mettere il segno di spunta sulla casella posta in corrispondenza della voce Automatic fan speed e aspettare che il software svolga il suo lavoro.

Entro qualche minuto, dovresti notare una diminuzione della rumorosità delle ventole e una stabilizzazione delle temperature su livelli accettabili. Qualora così non fosse, puoi regolare manualmente le percentuali di utilizzo delle varie ventole usando i campi Speed01Speed02 ecc. che si trovano in basso a sinistra (i nomi dei campi potrebbero essere diversi sul tuo PC, in ogni caso i valori da modificare sono quelli in basso a sinistra).

Se poi te la senti di configurare SpeedFan in maniera ancora più approfondita, clicca sul pulsante Configure che si trova in alto a destra ed entrerai nel pannello con le impostazioni avanzate del programma.

Nella finestra che ti verrà mostrata, potrai associare la temperatura da far raggiungere a un determinato componente del PC alla velocità che vuoi far assumere alla ventola. Per compiere quest’operazione, espandi la voce del componente che vuoi associare a una velocità della ventola (es. Temp1 per la CPU) e metti il segno di spunta accanto alla voce Speed01, Speed02 o Speed03.

Dopodiché recati nella scheda Speeds, seleziona la velocità che hai associato al componente selezionato in precedenza (es. Speed01) e imposta nei campi in fondo alla finestra le velocità minime (Minimum value) e massime (Maximum value) a cui le ventole devono girare (più alto è il valore e più le ventole fanno rumore). L’operazione va ripetuta per tutti i componenti e le velocità che si desiderano modificare.

Come cambiare velocità ventole Mac

smcFanControl

Se stai usando un Mac, per cambiare la velocità delle ventole, puoi avvalerti di un’applicazione denominata smcFanControl, una delle poche disponibili su piazza che risulta essere effettivamente funzionante. È gratuita, leggera e dall’interfaccia utente abbastanza chiara. Non viene aggiornata da un po’ di tempo, ma continua a funzionare senza problemi anche sulle più recenti versioni di macOS.

Per potertene servire, effettuane il download sul tuo Mac collegandoti al sito Internet dell’applicazione e facendo clic sul collegamento Download.

A scaricamento ultimato, estrai l’archivio ZIP ottenuto in una posizione a piacere di macOS, apri la cartella contenuta al suo interno e trascina l’icona di smcFanControl nella cartella Applicazioni del computer. In seguito, fai clic destro su di essa e seleziona la voce Apri, in modo tale da avviare il programma andando però ad aggirare le limitazioni che Apple applica verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va effettuata solo al primo avvio).

Nella finestra che a questo punto vedi comparire sullo schermo, digita la password del tuo account utente e clicca sul bottone Continue. Una volta fatto ciò, ti saranno mostrate temperatura e velocità attuale delle ventole nel menu di stato, nella parte in alto a destra dello schermo.

Per aggiungere dei profili in base ai quali impostare la velocità della ventole, clicca sull’icona del programma nella parte in alto a destra dello schermo, seleziona la voce Preferences dal menu che compare, regola la velocità delle ventole spostando l’apposito cursore sulla barra posta sotto la voce min. Speed e premi sul pulsante [+]. Assegna quindi un nome al profilo creato digitandolo nel campo apposito e fai clic sul bottone Save per due volte.

Quando lo riterrai opportuno, potrai selezionare il profilo appena creato e, dunque, regolare diversamente la velocità delle ventole selezionando l’icona di smcFanControl nel menu di stato di macOS, poi la voce Active Settings dal menu che compare e il nome del profilo di tuo interesse.

Per completezza d’informazione, ti segnalo che, dalla medesima finestra mediante cui puoi creare un nuovo profilo per regolare la velocità delle ventole, puoi anche definire altre impostazioni relative all’uso del programma. Ad esempio, puoi scegliere se avviare l’applicazione all’avvio di macOS, l’icona da visualizzare nell’area di sistema ecc.