Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come caricare iPhone senza caricatore

di

Il caricabatterie del tuo fido iPhone ti ha abbandonato, non ne hai a portata di mano uno di riserva e, come se non bastasse, il livello della carica del “melafonino” sta drasticamente calando. Brutta, anzi bruttissima situazione! Per fortuna, però, a tutto c’è rimedio. Probabilmente non lo sapevi, ma è possibile caricare l’iPhone senza il caricatore. In che modo? Beh, leggi questa mia guida dedicata proprio all’argomento e lo scoprirai in pochissimo tempo!

Onde evitare fraintendimenti, ci tengo a precisare immediatamente una cosa: non ho intenzione né di proporti rimedi “magici” né di prenderti in giro. Per compiere l’operazione in questione, quello che devi fare è servirti di uno dei tanti strumenti di ricarica alternativi presenti su piazza. Più precisamente, puoi ricaricare il tuo iPhone collegandolo alla porta USB del PC, all’accendisigari dell’auto, usando delle batterie portatili oppure delle custodie con batteria integrata. Insomma, si tratta di “escamotage” a cui spesso non si pensa che però possono rivelarsi molto utili in circostanze quali quelle in oggetto.

Allora? Posso sapere che cosa ci fai ancora lì impalato? Posizionati bello comodo, prendi il tuo iPhone, ritagliati qualche minuto di tempo libero tutto per te e inizia a concentrarti sulla lettura di quanto riportato qui di seguito. Spero vivamente che, alla fine, tu possa ritenerti ben contento e soddisfatto di quanto appreso.

Indice

Caricare l’iPhone dal computer

Caricare iPhone da PC con USB

Il primo, nonché più pratico, sistema che ti invito a prendere in considerazione per caricare l’iPhone senza il caricatore consiste nello sfruttare le porte USB del computer, se, ovviamente, ne hai uno a portata di mano.

Per riuscirci, tutto quello che devi fare è accendere il PC o il Mac (nel caso in cui non avessi già provveduto a farlo), collegare l’estremità con l’USB del cavo Lightning del tuo iPhone alla porta USB del computer e collegare l’altra estremità del cavo al connettore del “melafonino”. Nel giro di pochi istanti, la ricarica verrà avviata. Tutto qui!

Tieni presente che, se sul tuo computer risulta installato anche iTunes (su macOS è disponibile “di serie”, mentre su Windows va scaricato “manualmente”), una volta collegato l’iPhone questo si avvierà in maniera automatica. Dalla finestra di iTunes, inoltre, facendo prima clic sul pulsante raffigurante l’iPhone posto in alto alto a sinistra, potrai visualizzare la percentuale di ricarica del dispositivo senza dover necessariamente guardare sul display dello stesso. Comodo, vero?

Caricare l’iPhone con l’accendisigari dell’auto

Caricare l'iPhone con l'accendisigari dell'auto

Puoi caricare la batteria del tuo iPhone senza dover dover usare il caricatore del dispositivo anche sfruttando l’accendisigari dell’auto. Per riuscirci, ti basta procurarti un caricatore da auto, inserirlo nell’accendisigari e collegare a quest’ultimo il cavo di ricarica dell’iPhone, inserendo l’estremità con l’USB nel caricatore e l’altra nel connettore Lightning del “melafonino”. Una volta fatto ciò, la ricarica dell’iPhone verrà immediatamente avviata.

Tieni presente che di caricatori da auto ne esistono di diversi tipi e in grado di ricaricare anche più di un dispositivo in simultanea, a seconda del numero di porte USB che presentano. Alcuni di essi, inoltre, hanno già integrato il cavo di ricarica.

I prezzi si aggirano tra i 5 euro e i 20 euro, a seconda del modello e della marca, e l’acquisto può essere effettuato nei negozi di elettronica, sia fisici che online.

AUKEY Caricabatteria da auto, Ultra Compatto, Dual Porta USB 4.8A/24W ...
Vedi offerta su Amazon
Anker PowerDrive Lightning (12W Car Charger with 3ft Lightning Cable) ...
Vedi offerta su Amazon
Caricabatterie Auto RAVPower Extra-Mini Alluminio 2 Porte, 24W / 4.8A,...
Vedi offerta su Amazon
Anker Caricatore da Auto 24W 2 Porte USB PowerDrive 2 - Caricabatterie...
Vedi offerta su Amazon

Caricare l’iPhone con una batteria portatile

Caricabatterie portatile

Un altro sistema che puoi adottare per caricare l’iPhone senza il caricatore consiste nello sfruttare una batteria portatile, cioè uno di quei dispositivi che consentono di ricaricare smartphone, tablet, smartwatch, notebook e altri device in qualsiasi luogo e in qualsiasi circostanza. Hanno varie capacità, una o più porte USB e in genere hanno l’aspetto di una piccola saponetta.

Se non possiedi ancora una batteria di questo tipo, puoi leggere la mia guida all’acquisto specifica sull’argomento per orientarti nella scelta, tenendo presente che nell’andare a comperare un powerbank occorre valutare la potenza della batteria (mAh) dello smartphone, in questo caso specifico l’iPhone. Il loro acquisto può essere effettuato nei negozi di elettronica, sia fisici che online, con un costo che varia in base al fattore di forma, alla capacità e al resto delle caratteristiche tecniche (solitamente parte dai 10 euro ma può arrivare anche a superare i 100 euro).

Anker Powerbank PowerCore 13000 - Power Bank Tascabile Ultra-Compatto ...
Vedi offerta su Amazon
AUKEY Powerbank 20000mAh 2 Porte, Caricabatterie Portatile 2 Ingressi,...
Vedi offerta su Amazon
AUKEY USB C Power Bank 20000mAh Caricabatterie Portatile con 4 Porte e...
Vedi offerta su Amazon

Usare una batteria portatile è cosa abbastanza semplice: basta collegare a una delle porte USB presenti sulla stessa l’estremità con la presa USB del cavo Lightning dell’iPhone e al connettore del “melafonino” l’altra estremità del cavetto e il gioco è fatto. In seguito, la ricarica della batteria verrà subito avviata, proprio come se il dispositivo fosse collegato alla presa elettrica con il classico caricatore.

Ovviamente, per fare in modo che la ricarica venga eseguita, è indispensabile che la batteria portatile risulti a sua volta carica. Sulla maggior parte dei modelli di power bank lo stato della carica viene indicata mediante delle spie luminose, mentre per quel che concerne la ricarica dell’apparecchio basta collegare la batteria portatile a una presa a muro, tramite il relativo caricatore e l’apposito cavetto, oppure al computer. Per maggiori informazioni sul da farsi, ti rimando alla lettura della mia guida dedicata proprio a come funzionano i power bank.

Carica l’iPhone con una custodia con batteria integrata

Smart Battery Case iPhone XS

Le custodie con batteria integrata sono un accessorio tech che, sebbene non particolarmente diffuso, costituisce comunque un’ottima alternativa al dover ricaricare l’iPhone sfruttando il classico caricatore: si tratta essenzialmente di cover che, oltre ad assolvere alla funzione di proteggere il dispositivo da urti, consentono di ricaricarlo senza sfruttare caricatori e cavi. Le cover in questione, infatti, sono dotate di una batteria propria e di un connettore Lightning da inserire nell’apposito ingresso dell’iPhone.

In commercio si trovano custodie con batteria integrata di vario tipo e di vario prezzo: quelle vendute direttamente da Apple, che costano 120 euro, e quelle di terze parti, che hanno un costo decisamente inferiore (in genere a partire da 20 euro) e che non mostrano il doppio stato di ricarica sul dispositivo.

Apple Smart Battery Case (per iPhone 6s) - Antracite
Vedi offerta su Amazon
Apple Smart Battery Case (per iPhone 7) - Bianco
Vedi offerta su Amazon

Usare questo tipo di cover per ricaricare l’iPhone è semplicissimo. Basta porre il dispositivo all’interno della stessa, così come si fa di solito con qualsiasi altra custodia, e la ricarica viene immediatamente avviata in maniera automatica. Da notare che esistono anche dei modelli con un tasto di standby grazie al quale è possibile scegliere quando caricare l’iPhone e quando, invece, interrompere la ricarica per preservare la carica solo per i momenti di maggiore criticità.

Chiaramente, la custodia, per poter ricaricare l’iPhone, dev’essere a sua volta carica. Le modalità di ricarica variano in base al modello. In linea di massima, però, per ricaricare una cover con batteria integrata basta applicarla all’iPhone e collegare il dispositivo a una fonte di alimentazione mediante cavo Lightning. Ad ogni modo, esistono anche modelli di custodie che supportano la ricarica con il dock Lightning per iPhone e altri che dispongo di un cavo micro USB per la connessione e la ricarica mediante computer.

A prescindere dal sistema di ricarica supportato dalla cover con batteria, tieni presente che è sempre necessario che quest’ultima risulti applicata al telefono e che verrà ricaricata prima la batteria dell’iPhone e poi quella della custodia.

Aumentare la durata della batteria dell’iPhone

iPhone

Dopo aver visto come caricare l’iPhone senza il caricatore, per concludere, e per completezza d’informazione, desidero segnalarti tutta una serie di utili accorgimenti che puoi adottare per aumentare il più possibile la durata della batteria del tuo “melafonino”. Li trovi indicati (ed esplicati) tutti qui di seguito.

  • Usare la funzione “Risparmio energetico” – la funzione “Risparmio energetico” consente di risparmiare temporaneamente il consumo della batteria disattivando o limitando l’invio e la ricezione delle email, la funzionalità “Ehi Siri”, l’aggiornamento delle app in background e alcuni effetti dinamici. Per abilitare la funzionalità in questione, recati nelle Impostazioni di iOS facendo tap sulla relativa icona (quella con l’ingranaggio), premi sulla voce Batteria e porta su ON l’interruttore accanto alla dicitura Risparmio energetico.
  • Disattivare la localizzazione – un’altra cosa che può fare comodo per riuscire ad aumentare la durata della batteria dell’iPhone è quella di disattivare la localizzazione. Per fare ciò, accedi alla Impostazioni di iOS, recati nella sezione Privacy > Localizzazione, fai tap sull’icona dell’applicazione relativamente alla quale vuoi intervenire e scegli se disattivare completamente i servizi di localizzazione selezionando la voce Mai oppure se consentirne l’uso solo quando in esecuzione selezionando la voce Mentre usi l’app (se disponibile).
  • Disattivare l’aggiornamento in background delle app – per ottimizzare la durata della batteria del “melafonino” ti consiglio inoltre di disattivare l’aggiornamento delle applicazioni in background che al momento non risultano strettamente necessarie. Per riuscirci, recati nelle Impostazioni di iOS, poi nella sezione Generali > Aggiornamento app in background e sposta su OFF l’interruttore accanto al nome delle app di tuo interesse.
  • Attivare la modalità aereo quando c’è poco campo – nelle zone in cui c’è poco poco campo, l’iPhone è continuamente impegnato a cercare il segnale 2G/3G/4G/4G+, operazione questa che riduce drasticamente la durata della batteria. In circostanze di questo tipo, ti suggerisco quindi di abilitare la modalità aereo, andando a “spegnere” la connessione dati e la rete voce. Per riuscirci, recati nelle Impostazioni di iOS e e porta su ON l’interruttore collocato accanto alla voce Uso in aereo.
  • Ridurre la luminosità dello schermo –  un display particolarmente illuminato tende a consumare molta batteria. Se sei disposto a sacrificare un po’ di chiarezza dello schermo in favore di un maggior grado di autonomia del tuo iPhone, recati nelle Impostazioni di iOS, seleziona la voce Schermo e luminosità e sposta la barra di regolazione sotto la voce Luminosità come ritieni sia più opportuno. Ricordati poi di disattivare (se attiva) la funzione che regola automaticamente la luminosità del display, per evitare che i cambiamenti apportati risultino vani. Per riuscirci, recati nella sezione Generali > Accessibilità > Regolazione schermo delle Impostazioni di iOS e porta su OFF l’interruttore accanto alla voce Luminosità automatica.
  • Usare sfondi neri su iPhone con display OLED – se possiedi un iPhone X o uno dei modelli successivi, quindi un iPhone con display OLED, puoi aumentare l’autonomia della batteria del dispositivo anche impostando uno sfondo di colore nero. Questo perché i display OLED hanno la facoltà di spegnere fisicamente i pixel, vale a dire i punti campione che compongono la rappresentazione di una immagine raster in digitale, ma solo quando questi sono di colore nero. Uno sfondo totalmente nero è già disponibile di default. Per applicarlo, recati nelle Impostazioni di iOS, recati nella sezione Sfondo > Scegli un nuovo sfondo > Statico e seleziona lo sfondo di colore nero che trovi scorrendo la schermata verso il basso.

Per ulteriori dettagli e approfondimenti riguardo le pratiche descritte in questo passo, ti invito a fare riferimento al mio tutorial dedicato in maniera specifica a come aumentare la durata della batteria dell’iPhone.