Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come caricare iPhone

di

Per quanto perfetto e performante possa apparire, anche l’iPhone ha i suoi punti deboli, primo tra tutti la resa della batteria e se ora sei qui e stai leggendo queste righe molto probabilmente è perché anche tu hai preso coscienza della cosa e vorresti dunque sapere se posso darti qualche utile dritta su come caricare iPhone per fare in modo da prolungarne il più possibile la carica.

Partendo dal presupposto che purtroppo soluzioni miracolose non ce ne sono, si, posso darti qualche indicazione per permetterti di capire come fare per mettere in carica correttamente il tuo melafonino, effettuare una corretta manutenzione della batteria ed evitare che questa possa scaricasi troppo velocemente. Si tratta di piccole dritte facilmente applicabili che però, come ti ho già anticipato, non possono nulla in caso di danni a livello hardware. Per quello c’è la sostituzione della batteria, una soluzione un “tantino” più drastica ma, credimi, risolutiva nei casi disperati.

Allora? Ti va di approfondire la quesitone? Si? Molto bene. Direi dunque di non perdere ulteriore tempo prezioso, di mettere le chiacchiere da parte e di iniziare subito a darci da fare. Mettiti bello comodo, afferra il tuo melafonino e concentrati sulla lettura di questo mio tutorial. Non ti prometto magie, sia ben chiaro, ma di sicuro alla fine di questo articolo non avrai più neppure un solo dubbio su come caricare la batteria del tuo “melafonino” in maniera corretta e come fare in modo che sia il più prestante possibile. Buona lettura!

Indice

Informazioni utili

Come caricare iPhone

Iniziamo cercando di schiarirci le idee riguardo la natura ed il funzionamento della batteria dell’iPhone. Diversamente dalle vecchie batterie, che “dimenticavano” la loro piena capacità e di volta in volta non erano dunque più in grado di ricaricarsi in maniera completa, quella dell’iPhone, ed in linea ben più generale degli smartphone attuali, è agli ioni di litio e non soffre delle problematiche appena menzionate.

Proprio per questo, la batteria dell’iPhone va gestita in maniera totalmente differente rispetto a quanto si era abituati a fare in passato: non è necessario farla scaricare completamente per poi mettere in carica il dispositivo ed attendere pazientemente, ogni volta, che abbia raggiunto il 100% per staccarlo dalla presa elettrica. La batteria dell’iPhone può essere ricaricata ogni volta che se ne ha voglia, non c’è bisogno che il dispositivo si spenga inesorabilmente prima essere messo in carica e non occorre che l’indicatore della batteria diventi completamente pieno prima di poter togliere il relativo cavetto dalla presa elettrica.

Le batterie del iPhone funziona infatti a cicli di ricarica. Ogni ciclo è pari al 100% della capacità della batteria ma non deve essere necessariamente consumato tutto in una volta. Ad esempio, possiamo utilizzare l’85% della batteria per un solo giorno per poi mettere il dispositivo in carica la sera e lasciarlo attaccato alla corrente tutta la notte. Il giorno successivo, se andremo a consumare almeno il 15% della carica, avremmo raggiunto il totale del 100% ed il primo ciclo di ricarica sarà stato completato. Detta in soldoni: puoi ricaricare il tuo smartphone Apple quando e quanto ti pare.

Ovviamente il fatto che la batteria agli ioni di litio impiegata sull’iPhone sia “intelligente” non la esonera dal perdere, con il passare del tempo ed a forza di ricariche, parte della sua capacità. Fino ad un certo punto però. Le batterie degli iPhone sono infatti progettate per conservare almeno l’80% della loro capacità originale anche dopo un numero elevato di cicli di ricarica. Quindi… don’t worry be happy!

Come effettuare la ricarica

Compresa la teoria, passiamo adesso alla pratica. Le operazioni, o meglio i gesti, che devi compiere per poter caricare il tuo melafonino sono tanto intuitivi quanto rapidi. Insomma, ci vuole molto più tempo a spiegarlo che a farlo.

Innanzitutto afferra il cavo Lightning o Dock (dipende dal modello di iPhone che possiedi) annesso alla confezione di vendita del dispositivo dopodiché collega l’estremità con l’attacco che ricorda molto alla lontana quello di una chiavetta USB all’attacco della ricarica dell’iPhone che si trova nella parte inferiore del dispositivo e quello con la spina per la presa elettrica nella presa a muro. Fatto!

A questo punto, se sul tuo iPhone è abilitata la suoneria sentirai un rapido suono indicante il fatto che la procedura di ricarica è stata avviata, mentre se l’iPhone è impostato su silenzioso con vibrazione sentirai vibrare leggermente il dispositivo. Accanto all’indicatore della ricarica (quello a forma di batteria) collocato nella parte in alto a destra della schermata dell’iPhone vedrai poi apparire il simbolo di un fulmine. L’indicatore della batteria si riempirà poco alla volontà sino a risultare completamente pieno, ovvero sino al raggiungimento del 100%.

Una volta raggiunto il 100%, la ricarica dell’iPhone verrà interrotta (pur essendo ancora collegato alla corrente) e tu potrai ricominciare ad utilizzare il tuo dispositivo così come hai sempre fatto. A questo proposito, nulla ti vieta di usare l’iPhone anche quando è in carica, non succede assolutamente nulla. L’unica cosa di cui devi tener conto è il fatto che per ricaricarsi ci impiegherà più tempo perché tu, nel frattempo, starai contribuendo a scaricare la batteria. Tutto qua.

Puoi ricaricare il tuo iPhone come visto poc’anzi anche se prima di metterlo in carica il dispositivo si era spento completamente. In tal caso, però, l’iPhone non si accenderà subito. Una volta messo in carica, lo schermo si illuminerà restando di colore nero e vedrai apparire una grossa batteria con le tacchette lampeggianti per qualche minuto. Quando il dispositivo avrà raggiunto il livello di ricarica minimo per poter tornare operativo, si accenderà. A questo punto la ricarica proseguirà in egual maniera a quanto ti ho indicato nelle righe precedenti.

Ti segnalo poi che oltre che tramite la presa elettrica, puoi ricaricare il tuo iPhone collegandolo ad una delle prese USB del computer (il quale deve ovviamente essere collegato a sua volta alla presa elettrica per poter ricaricare il tuo iDevice).

Per concludere, ci tengo a farti presente che l’iPhone va caricato da acceso in quanto il tutto viene gestito da iOS. Infatti, spegnendo l’iPhone e mettendolo in carica questo si riaccenderà automaticamente. Esiste comunque un “trucchetto” che permette di caricare il dispositivo anche da spento ma se vuoi fare tutto come “da regolamento” ti consiglio di lasciare stare. Ad ogni modo te lo spiego.

Per ricaricare l’iPhone da spento, mettiti il dispositivo in carica da accesso dopodiché pigia e continua a tenere premuto il tasto Power (quello che sta di lato o in alto, dipende dal modello di iPhone), trascina verso destra la levetta scorri per spegnere che appare a schermo et voilà. Una volta spento, il dispositivo questo continuerà a caricarsi e sul display vedrai apparirei lo stesso indicatore che compare quando la carica è insufficiente. A ricarica completata potrai accedere ed utilizzare l’iPhone così come fai di solito.

Dritte per la manutenzione della batteria

Come caricare iPhone

Passiamo ora alle dritte principali per una corretta manutenzione della batteria. Le trovi qui di seguito.

  • Evita gli ambienti a temperature estreme. L’iPhone è progettato per funzionare senza problemi in ambienti con diverse temperature, l’intervallo ideale è quello tra i 16 e i 22 C°. In pieno inverno ed in piena estate accade però molto spesso di oltrepassare tale range. Ciononostante è molto importante che il dispositivo non venga esposto a temperature inferiori allo zero o superiori ai 35 C° poiché potrebbe danneggiarsi in modo permanente la capacità della batteria e diminuire la durata della singola ricarica.
  • Rimuovi la custodia durante la ricarica. Se noti che durane la fase di ricarica l’iPhone tende a scaldarsi eccessivamente la colpa potrebbe essere della custodia (se ne usi una, ovviamente). Prova dunque a rimuoverla e vedi se la situazione migliora.
  • Se non usi l’iPhone per molto tempo, caricalo a metà. Considerando che le condizioni della batteria sono influenzate dalla temperatura e della percentuale di ricarica al momento dello spegnimento, se pensi di non usare per parecchio l’iPhone caricalo al 50%, spegnilo e riponilo in un luogo non troppo caldo. Inoltre, se pensi di non usare l’iPhone per più di sei mesi, ricordarti ogni mese di ripetere da capo la procedura che ti ho appena indicato.
  • Utilizza solo accessori originali. Ricarica il tuo iPhone utilizzando solo ed esclusivamente il cavo e altri accessori di ricarica originali o quantomeno certificati MFi (Made for iPhone). L’uso di accessori non originali potrebbe compromettere irrimediabilmente il corretto funzionamento della batteria del dispositivo e creare non pochi problemi.

Per ulteriori dettagli, ti consiglio di consultare l’apposita pagina Web annessa al sito Internet di Apple tramite cui l’azienda ha provveduto a fornire tutte le informazioni del caso riguardo l’ottimizzazione delle prestazioni e del ciclo di vita delle batterie dei suoi dispositivi oltre che quella dedicata al riconoscimento degli accessori Lightning contraffatti o non certificati.

Dritte per aumentare la durata della batteria

Come risparmiare batteria iPhone

Vorresti sapere se esiste anche qualche valido sistema per aumentare la durata della batteria del tuo iPhone? Si? Beh, allora da’ uno sguardo alle indicazioni che trovi qui di seguito. Spero vivamente che possano esserti utili.

  • Disattiva i servizi di localizzazione e l’aggiornamento dei dati in background quando non serve. Alcune applicazioni utilizzano i servizi di localizzazione geografica e scaricano dati da Internet anche quando non sono direttamente in esecuzione andando dunque a consumare in maniera eccessiva la batteria del dispositivo. Per evitare che ciò accada, recati nel menu Impostazioni > Privacy > Localizzazione dell’iPhone, seleziona il nome dell’applicazione per la quale vuoi disattivare la localizzazione in background e metti il segno di spunta accanto alla voce Mentre usi l’app nella pagina che si apre (se non vedi quest’opzione, significa che l’applicazione che hai selezionato permette solo di attivare o disattivare la localizzazione). Recati inoltre nel menu Impostazioni > Generali > Aggiornamento app in background dell’iPhone e sposta su OFF la levetta relativa alle applicazioni per le quali vuoi vietare il download di dati in background.
  • Attiva la modalità aereo nelle zone in cui c’è poco segnale. Quando c’è poco campo, l’iPhone spreca molta energia perché cerca di agganciare la rete telefonica e/o la rete dati. Per cui, se si passa troppo tempo in una zona in cui il segnale è debole verrà consumata tantissima batteria. Per attivare la modalità aereo, apri il control center effettuando uno swipe dal fondo dello schermo verso l’alto e tappa sull’icona dell’aereo in basso a sinistra.
  • Usa il risparmio energetico anche quando la carica è più del 20%. Nelle più recenti visioni di iOS Apple ha implementato una comoda funzione di risparmio energetico che viene proposta in automatico all’utente quando la percentuale di carica scende sotto il 20%. Questa funzione fa in modo che il dispositivo consumi meno batteria agendo sulle animazioni, sui tempi di spegnimento dello schermo e sull’impatto energetico del processore. Se vuoi aumentare la durata della batteria del tuo dispositivo, ti consiglio di abilitare manualmente questa funzione non solo quando la carica sta per esaurirsi ma anche in tutte le altre circostanze in cui lo ritieni opportuno. Per riuscirci devi recarti in Impostazioni > Batteria e spostare su ON la levetta relativa al Risparmio energetico.
  • Rimuovi le app che consumano troppa energia. Se accedi al menu Impostazioni > Batteria del tuo iPhone puoi visualizzare la lista delle applicazioni che hanno consumato più energia nelle ultime 24 ore e negli ultimi 7 giorni. Se tra queste ce ne sono alcune di cui non hai bisogno, eliminale. Ne guadagnerai in spazio e (indovina un po’?) anche in durata della batteria.

Se hai bisogno di maggiori informazioni e di altre utili dritte, ti suggerisco di leggere il mio tutorial su come risparmiare batteria iPhone tramite cui ho provveduto a segnalarti diversi modi per ridurre all’osso il consumo di batteria del melafonino senza però dover rinunciare ad utilizzarlo al meglio.

In caso di problemi

Come resettare batteria iPhone

Pur seguendo alla lettera le mie indicazioni il tuo iPhone continua a dare “segni di squilibrio” per quel che concerne la durata della carica? Allora prova a calibrare la batteria. La calibrazione è una procedura tramite la quale viene effettuato il reset della gestione della batteria da parte del telefono in maniera tale da eliminare eventuali problemi di carica o indicazioni sballate relative alla percentuale di autonomia residua. Per sapere in che modo procedere, puoi leggere il mio articolo su come calibrare batteria iPhone, non dovrai fare nulla di troppo complesso, hai la mia parola.

Qualora poi dovessi continuare a riscontrare problemi, il mio suggerimento è quello di recarti presso un centro assistenza apposita oppure presso un Apple Store e richiedere la sostituzione della batteria. Se il dispositivo è ancora in garanzia la sostituzione è gratuita presso qualsiasi centro Apple. In caso contrario, puoi comunque richiedere la sostituzione della batteria ma, come facilmente intuibile, pagando. Per saperne di più, ti invito a leggere il mio articolo su come cambiare batteria iPhone.