Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come capire se un iPhone è originale

di

Stai valutando l’acquisto di un nuovo iPhone, ne hai trovato uno a un prezzo scontatissimo ma, proprio per questo, ti è sorto il dubbio che possa trattarsi di un dispositivo non originale. Di conseguenza, prima di procedere con l’eventuale finalizzazione dell’acquisto, vorresti sapere se esiste un modo per fugare i tuoi dubbi a riguardo.

Come dici? La situazione è precisamente questa e ti piacerebbe che ti dessi una mano sul da farsi? Sono a tua completa disposizione, ci mancherebbe altro! Pensa, era proprio quello che intendevo fare oggi con questo mio tutorial. Se mi dedichi qualche minuto del tuo prezioso tempo libero, posso quindi indicarti come capire se un iPhone è originale o meno. Ti assicuro che, al contrario delle apparenze e al di là di quel che tu possa pensare, non è difficile.

Allora? Cosa ci fai ancora li impalato? Posizionati bello comodo e inizia subito a concentrarti sulla lettura di tutto quanto riportato qui di seguito. Spero vivamente che alla fine tu possa ritenerti ben contento e sodisfatto di quanto appreso e che, ovviamente, il “melafonino” in sconto non nasconda brutte sorprese.

Indice

Controllare le indicazioni di Apple

iPhone originale

Il metodo migliore che hai per controllare se tutti i componenti del tuo iPhone sono originali o meno, è passare per l’apposita funzionalità implementata da Apple.

Infatti, devi sapere che, a partire da iOS 15.2, o possessori di determinati modelli di iPhone hanno a disposizione la possibilità di dare un’occhiata alla genuinità dei componenti.

Mi spiego meglio: se disponi di un iPhone XS, XS Max, XR o successivi (iPhone SE di seconda generazione incluso), è possibile ottenere informazioni in merito alla batteria, ovvero se quest’ultima è stata sostituita oppure no. Nel caso dei dispositivi appartenenti alla gamma iPhone 11 o successive, inoltre, c’è la possibilità di ottenere questo tipo di indicazione anche per quel che concerne lo schermo. Infine, per quel che riguarda le serie iPhone 12 e iPhone 13, si aggiungono le informazioni relative alla fotocamera.

In parole povere, se disponi di un iPhone tutto sommato recente, puoi dare un’occhiata a quanto è stato effettuato nel corso delle eventuali riparazioni legate allo smartphone, in modo da comprendere se sono stati implementati al suo interno componenti non originali. L’obiettivo di Apple è infatti quello di evitare che vengano utilizzate parti non genuine per risparmiare, “rifilandole” al cliente come originali.

Componenti iPhone

Inoltre, questo metodo può risultare utile anche nel caso dell’acquisto di un dispositivo di seconda mano, in modo da verificare che non siano state messe le mani su quest’ultimo in modo anomalo. Certo, per il momento la funzionalità è un po’ limitata, dato che solamente le serie più recenti possono mostrare indicazioni riguardanti batteria, display e fotocamera, ma sicuramente si può trattare di un ottimo metodo per comprendere se il proprio iPhone è originale o meno.

In questo contesto, per trovare le informazioni indicate, ti basta recarti nelle Impostazioni dell’iPhone (mediante l’apposita icona dell’ingranaggio presente nella schermata Home) e selezionare prima la voce Generali e successivamente quella Info. In questo modo, se in passato sono state effettuare riparazioni relative al tuo dispositivo, noterai la presenza della sezione dedicata alla cosiddetta cronologia dell’assistenza.

In caso di anomalie, noterai la presenza del simbolo del punto esclamativo e il sistema ti indicherà se il componente coinvolto è stato sostituito con una parte non originale, se ciò che è stato montato sul tuo dispositivo è già stato utilizzato in passato su un altro iPhone e se il componente magari non funziona come previsto. Devi infatti sapere che le parti non originali possono creare problemi con lo smartphone, in quanto non soddisfano gli standard di qualità e prestazioni di Apple. In ogni caso, se tutto è stato svolto come previsto, noterai la presenza dell’indicazione Parte Apple originale.

Per il resto, se disponi di uno dei modelli citati in precedenza e anche dopo aver aggiornato l’iPhone all’ultima versione di iOS non vedi alcuna informazione in merito all’originalità dei componenti, significa che il tuo dispositivo non è mai stato al centro di sostituzioni relativamente alle parti coinvolte. In parole povere, a meno di sorprese che potresti riscontrare seguendo le indicazioni presenti più avanti nel corso della guida, ci sono ottime probabilità che il tuo iPhone sia completamente originale se non visualizzi nulla.

Indicazione iOS Schermo non originale

Per completezza d’informazione, devi inoltre sapere che in realtà anche le versioni del software precedenti a iOS 15.2 possono indicare se un componente sostituivo è originale o meno. Tuttavia, in questo caso le informazioni sono molto più generiche. Infatti, viene semplicemente esplicitato se una parte è sconosciuta. Ad esempio, in alcuni casi potrebbe comparire a schermo un pop-up che contiene un Messaggio importante sullo schermo. Per maggiori informazioni in merito a questa possibilità, potresti voler dare un’occhiata alle linee guida ufficiali di Apple.

In ogni caso, la mossa di Apple è stata sicuramente pensata anche con un occhio di riguardo per il mondo delle riparazioni fai da te. Infatti, a novembre 2021 è stato annunciato il programma Self Service Repair, che consentirà agli utenti più esperti di mettere mano al proprio iPhone in modo autonomo, accedendo a strumenti e parti originali (per i meno esperti, però, è sempre consigliato in un Centro Assistenza Autorizzato Apple o comunque a tecnici certificati). I primi dispositivi che rientrano nel programma sono quelli della gamma iPhone 12 e iPhone 13. Insomma, in linea generale la funzionalità introdotta con iOS 15.2 mira a garantire agli utenti una maggiore consapevolezza in merito ai componenti del proprio iPhone.

Verificare le caratteristiche estetiche e tecniche

iPhone buio

Se dopo aver seguito le indicazioni presenti nel capitolo precedente hai ancora bisogno di ulteriori indicazioni su come capire se un iPhone è originale oppure no, magari perché disponi di un iPhone datato che non rientra nella funzionalità introdotta a partire da iOS 15.2 oppure semplicemente perché vuoi maggiori informazioni, potresti pensare di controllare le caratteristiche estetiche e tecniche. Infatti, sebbene, purtroppo, in circolazione vi siano iPhone contraffatti in grado di rispecchiare in pieno design e funzioni di un iPhone vero e proprio, occorre comunque prestare attenzione ad alcuni specifici dettagli che, in caso di dispositivo non originale, potrebbero differire. Di seguito puoi trovare una lista di alcune caratteristiche importanti.

  • Logo: un iPhone originale presenta, sul retro, il logo Apple (quello con la classica mela morsicata) perfettamente centrato e non in rilievo
  • Pulsanti: uno smartphone Apple originale presenta il pulsante Home (sino ai modelli 8 e 8 Plus, su iPhone X e versioni successive è assente) collocato esattamente in basso al centro sulla parte frontale del dispositivo, il pulsante di accensione in alto o sul lato destro e quelli per la regolazione del volume sul lato sinistro. Salvo danni al dispositivo, tutti i tasti devono risultare perfettamente funzionali e la loro pressione deve essere agevole.
  • Sistema operativo: il sistema operativo originale installato su tutti gli iPhone è iOS. Un iPhone non originale sarà inevitabilmente equipaggiato con una piattaforma differente ma camuffata a regola d’arte, molto probabilmente Android che, come noto, può essere personalizzato nell’interfaccia. Sebbene a prima vista possa risultare il contrario, è comunque abbastanza semplice rendersi conto della cosa: le icone di alcun app potrebbero presentare delle differenze da quelle originali (magari risultando sgranate) e i menu delle impostazioni potrebbero non rispecchiare l’interfaccia e le opzioni reali, senza contare l’eventuale presenza di errori nella traduzione e scritte incomplete. Inoltre, l’OS, in generale, potrebbe risultare poco fluido.
  • Forma e colori: la forma e le colorazioni di un iPhone originale devono essere le stesse di quelle riportate, in forma scritta e mediante immagini, da Apple sul suo sito Web ufficiale. Inoltre, la parte posteriore della scocca di un iPhone non è rimovibile (dall’utente) su nessun modello. Un presunto iPhone sprovvisto di tale caratteristica è senza ombra di dubbio un dispositivo “farlocco”.

Capire se un iPhone è originale

Per approfondimenti in merito a quelle che sono le caratteristiche estetiche degli iPhone e per un raffronto accurato, modello per modello, ti rimando alla lettura del mio tutorial su come vedere il modello di iPhone, nonché all’apposita pagina Web resa disponibile dalla stessa Apple sul suo portale ufficiale.

Ti suggerisco altresì di soffermarti sui materiali costruttivi usati, che nel caso di un iPhone falso risulteranno differenti e di gran lunga più scadenti rispetto a quelli impiegati da Apple, così come sulla confezione di vendita del dispositivo, che per quanto possa risultare simile all’originale dovrebbe comunque presentare delle differenze in termini di immagini, scritte e/o loghi. Inoltre, potrebbero esserci varie imperfezioni.

Verificare l’IMEI

Reperire IMEI iPhone

Fattore forma e specifiche tecniche a parte, per capire se un iPhone è originale puoi anche affidarti alla verifica del codice IMEI del dispositivo di riferimento. Nel caso in cui non ne fossi a conoscenza, l’IMEI (acronimo di International Mobile Equipment Identity) è un codice composto da 15 cifre che permette di identificare in maniera univoca i telefoni cellulari e può essere utile anche per scoprire se un determinato device è stato bloccato in seguito alla denuncia di un furto.

Per effettuare il controllo in questione, hai in primo luogo bisogno di reperire il codice IMEI. Come si fa? Puoi riuscirci in vari modi, qui di seguito trovi spiegati quali. Ovviamente, se l’iPhone di cui vuoi conoscere l’IMEI non è ancora in tuo possesso, dovrai chiedere direttamente al venditore o comunque alla persona che intende cedertelo di fornirti tale dettaglio.

  • Mediante le impostazioni di iOS: fai tap sull’icona delle Impostazioni (quella con l’ingranaggio) che si trova nella schermata Home, premi poi sulla dicitura Generali e in seguito sulla voce Info. Il codice IMEI è quello che trovi nella nuova schermata visualizzata, in corrispondenza della dicitura IMEI.
  • Mediante il dialer: accedi al dialer (il tastierino numerico) dell’iPhone pigiando sull’icona con la cornetta verde presente nella schermata Home, pigia sulla voce Tastierino in basso a destra e digita il codice *#06# (senza avviare la telefonata). Fatto ciò, vedrai comparire automaticamente il codice IMEI sullo schermo del dispositivo.
  • Mediante la confezione di vendita: puoi reperire il codice IMEI dell’iPhone anche dando un’occhiata la confezione di vendita del dispositivo. Solitamente è posto sul retro, in un’etichetta apposita e contrassegnato dalla dicitura IMEI/MEID.

Insomma, i metodi per ottenere questo tipo di informazione non mancano di certo e per qualsiasi dubbio puoi fare riferimento alla mia guida su come controllare l’IMEI dell’iPhone, in cui sono sceso maggiormente nel dettaglio della questione.

Come verificare IMEI iPhone

Dopo aver reperito l’IMEI, puoi verificare la validità di quest’ultimo e scoprire se si tratta di un iPhone originale o meno sfruttando il servizio per la verifica della copertura Apple, che indica esattamente a quale modello di iPhone fa riferimento il codice, se la data di acquisto è valida, se il dispositivo consente di usufruire del supporto tecnico e se è coperto per operazioni di riparazioni e assistenza.

Per servirtene, collegati al portale ufficiale di Apple, immetti il codice IMEI nel campo sottostante la voce Inserisci il numero di serie, digita il codice di sicurezza raffigurato nell’immagine nel campo più in basso e fai clic sul tasto Continua. Perfetto: nella pagina che comparirà a schermo, troverai le informazioni di cui hai bisogno. Da notare che se il codice fa riferimento a un clone, molto probabilmente vedrai comparire un messaggio di errore.

Altre operazioni utili

Come segnalare un iPhone rubato

Oltre ai metodi già descritti, puoi verificare la genuinità di un iPhone e del relativo venditore provando ad affidarti ad alcuni servizi di terze parti. Questi ultimi possono far comodo anche per scoprire se si tratta di un dispositivo rubato.

  • Verificare l’affidabilità del negozio o del venditore: se stai per acquistare un iPhone da un negozio online con cui non hai mai avuto a che fare, puoi sincerarti dell’affidabilità di quest’ultimo, così magari da scoprire in maniera indiretta se lo smartphone può essere contraffatto o meno, cercando su TrustPilot le recensioni relative, per l’appunto, allo store di riferimento. Il portale, infatti, raccoglie le opinioni degli utenti su tantissimi siti Web sia italiani che internazionali. Per visualizzare le varie opinioni, non devi far altro che collegarti alla pagina principale di Trustpilot, digitare l’indirizzo del portale da verificare nella barra di ricerca collocata al centro della pagina e selezionare uno dei suggerimenti che compaiono in automatico. Puoi trovare ulteriori indicazioni utili riguardo il funzionamento di TrustPilot e l’affidabilità dei siti Web in generale nella mia guida su come riconoscere un sito falso.
  • Verificare se un iPhone è rubato: se hai il dubbio che l’iPhone in tuo possesso o che stai per acquistare possa risultare un dispositivo rubato, puoi affidarti al servizio iPhoneRubato che, come intuibile dal nome stesso, può essere utile per scoprire se l’iPhone posseduto o che si ha intenzione di acquistare è di dubbia provenienza o meno. Il portale, infatti, offre un database online all’interno del quale gli utenti possono segnalare i codici identificativi dei dispositivi Apple che sono stati smarriti. Per usarlo, collegati alla home page di iPhoneRubato, digita il codice IMEI o il numero di serie (per identificarlo, puoi fare riferimento a quanto indicato nel capitolo precedente o alle linee guida ufficiali di Apple) nel campo posto al centro e avvia la ricerca per risalire a eventuali corrispondenze. Per maggiori informazioni, ti rimando alla lettura del mio tutorial su come verificare se un iPhone è rubato.

Contattare Apple

Come contattare Apple

Come dici? Hai ancora qualche dubbio in merito alla questione? In questo caso, se hai bisogno di ulteriore supporto nel riuscire, ad esempio, a identificare il codice IMEI, la garanzia del dispositivo o comunque sia se desideri ricevere altri aiuti per capire se un iPhone è originale oppure no, il suggerimento non può che essere quello di metterti in contatto diretto con Apple per ottenere tutto l’aiuto di cui hai bisogno.

A seconda di quelli che sono i mezzi in tuo possesso e le tue esigenze e preferenze personali, puoi contattare l’assistenza clienti di Apple in diversi modi: mediante telefono, tramite Web, mediante l’app per il supporto Apple oppure attraverso Twitter. Puoi anche recarti di persona presso uno dei tanti Apple Store presenti sul territorio italiano e internazionale e interfacciarti con tecnici e addetti alle vendite. Per scoprire come procedere in tutti i casi, ti rimando alla lettura della mia guida dedicata in maniera specifica a come contattare Apple.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.