Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come scaricare iOS 15

di

Il 20 settembre 2021 Apple ha rilasciato iOS 15, la nuova major release del sistema operativo per iPhone, e tu, dopo essere venuto a conoscenza della cosa, hai prontamente deciso di aggiornare il tuo “melafonino”. Di conseguenza, ti sei precipitato in Rete alla ricerca di utili indicazioni al riguardo e sei finito qui, su questo mio tutorial dedicato all’argomento.

Come dici? La situazione è precisamente questa e, dunque, ti piacerebbe capire se posso esserti effettivamente d’aiuto o meno? Ma certo che sì, non temere. Se mi dedichi un po’ del tuo preziosissimo tempo posso infatti fornirti tutte le istruzioni di cui hai bisogno su come scaricare iOS 15 sul tuo iPhone. Ma non finisce qui! Sarà mia premura indicarti anche quali sono le principali novità del sistema operativo e come poterle usare. Alla fine, dovresti avere un quadro piuttosto completo della situazione.

Allora? Che ne diresti di mettere le chiacchiere da parte e di passare all’azione? Sì? Grandioso! Posizionati bello comodo, prendi il tuo smartphone a marchio Apple e procedi pure nella lettura. A me non resta che farti un grandissimo in bocca al lupo!

Indice

Requisiti per installare iOS 15

Compatibilità iOS 15

Prima di entrare nel vivo del tutorial, andandoti a spiegare quali sono le operazioni pratiche che devi compiere per scaricare iOS 15, devi assicurarti di essere effettivamente in grado di poter compiere la suddetta operazione.

Devi verificare, infatti, che il tuo dispositivo disponga dei requisiti minimi richiesti per procedere con l’installazione della nuova versione del sistema operativo mobile di casa Apple. Qui di seguito, dunque, trovi elencati tutti i device compatibili con iOS 15.

iPhone

  • iPhone 13
  • iPhone 13 mini
  • iPhone 13 Pro
  • iPhone 13 Pro Max
  • iPhone 12
  • iPhone 12 mini
  • iPhone 12 Pro
  • iPhone 12 Pro Max
  • iPhone 11
  • iPhone 11 Pro
  • iPhone 11 Pro Max
  • iPhone Xs
  • iPhone Xs Max
  • iPhone Xr
  • iPhone X
  • iPhone 8
  • iPhone 8 Plus
  • iPhone 7
  • iPhone 7 Plus
  • iPhone 6s
  • iPhone 6s Plus
  • iPhone SE (1ª generazione)
  • iPhone SE (2ª generazione)

iPod touch

  • iPod touch (7ª generazione)

Dopo esserti assicurato che il tuo iPhone è effettivamente compatibile con iOS 15, collega il dispositivo a Internet tramite Wi-Fi (il download dell’aggiornamento non può essere effettuato con la connessione dati), sincerandoti di avere a tua disposizione una connessione sufficientemente veloce e stabile. Per ulteriori dettagli, fa’ riferimento alla mia guida incentrata specificamente su come connettere iPhone a Internet.

Per eseguire l’aggiornamento è altresì indispensabile che il dispositivo su cui verrà scaricato risulti abbastanza carico, ovvero che abbia un livello di carica pari o superiore al 50% e che sulla memoria interna dello stesso ci siano almeno 4 GB di spazio libero. Per approfondimenti, consulta i miei tutorial su come caricare iPhone e come liberare spazio su iPhone.

Per completezza d’informazione, ti segnalo pure che a partire dal 2019 Apple ha deciso di separare il sistema operativo dell’iPhone (e dell’iPod Touch), che è iOS, da quello per l’iPad, che è iPadOS. In questa guida io ho scelto di concentrarmi solo su iOS. Per quel che concerne il sistema operativo per iPad, se ti interessa, puoi consultare la mia guida su come installare iPadOS e la sezione ad esso dedicata sul sito Internet di Apple.

Operazioni preliminari

Backup iPhone

Ora che ti sei assicurato che il tuo iPhone è compatibile con iOS 15, ci sono alcune operazioni preliminari che devi effettuare, per fare in modo che tutto vada per il giusto verso. Eccole.

  • Backup dell’iPhone su iCloud — fai tap sull’icona delle Impostazioni (quella a forma di ruota d’ingranaggio) che trovi nella home screen e/o nella Libreria app di iOS, fai tap sul tuo nome situato in alto e sulle voci iCloud e Backup iCloud. In seguito, sfiora la dicitura Esegui backup adesso. Se vuoi, puoi anche configurare l’esecuzione automatica del backup, spostando su ON l’interruttore accanto alla voce Backup iCloud. Per approfondimenti, consulta la mia guida su come eseguire il backup di iPhone.
  • Backup dell’iPhone sul computer — collega l’iPhone al computer usando il relativo cavo di ricarica, apri iTunes (su macOS macOS 10.14 Mojave o versioni precedenti e su Windows, su cui va prima scaricato e installato) oppure il Finder (su macOS 10.15 Mojave o versioni successive), fai clic sull’icona dell’iPhone presente a sinistra e premi sul pulsante Effettua backup adesso. Per saperne di più, leggi la mia guida su come eseguire il backup di iPhone.
  • Salvare foto e video sul computer — collega l’iPhone al computer usando il relativo cavo di ricarica e attieniti alle istruzioni che ti ho fornito nella mia guida su come scaricare foto da iPhone.
  • Aggiornare iTunes o il software per il Finder — se stai usando Windows, apri il software Apple Software Update e, se disponibile, effettua l’aggiornamento da lì. Se stai utilizzando macOS High Sierra 10.13 o versioni precedenti, apri il Mac App Store, fai clic sulla voce Aggiornamenti e, se necessario, premi sul pulsante Aggiorna. Se stai usando macOS 10.15 Mojave o versioni successive, dopo aver collegato l’iPhone al computer tramite il relativo cavo di ricarica, se è disponibile un aggiornamento per il software necessario per il collegamento comparirà un avviso indicante la cosa e potrai procedere con l’update facendo clic sul pulsante Installa. Per ulteriori dettagli, puoi consultare il mio articolo su come aggiornare iTunes.

Scaricare e installare iOS 15

A questo punto, direi che sei finalmente pronto per passare all’azione e, dunque, per scaricare e installare iOS 15.

Puoi riuscirci in due diversi modi: agendo direttamente da iOS (che è il sistema standard, oltre che quello maggiormente consigliato) oppure da computer (che è la procedura considerata come alternativa), effettuando da lì l’installazione sul dispositivo e procedendo anche a eventuale ripristino completo dello stesso (un’installazione pulita, insomma). Trovi spiegato tutto qui sotto.

Procedura standard

Download iOS 15

Il primo sistema per scaricare iOS 15 e gli aggiornamenti su iPhone in generale consiste nell’andare ad agire direttamente dal dispositivo. Si parla, infatti, di aggiornamento OTA, cioè over the air.

Per fare ciò, accedi alla home screen e/o alla Libreria app dell’iPhone e premi sull’icona delle Impostazioni (quella a forma di ruota d’ingranaggio). Nella schermata che a questo punto ti viene mostrata, fai tap prima sulla voce Generali e poi su quella Aggiornamento Software, dopodiché comparirà un avviso indicate se l’aggiornamento è disponibile o meno.

Quando il tuo iPhone individua la disponibilità dell’aggiornamento, procedi con il download e l’installazione, premendo sulla voce Scarica e installa situata in basso, immettendo il codice di sblocco del dispositivo e facendo tap sulle voci Accetta e Accetta e installa.

Dopo aver compiuto i passaggi di cui sopra, verrà avviato il download dell’aggiornamento. Attendi che la procedura giunga al termine, tenendo però presente che potrebbe volerci un bel po’ di tempo, considerando che iOS 15 pesa oltre 3 GB.

A download ultimato, se vuoi procedere subito con l’installazione di iOS 15 fai tap sul bottone Installa ora, mentre se vuoi effettuare l’installazione in un secondo momento fai tap sulla dicitura Installa dopo (se hai abilitato l’installazione automatica degli aggiornamenti, ti verrà chiesto anche di digitare il codice di sblocco del dispositivo e verrà fatto un tentativo d’installazione durante la notte, se l’iPhone è in carica, connesso al Wi-Fi e dispone di autonomia sufficiente).

Una volta avviata la procedura per l’installazione di iOS 15, l’iPhone si riavvierà automaticamente più volte e impiegherà circa 15 minuti per completare il tutto. Sul display vedrai comparire una barra tramite cui potrai tenere traccia dello stato d’avanzamento della procedura.

Completata la procedura d’installazione, l’iPhone si accenderà come al solito e ti verrà chiesto di sbloccare il dispositivo immettendo il codice, dopodiché dovrai premere sul pulsante per procedere oltre e accettare i termini e le condizioni di Apple e dovrai seguire le indicazioni sul display mediante cui ti verrà presentato il nuovo sistema operativo e tramite il quale potrai configurare alcune funzionalità dello stesso. Dopo aver fatto tutto, troverai i tuoi dati, le tue app e le tue impostazioni esattamente come li avevi lasciati.

Procedura alternativa

Finder gestione iPhone

Se preferisci scaricare iOS 15 agendo da computer, usando iTunes oppure il Finder (a seconda del sistema operativo che stai impiegando), puoi riuscirci attenendoti alle indicazioni contenute in questo passo.

Per cui, collega l’iPhone al computer utilizzando il relativo cavo di ricarica e apri iTunes oppure il Finder, dopodiché fai clic sull’icona dell’iPhone che compare a sinistra. Nella nuova schermata visualizzata, premi sul pulsante Verifica aggiornamenti, attendi che venga rilevato iOS 15 e premi sul pulsante Scarica e aggiorna. Puoi anche decidere di installare l’aggiornamento in un secondo momento, cliccando sul pulsante Scarica solo.

Considerando che agendo da computer viene scaricata la versione integrale di iOS e non quella che comprende solo i file necessari per l’aggiornamento che viene distribuita tramite OTA, sappi che il download di iOS 15 potrebbe risultare più pesante rispetto a quello effettuato direttamente dallo smartphone.

A download ultimato, verrà poi avviata in automatico l’installazione di iOS 15 sul “melafonino”, il quale verrà riavviato più volte e in modo automatico per il completamento dell’operazione. A processo ultimato, dovrai seguire il breve tutorial di configurazione iniziale proposto, procedendo analogamente a come ti ho spiegato nel passo precedente e potrai riprendere a usare il dispositivo con tutti i tuoi dati, le app e le impostazioni precedenti.

Installazione pulita

iPhone e MacBook

Puoi scaricare iOS 15 anche effettuando un’installazione pulita del sistema operativo, ovvero riportando l’iPhone allo stato di fabbrica, andando a rimuovere tutti i tuoi dati, le app e le impostazioni, ma con la versione più recente di iOS.

Per riuscirci, devi innanzitutto disattivare funzione Trova il mio iPhone su iOS. Per cui, accedi alla home screen e/o alla Libreria app di iOS, seleziona l’icona delle Impostazioni (quella a forma di ruota d’ingranaggio) e fai tap sul tuo nome situato in alto, dopodiché seleziona la voce Dov’è, quella Trova il mio iPhone e, nella schermata successiva, sposta su OFF l’interruttore in corrispondenza della dicitura Trova il mio iPhone.

Una volta effettuati i passaggi di cui sopra, collega l’iPhone al computer con il relativo cavo di ricarica, apri iTunes oppure il Finder (a seconda del sistema operativo che stai impiegando), seleziona l’icona dell’iPhone che si trova a sinistra e premi sul pulsante Ripristina iPhone.

Completato il ripristino del “melafonino”, provvedi ad associare il tuo account iCloud al dispositivo e, se lo riterrai opportuno, potrai recuperare i tuoi dati sincronizzati con il cloud (foto, video, musica, documenti, dati delle app ecc.). Per ulteriori dettagli, consulta le indicazioni contenute nella mia guida specifica su come ripristinare iPhone.

Principali funzionalità di iOS 15

Ora che hai portato a termine tutta la procedura per scaricare iOS 15 sono sicuro che ti starai domandando quali sono le principali funzionalità del nuovo sistema operativo. Per scoprirlo, continua a leggere: le trovi segnalate proprio qui di seguito.

Notifiche

Riepilogo notifiche iOS 15

In iOS 15 le notifiche sono state sottoposte a delle importanti notifiche e adesso mostrano le foto dei contatti e ci sono le icone più grandi per identificare le app di riferimento con maggiore facilità.

È stata inoltre introdotta la funzione denominata Riepilogo notifiche, la quale permette di visualizzare un riepilogo di tutte le notifiche del giorno nel Centro notifiche di iOS, con frequenza personalizzata e organizzate in base alla priorità con le più rilevanti in alto.

Per attivare la suddetta funzione, ti basta selezionare l’icona delle Impostazioni (quella a forma di ruota d’ingranaggio) nella home screen e/o nella Libreria app dell’iPhone, fare tap sulla voce Notifiche nella nuova schermata visualizzata, quindi su quella Riepilogo programmato e portare su ON l’interruttore apposito.

Successivamente, fai tap sul pulsante Continua, seleziona le app che intendi includere nel riepilogo programmato e premi sul pulsante Aggiungi app. Per concludere, definisci gli orari in cui intendi visualizzare il riepilogo delle notifiche e premi sul bottone Attiva il riepilogo delle notifiche.

Se in precedenza avevi già configurato il funzionamento del riepilogo programmato per le notifiche, potrai gestire tutte le impostazioni di cui sopra dalla schermata visibile recandoti nella sezione Impostazioni > Notifiche > Riepilogo programmato di iOS.

Se vuoi, puoi pure fare in modo che venga reso visibile il riepilogo successivo in Centro notifiche prima dell’orario previsto, portando su ON l’interruttore accanto all’opzione Mostra riepilogo successivo.

Full immersion

Full immersion iOS 15

Full immersion è una nuova funzione introdotta con iOS 15 che va a reinventare e migliorare il funzionamento del già noto Non disturbare. Permette, infatti, di attivare delle modalità che aiutano a concentrarsi e a ridurre le distrazioni, filtrando le notifiche e le app in base ai contenuti su cui l’utente desidera focalizzarsi.

Per attivare e configurare una delle full immersion disponibili, fai tap sull’icona delle Impostazioni (quella a forma di ruota d’ingranaggio) presente nella home screen e/o nella Libreria app di iOS, seleziona la voce Full immersion nella schermata successiva e scegli una delle modalità disponibili in elenco in base alle tue necessità oppure creane una nuova premendo sul pulsante (+) in alto a destra.

In seguito, fai tap sul pulsante Avanti, indica le persone consentite per le notifiche quando la modalità full immersion è attiva e premi sul bottone Consenti, dopodiché scegli le app consentire e, per concludere, sfiora i pulsanti Consenti e Fine.

Successivamente, potrai attivare una data full immersion e personalizzarne ulteriormente il funzionamento recandoti nella sezione Impostazioni > Full immersion > [nome full immersion] di iOS oppure richiamando il Centro notifiche, facendo tap sul pulsante Full immersion e selezionando la modalità desiderata dal menu che compare.

Ti segnalo anche che dalla schermata in cui sono elencate tutte le full immersion puoi decidere di condividerne l’uso su altri dispositivi, portando su ON l’interruttore accanto all’opzione Condividi sui dispositivi.

Safari

Safari iOS 15

Ebbene sì, anche Safari, il browser predefinito dei dispositivi Apple, è stato modificato e migliorato e presenta funzionalità aggiuntive che permettono di navigare in Rete in maniera più agevole.

Per la precisione, la barra degli indirizzi è stata spostata in basso, insieme alla barra pannelli e consente di avere sempre a portata di mano tutti i controlli che servono. È possibile passare da un pannello all’altro semplicemente scorrendo verso destra o verso sinistra, mentre scorrendo verso l’alto si possono visualizzare quelli aperti.

Si possono pure salvare e organizza i pannelli com’è più comodo, creando dei gruppi che vengono sincronizzati su tutti i dispositivi, in modo da poterli ritrovare uguali ovunque. Per fare ciò, scorri verso l’alto sulla barra pannelli, fai tap sul menu in basso e seleziona l’opzione Nuovo gruppo di pannelli vuoto, dopodiché digita il nome che intendi assegnare al gruppo e fai tap sul pulsante Salva.

Per selezionare un gruppo di pannelli differente premi sempre sul menu in basso e fai tap sul nome di quello che ti interessa, mentre per eliminarlo o rinominarlo sfiora la dicitura Modifica nella parte in alto a destra del menu di cui sopra, premi sul relativo pulsante (…) e scegli l’opzione corretta. Puoi altresì posizionare i gruppi di pannelli in maniera diversa, effettuando un tap prolungato sul pulsante con le tre linee in orizzontale che ci trovi accanto. Per salvare le modifiche, fai tap sulla voce Fine.

Inoltre, adesso Safari per iOS supporta l’uso delle estensioni, che possono essere scaricate dalla sezione apposita presente su App Store e che si possono gestire nel browser, facendo tap sull’icona con il pezzo di puzzle che si trova sulla barra degli indirizzi e sulla dicitura Gestisci le estensioni annessa al menu che compare oppure direttamente sul nome dell’estensione di riferimento.

È stata anche introdotta la ricerca vocale, che puoi usare facendo tap sull’icona con il microfono visibile sulla barra degli indirizzi e pronunciando poi le parole chiave di tuo interesse o l’indirizzo del sito Web.

Testo attivo e info rapide

Testo attivo iOS 15

Un’altra interessantissima funzione lanciata con iOS 15 è quella denominata Testo attivo, la quale sfrutta l’intelligenza on-device per riconoscere il testo nelle foto e permettere all’utente di compiere azioni, ad esempio effettuarne la copia, eseguire traduzioni, chiamare un numero, inviare un’email ecc.

Per usare la funzionalità in questione non devi far altro che fare tap sulle scritte che trovi in foto e immagini che visualizzi nell’app Foto, quando catturi gli screenshot, quando è abilitata la modalità di visualizzazione rapida e in Safari. Il testo verrà automaticamente riconosciuto da iOS e tramite il menu che ti verrà mostrato potrai decidere quale azione intraprendere.

Puoi usufruire della funzionalità in oggetto anche tramite l’app Fotocamera, avviando quest’ultima, inquadrando qualsiasi scritta, attendendo la visualizzazione del rettangolo di selezione sul testo di proprio interesse e facendo poi tap sul pulsante con il testo compreso nei quattro angoli comparso in fondo a destra. Il testo rilevato verrà ingrandito e potrai scegliere quali azioni compiere con o su di esso mediante l’apposito menu.

Contestualmente, potresti trovare interessante anche la funzione denominata Info rapide, la quale permette di ottenere informazioni su opere d’arte, monumenti, piante e fiori, libri ecc. presenti nelle immagini visualizzate. Per usufruirne, ti basta scorrere verso l’alto o toccare il pulsante (i) che trovi su qualsiasi foto e attendere la comparsa delle informazioni nel riquadro che si apre.

Mappe

Mappe iOS 15

Anche l’app Mappe è stata aggiornata e migliorata. Adesso, infatti, si possono esplorare le grandi città con nuovi dettagli di strade, quartieri, alberi, edifici e molto altro ed è anche supportata la vista 3D di monumenti famosi.

Sono inoltre state introdotte nuove feature fruibili in fase di guida, come la visualizzazione delle corsie per svoltare, delle strisce pedonali e delle piste ciclabili. C’è pure una nuova mappa dedicata che permette di vedere rapidamente il livello di traffico e se ci sono incidenti.

C’è pure maggiore integrazione con i trasporti pubblici. Infatti, ora si possono visualizzare le fermate nelle vicinanze e gli orari delle corse ed è possibile mantenere in evidenza le linee usate con maggior frequenza e ricevere degli avvisi appositi quando manca poco alla propria fermata.

Altre novità

iOS 15

Unitamente alle principali funzionalità che ti ho descritto nelle righe precedenti, iOS 15 porta in dote numerose altre novità meritevoli d’attenzione. Ti segnalo qui di seguito quelle che, a mio modesto avviso, sono le più interessanti.

  • Siri — offre la funzione che annuncia le notifiche su auricolari e cuffie AirPods, la possibilità di condividere ciò che compare sullo schermo semplicemente chiedendo e molto altro.
  • Messaggi — viene introdotta la funzione Condivisi con te, che funziona a livello di sistema e permette di trovare articoli, musica, serie TV, foto e altri contenuti condivisi nelle conversazioni per poi aprirli in app come Foto, Safari, Apple News, Musica, Podcast e Apple TV in modo da accedervi nel contesto giusto.
  • FaceTime — è stata introdotta la funzione SharePlay che durante le chiamate permette di condividere lo schermo e tutto quello che viene guardato o ascoltato. È stato inoltre aggiunto il supporto all’audio spaziale, la vista a griglia, l’uso della modalità ritratto e la possibilità di selezionare una modalità d’uso del microfono diversa a seconda delle circostanze.
  • iCloud+ — offre tutte le opzioni di iCloud insieme a nuove funzioni premium, tra cui quella denominata Nascondi la mia e-mail, il supporto esteso per i video sicuri di HomeKit e iCloud Private Relay, un nuovo servizio per garantire la privacy online. Chi possiede già un abbonamento iCloud passa automaticamente a iCloud+, senza costi aggiuntivi. Tutti i piani iCloud+ possono essere condivisi con i membri del gruppo In Famiglia.
  • Spotlight — fornisce informazioni più dettagliate, permettendo di vedere a colpo d’occhio le informazioni insieme. È pure in grado di cercare tra le foto in galleria e tra le immagini sul Web, mostra le App Clip nei risultati ed è stata migliorata la ricerca sull’App Store. Inoltre, ora è accessibile dalla schermata di blocco e dal Centro notifiche.
  • Foto — l’app adesso include nuovi brani per accompagnare la visualizzazione delle foto nella sezione Ricordi e si possono prelevare i contenuti disponibili su Apple Music. La sezione in questione è stata inoltre rivisitata e offre nuove tipologie di ricordi e un’interfaccia interattiva. È stata resa più veloce la sincronizzazione iniziale della libreria di iCloud e sono stati apportati miglioramenti nell’identificazione delle persone.
  • Salute — l ‘app include una nuova tab che permette di condividere i dati sulla propria salute con parenti, persone che si occupano dell’assistenza o medici. Sono anche stati aggiunti i trend, che rendono più facile concentrarsi sulle variazioni significative dei parametri della propria salute e il parametro Stabilità della camminata, che permette di gestire in modo proattivo il rischio di cadute.
  • Dov’è — l’app ha nuove funzioni che aiutano a localizzare un dispositivo che è stato spento o inizializzato e include anche la posizione in live-streaming con amici e parenti che decidono di condividere questo dato. Inoltre, sono state introdotte le notifiche che avvisano l’utente se lascia un AirTag, un dispositivo Apple o un accessorio della rete Dov’è in un luogo inusuale e quest’ultima ora supporta gli AirPods Pro e le AirPods Max.
  • Traduci — l’app porta in dote una nuova funzione di traduzione in tempo reale che rende più fluide le conversazioni tra persone che parlano lingue diverse e la traduzione a livello di sistema consente all’utente di tradurre il testo in qualsiasi punto di iPhone.
  • Accessibilità — ora è possibile usare VoiceOver per esplorare ancora più informazioni su persone, testo, dati di tabelle e altri elementi nelle immagini. A supporto della neurodiversità, ci sono nuovi suoni di sottofondo aiutano a ridurre al minimo le distrazioni. Inoltre, con Sound Actions è possibile personalizzare Controllo interruttori, in modo che funzioni con i suoni vocali e l’utente può regolare le dimensioni degli elementi e del testo per ogni singola app.

Per ulteriori dettagli riguardo le funzionalità di iOS 15, puoi fare riferimento all’apposita sezione del sito ufficiale di Apple.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.